Tag Archives: tape

LA SIRENETTA – VHS SETTEMBRE 1991

 


“La Sirenetta”
(The little Mermaid)  

VHS Settembre 1991

Codice VHS: VS 4334
BOX: Nero Grande (logo W.D.H.V.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino (1989-1991)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “Bianca e Bernie nella terra dei canguri”(al cinema), “Il principe e il povero” (al cinema), “Fantasia”, “Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi”, “Talespin: A tutto Baloo”, “Talespin: Fantasmi e furfanti”, “Ducktales: I vichinghi all’opera”, “Cip e Ciop – Agenti speciali: Mostri e gioielli”, “Euro Disney”
Pubblicità finali: “Euro Disney”
“É un vero Walt Disney”: No
Intro:
Edizione: Settembre 1991
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La Sirenetta” entrò nelle nostre videoteche con la sua prima edizione in VHS del Settembre 1991. Questo è uno degli ultimi “Classici Disney” (il penultimo, per l’esattezza) ad utilizzare i “messaggi antipirateria” con la testa di Topolino che si muove come una macchina da scrivere.

Il film ha tutti i cartelli in Italiano, catturati direttamente dalla pellicola cinematografica senza zoomarli. Infatti hanno le bande nere sopra e sotto! Si nota uno stacco di qualità tra i titoli di testa e il resto del film, che è zoomato per avere il pieno schermo nelle TV a tubo catodico. La successiva immagine vi mostrerà l’entità dello zoom.

Il video è integrale, senza rimaneggiamenti (oltre allo zoom) o censure. L’audio risulta meno cupo rispetto a quella successiva edizione dell’Ottobre 1998. La VHS non ha il sistema di protezione “Macrovision” (che impediva di copiare il nastro senza disturbi), come tutte le videocassette precedenti al Maggio 1994.

Ci sono varie pubblicità all’inizio del film, e una dopo il film! Si tratta infatti di un video promozionale (annunciato con una voce all’inizio dei titoli di coda) dedicato all’apertura di Euro Disney che sarebbe avvenuta nel 1992.

Questo video era presente anche singolarmente in VHS. Eccolo qua direttamente dalla videocassetta di Silvia B., del canale “DisneyMagicandAnimal“.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

All’interno della custodia troviamo una busta con impresso il titolo del film. La busta contiene una cartolina per la “prova d’acquisto”, il catalogo delle VHS Disney disponibili nell’autunno 1991 e un’altra cartolina, inerente a un concorso con “Perlana“.

La VHS venne ovviamente largamente sponsorizzata su riviste e giornali. Ecco qua degli articoli catturati da riviste dell’epoca.

Queste immagini sono prese da un volume di “Top Video Guida“, che trovate recensito qua.

Non potevano mancare ovviamente degli spot pubblicitari per la TV! Si ringrazia per questo spot Monica del sito Only Shojo!

Storia della VHS

“La Sirenetta” arrivò in VHS nel Settembre 1991. Fu un record di vendite, che superarono il milione nel 1991. Nelle videoteche, durante i primi tempi della distribuzione, vennero dati assieme alla cassetta degli adesivi con i personaggi del film. Ve li mostriamo dalla collezione di Monica del sito Only Shojo!

Questa videocassetta rappresenta una novità sotto diversi punti di vista: è il primo titolo ad essere stato rilasciato al prezzo di £ 39.900, anziché £ 39.000. Ciò fu dovuto all’aumento dell’IVA sulle VHS, che passò dal 9% al 12%, come indicato sull’adesivo del prezzo appiccicato sul cellophane della videocassetta.

Si ringrazia Luca Finocchiaro per la foto!

Venne introdotto, per la prima volta il logo “Walt Disney I Classici” sulla fascetta. Si tratta del primo titolo Italiano a non utilizzare più il logo “Grandi Classici” (Black Diamond”). La corrispondente videocassetta americana mantenne il logo “Black Diamond”.  Apparse per la prima volta all’interno del box una busta con sovrimpresso il titolo del film. Da notare che erroneamente è indicata come durata del film “83 minuti”, quando in realtà ne dura 79. Questo errore è rimasto anche nella seconda edizione in VHS del 1998.

Copertina di un’edizione non ufficiale, che utilizzava il progetto originario.

Inizialmente era prevista una copertina diversa, più vicina dalla linea delle VHS dei Classici Disney (o meglio, “Grandi Classici”) precedentemente rilasciati. Ce lo testimonia questo articolo apparso su “Topolino”. Questa copertina venne utilizzata per delle videocassette non ufficiali.La scritta “Il Classico originale Disney”, che nelle precedenti VHS era inserito nell’angolo nero in basso a destra, in questa edizione provvisoria (mai uscita ufficialmente) appariva in alto. Nella VHS originale quel posto sarà occupato dal logo “Walt Disney I Classici”. Nell’angolo nero abbiamo invece il logo “Vincitore di 2 premi Oscar”, che nella versione ufficiale apparirà in basso. Ecco qua un video che confronta la copertina dell’edizione ufficiale da vendita e con quella provvisoria, presa dall’edizione non ufficiale.

