PINOCCHIO – VHS BLACK DIAMOND 1989 (1987)

“Pinocchio”
(Pinocchio) 

VHS Black Diamond SETTEMBRE 1989

Codice VHS: VS 4195
BOX: Nero Grande (logo Walt Disney Home Video)
Collana: “Grandi Classici” (Black Diamond)
Distributore: Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “Oliver & Company” al cinema
Pubblicità finali: Fumetti Disney
Intro:
Sticker VHS: Topolino (1989-1991)
Edizione: Settembre 1989 (Ottobre 1987 in copertina)
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Il master video dell’edizione del 1989 di “Pinocchio” è lo stesso, almeno in partenza, della prima videocassetta per il noleggio dell’Ottobre 1987  (con una cover quasi identica).  Vi invitiamo dunque, per un maggiore approfondimento, a leggere la sua scheda che potete trovare qua. Ci sono però delle piccole differenze. Innanzitutto è assente prima del film il logo della distribuzione “Buena Vista”, al contrario di quanto accadde con la VHS del 1987. La saturazione del video è stata abbassata rispetto alla precedente edizione. Ecco qua un confronto che vi farà notare il tutto. Le videocassette sono state acquisite con lo stesso videoregistratore adottando la stessa metodologia di digitalizzazione, per poter fare un confronto inconfutabile.

Prima dell’inizio del film abbiamo i messaggi antipirateria con la testa di Topolino che scorre imitando una macchina da scrivere, seguiti dal trailer del Classico Disney “Oliver & Company” (in uscita in Italia proprio il primo Dicembre 1989) e dall’intro della “Walt Disney Home Video“. Dopo il film c’è una pubblicità sui fumetti Disney che circolavano nelle edicole.

Ricordiamo infine che in questo nastro il film è proposto col ridoppiaggio parziale del 1963, che va a modificare soltanto la canzone iniziale e finale “Una stella cade” (When you wish upon a star) rispetto alla prima edizione Italiana del 1947.

Storia della VHS:

Nel 1989 venne lanciata un’operazione commerciale, “Segui Pinocchio e scopri Disney in video“. Questa operazione consisteva nel rendere disponibili per il pubblico, solo per la vendita, una selezione di 8 videocassette Disney al prezzo di £ 39.000. Tale manovra fu pensata probabilmente dopo l’ottimo successo di un’operazione simile nel Novembre 1988. Tra i titoli proposti c’era ovviamente la videocassetta di “Pinocchio“. Su varie riviste apparve  la seguente pagina pubblicitaria.

Sulla rivista “Topolino” apparvero anche degli articoli dedicati a questa videocassetta.

Pubblicità e Cataloghi

All’interno del box c’era un inserto da compilare per effettuare l’abbonamento a “Topolino“, accompagnato da un catalogo con le VHS dell’operazione commerciale precedentemente citata. Ve li mostriamo attraverso delle foto scattate da Luca Finocchiaro.

Questa invece è la sequenza pubblicitaria della videocassetta:

Occhio…alla ristampa!

La videocassetta venne ristampata all’inizio del 1990. Come riconoscere queste ristampe? Troverete appiccicatonel retro della fascetta (copertina) uno sticker bianco della SIAE. Nelle prime stampe del titolo, datate 1989, non vi era alcuno sticker SIAE ma soltanto un timbro rosso.

Oltre al box più diffuso, la videocassetta venne distribuita con un box leggermente più basso con la chiusura-apertura esattamente a metà. Il logo Walt Disney Home Video era disposto in modo diverso all’interno del box. Ecco una foto, presa da eBay.

Per saperne di più consultate la nostra “Legenda” nella parte relativa ai box delle Videocassette.

Occhio…alla Versione Noleggio!

L’edizione da Noleggio dell’Ottobre 1987 e quella da vendita del 1989 sono quasi identiche. Ecco alcuni trucchetti per distinguerle. Prendiamo come riferimento la copertina dell’edizione del 1987. Questa versione:

  • Il logo “Walt Disney Home Video” su dorso e costa è più grande rispetto a quello dell’edizione da vendita;
  • Le immagini nel retro differiscono da quelle della versione del 1989 e non sono tratte direttamente dal film. Una di queste rappresenta Geppetto con Figaro e Cleo;
  • Mancano le strisce bianche ai lati ella costa;
  • Il rombo con dentro il volto di Pinocchio sul dorso è più spesso rispetto alla seconda edizione;
  • La parte dei dati legali della VHS non è separata da una riga rispetto all’edizione del 1989 e le informazioni riportate sono minori;
  • Il codice della VHS inizia per “VI” anziché “VS”;
  • Non vi è il riquadro col codice a barre e la trama del film è disposta in modo diverso.

Ecco un video-confronto tra l’edizione in VHS del 1987, quella del 1989 e le relative ristampe.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.