ROBIN HOOD – VHS MARZO 1992


“Robin Hood”
(Robin Hood)  

VHS Marzo 1992

Codice VHS: VS 4362
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.V.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1992-1995)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “Biancaneve e i sette nani” (al cinema), “Dumbo”, “Zio Paperone alla ricerca della lampada perduta”
“É un vero Walt Disney”: “Robin Hood”
Intro:
Edizione: Marzo 1992
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La VHS del 1992 di “Robin Hood” segna il debutto del volpone nel mercato di videocassette “Solo per la vendita”. Le precedenti edizioni erano destinate al noleggio. Il master non è lo stesso delle VHS anni ’80. C’è una grossa svolta: l’inserimento dei cartelli cinematografici Italiani. In precedenza “Robin Hood” era stato rilasciato in videocassetta soltanto coi cartelli in lingua originale. Lo stesso master andava in onda sulla Rai, per venire poi rimpiazzato da quello della VHS del 1992. Delle trasmissioni Rai di “Robin Hood” ne abbiamo parlato qua.

Prima del film abbiamo i messaggi antipirateria col “Castello”, marchiato Buena Vista Home Video, e tre spot pubblicitari: lo spot del ritorno di “Biancaneve e i sette nani” al cinema e quelli dell’uscita in VHS di “Dumbo” e “Zio Paperone alla ricerca della lampada perduta“, Il messaggio antipirateria “È un vero Walt Disney”, che mostra la videocassetta del nostro fuorilegge, segue gli spot pubblicitari.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

All’interno della custodia troviamo una busta con impresso il titolo del film. In essa sono inserite una cartolina per la “prova d’acquisto” e  il catalogo delle Novità in VHS della Primavera del 1992. Lo potete trovare interamente qua.

Alle videoteche la Walt Disney inviò un “Profit Planner”, per invogliarle ad acquistare e vendere la VHS di “Robin Hood“.

Un volume della rivista “Top Video Guida” è dedicato a questa VHS. Qua potrete trovare la sua scansione.

Il settimanale “Topolino” non poteva assolutamente non parlarne! Ecco delle scansioni tratte da alcuni albi.

 

Sul nostro Canale You Tube, “A little bit of Matty“, trovate il video dell’intera sequenza di pubblicità direttamente da questa videocassetta.

Occhio…alla ristampa!

Questa VHS rimase nel catalogo Disney dal Marzo 1992 fino all’estate del 1997. Durante questo periodo la videocassetta venne ristampata con delle differenze.

LE PRIME RISTAMPE

Poco dopo la sua uscita questa videocassetta venne redistribuita senza alcuna pubblicità prima del film, che cominciava subito dopo i messaggi antipirateria col “Castello” e l’intro della Walt Disney Home Video. Per il resto la videocassetta e la copertina erano esattamente identiche a quelle della prima stampa. Ad oggi non abbiamo ancora trovato un modo per distinguere questi esemplari da quelli con le pubblicità.

DOPO IL 1994

Le ristampe post 1994 sono ricche di modifiche:

  • I riferimenti relativi alla “Buena Vista Home Video” nel nastro, sulla fascetta e sugli sticker vengono sostituiti con quelli della “Buena Vista Home Entertainment“, situata in Via Sandri 1 a Milano, anziché in Via Agnello 18;
  • Sulla fascetta il logo Univideo aumenta le sue dimensioni, adeguandosi a quello dell VHS distribuite dopo l’autunno 1992. Viene sostituito il logo della Walt Disney Home Video con la sua versione più schiacciata, apparsa nel Novembre 1993 con la VHS de “Il libro della Giungla“;
  • L’Ologramma argentato con la cinepresa viene sostituito con quello con “Topolino apprendista stregone“. Nelle copie prodotte nel 1997 appare una cornicetta attorno al disegno di Topolino;
  • Nelle ristampe successive al 1996 gli sticker sulla VHS non sono più marchiati “Walt Disney Home Video”, bensì “Disney Video“. Dapprima il riquadro con la testa di Topolino del nuovo sticker è di colore bianco, dal 1997 sarà di colore verde;
  • Tutti i riferimenti nel nastro alla “Walt Disney Home Video” vengono rimpiazzati da quelli della “Disney Video” nelle copie rilasciate dopo il 1996.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.