Tag Archives: cassette

I RACCONTI DELLO ZIO TOM – VHS SETTEMBRE 1991 (1984)

“I racconti dello Zio Tom” 

(Song of the south)

“I racconti dello zio Tom” è un lungometraggio in tecnica mista prodotto dalla Walt Disney nel 1946, diretto da Harve Foster e Wilfred Jackson e tratto da “Le Storie dello zio Remo” (Uncle Remus Stories) di Joel Chandler Harris. La pellicola vanta la presenza di Bobby Driscoll (Johnny), Luana Patten (Jinni) e James Baskett nei panni dello Zio Tom.

Codice VHS: VS 4341
BOX: Nero Grande (logo W.D.H.V.)
Collana: Disney
Distributore: Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino (1989-1991)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “La Sirenetta”, “Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi”, “Talespin – A tutto Baloo”, “Talespin – Fantasmi e furfanti”, “Ducktales – I vichinghi all’opera”, “Cip e Ciop Agenti Speciali – Mostri e gioielli”.
Intro:
Edizione: Settembre 1991 (Gennaio 1984 in copertina)
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Questa VHS “I racconti dello Zio Tom“,  così come le precedenti, contiene il secondo doppiaggio italiano del film, inciso nel 1973. Il primo doppiaggio risulta aimè perduto. Lydia Simoneschi (voce delle fate Smemorina e Flora), che nel primo doppiaggio prestava la voce a Sally (Ruth Warrick), è presente anche nel ridoppiaggio dove doppia la nonna del protagonista (Lucile Watson), precedentemente doppiata da Tina Lattanzi (voce di Malefica e della Regina di cuori di Alice).

Dopo i messaggi antipirateria, con la testa di Topolino che si muove come una macchina da scrivere, e varie pubblicità, il film ha inizio. I cartelli italiani dei titoli non sono presenti. Tuttavia, vennero utilizzati dalla Rai in più di un’occasione per le sue trasmissioni televisive. Clicca qui per la scheda relativa alle trasmissioni Rai de “I racconti dello Zio Tom“.

Storia della VHS:

Dopo ben tre edizioni per il noleggio (rispettivamente nel 1984, 1985 e 1989), “I racconti dello Zio Tom” esce per la prima volta in VHS esclusivamente per la vendita nel Settembre 1991. Ricordiamo che in copertina è indicato come anno il 1984, ma i realtà la VHS è del 1991, come già detto. La Disney, fino al 1992, non aggiornava mai le date in copertina e lasciava quella relativa alla prima edizione in VHS del titolo. La prima videocassetta per il noleggio di questo film risale proprio al 1984.

Il master video utilizzato è uguale alle precedenti edizioni. La videocassetta rimarrà in catalogo fino all’estate del 1997, quando verrà sostituita da una nuova edizione.

Le prime stampe della videocassetta erano accompagnate da una busta inserita nel box.

La prima stampa completa di busta. Foto presa da eBay.

Nella busta erano contenuti un catalogo e una cartolina per la “prova d’acquisto”.

Il catalogo contenuto nella busta.

NON ACQUISTATE QUESTA VHS A PREZZI ELEVATI.

Il film è inedito in DVD, ma sono state prodotte molte copie in VHS poiché il film è rimasto in catalogo per tantissimi anni. Dunque non è affatto una rarità da avere in VHS e il suo valore non è elevato.

Occhio…alla ristampa!

Confronto tra la prima stampa del 1991 e una ristampa del 1995.

Poiché è rimasta in catalogo per ben sei anni, sono state prodotte molte ristampe di questa VHS. Le prime modifiche apparirono già pochi mesi dopo il suo rilascio. A inizio 1992 l‘ologramma argentato, che nelle primissime stampe è in alto sul dorso nella copertina, venne spostato subito sopra la faccia di Fratel Coniglietto. Le bobine della VHS, di tipo grosso nella prima stampa – come nella foto della prima stampa completa di busta postata più sopra -, vennero  rimpiazzate da quelle più piccole, utilizzate dalla maggior parte delle videocassette anni ’90. Il box marchiato “Walt Disney Home Video” lasciò spazio a quello dellaBuena Vista Home Video“. Per saperne di più sui box Disney, clicca qua!

