PINOCCHIO – VHS OTTOBRE 1987 (BLACK DIAMOND)

“Pinocchio”
(Pinocchio)

VHS BLACK DIAMOND OTTOBRE 1987

Codice VHS: VI 4195
BOX: Bianco Morbido (Nero nelle ristampe)
Collana: “Grandi Classici” (Black Diamond)
Distributore: Creazioni Walt Disney S.p.a. – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Assente
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1987-1988)
Logo CWD: Presente
Pubblicità iniziali: Assenti
Intro:
Edizione: Ottobre 1987
Versione: Noleggio (a volte venduta)
Macrovision

Descrizione Nastro:

Quando uscì questa videocassetta di “Pinocchio” il film non era stato ancora restaurato. Il master video tuttavia è davvero molto buono. L’unica pecca è l’assenza dei titoli Italiani: la videocassetta utilizza le i cartelli originali Americani. L’edizione di “Pinocchio” del 1987 è famosa per aver proposto il ridoppiaggio parziale del 1963. In questo ridoppiaggio venne fatta reincidere a Bruno Filippini la canzone “Una stella cade” (When you wish upon a star) dei titoli di testa e coda. Venne ridoppiata poiché nel 1947, quando fu eseguito il primo doppiaggio Italiano del film, la parte corale della canzone era rimasta in Inglese.

Il primo doppiaggio integrale lo ritroviamo in tutte le edizioni home video distribuite a partire dalla VHS del Marzo 1993 ad oggi. Prima che inizi il film ci sono i messaggi antipirateria con Topolino che scorre come una macchina da scrivere, seguiti dall’Intro della Walt Disney Home Video (quella che come sottofondo musicale ha una rivisitazione di “Casey Jr”). Qualora non lo sapeste, in origine all’inizio del film compariva il logo della “RKO”, distributrice del film nelle sale. Nel corso degli anni la distribuzione cinematografica del film passò in mano di altre case, come la “Buena Vista” (che altri non è che la Disney). La versione qui presente ha proprio il logo della distribuzione Buena Vista che va a “nascondere” l’originale logo “RKO”.

L’audio della videocassetta è in Mono e non in HI-FI. Vi vogliamo far notare che il film ha un video un po’ più saturo rispetto a quello della successiva videocassetta da vendita del 1989, che riporta in copertina sempre la data di Ottobre 1987 e che utilizza lo stesso master di partenza. Trovate cliccando qui la scheda di questa edizione. Ecco qui di seguito un confronto.

Le videocassette ovviamente sono state acquisite con lo stesso videoregistratore utilizzando il medesimo procedimento, poiché i colori potrebbero essere riprodotti con delle variazioni (minime) a seconda del videoregistratore.

Il master video della VHS sarà utilizzato dalla Rai per le prime trasmissioni del film e dall’Eclecta Video per la sua VHS. Qua trovate la scheda della VHS Eclecta di “Pinocchio.

Come avrete notato dalle immagini, per tutta la durata del film (dopo i titoli di testa e fino alla scena finale) appare il logo CWD (Creazioni Walt Disney) che si sposta nei 4 angoli dell’immagine.

Storia della VHS:

La Crezioni Walt Disney distribuì per la prima volta “Pinocchio” in VHS il mese di Ottobre 1987. La videocassetta fa parte della collana “Grandi Classici” (Black Diamond), le famose videocassette col “Rombo nero” in copertina. Non abbiamo ad oggi trovato conferma di un suo rilascio nei formati Betamax e Video2000. L’edizione Italiana è basata su quella Americana, rilasciata negli Stati Uniti nel 1985.

Foto proveniente dal sito vhscollector.com

La videocassetta era inizialmente destinata al noleggio. Tuttavia, come spesso accadeva ai tempi, i negozianti sceglievano di ordinarne più copie per venderle. Il prezzo non era affatto basso: Poteva sfiorare (o addirittura superare) le £ 100.000 ! Francesco Finarolli ci ha inviato questo trafiletto da una rivista d’epoca, dove viene segnalata la vendita di “Pinocchio” per £ 95.000 .

Lire mi raccomando, non Euro! I più giovani forse non sapranno che prima dell’Euro in Italia c’era un’altra moneta, che aveva un valore completamente diverso. Per esempio, £ 100.000 nel 2002 corrispondono – approssimativamente –  a circa € 50,00 nel 2019.

L’uscita in VHS venne largamente pubblicizzata. Ecco qua un’immagine tratta dalla rivista “Topolino“. Ringrazio come sempre @disney.dream83 per avermi inviato la scansione. Qualora l’autore originale dello scan la riconoscesse è pregato di avvisarmi, così lo accrediterò.

Questa edizione verrà ristampata fino all’inizio del 1989. Verso la fine di quell’anno arriverà sul mercato una nuova edizione del film, quasi identica a questa. Ne parleremo meglio nella successiva sezione.

Occhio…alla ristampa!

Le ristampe della videocassetta rilasciate a partire dal 1988 fino all’inizio del 1989 erano quasi identiche alle prime stampe del 1987. Cambiavano sostanzialmente due elementi:

  • L’ologramma argentato con la “Cinepresa” fa la sua comparsa sulla fascetta (copertina) della VHS;
  • Il box bianco in “plastica morbida” viene rimpiazzato da un box “morbido” di colore nero.

Per il resto la videocassetta non subisce modifiche.

LA NUOVA EDIZIONE

Nel 1989 verrà distribuita una nuova edizione in VHS del film. La data riportata nel retro è  sempre “Ottobre 1987”, poiché la Disney fino al 1992 quando distribuiva una nuova edizione di un film già distribuito metteva in copertina sempre la data del suo primo rilascio in Home Video. Come distinguerla dalla versione del 1987 e relative ristampe?

Per farlo, vi elenchiamo le differenze più rilevanti:

  • Il logo Walt Disney Home Video è più piccolo nell’edizione del 1989;
  • La sigla “VI” nel codice della VHS è sostituita da quella “VS”;
  • Due bande bianche appaiono ai lati della costa;
  • Cambiano le immagini nel retro della copertina (ora inserite in due riquadri);
  • Una riga rossa separa la parte dei dati della videocassetta dalla parte “descrittiva”;
  • Il logo Walt Disney Home Video appare nella parte inferiore del retro (nella VHS 1987 era scritto con un altro font), che è organizzata in modo completamente diverso da quella della prima edizione;
  • Viene aggiunto il riquadro con il codice a barre e l’indicazione “Film per tutti”.

Come sempre vi ricordiamo che QUESTE VIDEOCASSETTE NON VALGONO MIGLIAIA DI EURO. Gli articoli che riportano queste valutazioni sono in realtà delle fake news.

Vi lasciamo questo video dove spieghiamo accuratamente tutte le differenze tra l’edizione in VHS del 1987, le sue ristampe e quella del 1989.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.