Tag Archives: classico

ALADDIN (2019) – BLU RAY

“Aladdin”
(Aladdin)

Blu-Ray

Remake Live Action 2019

Codice Blu-Ray: BIY 0504802Z3A
BOX: “Spigoloso”
Slipcase: No
Logo “Disney Magic and More”: No
Numero di dischi: 1
Aspect ratio: 2.39:1 (16:9)
Lingue: DTS-HDMA 7.1.4: Inglese; Dolby Digital 7.1: Italiano e Tedesco; Dolby Digital 5.1:Ceco, Greco e Polacco
Sottotitoli: Inglese per non udenti, Italiano, Ceco, Tedesco, Polacco, Greco
Contenuti Speciali: Presenti
Distributore: Walt Disney  Studios Home Entertainment – Via Ferrante Aporti 6/8, Milano
Edizione: 25 Settembre 2019
Tipologia: Vendita

Descrizione Contenuto:

La Walt Disney ha sfornato un altro Blu-Ray che andrà ad arricchire la vostra collezione: il 25 Settembre 2019 esce in home video il “Live Action” di “Aladdin” diretto da Guy Ritchie(“Sherlock Holmes“, “Operazione U.N.C.L.E.“). Si tratta del remake dell’omonimo Classico Disney del 1992, di cui potrete trovare la recensione del Blu-Ray qua. La pellicola vede protagonisti Mena Massoud nei panni di Aladdin, Naomi Scott in quelli di Jasmine, Marwan Kenzari interpreta il malvagio Jafar e il simpaticissimo Genio prende vita grazie a Will Smith. La colonna sonora è composta, così come per il Classico, da Alan Menken. Da consuetudine, sono disponibili numerose lingue per l’audio e sottotitoli. Il film mantiene il suo originale formato video cinematografico. Il valore aggiunto di questa edizione sono i contenuti speciali: numerosissimi, ci portano alla scoperta delle scene eliminate, della creazione del film e molto molto altro. Ve li abbiamo elencati qua sotto.

CONTENUTI SPECIALI:

Videodiario di Aladdin: un nuovo fantastico punto di vista;
Canzone eliminata: “Desert Moon”;
Guy Ritchie: un genio del cinema;
Un genio per amico;
Scene eliminate:
o Cascata di petali nel succo d’arancia
o Il planetario magico di Jafar
o Il dono di Anders
o Desideri sbagliati
o Vecchio sciocco
o Riunione post confettura di ignami;
• Errori;
• Video musicali:
o “Speechless” – Video musicale interpretato da Naomi Scott.
o “A Whole New World” – Video musicale interpretato da ZAYN e Zhavia Ward.

Parliamo ora delle ALTRE EDIZIONI DEL FILM

Per chi ama l’ultra HD, c’è l’edizione in Blu-Ray 4K  all’interno della preziosa edizione Steelbook, con la magica lampada in copertina. La Steelbook conterrà anche il Blu-Ray standard.

Ancora una volta, la Disney ha pensato anche a tutti quelli che non hanno un lettore Blu-Ray. Il film verrà rilasciatp, sempre a partire dal 25 Settembre, anche in DVD. Così chiunque potrà averlo nella propria collezione.

Per acquistarli su amazon, ecco i link:

Blu-Ray

Steelbook 3D

DVD

Ma ricordate che potrete trovarli presso i migliori negozi!

Il film è disponibile dall’ 11 Settembre 2019 anche sulle piattaforme digitali (AppleTv, GooglePlay, Chili, Rakuten e TimVision). In questo caso è presente un contenuto speciale in più rispetto ai supporti fisici, ovvero “Speechless: Creare una nuova canzone per Jasmine“.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



LA SIRENETTA – DA ANDERSEN A DISNEY

“La Sirenetta da Andersen a Disney”
(The making of The little mermaid)

La Sirenetta da Andersen a Disney” (ovvero il “Making of…” del film) venne trasmesso da Rai 1 il 24 Dicembre 1990. La stessa sera, prima di questo documentario, Rai mandò in onda il classico Disney “La spada nella roccia“. Il documentario proviene dagli Stati Uniti, dove debuttò su Disney Channel.

Il documentario è presentato e introdotto da una giovanissima “Alyssa Milano“, attrice, doppiatrice, stilista ed ex cantante statunitense che ha ispirato il personaggio della Sirenetta Ariel.