Alla fine del 1992 “Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano, indicato sul retro della copertina, venne sostituito con “Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano“, come accaduto per molte altre ristampe di quel periodo. Vennero inoltre ridisegnati il prato e la recinzione e alcuni elementi della fascetta risultano essere spostati rispetto alla loro posizione originaria. Cambia anche il logo UNIVIDEO, che dalla versione piccola passa a quella più grande tipica delle videocassette del 1992-1994. L’etichetta sulla VHS passò dalla versione con “Topolino” (1989-1991) a quella con “Topolino apprendista stregone” (1992-1995). Per saperne di più sulle etichette delle VHS Disney, clicca qua! . Furono poi eliminate tutte le pubblicità prima del film e sostituiti i messaggi antipirateria con la versione col castello marchiato “Buena Vista Home Video“. Queste ristampe aggiungono prima del film il messaggio antipirateria “È un vero Walt Disney” della VHS di “Cenerentola“. Clicca qui per saperne di più su “È un vero Walt Disney. Ci sono ristampe del 1992-1993 che per errore mantengono la copertina con i vecchi dati, mentre il contenuto è quello aggiornato.

DOPO IL 1994…

I messaggi antipirateria nelle ristampe. A sinistra le ristampe prodotte tra la fine del 1992 e l’inizio del 1994. A destra le ristampe prodotte tra la fine del 1994 e l’estate del 1997.

Nelle ristampe successive al 1994 il contenuto del nastro rimane sostanzialmente invariato a quello della precedente ristampa fatta eccezione per i messaggi antipirateria, ora marchiati “Buena Vista Home Entertainment“, così come il box della videocassetta. In copertina Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano” diventa “Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano. Altre modifiche a livello di grafica e impaginazione sono presenti nel retro della fascetta (specialmente nella parte inferiore). L'”Ologramma argentato” è quello con “Topolino Apprendista stregone. Per saperne di più sull'”Ologramma argentatoclicca qua! Dalla fine del 1996 furono applicate sulle VHS etichette marchiate “Disney Video“.

La variazione delle etichette negli anni. La seconda foto proviene da eBay, la terza dalla collezione di “Gheppino”.

Si ringrazia Luca Finocchiaro per la scansione della copertina e Lorenzo Andreaggi per averci aiutato a confermare alcune ipotesi sulle ristampe!

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


“LA SIRENETTA – LA PIÙ BELLA FAVOLA DI ANDERSEN” – VHS SCABAR

“La Sirenetta – La più bella favola di Andersen”
(アンデルセン童話 にんぎょ姫) 

VHS SCABAR

Si ringrazia Monica Pachetti del sito www.onlyshojo.com per la maggior parte delle immagini che vedete nella scheda.

Codice VHS: CK 3001
BOX: Nero Grande Rigido/Plastica morbida/Cartonato
Casa di produzione del Film: Toei Animation
Collana:  Cartoons Kinder
Distributore della VHS: Scabar S.r.l. – Via  Duilio 7, Roma
Edizione: Autunno 1990
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Contenuto:

Questa videocassetta de “La Sirenetta – La più bella favola di Andersen” è una videocassetta molto apprezzata dai collezionisti di animazione giapponese e non. Il film possiede il primo doppiaggio cinematografico italiano del 1979, dove tra i doppiatori ricordiamo Rosalinda Galli nei panni della Sirenetta Marina, Giorgio Locuratolo in quelli del Principe. Fabrizio Mazzotta doppia Fritz, il piccolo delfino amico di Marina. La Strega del mare parla con la voce di Anna Teresa Eugeni, la Principessa di Svezia con quella di Laura Boccanera, che successivamente doppierà Belle nel Classico Disney “La Bella e la Bestia“. Per ultima, ma non per importanza, abbiamo la fantastica Gianna Spagnuolo, già interprete di numerose canzoni dei lungometraggi Disney. Gianna doppierà la parte cantata di Marina, regalandoci una magnifica interpretazione della canzone “La persona che stavo aspettando” (待っていた人). La direzione musicale è affidata a Pietro Carapellucci, già direttore musicale di tanti Classici dello zio Walt.

Il master video del film è zoomato (meno di quello della VHS che avrebbe distribuito la “Stardust Home Video” tempo dopo) per adattare il film agli schermi delle TV a tubo catodico. Qui potete vedere un confronto tra il video di questa VHS e quello più fedele all’originale, preso dal DVD.