COPERTINA CENSURATA?

Da anni girano numerose voci sul fatto che la copertina di questa VHS, ispirata alla locandina cinematografica originale, venne censurata a causa di un presunto messaggio subliminale in copertina. Niente di più falso! La VHS non venne mai ritirata dal mercato! Rimase in catalogo per circa un anno, dopodiché cessò la sua produzione. Tuttavia, dal momento che ne furono stampate numerose copie, la videocassetta circolò nei negozi per diversi anni. Quindi non è affatto, attualmente, una VHS rara. Nel 1998, quando uscì la nuova edizione in videocassetta, la Disney utilizzò semplicemente una copertina diversa (ispirata alla locandina della riedizione cinematografica del 1991), così come fece per molti Classici. Non si tratta affatto di censura!

Occhio…alla ristampa!

Non si tratta di vere e proprie ristampe, ma è opportuno segnalare alcune differenze tra le varie copie prodotte di questa VHS:

  • L’ologramma argentato in alcune delle prime stampe è in alto sul dorso della fascetta, proprio sotto il logo “Walt Disney – I Classici”. Nella maggior parte delle copie è subito sopra il riquadro con il volto di Ariel;
  • Il logo “WD” sparisce in punti diversi a seconda della stampa. In alcune copie sparisce mentre Ariel esce dalla grotta, dopo aver notato il veliero di Eric. In altre stampe si dissolve quando Ariel si arrampica sul veliero del principe;
  • Alcune videocassette hanno prima del film la pubblicità di “Fantasia”, altre no.
  • La VHS esiste con le bobine del nastro piccole oppure con quelle più grosse;
  • Questa VHS è stata distribuita sia con il box con la “chiusura a metà”, sia con quello con “chiusura a 3/4”. Clicca qui per saperne di più;
  • All’inizio del 1992 la VHS venne ristampata. Queste ristampe sono caratterizzate da uno sticker SIAE rosso. Alcuni box potrebbero essere marchiati “Buena Vista Home Video”.

DI QUESTA VHS SONO STATI PRODOTTI NUMEROSI ESEMPLARI, PERTANTO NON È GIUSTIFICATO IL SUO ACQUISTO A PREZZI ELEVATI. LE DIVERSI VARIANTI (per esempio la versione con bobine grosse) NON DANNO MAGGIOR VALORE ALLA VHS.

Abbiamo un’altra chicca per voi! Su You Tube abbiamo trovato questo video girato presso la “Casa del Disco” di Latina dove si svolse un evento per promuovere questa videocassetta. Non è fantastico?

Si ringrazia il profilo Instagram @disney.dream83 per avermi inviato le scansioni dalal rivista “Topolino”.

Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


TARZAN – VHS SETTEMBRE 2000


“Tarzan”
(Tarzan)

Codice VHS: VS 4804
BOX: Nero Piccolo (logo B.V.H.E.)
Collana: (1997-2000)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1997-2000)
Sticker VHS: Disney Video (1997-2001)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Dinosauri” (al cinema), “La Carica dei 102 – Un nuovo colpo di coda” (al cinema), “Toy Sory 2 – Woody e Buzz alla riscossa”, “La Sirenetta 2 – Ritorno agli abissi”, “Disney Interactive”, “Disneyland Paris”
“É un vero Walt Disney”: “La Carica dei 101”
Intro:
Edizione: Settembre 2000
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La VHS di “Tarzan“, come tutte le VHS di quegli anni, propone il film in una versione zoomata. L’immagine risultava così a schermo pieno nelle TV a tubo catodico, possedute ai tempi dalla maggior parte degli Italiani. Il film presenta tutte le scritte in Italiano, oggi non più utilizzate nei DVD e Blu-Ray.

L’audio della VHS è in Dolby Surround. In questo modo gli acquirenti della videocassetta, se provvisti degli adeguati mezzi -non come il sottoscritto, che ai tempi aveva un videoregistratore a 3 testine audio- potevano godere al meglio della splendida colonna sonora del film, interpretata da Phil Collins. Prima dell’inizio del film troviamo le consuete pubblicità di VHS e – per la prima volta – DVD Disney. Abbiamo anche i consueti messaggi antipirateria, tra i quali spicca il famoso “È un vero Walt Disney” de “La Carica dei 101“. Abbiamo trovato su You Tube un riversamento delle pubblicità di queste VHS. Ve lo linkiamo qua sotto!

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

Foto da eBay.

Era inserita dentro al box una busta sigillata con vario materiale pubblicitario. Si potevano anche vincere dei viaggi per tre persone con destinazione Disneyland Paris, come riportato sull’adesivo appiccicato sul cellophane della VHS.

