Tag Archives: aladdin

ALADDIN – VHS DISNEY OTTOBRE 1994


“Aladdin” 

(Aladdin) 

VHS OTTOBRE 1994

Codice VHS: VS 4478
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.E.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1993-1997)
Sticker VHS: Walt Disney Home Video (1992-1995)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Il Re Leone”, “Red e Toby Nemiciamici”, “La Bella addormentata nel bosco”, “Disneyland Paris”
“É un vero Walt Disney”: “Aladdin”
Intro:
Edizione: Ottobre 1994
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La videocassetta contiene “Aladdin” in una versione che non rivedrete mai più. Non parliamo del master video, che come al solito tagliava l’immagine per adattarla ai 4:3 delle vecchie televisioni.


Ci riferiamo alla traccia audio. È possibile ascoltare canzone iniziale, “Notti d’Oriente” (Arabian Nights), nella sua versione originale senza censura. A partire dalla successiva videocassetta di Ottobre 2004 il verso

E ti trovi in galera anche senza un perché. Che barbarie, ma è la mia tribù!

divenne

C’è un deserto immenso, un calore intenso. Non è facile, ma io ci vivo laggiù!

La canzone venne modificata anche in America, sin dalla prima edizione VHS! La VHS americana non manca nel nostro sito, potete accedere alla sua recensione da qui. La modifica fu effettuata poiché questa frase venne ritenuta offensiva verso i popoli orientali.

C’è un’altra differenza: al contrario di tutte le edizioni successive al 2004, non c’è nei titoli di coda la canzone “Il mondo è mio” (A whole new world) cantata da Anna Tatangelo e Gigi D’Alessio. Tale variante venne creata proprio per le edizioni home video del 2004.

Passiamo ad altre caratteristiche del nastro: non c’è traccia del logo WD durante il film e la videocassetta è protetta dal sistema antiduplicazione Macrovision. I messaggi antipirateria sono marchiati Buena Vista Home Entertainment e sono seguiti da una sequenza pubblicitaria che si chiude con “È un vero Walt Disney” che mostra la VHS di “Aladdin“.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

La Buena Vista Home Entertainment mantenne la politica adottata per tutte le sue videocassette italiane distribuite a partire da Maggio 1994: niente buste o cataloghi all’interno del box della VHS, soltanto una cartolina. In questo caso la cartolina sponsorizzava la futura VHS de “Il ritorno di Jafar“, seguito di “Aladdin“. Nel suo retro, come sempre, c’era un tagliando per la prova d’acquisto.

Sulla giornale “La stampa” apparve questo annuncio pubblicitario.

La rivista “Top Video Guida” parlò della videocassetta, dedicandole un numero! Delle ulteriori scansioni potete trovarle cliccando qua!

La pubblicità della VHS e del relativo gioco la si può trovare anche in questo catalogo Disney del 1994, circolato nelle videoteche. Cliccate qui per accedere alle scansioni complete!

Sui nostri teleschermi venne trasmesso lo spot pubblicitario che trovate al minuto 00:27 del seguente video.

Veniamo alla sequenza pubblicitaria iniziale della videocassetta. Ne esistono due varianti.

Passiamo subito ad “Occhio alla ristampa” per parlarvi delle due sequenze!

Occhio…alla ristampa!

Non c’è alcun modo di distinguere le prime stampe da eventuali ristampe. Tuttavia, ci sono delle differenze tra le varie copie: in alcuni esemplari è presente nella sequenza pubblicitaria iniziale il trailer della VHS “Red e Toby – Nemiciamici“, in altre no. Come già detto, non abbiamo ancora trovato un modo per poter comprendere se una copia abbia questo trailer o meno dato che esteticamente sono tutte uguali. O comunque eventuali differenze, come la presenza della lettera A sottolineata sullo sticker della VHS, non sono elementi indicatori di questa peculiarità.

Storia della VHS:

Aladdin” fu, come da aspettative della Disney, un bestseller: se oltreoceano la videocassetta aveva battuto i record di vendita de “La Bella e la Bestia“, con oltre 27 milioni di copie vendute, in Italia le copie prenotate prima del debutto erano ben 1,6 milioni! A proposito di prenotazioni, le videoteche che le effettuavano avevano esposto un manifesto come questo.