Il documentario ci rivela molti aneddoti sulla realizzazione di questo Classico Disney e sulla caratterizzazione dei personaggi.

Ma c’è molto molto di più! Come in ogni “Making of” che si rispetti, facciamo la conoscenza dello staff che si è occupato de “La Sirenetta“: Ron Clements, John Musker, Howard Ashman, Alan Menken, Glen Keane, Andreas Deja, Mark Dindal.
Ve ne mostriamo alcuni!

E, dulcis in fundo, ci sono anche alcuni doppiatori del film!
Jodi Benson, Christopher Daniel Barnes, Pat Carrol, Buddy Hackett.

Speriamo quanto prima in una pubblicazione home video di questa chicca, magari in vista di una nuova edizione del Classico.
Si ringrazia Monica del sito Only Shojo per le immagini del documentario.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


PINOCCHIO – VHS MARZO 1993


“Pinocchio”
(Pinocchio) 

VHS Marzo 1993

Codice VHS: VS 4195
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.V.)
Collana:  (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1992-1995)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “Euro Disney”, “Aladdin” (al cinema), “Basil l’investigatopo”
“É un vero Walt Disney”: “Pinocchio”
Intro:
Edizione: Marzo 1993
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Con la VHS del 1993 “Pinocchio” tornò per la seconda volta disponibile in videocassetta. Il codice sulla copertina era invariato rispetto alla precedente edizione degli anni ’80. Nonostante ciò, il contenuto della cassetta era decisamente diverso. Con questa versione tornò definitivamente il doppiaggio originale del 1947 per la canzone “Una stella cade” (When you wish upon a star). La canzone venne nuovamente interpretata nel 1963 da Bruno Filippini poiché il primo doppiaggio lasciava i cori in Inglese. Questo parziale ridoppiaggio si trova nelle VHS anni ’80, in quelle non ufficiali – per esempio l’edizione “Eclecta” – e venne usato per le prime trasmissioni Rai. Ecco qua un video col ridoppiaggio della canzone:

Le videocassette All’inizio dei titoli di testa abbiamo il cartello della “Buena Vista”, assente nella precedente edizione.

I cartelli italiani del film sono nuovamente in Inglese, così come in tutte le altre VHS di “Pinocchio“. Il master video della VHS del 1993  verrà riciclato per tutte le videocassette distribuite fino al 2002 e per i primi DVD della “Warner Home Video” e della “Buena Vista“.

Il logo WD scompare in un punto diverso rispetto all’edizione da vendita del 1989.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

Nel box della VHS troviamo una busta con impresso il titolo del film. Al suo interno ci sono una cartolina per la “prova d’acquisto” e  il catalogo delle VHS che erano disponibili durante la Primavera del 1993. Potete trovare l’intero catalogo cliccando qua!

Alle videoteche venne invece dato un “Profit Planner” per invogliarle ad acquistare e vendere la VHS di “Pinocchio“.

Sul nostro Canale You Tube, “A little bit of Matty“, trovate il video dell’intera sequenza di pubblicità direttamente da questa videocassetta.

Storia della VHS

Pinocchio” venne distribuito per la prima volta con l’edizione da noleggio del 1987, seguita da un’edizione per la vendita nel 1989. Dopo essere stato per un po’ di tempo fuori catalogo, “Pinocchio” tornò nuovamente in VHS nel Marzo 1993. L’immagine della copertina, già utilizzata in Inghilterra, comparirà in altre edizioni in VHS e DVD. Sul cellophane della VHS vi era un adesivo che segnalava la presenza di una versione restaurata del film.

La copertina presenta degli errori: la data di stampa della VHS è scritta tutta attaccata (“Marzo1993”). Nello spazio dedicato alla “trama” del film alla parola “snoda” manca la “s” iniziale.

Era possibile prenotare la VHS nelle videoteche che esponevano il seguente manifesto.

Occhio…alla ristampa!

Questa VHS restò nel catalogo Disney dal Marzo 1993 all’estate del 1997. Verso la fine del 1994 e l’inizio del 1995, una volta esaurite le scorte in magazzino, la Disney produsse delle ristampe.