Storia della VHS:

Tarzan” fu il primo Classico Disney ad essere distribuito non soltanto in VHS ma anche in DVD direttamente dalla “Buena Vista”. Le precedenti edizioni in DVD dei prodotti Disney venivano distribuite attraverso la “Warner Home Video”. Questa fu l’ultima VHS di un Classico Disney ad avere l'”Ologramma argentato” con “Topolino Apprendista Stregone”. Già dalla VHS di “Fantasia 2000”, distribuita a Dicembre dello stesso anno, verrà introdotto un nuovo ologramma, raffigurante il “Castello” della Disney.

Si ringrazia Angelo Serfilippi per i fotogrammi del film.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


PINOCCHIO – VHS MARZO 1993


“Pinocchio”
(Pinocchio) 

VHS Marzo 1993

Codice VHS: VS 4195
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.V.)
Collana:  (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1992-1995)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “Euro Disney”, “Aladdin” (al cinema), “Basil l’investigatopo”
“É un vero Walt Disney”: “Pinocchio”
Intro:
Edizione: Marzo 1993
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Con la VHS del 1993 “Pinocchio” tornò per la seconda volta disponibile in videocassetta. Il codice sulla copertina era invariato rispetto alla precedente edizione degli anni ’80. Nonostante ciò, il contenuto della cassetta era decisamente diverso. Con questa versione tornò definitivamente il doppiaggio originale del 1947 per la canzone “Una stella cade” (When you wish upon a star). La canzone venne nuovamente interpretata nel 1963 da Bruno Filippini poiché il primo doppiaggio lasciava i cori in Inglese. Questo parziale ridoppiaggio si trova nelle VHS anni ’80, in quelle non ufficiali – per esempio l’edizione “Eclecta” – e venne usato per le prime trasmissioni Rai. Ecco qua un video col ridoppiaggio della canzone:

Le videocassette All’inizio dei titoli di testa abbiamo il cartello della “Buena Vista”, assente nella precedente edizione.

I cartelli italiani del film sono nuovamente in Inglese, così come in tutte le altre VHS di “Pinocchio“. Il master video della VHS del 1993  verrà riciclato per tutte le videocassette distribuite fino al 2002 e per i primi DVD della “Warner Home Video” e della “Buena Vista“.

Il logo WD scompare in un punto diverso rispetto all’edizione da vendita del 1989.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

Nel box della VHS troviamo una busta con impresso il titolo del film. Al suo interno ci sono una cartolina per la “prova d’acquisto” e  il catalogo delle VHS che erano disponibili durante la Primavera del 1993. Potete trovare l’intero catalogo cliccando qua!

Alle videoteche venne invece dato un “Profit Planner” per invogliarle ad acquistare e vendere la VHS di “Pinocchio“.

Sul nostro Canale You Tube, “A little bit of Matty“, trovate il video dell’intera sequenza di pubblicità direttamente da questa videocassetta.

Storia della VHS

Pinocchio” venne distribuito per la prima volta con l’edizione da noleggio del 1987, seguita da un’edizione per la vendita nel 1989. Dopo essere stato per un po’ di tempo fuori catalogo, “Pinocchio” tornò nuovamente in VHS nel Marzo 1993. L’immagine della copertina, già utilizzata in Inghilterra, comparirà in altre edizioni in VHS e DVD. Sul cellophane della VHS vi era un adesivo che segnalava la presenza di una versione restaurata del film.

La copertina presenta degli errori: la data di stampa della VHS è scritta tutta attaccata (“Marzo1993”). Nello spazio dedicato alla “trama” del film alla parola “snoda” manca la “s” iniziale.

Era possibile prenotare la VHS nelle videoteche che esponevano il seguente manifesto.

Occhio…alla ristampa!

Questa VHS restò nel catalogo Disney dal Marzo 1993 all’estate del 1997. Verso la fine del 1994 e l’inizio del 1995, una volta esaurite le scorte in magazzino, la Disney produsse delle ristampe.

LE PRIME RISTAMPE

In queste ristampe l'”Ologramma argentato” con la cinepresa cedeva il posto a quello con “Topolino apprendista Stregone” (1993-1997). Variarono molte cose anche in copertina. Il logo “Walt Disney I Classici” è in grassetto nelle ristampe. Nel retro il logo “Walt Disney Home Video” è sostituito dalla sua versione più schiacciata, apparsa per la prima volta nel Novembre 1993 con la VHS de “Il libro della Giungla“. Venne corretto l’errore della prima stampa relativo alla data: “Marzo 1993” ora è scritto con lo spazio. Il font della parte bassa del retro della fascetta cambiò. Tutti i riferimenti alla “Buena Vista Home Video” sono sostituiti con quelli della “Buena Vista Home Entertainment”. La stessa cosa è avvenuta nel box, sull’etichette e all’interno del nastro. Sono state rimosse le pubblicità prima del film.