La videocassetta uscì per la collana “Walt Disney – I Classici“, non c’è alcuna traccia del Black Diamond in copertina come nella versione U.S.A. . La linea di videocassette “Grandi Classici“, l’equivalente italiano della statunitense “The Classics”, si era conclusa già nel 1991 in Italia, mentre in America continuò fino al 1994. Ecco perché la videocassetta americana di “Aladdin” ha il famoso rombo nero in copertina!

Come dite? La vostra videocassetta italiana di “Aladdin” ha questo logo? Si tratta in realtà di una videocassetta pirata la cui copertina non è nient’altro che una fotocopia della VHS made in U.S.A. .

Il rilascio al pubblico italiano avvenne il 5 Ottobre 1994 e divenne uno dei titoli più richiesti durante il periodo Natalizio, assieme a “Biancaneve e i sette nani” e “La Bella addormentata nel bosco“. La videocassetta rimase in catalogo fino all’uscita de “Il Re Leone” in home video ad Ottobre 1995. Divenne subito irreperibile? Assolutamente no. Vista l’enorme quantità di copie prodotte, molte circolarono nei negozi più forniti – o in quelli meno frequentati – per diversi anni.

Una grande novità fu la scelta di distribuire abbinato a ciascuna delle videocassette un gioco in scatola, “Jafar contro tutti“. Il gioco non era previsto nell’edizione americana. Purtroppo la nostra copia non lo ha più, lo possediamo soltanto sigillato. Tuttavia, possiamo mostrarvelo dall’interno grazie a questa foto che abbiamo trovato su eBay.

Lo potete vedere più da vicino in questo articolo pubblicato sul blog Moz o’clock! Tuttavia, poteva capitare che alcune copie fossero senza il gioco! Non abbiamo capito se si tratti di ristampe, cosa probabile, o se qualche venditore abbia sciolto gioco e VHS per venderli separatamente.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



ALADDIN – TOP VIDEO GUIDA NOVEMBRE 1994

Il numero 11 di Novembre 1994  della rivista “Top Video Guida” è dedicato alla videocassetta VHS del Classico Disney “Aladdin“, distribuita ad Ottobre 1994. Potete trovarne la scheda qua. Ma ora vi lasciamo volare su queste bellissime pagine, che enunciano tutti i pregi ed i meriti di questo capolavoro Disneyano. Come potete notare dalla copertina, Aladdin viene chiamato con la sua traduzione italiana, “Aladino”.

Quello che vedete nelle immagini è proprio il mitico gioco in scatola “Jafar contro tutti“! Lo ricordate?

Quest’ultima pagina che vi mostriamo svela alcuni aneddoti sul noleggio di videocassette e…videogame! Viene intervistato Giovanni Martinelli, allora proprietario della Videoteca “Primavisione” che sorgeva in Via San Tommaso 7/A a Cremona.

ALADDIN – VHS BLACK DIAMOND 1993 (U.S.A.)


“Aladdin”

EDIZIONE U.S.A. 

Codice VHS: 1662
BOX: Bianco (Plastica morbida)
Collana: “Grandi Classici” (Black Diamond)
Distributore: Buena Vista Home Video, Burbank, California 91521
Ologramma argentato: Assente
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “The Lion King“, “Pinocchio
“É un vero Walt Disney”: No
Intro: Walt Disney Classics
Edizione: Ottobre 1993
Versione: Vendita
Formato: NTSC
Macrovision:

Si ringrazia WILLDUBGURU per averci fornito il materiale utilizzato in questa scheda. Visitate il suo sito dedicato alle edizioni Internazionali dei film Disney! Cliccate qua per accedervi!

VI RICORDIAMO DI STARE ATTENTI ALLE FAKE NEWS CHE CIRCOLANO SULLE COSIDDETTEVHS BLACK DIAMOND“, CHE COME QUESTA SONO CARATTERIZZATE DA UN ROMBO NERO IN COPERTINA.
NON SI TRATTA DI VIDEOCASSETTE DI VALORE POICHÉ PRODOTTE IN MILIONI DI ESEMPLARI. SPESSO VENGONO MESSE IN VENDITA A CIFRE ALTE MA NON VENGONO MAI ACQUISTATE SE NON PER IMPORTI IRRISORI.