LE PRIME RISTAMPE

In queste ristampe l'”Ologramma argentato” con la cinepresa cedeva il posto a quello con “Topolino apprendista Stregone” (1993-1997). Variarono molte cose anche in copertina. Il logo “Walt Disney I Classici” è in grassetto nelle ristampe. Nel retro il logo “Walt Disney Home Video” è sostituito dalla sua versione più schiacciata, apparsa per la prima volta nel Novembre 1993 con la VHS de “Il libro della Giungla“. Venne corretto l’errore della prima stampa relativo alla data: “Marzo 1993” ora è scritto con lo spazio. Il font della parte bassa del retro della fascetta cambiò. Tutti i riferimenti alla “Buena Vista Home Video” sono sostituiti con quelli della “Buena Vista Home Entertainment”. La stessa cosa è avvenuta nel box, sull’etichette e all’interno del nastro. Sono state rimosse le pubblicità prima del film.

DOPO IL 1996…

Nelle prime ristampe fu lasciato il messaggio antipirateria “È un vero Walt Disney. È assente nelle ristampe posteriori al 1996. Dal 1996 tutti i riferimenti alla “Walt Disney Home Video” vengono sostituiti con quelli della “Disney Video.  Stessa sorte ha subito lo sticker  della VHS. Le ristampe del 1997 hanno la seconda versione dell’ologramma con l'”Apprendista stregone” (1997-2000). Si ringrazia “Gheppino” per le immagini della ristampa e Luca Finocchiaro per la foto della VHS sigillata.

Vi lasciamo con un video in cui confrontiamo due stampe della VHS…

…e con un altro video, in cui l’esperto di doppiaggio Marco Zaffuto ci mostra la sua collezione di “Pinocchio“.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.

CARTELLI ITALIANI DI “BIANCANEVE E I SETTE NANI”

Quello de i cartelli Italiani del primo Classico di Walt Disney, “Biancaneve e i sette nani“, è un argomento estremamente affascinante.

In questo video potete ammirare tutti i cartelli Italiani presenti nelle nostre VHS originali e nel primo DVD dell’Ottobre 2001.

Ci sono tre versioni dei titoli di testa italiani:
1) La prima volta vennero creati nel 1938, quando il film arrivò in Italia distribuito dalla RKO. La loro realizzazione fu affidata agli Stati Uniti e ciò ha portato alla presenza di alcuni errori (come la parola “Esequita” al posto di eseguita). Questa versione, ricostruita unendo il video di una videocassetta pirata con una vecchia pellicola 16mm, la potete trovare sul canale You Tube di Federico, “passoridotto“.

2)Quando la distribuzione del film, dopo gli anni ’50, non fu più in mano alla RKO, i cartelli dei titoli di testa e coda vennero modificati. Questa versione è presente in numerose videocassette non ufficiali. Tra queste ricordiamo quelle distribuite dall’Eclecta Video.

3)La terza e ultima versione dei titoli di testa fu realizzata negli anni ’70 e la troviamo nelle VHS originali distribuite dalla Buena Vista. È identica alla precedente ma vede la rimozione del cartello relativo al vecchio doppiaggio, eseguito a Cinecittà, poiché nel 1972 ne venne eseguito uno nuovo. Ciò ha portato all’aggiunta di ulteriori cartelli alla fine del film, coi dati relativi al nuovo doppiaggio.

Le videocassette italiane originali, a partire dalla prima edizione del 1994, contenevano i titoli di testa e coda presi dalla versione cinematografica del 1972. Il resto dei cartelli proveniva invece dalla versione italiana del 1938, fatta eccezione per i libri, lasciati in Inglese. Gli stessi cartelli delle VHS sono disponibili nella prima edizione in DVD del 2001.

I cartelli dei libri in italiano, e quello relativo al vecchio doppiaggio, sono comunque facilmente reperibili in videocassette non ufficiali.


Se foste interessati potete recuperarli con la già citata videocassetta distribuita dall’Eclecta Video.

Ma non sono solo i titoli di testa e coda a variare. Negli anni mutarono anche i cartelli che appaiono nella scena successiva alla morte di Biancaneve.

Nel 1938 c’erano dei cartelli con fondini animati. Questi sono presenti in tutte le edizioni VHS ufficiali e nel primo DVD.

Al centro abbiamo una versione proveniente da un telecinema ricavato dalla riedizione cinematografica del 1980. In questa versione si sono perse le animazioni dei cartelli.