DOPO IL 1996…

Nelle prime ristampe fu lasciato il messaggio antipirateria “È un vero Walt Disney. È assente nelle ristampe posteriori al 1996. Dal 1996 tutti i riferimenti alla “Walt Disney Home Video” vengono sostituiti con quelli della “Disney Video.  Stessa sorte ha subito lo sticker  della VHS. Le ristampe del 1997 hanno la seconda versione dell’ologramma con l'”Apprendista stregone” (1997-2000). Si ringrazia “Gheppino” per le immagini della ristampa e Luca Finocchiaro per la foto della VHS sigillata.

Vi lasciamo con un video in cui confrontiamo due stampe della VHS…

…e con un altro video, in cui l’esperto di doppiaggio Marco Zaffuto ci mostra la sua collezione di “Pinocchio“.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.

I RACCONTI DELLO ZIO TOM – VHS SETTEMBRE 1991 (1984)

“I racconti dello Zio Tom” 

(Song of the south)

“I racconti dello zio Tom” è un lungometraggio in tecnica mista prodotto dalla Walt Disney nel 1946, diretto da Harve Foster e Wilfred Jackson e tratto da “Le Storie dello zio Remo” (Uncle Remus Stories) di Joel Chandler Harris. La pellicola vanta la presenza di Bobby Driscoll (Johnny), Luana Patten (Jinni) e James Baskett nei panni dello Zio Tom.

Codice VHS: VS 4341
BOX: Nero Grande (logo W.D.H.V.)
Collana: Disney
Distributore: Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino (1989-1991)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “La Sirenetta”, “Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi”, “Talespin – A tutto Baloo”, “Talespin – Fantasmi e furfanti”, “Ducktales – I vichinghi all’opera”, “Cip e Ciop Agenti Speciali – Mostri e gioielli”.
Intro:
Edizione: Settembre 1991 (Gennaio 1984 in copertina)
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Questa VHS “I racconti dello Zio Tom“,  così come le precedenti, contiene il secondo doppiaggio italiano del film, inciso nel 1973. Il primo doppiaggio risulta aimè perduto. Lydia Simoneschi (voce delle fate Smemorina e Flora), che nel primo doppiaggio prestava la voce a Sally (Ruth Warrick), è presente anche nel ridoppiaggio dove doppia la nonna del protagonista (Lucile Watson), precedentemente doppiata da Tina Lattanzi (voce di Malefica e della Regina di cuori di Alice).

Dopo i messaggi antipirateria, con la testa di Topolino che si muove come una macchina da scrivere, e varie pubblicità, il film ha inizio. I cartelli italiani dei titoli non sono presenti. Tuttavia, vennero utilizzati dalla Rai in più di un’occasione per le sue trasmissioni televisive. Clicca qui per la scheda relativa alle trasmissioni Rai de “I racconti dello Zio Tom“.

Storia della VHS:

Dopo ben tre edizioni per il noleggio (rispettivamente nel 1984, 1985 e 1989), “I racconti dello Zio Tom” esce per la prima volta in VHS esclusivamente per la vendita nel Settembre 1991. Ricordiamo che in copertina è indicato come anno il 1984, ma i realtà la VHS è del 1991, come già detto. La Disney, fino al 1992, non aggiornava mai le date in copertina e lasciava quella relativa alla prima edizione in VHS del titolo. La prima videocassetta per il noleggio di questo film risale proprio al 1984.

Il master video utilizzato è uguale alle precedenti edizioni. La videocassetta rimarrà in catalogo fino all’estate del 1997, quando verrà sostituita da una nuova edizione.

Le prime stampe della videocassetta erano accompagnate da una busta inserita nel box.

La prima stampa completa di busta. Foto presa da eBay.

Nella busta erano contenuti un catalogo e una cartolina per la “prova d’acquisto”.

Il catalogo contenuto nella busta.

NON ACQUISTATE QUESTA VHS A PREZZI ELEVATI.

Il film è inedito in DVD, ma sono state prodotte molte copie in VHS poiché il film è rimasto in catalogo per tantissimi anni. Dunque non è affatto una rarità da avere in VHS e il suo valore non è elevato.

Occhio…alla ristampa!

Confronto tra la prima stampa del 1991 e una ristampa del 1995.

Poiché è rimasta in catalogo per ben sei anni, sono state prodotte molte ristampe di questa VHS. Le prime modifiche apparirono già pochi mesi dopo il suo rilascio. A inizio 1992 l‘ologramma argentato, che nelle primissime stampe è in alto sul dorso nella copertina, venne spostato subito sopra la faccia di Fratel Coniglietto. Le bobine della VHS, di tipo grosso nella prima stampa – come nella foto della prima stampa completa di busta postata più sopra -, vennero  rimpiazzate da quelle più piccole, utilizzate dalla maggior parte delle videocassette anni ’90. Il box marchiato “Walt Disney Home Video” lasciò spazio a quello dellaBuena Vista Home Video“. Per saperne di più sui box Disney, clicca qua!