Descrizione Nastro:

La videocassetta comincia con i messaggi antipirateria a sfondo verde ed una sequenza pubblicitaria, comprensiva dei trailer del Classico “The Lion King” e “Pinocchio. “Aladdin” ha inizio subito dopo lo stacchetto “Walt Disney Classics”. Si tratta di una versione rimaneggiata del film rispetto a quella cinematografica. Viene cambiato un verso della canzone iniziale “Arabian Nights”, poiché reputato offensivo verso i popoli arabi. Nel dettaglio

Where they cut off your ear if they don’t like your face

diventa

Where it’s flat and immense and the heat is intense“.

Una analoga sorte subirà anche l’edizione italiana a partire dal 2005. L’altra modifica del film è quella tipica della quasi totalità delle videocassette Disney: l’aspect ratio originale è stato adattato in 4:3. Ciò ha comportato dei tagli all’immagine. Eccovi un confronto tra la versione VHS e quella presente su Disney Plus, con un formato video più vicino all’originale.

Ricordiamo che essendo una videocassetta Americana, il suo formato è NTSC. Pertanto, non tutti i videoregistratori Italiani potrebbero essere in grado di riprodurne il nastro.

Storia della VHS

La VHS di “Aladdin”  fu distribuita negli U.S.A. il 1° Ottobre 1993 e fu uno degli ultimi titolo della collana di videocassette “Walt Disney The Classics” (Black Diamond). Per promuovere l’uscita in commercio del film, vennero realizzati alcuni spot pubblicitari. Su You Tube ne abbiamo recuperati tre, non sappiamo se ne fecero altri.

Dentro alla custodia si trovava parecchio materiale promozionale. Eccovi una foto che abbiamo recuperato su eBay.

Le vendite furono stratosferiche: si contano 10,6 milioni di copie vendute durante la prima settimana, che diventarono 25 milioni nel 1994. La videocassetta uscì di catalogo il 30 Aprile del 1994 e rimase in circolazione fino ad esaurimento scorte.

Molti di voi diranno: “Hey, ma anche la mia VHS Italiana ha il logo Black Diamond”. La videocassetta italiana di “Aladdin” non ha il famoso logo col rombo nero in copertina. Se la vostra copia lo avesse è perché si tratta di una videocassetta pirata, realizzata usando la fascetta americana. Operazioni analoghe vennero messe in atto per altri film, come “La carica dei 101“.

Occhio…alla ristampa!

Ci sono due diversi varianti della videocassetta. Quello che cambia è il trailer iniziale per “The Lion King“. Nelle prime copie prodotte è preceduto dal cartello “Coming to theatres from Walt Disney Pictures” e alcune delle animazioni del film vengono mostrate incomplete.

Nella seconda versione, invece, non c’è più quel cartello e il trailer mostra tutte le animazioni completate. Su You Tube potete visionare le due diverse sequenze pubblicitarie:

Vi elenchiamo alcune date di stampa della VHS. La seconda versione potete trovarla nelle copie stampate a partire dalla metà di Luglio. Copie che contengono la seconda variante potrebbero essere state prodotte qualche giorno prima ma non le abbiamo ancora identificate. La data di stampa della videocassetta la potete trovare impressa sul suo lato lungo, opposto allo sportellino.

  • 20 Giugno 1993
  • 24 Giugno 1993
  • 3 Luglio 1993
  • 15 Luglio 1993
  • 17 Luglio 1993
  • 22 Luglio 1993
  • 25 Luglio 1993
  • 4 Agosto 1993
  • 13 Settembre 1993

  Oltre alla videocassetta, venne rilasciata una versione in Laserdisc il 21 Settembre 1994, ovvero quasi cinque mesi dopo l’uscita di catalogo della videocassetta.