Notiamo che la VHS ci mostra una parte d’immagine in alto e in basso che il mascherino (bande nere) del DVD ci copre.

I titoli di testa e coda variano a seconda della stampa della videocassetta: possono essere su sfondo nero o blu. Ricordiamo che in questa versione non furono mai doppiate (e quindi rimosse dal film) la canzone dei titoli di testa e un’introduzione nella quale viene mostrata la città di Copenaghen.

Dopo poco più di mezz’ora del film, quando Marina saluta Fritz prima di diventare umana, c’è una scena in cui l’immagine per pochi secondi scorre a rallentatore. Probabilmente in quel punto la pellicola era rovinata e si è deciso – grazie a un mixer video – di ricorrere a questo stratagemma per occultare i fotogrammi danneggiati. L’audio invece è intatto.

Storia della VHS:

Era l’autunno del 1990. Il Classico Disney “La Sirenetta” sarebbe a breve approdato nei Cinema Italiani. La Scabar S.r.l. pensò bene di sfruttare il successo riscosso in patria dal Classico e di distribuire questo lungometraggio giapponese sulla fiaba di Andersen, arrivato in Italia undici anni prima. Si trattava di una scelta commerciale geniale. La videocassetta venne distribuita in un’edizione con Box nero grande (rigido o morbido, a seconda della stampa) per le videoteche e in un’edizione cartonata per il circuito delle edicole, senza modificare il codice della VHS. La copia della versione editoriale in nostro possesso ha i titoli a sfondo “blu.

Immagine presa dalla stupenda pagina Instagram @ningyooji . Click-are per accedervi!

L’etichetta era colorata anche di rosso nelle VHS col box rigido.

Nell’edizione cartonata l’etichetta era invece completamente nera.

Ma chi è la Scabar S.r.l.? Si tratta di una casa produttrice di videocassette romana, che si occupò di distribuire VHS con vari cartoni di pubblico dominio (specialmente “Looney Tunes”) nella collana “Girotondo” e “Super Cartoons“. Era conosciuta anche col nome CinePatrizia e Walkman S.r.l. ed è ricordata ancora oggi per aver rilasciato alcune videocassette dei Classici Disney con doppiaggi alternativi, che troverete nella sezione del sito dedicata alle “Edizioni non ufficiali“.

Foto presa da e-Bay.

La conferma che questa videocassetta è uscita nell’autunno del 1990 la abbiamo guardando il piccolo adesivo rettangolare della SIAE, presente sulla fascetta di quasi tutte le stampe della VHS: è lo stesso che la Disney utilizzò quando nel Settembre 1990 distribuì numerose videocassette, tra le quali “Alice nel paese delle Meraviglie” e “Saludos Amigos“.

Da il mio video su You Tube “GLI ADESIVI SIAE DELLE VIDEOCASSETTE DISNEY“. Click-ate sul titolo per visionarlo.

Nell’Ottobre 1990 la Disney tornò ad utilizzare l’ordinario adesivo SIAE quadrato verde. Deduciamo quindi che la videocassetta di Marina risale proprio a quel periodo. Il dorso della fascetta venne utilizzato nell’inverno del 1990 per creare copertine di videocassette pirata de “La Sirenetta” Disney.

Nel 1991 la Stardust Home Video avrebbe distribuito una sua videocassetta del film, con un doppiaggio tutto nuovo. Ma questa, cari amici, è un’altra storia.

Occhio…alla ristampa!

Esistono due stampe della VHS: in una di queste i titoli del film appaiono su uno sfondo nero, nell’altra stampa i titoli sono su sfondo blu.

Nella versione coi titoli a “sfondo blu” è presente un cartello inerente alla direzione musicale Italiana, assente nella versione a “sfondo nero”.

Inoltre nella VHS coi titoli a “sfondo nero” è assente il cartello fine, presente tuttavia nella versione a “sfondo blu”…per assurdo con un fondale nero!

La vhs coi titoli di testa a “sfondo nero” termina con questi fotogrammi, dopo il film.

Il master del resto del film è identico nelle due stampe. Tuttavia, nella versione coi titoli a “sfondo nero” i contrasti e la saturazione sono più forti rispetto a quelli dell’altra VHS.

Vi ringraziamo per la vostra attenzione!