Alla fine del 1992 “Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano, indicato sul retro della copertina, venne sostituito con “Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano“, come accaduto per molte altre ristampe di quel periodo. Vennero inoltre ridisegnati il prato e la recinzione e alcuni elementi della fascetta risultano essere spostati rispetto alla loro posizione originaria. Cambia anche il logo UNIVIDEO, che dalla versione piccola passa a quella più grande tipica delle videocassette del 1992-1994. L’etichetta sulla VHS passò dalla versione con “Topolino” (1989-1991) a quella con “Topolino apprendista stregone” (1992-1995). Per saperne di più sulle etichette delle VHS Disney, clicca qua! . Furono poi eliminate tutte le pubblicità prima del film e sostituiti i messaggi antipirateria con la versione col castello marchiato “Buena Vista Home Video“. Queste ristampe aggiungono prima del film il messaggio antipirateria “È un vero Walt Disney” della VHS di “Cenerentola“. Clicca qui per saperne di più su “È un vero Walt Disney. Ci sono ristampe del 1992-1993 che per errore mantengono la copertina con i vecchi dati, mentre il contenuto è quello aggiornato.

DOPO IL 1994…

I messaggi antipirateria nelle ristampe. A sinistra le ristampe prodotte tra la fine del 1992 e l’inizio del 1994. A destra le ristampe prodotte tra la fine del 1994 e l’estate del 1997.

Nelle ristampe successive al 1994 il contenuto del nastro rimane sostanzialmente invariato a quello della precedente ristampa fatta eccezione per i messaggi antipirateria, ora marchiati “Buena Vista Home Entertainment“, così come il box della videocassetta. In copertina Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano” diventa “Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano. Altre modifiche a livello di grafica e impaginazione sono presenti nel retro della fascetta (specialmente nella parte inferiore). L'”Ologramma argentato” è quello con “Topolino Apprendista stregone. Per saperne di più sull'”Ologramma argentatoclicca qua! Dalla fine del 1996 furono applicate sulle VHS etichette marchiate “Disney Video“.

La variazione delle etichette negli anni. La seconda foto proviene da eBay, la terza dalla collezione di “Gheppino”.

Si ringrazia Luca Finocchiaro per la scansione della copertina e Lorenzo Andreaggi per averci aiutato a confermare alcune ipotesi sulle ristampe!

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


BONGO E I TRE AVVENTURIERI – RAI

Bongo e i tre avventurieri” (Fun & Fancy Free) è tra quei Classici Disney che la Rai ha riproposto varie volte nel corso degli anni. La Prima TV risale al 31 Dicembre 1988. Il film è composto da due mediometraggi. Il primo ci racconta la storia di Bongo, un orsacchiotto fuggito da un circo. Il secondo vede Topolino, Paperino e Pippo protagonisti della fiaba “Il fagiolo magico“. Nel 2003 la Disney inserì nelle videocassette e DVD un altro doppiaggio, realizzato nel 1992, per le voci del trio di amici. Fu presa questa decisione poiché nel doppiaggio storico i nostri tre avventurieri (specialmente Topolino) parlavano con delle voci molto diverse da quelle originali.
Nonostante ciò, la Rai ha continuato a replicare il film integralmente col suo doppiaggio storico.

I cartelli cinematografici italiani sono andati perduti. La Rai ha trasmesso il film con il cartello del titolo rifatto ex novo in due versioni diverse. La prima è quella che vedete in alto alla scheda, utilizzata per tutti gli anni ’90.

La seconda versione la trovate qui di seguito.

Come potete vedere, venne realizzato anche il cartello “Fine” in Italiano.

La nostra scheda si conclude qui! Grazie per averci letto!

Questa scheda è stata creata con l’aiuto di Angelo Serfilippi e Matteo Fracch.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


“LA SIRENETTA – LA PIÙ BELLA FAVOLA DI ANDERSEN” – VHS SCABAR

“La Sirenetta – La più bella favola di Andersen”
(アンデルセン童話 にんぎょ姫) 

VHS SCABAR

Si ringrazia Monica Pachetti del sito www.onlyshojo.com per la maggior parte delle immagini che vedete nella scheda.

Codice VHS: CK 3001
BOX: Nero Grande Rigido/Plastica morbida/Cartonato
Casa di produzione del Film: Toei Animation
Collana:  Cartoons Kinder
Distributore della VHS: Scabar S.r.l. – Via  Duilio 7, Roma
Edizione: Autunno 1990
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Contenuto:

Questa videocassetta de “La Sirenetta – La più bella favola di Andersen” è una videocassetta molto apprezzata dai collezionisti di animazione giapponese e non. Il film possiede il primo doppiaggio cinematografico italiano del 1979, dove tra i doppiatori ricordiamo Rosalinda Galli nei panni della Sirenetta Marina, Giorgio Locuratolo in quelli del Principe. Fabrizio Mazzotta doppia Fritz, il piccolo delfino amico di Marina. La Strega del mare parla con la voce di Anna Teresa Eugeni, la Principessa di Svezia con quella di Laura Boccanera, che successivamente doppierà Belle nel Classico Disney “La Bella e la Bestia“. Per ultima, ma non per importanza, abbiamo la fantastica Gianna Spagnuolo, già interprete di numerose canzoni dei lungometraggi Disney. Gianna doppierà la parte cantata di Marina, regalandoci una magnifica interpretazione della canzone “La persona che stavo aspettando” (待っていた人). La direzione musicale è affidata a Pietro Carapellucci, già direttore musicale di tanti Classici dello zio Walt.