Ringraziamo ancora William del sito WILLDUBGURU per averci aiutato nel realizzare questa scheda.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


IL RITORNO DI JAFAR – VHS DISNEY MARZO 1995


“Il ritorno di Jafar”

(The return of Jafar)

Codice VHS: VS 4532
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.E.)
Collana: Walt Disney Home Video
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1993-1997)
Sticker VHS: Walt Disney Home Video (1992-1995)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “La Carica dei 101” (al cinema), “Canta con noi”, “Ducktales – Avventure di Paperi”, “Cip e Ciop – Agenti Speciali”, Disneyland Paris
“É un vero Walt Disney”: “Red e Toby – Nemiciamici”
Intro:
Edizione: Marzo 1995
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La VHS de “Il ritorno di Jafar” si apre coi messaggi antipirateria della Buena Vista Home Entertainment, ai quali segue una sequenza pubblicitaria composta dal trailer de “La Carica dei 101“, di ritorno restaurato nelle sale italiane, le pubblicità di “Canta con noi”, “Ducktales – Avventure di Paperi“, “Cip e Ciop – Agenti Speciali” e Disneyland Paris. Soffermiamoci sulla pubblicità dei “Canta con noi“. Al suo inizio compare, nella nostra copia, questo fotogramma. Si tratta sicuramente di un errore.

Chiude la sequenza “È un vero Walt Disney“, mostrando la videocassetta di “Red e Toby – Nemiciamici“. Viene nominata la Walt Disney Home Video, anche se da circa un mese questa era stata rinominata Disney Video in Italia. E sono proprio i jingle della Disney Video che compaiono in questa VHS.

Veniamo al film. Il film è presentato coi titoli di testa in Italiano. I titoli di coda sono invece coi dati in Inglese, ai quali vengono aggiunti alla fine i dati dell’edizione italiana. I commenti sul film li lasciamo a chi si occupa di recensirli. Vi diciamo solo che, secondo noi, forse i disegni di questo sequel avrebbero potuto essere migliori.

Nell’edizione italiana tornano tutti i doppiatori dei personaggi del Classico originale “Aladdin“, diversamente dall’edizione Americana nella quale Robin Williams, doppiatore del Genio, venne sostituito da Dan Castellaneta (doppiatore americano di Homer ne “I Simpson“). I collezionisti devono assolutamente avere questa videocassetta poiché la sequenza della fine di Jafar è integrale e senza censure. A partire dall’edizione DVD vennero ritoccati una parte dei fotogrammi in cui si vede lo scheletro del cattivo visir.

L’aspect ratio è quello originale in 4:3. Negli ultimi anni è stata proposta una versione in 16:9 del film che ha comportato un taglio dell’immagine sopra e sotto. Ricordiamo infine che questa videocassetta è protetta da dispositivo antiduplicazione.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

All’interno della custodia venne inserita, soltanto nelle prime stampe, una busta con stampato il logo del film. Dentro si trovava vario materiale pubblicitario.

L’uscita della videocassetta fu largamente sponsorizzata su cataloghi, in una cartolina che accompagnava la videocassetta del primo film e ovviamente su “Topolino“. Monica del sito Only Shojo condivide con noi questa pubblicità d’epoca apparsa proprio sulla rivista appena citata.

Storia della VHS:

La videocassetta de “Il ritorno di Jafar” uscì in Italia il 22 Marzo 1995. Prima del suo debutto ne furono preordinate in Italia ben 600 mila copie, mentre negli Stati Uniti furono 7 milioni le copie vendute nelle prime due settimane di distribuzione, incominciata in patria il 20 Maggio del 1994. Si trattava il primo di una lunga lista di sequel dei Classici Disney destinati esclusivamente all’Home Video. Il titolo rimase in catalogo fino all’estate del 1997, ma copie della VHS si poterono facilmente trovare nelle videoteche e in molti negozi per anni grazie all’enorme quantità di esemplari prodotti, come per tutti i titoli di punta di casa Disney (almeno in Italia, in America le cose andavano diversamente).

Occhio…alla riedizione!