BIANCANEVE E I SETTE NANI – VHS MAGGIO 1994


“Biancaneve e i sette Nani”
(Snow White and the seven Dwarfs)

 

Codice VHS: VS 4484
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.E.)
Collana:  (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1993-1997)
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1992-1995)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Il Re Leone” al cinema; Disneyland Paris
“É un vero Walt Disney”: “Gli Aristogatti”
Intro:
Edizione: Maggio 1994
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La VHS del 1994 di “Biancaneve e i sette nani” propone il film con il ridoppiaggio eseguito nel 1972 e con tutti i suoi cartelli italiani (clicca qui per maggiori informazioni) fatta eccezione per quelli dei libri, che rimangono in inglese poiché ciò che si ascolta in questo doppiaggio non corrisponde più a quanto scritto in quelle sequenze. La Disney realizzò i cartelli del film per la prima edizione cinematografica italiana del 1938 e quando questo fu ridoppiato, nel 1972, l’adattamento del copione mutò ma i cartelli italiani dei libri non vennero modificati. Per evitare queste discrepanze ,chi si occupò del montaggio video della videocassetta decise di lasciarli in inglese. I cartelli dei titoli di testa e coda proposti, seppure in italiano, non sono quelli realizzati nel 1938, bensì quelli dell’edizione cinematografica del ridoppiaggio, dove fu eliminato il cartello dello studio di doppiaggio della prima edizione.

A sinistra, la conclusione dei titoli di testa nella VHS del 1994.  A destra, come si concludevano i titoli di testa quando c’era il primo doppiaggio (cartello modificato negli anni ’50).

Per approfondire l’argomento dei “Cartelli Italiani” di Biancaneve, cliccate qua.

Storia della VHS:

L’uscita italiana della VHS di “Biancaneve e i sette Nani” fu un vero e proprio video evento del 1994. Il rilascio fu anticipato rispetto a quello mondiale (avvenuto nell’autunno dello stesso anno) poiché sembra che alla Disney Italia premesse molto contrastare il prima possibile la diffusa vendita di videocassette pirata del film, offrendo finalmente – come recita il retro della videocassetta – una vera e propria gemma da collezione .

Sul cellophane della maggior parte delle prime stampe della VHS era presente il seguente adesivo. Nella VHS era inserita una cartolina che dava la possibilità di vincere…una miniera di premi!

Si ringrazia Luca Finocchiaro per la foto!

La videocassetta di “Biancaneve e i sette Nani” è stata una novità sotto molti aspetti:  è il primo Classico Disney ad utilizzare un nastro VHS dotato del sistema antiduplicazione “Macrovision”, che portò per la prima volta (se si escludono le prime stampe della VHS del 1989 de La Bella addormentata nel bosco) all’abbandono del logo WD durante il film. Altra novità è quella del cambio del distributore della videocassetta, che passò da “Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano” a “Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano”. Tuttavia, alcune prime stampe della VHS potrebbero avere il Box marchiato internamente “Buena Vista Home Video”, per smaltire le rimanenze di magazzino.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

Per il lancio della VHS venne distribuito ai rivenditori Disney un profit planner. Lo potete trovare integralmente qua.

L’uscita della VHS venne sponsorizzata da vari giornali e riviste. Il mensile “Top Video Guida” dedico la copertina di Giugno 1994 all’uscita in VHS di Biancaneve.

Come già detto, nelle prime stampe della VHS c’era una cartolina che permetteva di vincere “una miniera di premi”. La trovate qua di seguito.

Il concorso venne pubblicizzato anche attraverso dei piccoli volantini:
Questo invece è lo spot pubblicitario della videocassetta che trasmise Italia 1. Video originale dal canale You Tube di “MayBug

Prima dell’inizio del film erano presenti delle pubblicità. Eccovi qua il video!

La VHS rimase in catalogo fino al 1997. In un catalogo della stagione 1996/97 si continuava a parlare della nostra Biancaspess…Princinev…cara fanciulla!

Occhio…alla ristampa!