Il master video del film è zoomato (meno di quello della VHS che avrebbe distribuito la “Stardust Home Video” tempo dopo) per adattare il film agli schermi delle TV a tubo catodico. Qui potete vedere un confronto tra il video di questa VHS e quello più fedele all’originale, preso dal DVD.

Notiamo che la VHS ci mostra una parte d’immagine in alto e in basso che il mascherino (bande nere) del DVD ci copre.

I titoli di testa e coda variano a seconda della stampa della videocassetta: possono essere su sfondo nero o blu. Ricordiamo che in questa versione non furono mai doppiate (e quindi rimosse dal film) la canzone dei titoli di testa e un’introduzione nella quale viene mostrata la città di Copenaghen.

Dopo poco più di mezz’ora del film, quando Marina saluta Fritz prima di diventare umana, c’è una scena in cui l’immagine per pochi secondi scorre a rallentatore. Probabilmente in quel punto la pellicola era rovinata e si è deciso – grazie a un mixer video – di ricorrere a questo stratagemma per occultare i fotogrammi danneggiati. L’audio invece è intatto.

Storia della VHS:

Era l’autunno del 1990. Il Classico Disney “La Sirenetta” sarebbe a breve approdato nei Cinema Italiani. La Scabar S.r.l. pensò bene di sfruttare il successo riscosso in patria dal Classico e di distribuire questo lungometraggio giapponese sulla fiaba di Andersen, arrivato in Italia undici anni prima. Si trattava di una scelta commerciale geniale. La videocassetta venne distribuita in un’edizione con Box nero grande (rigido o morbido, a seconda della stampa) per le videoteche e in un’edizione cartonata per il circuito delle edicole, senza modificare il codice della VHS. La copia della versione editoriale in nostro possesso ha i titoli a sfondo “blu.

Immagine presa dalla stupenda pagina Instagram @ningyooji . Click-are per accedervi!

L’etichetta era colorata anche di rosso nelle VHS col box rigido.

Nell’edizione cartonata l’etichetta era invece completamente nera.

Ma chi è la Scabar S.r.l.? Si tratta di una casa produttrice di videocassette romana, che si occupò di distribuire VHS con vari cartoni di pubblico dominio (specialmente “Looney Tunes”) nella collana “Girotondo” e “Super Cartoons“. Era conosciuta anche col nome CinePatrizia e Walkman S.r.l. ed è ricordata ancora oggi per aver rilasciato alcune videocassette dei Classici Disney con doppiaggi alternativi, che troverete nella sezione del sito dedicata alle “Edizioni non ufficiali“.

Foto presa da e-Bay.

La conferma che questa videocassetta è uscita nell’autunno del 1990 la abbiamo guardando il piccolo adesivo rettangolare della SIAE, presente sulla fascetta di quasi tutte le stampe della VHS: è lo stesso che la Disney utilizzò quando nel Settembre 1990 distribuì numerose videocassette, tra le quali “Alice nel paese delle Meraviglie” e “Saludos Amigos“.

Da il mio video su You Tube “GLI ADESIVI SIAE DELLE VIDEOCASSETTE DISNEY“. Click-ate sul titolo per visionarlo.

Nell’Ottobre 1990 la Disney tornò ad utilizzare l’ordinario adesivo SIAE quadrato verde. Deduciamo quindi che la videocassetta di Marina risale proprio a quel periodo. Il dorso della fascetta venne utilizzato nell’inverno del 1990 per creare copertine di videocassette pirata de “La Sirenetta” Disney.

Nel 1991 la Stardust Home Video avrebbe distribuito una sua videocassetta del film, con un doppiaggio tutto nuovo. Ma questa, cari amici, è un’altra storia.

Occhio…alla ristampa!

Esistono due stampe della VHS: in una di queste i titoli del film appaiono su uno sfondo nero, nell’altra stampa i titoli sono su sfondo blu.

Nella versione coi titoli a “sfondo blu” è presente un cartello inerente alla direzione musicale Italiana, assente nella versione a “sfondo nero”.

Inoltre nella VHS coi titoli a “sfondo nero” è assente il cartello fine, presente tuttavia nella versione a “sfondo blu”…per assurdo con un fondale nero!

La vhs coi titoli di testa a “sfondo nero” termina con questi fotogrammi, dopo il film.

Il master del resto del film è identico nelle due stampe. Tuttavia, nella versione coi titoli a “sfondo nero” i contrasti e la saturazione sono più forti rispetto a quelli dell’altra VHS.