Gennaio 1997: esce “Aladdin e il Re dei Ladri“, primo titolo della collana Walt Disney Video Premiere. Per l’occasione, la Disney Italia crea una nuova edizione in VHS de “Il ritorno di Jafar“, parte di questa nuova collana. Cambiavano solo alcuni elementi sulla fascetta e nello sticker della VHS, ora col logo Disney Video anziché Walt Disney Home Video. Il contenuto del nastro, invece, era esattamente uguale a quello della prima edizione del Marzo 1995. Come riconoscere le due edizioni, similissime? Ecco alcuni accorgimenti:

  • Sulla fascetta vengono sostituiti tutti riferimenti alla Walt Disney Home Video con quelli della Walt Disney Video Premiere;
  • Il disegno del fronte della fascetta continua anche sulla sua costa, dove anche la striscia gialla in basso si protrae;
  • Scompare la fascia rossa in basso nel retro e il disegno viene allungato verso il basso;
  • Cambia la formattazione delle informazioni tecnico-legali nel retro della fascetta;
  • La data di stampa è, correttamente, Gennaio 1997 anziché Marzo 1995.

Occhio…alla ristampa!

Dopo il Marzo 1997 vennero prodotte ulteriori ristampe della prima edizione. Avete letto bene! Venne ristampata, forse per errore, di nuovo la prima edizione del 1995, sebbene un paio di mesi prima ne venne rilasciata una nuova. L’errore può essere dovuto all’elevata somiglianza delle due copertine. Ipotizziamo che non si è rimediato a questo sbaglio – se di sbaglio si trattasse – poiché nella precedente fascetta c’erano gli stessi indirizzi della nuova. Come riconoscere queste ristampe? Queste ristampe hanno la stessa identica copertina della prima versione del 1995, cambia solo l’ologramma argentato che è quello con la cornice attorno a Topolino. Federico Battisti ha in collezione proprio questa ristampa!

Come nella riedizione di Gennaio, lo sticker sulla VHS riporta il logo Disney Video.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



CATALOGO VHS WALT DISNEY NOVEMBRE 1994

Il secondo catalogo del 1994 venne distribuito a Novembre. Sul fronte di copertina compare per la prima volta il logo Disney Video, un suo prototipo se vogliamo essere precisi. Infatti in Italia era stato pensato come Disney Videocassette ma verrà successivamente declinato in Disney Video. L’intro Disney Video inizierà ad essere utilizzata nel nastro delle VHS a partire da Febbraio 1995, mentre il suo logo verrà impresso nelle copertine soltanto dal mese di ottobre 1995. Nella quarta di copertina viene pubblicizzata la videocassetta de “Il ritorno di Jafar“, uscita proprio a Febbraio 1995.

La prima pagina del catalogo mostra alcune delle videocassette precedentemente rilasciate de I Classici Disney assieme a due novità: “Aladdin“, per la prima volta in videocassetta e abbinato al gioco “Jafar Contro Tutti” e “La Bella addormentata del bosco“, che viene riproposta in Home Video dopo quattro anni dall’ultima edizone. Rispetto ai titoli disponibili nel Catalogo della Primavera 1994, notiamo che non sono più disponibili le seguenti videocassette:

Altri titoli non compaiono in queste due pagine, titoli che però continuavano ad essere disponibili. Capirete poi perché. C’è poi un’aggiunta rispetto al catalogo precedente: “Biancaneve e i sette nani“! Non era menzionata nello scorso catalogo poiché questo era stato stampato a Febbraio, mentre la videocassetta uscì a Maggio.

Notare che dopo ben 10 anni il film “I racconti dello Zio Tom” continuava ad occupare le pagine dei cataloghi Disney. Vi ricordiamo ancora che, sebbene non sia mai uscito in DVD, si tratta di un film che non è raro da trovare in videocassetta!

Dopo un anno senza novità, tornano ad aumentare “I Miniclassici” con due nuovi titoli: “Il mio amico Ben” e “Bongo“. Cresce anche la collana “Cartoon Classics” con “Topolino apprendista scalatore” e “Paperino 60 anni in allegria“. Come dite? Ci chiedete se “Il drago riluttante” e “La leggenda della Valle Addormentata” fossero usciti di catalogo? Assolutamente no!

Vi segnaliamo che queste collane di videocassette sono state recensite dal sito VHSWD!