La terza versione viene dalla VHS Eclecta, che a sua volta è un riversaggio della riedizione cinematografica del 1987. Anche in questa versione i fondini non hanno animazione.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


IL RE LEONE – VHS OTTOBRE 1995


“Il Re Leone”

(The Lion King)

Si ringrazia C. S. per i fotogrammi.

Codice VHS: VS 4536
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.E.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1993-1997)
Sticker VHS: Walt Disney Home Video (1992-1995)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Pocahontas” (Videoclip “I colori del vento”), CD-ROM Disney, “Nightmare before Christmas”, Disneyland Paris (attrazione Space Mountain)
Pubblicità finali: “La carica dei 101”
“É un vero Walt Disney”: “Red e Toby – Nemiciamici”
Intro:
Edizione: Ottobre 1995
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La prima VHS italiana de “Il Re Leone“, Classico Disney campione d’incassi del 1994, rappresenta l’unico modo nel nostro paese di vedere il film in una forma più vicina all’originale. L‘immagine ha subito dei tagli ai lati per adattarla agli schermi delle TV a tubo catodico, in 4/3. Ciò ha comportato una perdita di dettagli, come si evince dalla seguente immagine.

Tuttavia il film non ha subito nessun altro tipo di rimaneggiamento, né a livello sonoro né visivo. Le successive edizioni Home Video introdussero una serie di cambiamenti. L'”Edizione Speciale” in DVD del 2003 – quanto sto per dire non riguarda la relativa VHS – ha per errore una pista audio preliminare, nella quale i doppiatori di Timon e Pumbaa sono diversi dalla versione cinematografica.  Luigi Ferraro e Renato Montanari sostituiscono Tonino Accolla ed Ernesto Brancucci . L’originale doppiaggio cinematografico italiano verrà ripristinato a partire dall’edizione in Blu Ray del 2011.

Tocchiamo un altro tasto dolente per i puristi Disney: le immagini modificate. Durante la canzone del piccolo Simba, “I just can’t wait to be king” (Voglio diventar presto un re), nei moderni restauri sono stati modificati dei fotogrammi con dei coccodrilli.

Le modifiche non si sono fermate qua. Durante la canzone d’amore tra Nala e Simba, “Can you feel the love tonight” (L‘amore è nell’aria stasera), vengono modificate le cascate sotto le quali passano i due innamorati.

Parleremo più dettagliatamente degli altri rimaneggiamenti nelle apposite schede di DVD e Blu Ray del Classico.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

Facendo un passo indietro, all’inizio e alla fine della videocassetta erano presenti degli spot pubblicitari. Eccone qua il video, prelevato direttamente dalla VHS de “Il Re Leone“!

Si ringrazia Silvia B. del canale You Tube “DisneyMagicandAnimal” per averci concesso di utilizzare il suo filmato in questa scheda.

Abbiamo detto “Spot prima e dopo il film”? Non abbiamo sbagliato! Al termine della VHS de “Il Re Leone” veniva sponsorizzata la videocassetta de “La Carica dei 101“, in uscita a Febbraio 1996.

Il cartoncino “Super Video Collection” non era incluso nella busta.

All’interno della videocassetta era inserita una busta raffigurante Simba, che racchiudeva vari depliant e cartoncini per prove d’acquisto.

Storia della VHS:

La VHS de “Il Re Leone” fu campionessa di incassi negli Stati Uniti: vennero vendute ben 30 milioni di copie. L’edizione Italiana, rilasciata il 5 Ottobre 1995, ebbe una sorte altrettanto fortunata divenendo uno dei titoli più venduti della storia. Il giorno prima dell’uscita risultavano prenotate ben 1 milione e novecentomila copie, una quantità enorme. Prenotando la videocassetta nelle videoteche veniva consegnata una bellissima litografia del film. La Disney prese severi provvedimenti contro la vendita illegale del film, contrastando con qualsiasi mezzo la pirateria del film. I pirati, comprendendo il potenziale del film, arrivarono addirittura a commissionare un doppiaggio tutto nuovo del film, quando questo non era ancora arrivato nei cinema italiani, con l’obiettivo di inserirlo in VHS contraffatte abbinate a video pirata provenienti dagli U.S.A.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE – BLACK DIAMOND (NOLEGGIO)