Vi ringraziamo per la vostra attenzione!


DUMBO – WALKMAN S.r.l. (BOX RIGIDO)

“Dumbo”
(Dumbo)

Codice VHS: WK 003
BOX: Nero Piccolo
Distributore: Walkman S.r.l.
Ologramma argentato: Assente
Pubblicità iniziali: Assenti
Tipologia: Vendita (Editoriale)

Descrizione Contenuto:

Questa videocassetta del Classico Disney “Dumbo” è molto particolare. Il film infatti è accompagnato da un doppiaggio creato appositamente per la VHS. Nonostante i doppiatori siano probabilmente dei professionisti, il risultato finale è imbarazzante. Una vera “pagliacciata”. La colonna sonora originale è stata completamente sostituita con frammenti audio presi da vari cortometraggi di pubblico dominio (come quelli della serie “Gabby” o “Casper” dei fratelli Fleischer). Alcune canzoni sono state sostituite da cover musicali che circolavano negli LP di quegli anni, altre sono soppiantate sempre da musica strumentale recuperata qua e là. Il master video, privato del cartello “Walt Disney Presenta”, proviene con molta probabilità da una VHS ufficiale Disney. Il logo WD (o CWD), presente originariamente in un angolo del master VHS originale, è stato occultato con un quadrato nero contenente la sigla WK (Walkman).

Storia della VHS:

Questa VHS fu distribuita all’inizio degli anni ’90, periodo nel quale si pensava che molti Classici Disney fossero caduti nel pubblico dominio. Esiste un’edizione precedente a questa, sempre rilasciata dalla Walkman S.r.l., con lo stesso master video ma provvista di una custodia cartonata e un design leggermente diverso. Vi chiederete: perché furono realizzati dei doppiaggi appositamente per queste edizioni? Il motivo sta nel fatto che probabilmente la società sospettasse che l’audio italiano della pellicola non fosse caduto nel pubblico dominio. Così, per evitare sanzioni, fece ridoppiare quasi tutti i cartoni animati che distribuì. In realtà sembra che nemmeno il video dei film Disney fosse caduto nel pubblico dominio, ma questa cari lettori è un’altra storia.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


CENERENTOLA – VHS NOLEGGIO MAGGIO 1998


“Cenerentola”
(Cinderella)

Codice VHS: VI 4763
BOX: Trasparente Grande (logo B.V.H.E.)
Collana: Noleggio (1997-2000)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1997-2000)
Sticker VHS: Disney Video (1997-2001)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: Nessuna
Intro:
Edizione: Maggio 1998
Tipologia: Noleggio
Macrovision

Descrizione Nastro:

 Il master dell’edizione noleggio di “Cenerentola” è lo stesso della videocassetta da vendita, ma la qualità è superiore poiché il nastro delle videocassette per il noleggio era più pregiato in vista dell’uso intensivo a cui era destinato.

Come si evince dal confronto, la videocassetta per il noleggio è più definita di quella da vendita.

I cartelli cinematografici italiani sono presenti integralmente. In questa edizione infatti è stato inserito il fotogramma cinematografico italiano del Proclama Reale, che nella precedente videocassetta del ’92 rimase in inglese. In compenso dai titoli di testa fu rimosso il cartello della “Rank Film”, distributore del Classico al cinema nel 1967, che era presente nell’edizione del 1992.

PER UN APPROFONDIMENTO SUI CARTELLI ITALIANI DI “CENERENTOLACLICCA QUA!


Nel restauro presente in questa VHS il collo di Cenerentola, nella scena in cui si affaccia alla trappola dove è rinchiuso Gas Gas, venne colorato. In origine era infatti privo di colore.

Per quanto riguarda l’audio, ricordiamo che il film è proposto con il ridoppiaggio del 1967 (così come nella prima VHS). Il sonoro non subisce perdite, se non durante la ripresa de “I sogni son desideri cantata dai topini, in cui l’audio risulta essere lievemente danneggiato in un punto. Una piccola integrazione è stata fatta ai titoli di testa dove viene recuperato l’inizio del commento musicale, troncato nella precedente edizione.

Storia della VHS:

La videocassetta è approdata nei videonoleggi a Maggio 1998, ovvero esattamente un mese dopo quella da vendita, come di consueto in quegli anni.  “Cenerentola” era ufficialmente disponibile  in videocassetta per il noleggio per la prima volta. Nel 1992 infatti la Disney non produsse un’edizione per il noleggio da affiancare alla contemporanea edizione per la vendita. Rispetto a quest’ultima notiamo l’assenza della Fata Smemorina in copertina. Questo perché lo strappo con la scritta “Versione Noleggio” copre il punto che nella versione per la vendita è occupato dalla buona fata. Successivamente “Cenerentola” tornerà disponibile per il noleggio in VHS una seconda e ultima volta nel 2005, quando uscì una nuova edizione completamente restaurata.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


PINOCCHIO – VHS ECLECTA VIDEO

“Pinocchio”
(Pinocchio)