Nessuna novità per le collane “La Sirenetta – Le nuove avventure marine di Ariel“, “Darkwing Duck” e “Canta con noi“. A dire il vero per la serie di Ariel ci sono delle novità: venne fatto il restyling della prima copertina (la seconda venne modificata già nella scorsa stagione) per conformarle con lo stile della terza. Inoltre nelle copie di questa serie stampate proprio a partire dall’Inverno 1994 venne aggiornato l’indirizzo di distribuzione: i riferimenti alla Buena Vista Home Entertainment sostituirono quelli della Buena Vista Home Video.

Arrivano nuove serie ad episodi con copertine cartonate! La più costosa ( £. 14.900) è “Winny Puh“, con le avventure dell’orsetto ghiottone. Tornano in VHS anche i “Gummi’s“, a sole £. 9.900 a videocassetta. Si tratta delle VHS Disney più economiche in assoluto!

Una serie tutta nuova è “Dinosauri“, con le prime tre videocassette vendute allo stesso prezzo di quelle dei Gummi! Il 10 Novembre 1994 per la Jim Henson Home Video si aggiunse la videocassetta di “Festa di Natale in Casa Muppet“. Non c’era nessun gadget abbinato ad essa, al contrario con quanto accaduto per gli altri due titoli dei Muppet.

Nessuna novità per la “Collezione Famiglia“, che sembra aver subito la perdita de “Il Ragazzo rapito“. Che qualcuno lo abbia rapito davvero? Ma no, state tranquilli. Tra poco saprete tutta la verità. Le ultime novità del catalogo sono tre film live action disponibili dal 10 Novembre 1994, proprio come il film dei Muppet: “I tre moschettieri“, “Heidi” e “Hocus Pocus“.

Ed ecco finalmente svelato il mistero! Nelle ultime pagine del catalogo vengono riepilogati tutti i titoli disponibili, inclusi quelli che per questioni di spazio non sono stati mostrati nelle pagine. Quindi titoli come “Bambi“, “Il ragazzo rapito” o “Il Drago riluttante” erano ancora disponibili! Non li avete visti prima per una questione di impaginazione.




ALADDIN (2019) – BLU RAY

“Aladdin”
(Aladdin)

Blu-Ray

Remake Live Action 2019

Codice Blu-Ray: BIY 0504802Z3A
BOX: “Spigoloso”
Slipcase: No
Logo “Disney Magic and More”: No
Numero di dischi: 1
Aspect ratio: 2.39:1 (16:9)
Lingue: DTS-HDMA 7.1.4: Inglese; Dolby Digital 7.1: Italiano e Tedesco; Dolby Digital 5.1:Ceco, Greco e Polacco
Sottotitoli: Inglese per non udenti, Italiano, Ceco, Tedesco, Polacco, Greco
Contenuti Speciali: Presenti
Distributore: Walt Disney  Studios Home Entertainment – Via Ferrante Aporti 6/8, Milano
Edizione: 25 Settembre 2019
Tipologia: Vendita

Descrizione Contenuto:

La Walt Disney ha sfornato un altro Blu-Ray che andrà ad arricchire la vostra collezione: il 25 Settembre 2019 esce in home video il “Live Action” di “Aladdin” diretto da Guy Ritchie(“Sherlock Holmes“, “Operazione U.N.C.L.E.“). Si tratta del remake dell’omonimo Classico Disney del 1992, di cui potrete trovare la recensione del Blu-Ray qua. La pellicola vede protagonisti Mena Massoud nei panni di Aladdin, Naomi Scott in quelli di Jasmine, Marwan Kenzari interpreta il malvagio Jafar e il simpaticissimo Genio prende vita grazie a Will Smith. La colonna sonora è composta, così come per il Classico, da Alan Menken. Da consuetudine, sono disponibili numerose lingue per l’audio e sottotitoli. Il film mantiene il suo originale formato video cinematografico. Il valore aggiunto di questa edizione sono i contenuti speciali: numerosissimi, ci portano alla scoperta delle scene eliminate, della creazione del film e molto molto altro. Ve li abbiamo elencati qua sotto.