“Alice nel paese delle meraviglie” 

(Alice in Wonderland)

EDIZIONE BLACK DIAMOND PER IL NOLEGGIO
NOVEMBRE 1988

Codice VHS: VI 4050
BOX: Nero Grande (logo Walt Disney Home Video)
Collana: “Grandi Classici” (Black Diamond)
Distributore: Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Logo WD: Presente (CWD)
Intro:
Sticker VHS: Topolino (1989-1991)
Edizione: 1989 circa (in copertina Novembre 1984)
Versione: Noleggio
Macrovision

Ringraziamo Ulisse Verdastro per l’immagine della copertina.

Descrizione Nastro:

Questa videocassetta del Classico Disney “Alice nel Paese delle Meraviglie” contiene esattamente lo stesso master video della prima edizione del 1984. Il doppiaggio è quello italiano originale del 1951 e si rileva l’assenza dei cartelli cinematografici italiani.

Storia della VHS:

Dopo la videocassetta per il noleggio del Novembre 1984, e prima dell’edizione per la vendita del Settembre 1990, nel 1989 la Walt Disney Home Video distribuì un’altra edizione in videocassetta del Classico “Alice nel Paese delle Meraviglie“. La VHS fa parte del ciclo “Grandi Classici” (o “Black Diamond“) ed ha l’ologramma argentato con la cinepresa nel retro della fascetta. Così come la prima edizione, la videocassetta era prevalentemente destinata per il noleggio. La fascetta riprendeva le stesse immagini di quella della prima edizione. Furono sostanzialmente aggiornati i loghi Disney e lo sfondo passò da fucsia a viola.

Come sempre vi ricordiamo che queste videocassette NON VALGONO MIGLIAIA DI EURO. Gli articoli che riportano queste valutazioni sono in realtà delle fake news.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


MUSICA MAESTRO – SECONDA EDIZIONE VHS (NOLEGGIO)

“Musica Maestro” 

(Make mine music)

 

Codice VHS: Cod. 4029
BOX: Bianco in Plastica Morbida
Collana:  Cartoon Classics
Distributore: Creazioni Walt Disney – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Assente
Logo WD: Presente (Versione CWD)
Pubblicità iniziali: Assenti
Intro:
Sticker VHS: Topolino (1984-1986)
Edizione: 1985 (in copertina Giugno 1983)
Versione: Noleggio (1982-1993)
Macrovision

Descrizione Nastro:

Questa seconda edizione in videocassetta di “Musica Maestro” riporta esattamente lo stesso identico nastro della precedente edizione, facente parte della collana “Neon Mickey”. Il doppiaggio è così come fu eseguito all’epoca. Di conseguenza, la sequenza di “Casey at the batrimane in Inglese, poiché non doppiata ai tempi. L’episodio è interamente dedicato al baseball, sport sconosciuto dagli italiani degli anni ’40. Esso venne quindi rimosso dalla nostra edizione cinematografica in quanto sarebbe risultato totalmente incomprensibile dalla maggior parte della popolazione. Il master video è completamente in Inglese, senza i cartelli italiani d’epoca.

Storia della VHS:

A metà anni ’80 arrivò questa seconda edizione in VHS del Classico “Musica Maestro”. Come già detto, il contenuto è esattamente identico alla precedente edizione del 1983. A fare la differenza è la copertina, caratterizzata da un disegno ispirato al film ed il colore verde come protagonista.

La videocassetta rimase in catalogo per qualche tempo per poi cedere il posto ad un’ultima edizione VHS, sempre per il noleggio, del 1989.

L’ologramma argentato non compare nella copertina: la videocassetta è infatti uscita prima della sua introduzione. Potrebbero tuttavia esistere alcune ristampe, rilasciate nel 1988, nelle quali l’ologramma argentato (versione cinepresa) è presente sulla fascetta. In queste ristampe il box è di colore nero.