VHS Eclecta Video

Codice VHS: 007
BOX: Nero Piccolo
Collana: Videoteca Comica dei Fantastici 3 Superman 
Distributore: Eclecta Video – Via Airolo 36, Milano
Ologramma argentato: Sì (Prime stampe)
Pubblicità iniziali: Vengono mostrate le varie VHS prodotte dall’Eclecta Video
Edizione: Marzo 1992
Versione: Vendita

Descrizione Nastro:

Il Classico Disney “Pinocchio” è presente in questa videocassetta con lo stesso master video delle primissime videocassette ufficiali. Il film, come in quelle videocassette, è inserito col ridoppiaggio parziale del film, effettuato per la distribuzione cinematografica Italiana del Dicembre 1963 (avvenuta per mano della Rank Film). L’unica cosa che subisce variazioni in questo doppiaggio consiste nella canzone di apertura e chiusura, ricantata da Bruno Filippini. Si scelse di far reincidere la canzone poiché nel precedente doppiaggio i cori erano rimasti in Inglese.

Questo doppiaggio verrà accantonato, in favore del primo, a partire dalla videocassetta ufficiale del Marzo 1993. Come tutte le videocassette italiane di “Pinocchio“, la videocassetta dell'”Eclecta Video” è purtroppo priva dei cartelli cinematografici Italiani.

Storia della VHS:

L'”Eclecta Video” distribuì la sua videocassetta di Pinocchio all’inizio degli anni ’90. Come molti di voi sapranno – ma se non lo sapete questa è la giusta sede per apprendere – la Walt Disney aveva già distribuito Pinocchio in una VHS ufficiale, nel 1987 per il noleggio e nel 1989 per la vendita. Il master di tali VHS verrà poi inizialmente utilizzato dalla RAI per le sue trasmissioni televisive del film, avvenute a partire dal 23 Febbraio 1990. Ed è lo stesso video utilizzato anche dall’Eclecta, che cominciò a distribuire alcuni Classici Disney poiché si pensava che fossero caduti nel pubblico dominio. I Classici Disney che l’Eclecta Video distribuì sono “Biancaneve e i sette Nani“, “Fantasia“, “Pinocchio“, “Bambi” e “Dumbo“. Alla Walt Disney, giustamente, la cosa non piacque e avviò una campagna contro queste videocassette “non ufficiali”. Segnalazioni per sensibilizzare all’acquisto esclusivo di videocassette originali Walt Disney vennero inserite su riviste, videocassette e la società arrivò anche a inviare degli avvertimenti ai rivenditori di VHS in cui sosteneva che l’Eclecta non avesse alcun diritto per distribuire i prodotti Walt Disney. L’Eclecta a sua volta inviando un documento in cui dava le motivazioni per le quali avesse pieno diritto a distribuire certi film di Walt Disney. Ringraziamo per queste informazioni ACB. La vicenda si spostò nei tribunali ed arrivò fino alla Corte di Cassazione. L’ultima sentenza risale al 30 Aprile 2015.

Fonti: l’Unità; sentenza Cassazione Civile Sezione I, Sent., 29-12-2011, n.30036; www.italgiure.giustizia.it; Documentazioni Buena Vista Home Video; Documentazioni Eclecta Video.

Se voleste visionare i vari master del film, questo video è perfetto per voi:

Occhio…alla ristampa!

Non potevano mancare di certo delle ristampe per le videocassette dell’Eclecta! La ristampa della VHS Eclecta di “Pinocchio” vede sulla costina la sparizione dell’ologramma argentato con la cinepresa (simil Disney) e l’aggiunta “Video” sotto il nome dell’Eclecta, nella parte alta del dorso della fascetta. L’ologramma argentato rettangolare nel retro della cover, che caratterizzava le prime stampe delle videocassette Eclecta, viene eliminato. C’è poi un’aggiunta, ovvero la frase “Una produzione TARGET srl” di fianco al nome dell'”Eclecta Video”, sul fondo del retro della fascetta.

Come abbiamo capito che la VHS venne inizialmente distribuita nel Marzo 1992? La scoperta è del nostro collaboratore, “Gheppino“. Mette in controluce la copertina della videocassetta e osservate il rettangolo nero nella parte bassa della costina. Su alcune copie (le primissime), si può notare in alto la scritta “3/92”, ovvero Marzo 1992. Sotto la sigla “VHS” appare anche la lettera “E”, che sta per “Eclecta”.NOI DI “DISNEY: TAPES & MORE” RITENIAMO CHE LA PRESENZA O MENO DI QUESTE CARATTERISTICHE NON AUMENTI IL VALORE DELLA VHS. LA VHS IN QUESTIONE, COME LA MAGGIORANZA DELLE VHS DISNEY ANNI ’90, NON HA OGGI UN ELEVATO VALORE.

Vi lasciamo con un video in cui l’esperto di doppiaggio Marco Zaffuto ci mostra la sua collezione di “Pinocchio“.