CONTENUTI SPECIALI:

Videodiario di Aladdin: un nuovo fantastico punto di vista;
Canzone eliminata: “Desert Moon”;
Guy Ritchie: un genio del cinema;
Un genio per amico;
Scene eliminate:
o Cascata di petali nel succo d’arancia
o Il planetario magico di Jafar
o Il dono di Anders
o Desideri sbagliati
o Vecchio sciocco
o Riunione post confettura di ignami;
• Errori;
• Video musicali:
o “Speechless” – Video musicale interpretato da Naomi Scott.
o “A Whole New World” – Video musicale interpretato da ZAYN e Zhavia Ward.

Parliamo ora delle ALTRE EDIZIONI DEL FILM

Per chi ama l’ultra HD, c’è l’edizione in Blu-Ray 4K  all’interno della preziosa edizione Steelbook, con la magica lampada in copertina. La Steelbook conterrà anche il Blu-Ray standard.

Ancora una volta, la Disney ha pensato anche a tutti quelli che non hanno un lettore Blu-Ray. Il film verrà rilasciatp, sempre a partire dal 25 Settembre, anche in DVD. Così chiunque potrà averlo nella propria collezione.

Per acquistarli su amazon, ecco i link:

Blu-Ray

Steelbook 3D

DVD

Ma ricordate che potrete trovarli presso i migliori negozi!

Il film è disponibile dall’ 11 Settembre 2019 anche sulle piattaforme digitali (AppleTv, GooglePlay, Chili, Rakuten e TimVision). In questo caso è presente un contenuto speciale in più rispetto ai supporti fisici, ovvero “Speechless: Creare una nuova canzone per Jasmine“.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



UNA EREDITÀ IN MUSICA

“Una eredità in musica”
(The best of Disney Music: A legacy in song)

 

Si ringrazia Monica del sito Only Shojo per le immagini del programma!

Una eredità in musica” è un delizioso programma musicale, incentrato sulle canzoni e sulle colonne sonore dei film Disney. Venne trasmesso sulla CBS nel 1993 in due puntate. La prima condotta da Angela Lansbury (Miss Price in “Pomi d’ottone e manici di scopa“),la seconda da Glenn Close (Crudelia De Mon nel live action de “La Carica dei 101“). Entrambe le conduttrici si esibiranno cantando delle Canzoni Disney. La versione italiana non è altro che un collage delle due puntate americane, con l’inserimento di alcuni intermezzi con Gigi Proietti, doppiatore italiano del Genio di “Aladdin“. Il titolo Italiano era stato annunciato come “Do Re Mi e Fantasia: Un’eredità in musica“. Tuttavia, quando venne trasmesso, la prima parte del titolo rimase in Inglese (The best of Disney Music). La messa in onda italiana risale al 12 Gennaio 1995, ore 22.40 su Rai 1.

Ma le chicche di questo documentario non sono finite qui!
Possiamo ascoltare – e guardare le animazioni – la canzone “Questa zuppa che bontà“, eliminata dal Classico Disney “Biancaneve e i sette nani“.

Abbiamo anche la presenza di Walt Disney!

In questo documentario possiamo guardare Brad Kane e Lea Salonga ( i doppiatori originali della parte cantata di Aladdin e Jasmine) interpretare “Il mondo è mio“.

E molto, molto altro!

Segnaliamo che i master video dei film Disney utilizzati in questo programma sono gli stessi che troviamo nelle videocassette EUROPEE (quindi non Americane) dei primi anni ’90.