Alcuni episodi tornarono in videocassetta scorporati dal resto del film. Tra questi ricordiamo “Pierino e il lupo“, “La balena ugoladoro“, all’interno della collana di videocassette “I Miniclassici“, e “Il cappello innamorato“. Quest’ultimo venne inserito nella VHS del Febbraio 1996 “Topolino amore mio“, con un doppiaggio tutto nuovo che rimpiazzava le bellissime canzoni del “Quartetto Cetra”. Negli altri casi rimase il doppiaggio storico.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


DUMBO – WALKMAN S.r.l. (BOX RIGIDO)

“Dumbo”
(Dumbo)

Codice VHS: WK 003
BOX: Nero Piccolo
Distributore: Walkman S.r.l.
Ologramma argentato: Assente
Pubblicità iniziali: Assenti
Tipologia: Vendita (Editoriale)

Descrizione Contenuto:

Questa videocassetta del Classico Disney “Dumbo” è molto particolare. Il film infatti è accompagnato da un doppiaggio creato appositamente per la VHS. Nonostante i doppiatori siano probabilmente dei professionisti, il risultato finale è imbarazzante. Una vera “pagliacciata”. La colonna sonora originale è stata completamente sostituita con frammenti audio presi da vari cortometraggi di pubblico dominio (come quelli della serie “Gabby” o “Casper” dei fratelli Fleischer). Alcune canzoni sono state sostituite da cover musicali che circolavano negli LP di quegli anni, altre sono soppiantate sempre da musica strumentale recuperata qua e là. Il master video, privato del cartello “Walt Disney Presenta”, proviene con molta probabilità da una VHS ufficiale Disney. Il logo WD (o CWD), presente originariamente in un angolo del master VHS originale, è stato occultato con un quadrato nero contenente la sigla WK (Walkman).

Storia della VHS:

Questa VHS fu distribuita all’inizio degli anni ’90, periodo nel quale si pensava che molti Classici Disney fossero caduti nel pubblico dominio. Esiste un’edizione precedente a questa, sempre rilasciata dalla Walkman S.r.l., con lo stesso master video ma provvista di una custodia cartonata e un design leggermente diverso. Vi chiederete: perché furono realizzati dei doppiaggi appositamente per queste edizioni? Il motivo sta nel fatto che probabilmente la società sospettasse che l’audio italiano della pellicola non fosse caduto nel pubblico dominio. Così, per evitare sanzioni, fece ridoppiare quasi tutti i cartoni animati che distribuì. In realtà sembra che nemmeno il video dei film Disney fosse caduto nel pubblico dominio, ma questa cari lettori è un’altra storia.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


CENERENTOLA – VHS NOLEGGIO MAGGIO 1998


“Cenerentola”
(Cinderella)

Codice VHS: VI 4763
BOX: Trasparente Grande (logo B.V.H.E.)
Collana: Noleggio (1997-2000)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1997-2000)
Sticker VHS: Disney Video (1997-2001)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: Nessuna
Intro:
Edizione: Maggio 1998
Tipologia: Noleggio
Macrovision

Descrizione Nastro:

 Il master dell’edizione noleggio di “Cenerentola” è lo stesso della videocassetta da vendita, ma la qualità è superiore poiché il nastro delle videocassette per il noleggio era più pregiato in vista dell’uso intensivo a cui era destinato.

Come si evince dal confronto, la videocassetta per il noleggio è più definita di quella da vendita.

I cartelli cinematografici italiani sono presenti integralmente. In questa edizione infatti è stato inserito il fotogramma cinematografico italiano del Proclama Reale, che nella precedente videocassetta del ’92 rimase in inglese. In compenso dai titoli di testa fu rimosso il cartello della “Rank Film”, distributore del Classico al cinema nel 1967, che era presente nell’edizione del 1992.

PER UN APPROFONDIMENTO SUI CARTELLI ITALIANI DI “CENERENTOLACLICCA QUA!


Nel restauro presente in questa VHS il collo di Cenerentola, nella scena in cui si affaccia alla trappola dove è rinchiuso Gas Gas, venne colorato. In origine era infatti privo di colore.

Per quanto riguarda l’audio, ricordiamo che il film è proposto con il ridoppiaggio del 1967 (così come nella prima VHS). Il sonoro non subisce perdite, se non durante la ripresa de “I sogni son desideri cantata dai topini, in cui l’audio risulta essere lievemente danneggiato in un punto. Una piccola integrazione è stata fatta ai titoli di testa dove viene recuperato l’inizio del commento musicale, troncato nella precedente edizione.