Questa videocassetta rimase nel catalogo Disney dal 1994 all’estate del 1997. Una volta esaurite le scorte in magazzino, la Disney rilasciò delle ristampe identiche alla prima del 1994, eccezione fatta per quelle prodotte tra il 1996-1997. Le ristampe di quel periodo sono state private di tutte le pubblicità e nel nastro tutti i riferimenti alla “Walt Disney Home Video” vengono sostituiti con quelli della “Disney VideoStessa sorte ha subito lo sticker  della VHS, che in queste ristampe presenta il logo “Disney Video”(clicca qua per un approfondimento sugli sticker). La copertina non ha subito modifiche se non il cambio dell’ologramma argentato nelle ristampe prodotte tra la primavera e l’estate 1997, che sfoggiano la seconda versione dell’ologramma “Apprendista stregone” (1997-2000).

Vi lasciamo con il video della collezione di “Biancaneve e i sette nani” del nostro collaboratore Marco Zaffuto.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


LA SIRENETTA – VHS EDIZIONE OTTOBRE 1998


“La Sirenetta”
(The Little Mermaid)

Codice VHS: VS 4755
BOX: Nero Piccolo (logo B.V.H.E.)
Collana: (1997-2000)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1997-2000)
Sticker VHS: Disney Video (1997-2001)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Mulan” al cinema, “Hercules” e “La Bella e la Bestia – Un magico Natale” in videocassetta.
“É un vero Walt Disney”: “La Carica dei 101”
Intro:
Edizione: Ottobre 1998
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La Sirenetta” in questa videocassetta ritorna in una nuova versione totalmente restaurata, rilasciata nei cinema italiani durante la primavera del 1998. Il master video è completamente diverso da quello della precedente edizione in VHS del 1991 e si segnala la sparizione delle bande nere durante i titoli di testa.

A sinistra il titolo del film preso dalla VHS del 1991, a destra lo stesso dalla VHS del 1998.

Anche in questa Videocassetta, come nella precedente, il video del film è stato zoomato per adattarlo agli schermi in 4:3 delle TV anni ’90. I “messaggi antipirateria” sono quelli marchiati “Buena Vista Home Entertainment“, come in tutte le VHS uscite da metà 1994, a partire da quella di “Biancaneve e i sette nani“. Il video è ancora privo di rimaneggiamenti di alcune scene, che caratterizzeranno tutte le edizioni in DVD e Blu-Ray rilasciate dalla “Buena Vista“. Per quanto concerne il lato sonoro, l’audio risulta essere più cupo rispetto a quello della prima edizione in VHS.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

All’interno della custodia troviamo una busta con stampata l’immagine di Ursula. Dentro la busta sono inseriti due volantini promozionali. Uno dei due sponsorizza l’acquario di Genova, l’altro le VHS di “Flubber” e “Hercules“.

Si ringrazia Danilo R. per le foto!

La seguente pubblicità apparve su “Topolino“. Ringraziamo Monica del sito Only Shojo per averla scansionata!

Storia della VHS:

Il 1998 fu l’anno in cui  “La Sirenetta” Ariel tornò a sguazzare nel mercato mondiale. In occasione del suo ritorno al cinema ci fu una grande produzione di merchandising dedicati al Classico Disney: dai libri, ai fumetti, ai giocattoli distribuiti presso il Mc Donald e tanti altri. In occasione della riedizione cinematografica il film fu restaurato. Questo restauro venne utilizzato pochi mesi dopo per nuove edizioni in Videocassetta e Laserdisc di varie nazioni del mondo.

In molti paesi si scelse di ridoppiare il film per diversi motivi (ricordiamo che all’estero è una pratica molto diffusa, più di quanto avvenga da noi in Italia). L’Italia, discostandosi da molti di questi paesi (tra i quali la Francia e la Germania), fortunatamente scelse di non ridoppiarlo e di mantenere il bellissimo e perfetto doppiaggio del 1990 che ascoltiamo ancora oggi.

CURIOSITÀ

Alcune copie della VHS, per errore, non hanno il nastro dotato del sistema di protezione anticopia “Macrovision“, nonostante ne venga indicato il logo nel retro della copertina. Questa è l’ultima volta che vedremo i cartelli italiani del film. Scompariranno a favore di quelli americani a partire dal DVD distribuito dalla “Warner Home Video” nel 2000. Questo DVD contiene lo stesso master video video di partenza dell’edizione in VHS appena recensita, presentato in “Widescreen” (al contrario della cassetta, che aveva il video zoomato). Sono dunque assenti i rimaneggiamenti video delle successive edizioni in DVD distribuiti dalla “Buena Vista“.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.