NEL PROGRAMMA TROVIAMO CANZONI E MUSICHE DA…

  • Biancaneve e i sette nani (“Non ho che un canto“, “Ehi-Ho“, “Questa zuppa che bontà“, “Il mio amore un dì verrà“);
  • Pinocchio (“Una stella cade“, “Fai una fischiatina“, Hi-Diddle-Dee-Dee“, “Mai mi legherai“);
  • Fantasia (“Una notte sul monte calvo“, “La danza delle ore“);
  • Dumbo – L’elefante volante (“Bimbo mio“);
  • Musica Maestro (“After You’ve Gone“);
  • Lo scrigno delle sette perle (“Il volo del calabrone“, “Tutta colpa della samba“);
  • Cenerentola (“Bibbidi-Bobbidi-Bu“, “Questo è l’amore“, “I sogni son desideri“, “Lavorare che fatica“);
  • Alice nel Paese delle meraviglie (“Nel meriggio d’oro“, “Un buon non-compleanno“);
  • Le avventure di Peter Pan (“Vola e va“, “Ninna nanna“);
  • Lilli e il Vagabondo (“Bella notte“);
  • La bella addormentata nel bosco (“Lo so“);
  • La Sirenetta (“Baciala“, “La Sirenetta“, “La canzone di Ursula“);
  • La Bella e la Bestia (“Uno sguardo d’amore“, “La Bella e la Bestia“, “Stia con noi“);
  • Aladdin (“Il mondo è mio“, “Un amico come me“);
  • Il Re Leone (“Hakuna Matata“);
  • I racconti dello Zio Tom (“Zip-a-Dee-Doo-Dah“)
  • Mary Poppins (“Un poco di zucchero“, “L’aquilone“, “Cam-Camini“, “Come è bello passeggiar con Mary“, “Stiamo svegli“);
  • Il principe e il povero (“Come un Re“);
  • I tre porcellini (“Chi ha paura del lupo cattivo“).

E tanti altri spezzoni da cartoni e film Disney!

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


ALADDIN – BLU-RAY 2013

Aladdin

(Aladdin)

Codice Blu-Ray: BIY 0371202Z3B
BOX: “Spigoloso”
Slipcase: No
E-Copy: No
Logo “Disney Magic and More”: No
Numero di dischi: 1
Aspect ratio: 1.85:1 (16×9)
Lingue: DTS 5.1: Italiano; DTS-HDMA 5.1: Inglese; DTS-HDHR 5.1: Tedesco; Dolby Digital: Ungherese, Romeno, Spagnolo, Turco.
Sottotitoli: Italiano, Inglese; Inglese per non udenti; Tedesco;  Ungherese; Romeno; Spagnolo; Turco.
Contenuti Speciali: Presenti
Distributore: Walt Disney  Studios Home Entertainment – Via Ferrante Aporti 6/8, Milano
Stampa su disco: No
Edizione: Ottobre 2013
Tipologia: Vendita

Descrizione Contenuto:

Il Blu-Ray del Classico Disney “Aladdin” arrivò in Italia il 23 Ottobre 2013, due anni prima del rilascio dell’edizione “Diamond Edition” Americana. Il restauro del film è molto buono, e va ad accentuare i colori e i contrasti. La canzone iniziale, “Notti d’oriente“, è proposta nella sua versione censurata (l’originale fu reputata offensiva verso il popolo arabo) così come nell’Edizione Speciale uscita in DVD nel 2004. L’unico modo per averla senza censure è recuperare la prima edizione in VHS dell’Ottobre 1994. La copertina del Blu-Ray la riconoscente? La locandina è la stessa utilizza per la prima videocassetta! I colori sono semplicemente stati modificati, aumentando il blu. Tornando al film, in comune con l’edizione del 2004 abbiamo anche la canzone Il mondo è mio“, cantata nei titoli di coda da Anna Tatangelo e Gigi d’Alessio. Al cinema e nella prima cassetta questa canzone era in Inglese. Il Blu-Ray presenta vari contenuti speciali come “Il making of del film”, le scene eliminate e il commento audio dei realizzatori del film. Purtroppo il disco non ha nessuna serigrafia.

Occhio…alla ristampa!

Esistono due stampe del film, uguali in tutto e per tutto eccetto per un dettaglio: il codice. Nella prima stampa il codice del Blu-Ray, stampato sulla costina e nel retro sella fascetta, conteneva la sigla “Z3B“. È una rara eccezione, visto che solitamente le prime stampe iniziavano col codice “Z3A”.

Pochissimo tempo dopo, nel 2014, il Blu Ray venne ristampato. Questa volta il codice cominciava con la sigla “Z3C“. Ad oggi le prime stampe di questo titolo, col codice “Z3B”, sono piuttosto rare da trovare.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.