Storia della VHS:

La videocassetta è approdata nei videonoleggi a Maggio 1998, ovvero esattamente un mese dopo quella da vendita, come di consueto in quegli anni.  “Cenerentola” era ufficialmente disponibile  in videocassetta per il noleggio per la prima volta. Nel 1992 infatti la Disney non produsse un’edizione per il noleggio da affiancare alla contemporanea edizione per la vendita. Rispetto a quest’ultima notiamo l’assenza della Fata Smemorina in copertina. Questo perché lo strappo con la scritta “Versione Noleggio” copre il punto che nella versione per la vendita è occupato dalla buona fata. Successivamente “Cenerentola” tornerà disponibile per il noleggio in VHS una seconda e ultima volta nel 2005, quando uscì una nuova edizione completamente restaurata.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE – VERSIONE NOLEGGIO 1984

“Alice nel paese delle Meraviglie”

(Alice in Wonderland)

 

Codice VHS: Cod. 4050
BOX: Bianco Morbido (Nero nelle ristampe)
Collana:
Distributore: Creazioni Walt Disney S.p.a. – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Assente
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1983-1986)
Logo CWD: Presente
Pubblicità iniziali: Assenti
Intro:
Edizione: Novembre 1984
Versione: Noleggio (a volte venduta)
Macrovision

Descrizione Nastro:

Il film come lo vedete in questa videocassetta ve lo ricorderete benissimo: lo stesso master video verrà utilizzato in qualsiasi edizione rilasciata in VHS di “Alice nel paese delle meraviglie”  e lo troverete anche nei primissimi DVD Disney. Le reti Rai trasmisero questa versione del film per quasi un ventennio.

Parliamo più dettagliatamente di questa versione. Il film presenta un master video privo delle scritte cinematografiche italiane: i titoli e qualsiasi scritta del film sono dunque in Inglese. Al termine del Classico possiamo leggere il cast dei doppiatori statunitensi che scorre su un fermo immagine. Chi curò l’edizione cinematografica italiana del 1951 ovviamente tagliò questa sequenza ed è per questo che l’audio in quel punto – ovvero la ripresa della canzone iniziale, “Alice in Wonderland” – è in lingua originale. Per il resto, il film conserva integralmente il suo storico doppiaggio italiano del 1951.

Storia della VHS:

Alice nel paese delle meraviglie” fu uno dei primissimi Classici di Walt Disney ad essere stato rilasciato in videocassetta sul mercato Italiano. La Disney Italia aveva appena abbandonato le fascette a sfondo bianco e decise di distribuire videocassette con fascette dai colori vivaci che potessero attrarre più facilmente gli avventori nelle videoteche. Non solo le fascette, ma anche le etichette avevano recentemente subito una modifica, passando dall’avere uno sfondo completamente verde a uno bianco, con bande rosse e gialle ed un simpatico Topolino apprendista stregone.  Ricordiamo che (almeno nelle prima stampe della VHS) è assente in copertina l’ologramma argentato, poiché comparirà sulle fascette soltanto verso la fine degli anni ’80. Analogo discorso vale per l’adesivo della SIAE. L’unico riferimento sulla SIAE in queste videocassette è caratterizzato da un timbro sulla copertina.

Occhio…alla ristampa!

Questa videocassetta rimase in catalogo per tantissimo tempo, fino al Settembre 1990, quando uscì una nuova edizione del film direttamente per la vendita. In quegli anni la Disney produsse numerose ristampe della VHS, alcune con modifiche esteticamente rilevanti. Tra queste vi sono  il passaggio nel 1987 dalla prima alla seconda versione dell’etichetta con Topolino apprendista stregone. Il box in plastica morbida bianca divenne di colore nero. Verso la fine degli anni ’80 l’ologramma argentato (versione cinepresa ) fece la sua comparsa nel retro della copertina.

Tra il 1988 e il 1989 venne rilasciata una nuova edizione in VHS per il noleggio, con le stesse immagini in copertina, ma con grafica e sfondo aggiornati, in contemporanea con una nuova versione in VHS di Robin Hood. Questa videocassetta è parte della collezione “Grandi Classici” (Black Diamond). La Walt Disney Home Video la distribuì per il noleggio fino al lancio dell’edizione da vendita del 1990. L’edizione del 1990 ha una copertina completamente diversa e anch’essa fa parte della collana “Grandi Classici“.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.