Category Archives: VHS BOX GRANDE

I TRE CABALLEROS – VHS APRILE 1992


“I Tre Caballeros”
(The Three Caballeros)  

VHS Aprile 1992

Codice VHS: VS 4366
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.V.)
Collana: Disney
Distributore: Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1992-1995)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “Robin Hood“, “Zio Paperone alla ricerca della lampada perduta
“É un vero Walt Disney”:  “Robin Hood
Intro:
Edizione: Aprile 1992
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La videocassetta del 1992 del Classico Disney “I tre Caballeros” si apre coi messaggi antipirateria col castello, marchiati Buena Vista Home Video. Seguono le pubblicità di due videocassette: “Robin Hood” e “Zio Paperone alla ricerca della Lampada Perduta”. Chiude la sequenza pubblicitaria il neonato spot “È un vero Walt Disney” che ci mostra come riconoscere una videocassetta originale Disney. Il film ha i titoli di testa e coda in Italiano. In apertura troviamo il logo della RKO Radio Pictures, distributrice cinematografia del film ai tempi della sua uscita.

Non ci sono però proprio tutte le scritte Italiane del film. Il biglietto allegato al pacco che riceve Paperino non viene tradotto in Italiano. Il cartello cinematografico Italiano di questa scena lo si può trovare nella copia trasmessa dalla Rai.

Il doppiaggio del film è quello Italiano del 1949. La caratteristica di questo doppiaggio è che i doppiatori originali di Paperino e José Carioca (rispettivamente Clarence Nash e José Oliveira) doppiano gli stessi personaggi anche in Italiano.

Durante il primo quarto d’ora del film, come consuetudine, compare il logo “WD” nell’angolo in basso a sinistra dello schermo. Ricordiamo che questa VHS, come tutte quelle Disney precedenti al Maggio 1994, non è dotata di dispositivo antiduplicazione Macrovision.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

Questa è la mitica sequenza di apertura del film:

All’interno della VHS troviamo una busta con la cartolina di un concorso. Anzi, un SUPERCONCORSO: “Scopri la Lampada Perduta”. Partecipando a questo concorso si poteva vincere la mitica 313 di Paperino! La presenza di questo concorso veniva segnalata anche da un adesivo appiccicato sul cellophane delle VHS Disney prodotte ad Aprile 1992.

Storia della VHS

Dopo due edizioni per il noleggio negli anni ’80, il Classico di Walt Disney “I Tre Caballeros” ritornò in videocassetta ad Aprile 1992. Al contrario delle precedenti, questa VHS era destinata soltanto alla vendita. Il suo prezzo ammontava a £ 29.900, 10.000 lire in meno rispetto alle videocassette di altri Classici. Notiamo che la VHS fa parte della collana “Disney” e non della serie “I Classici”, nonostante questo film rientri oggi in tale categoria. Per vedere una videocassetta Italiana de “I tre Caballeros” marchiata “I Classici” dovremmo aspettare la riedizione dell’Agosto 1997.

La videocassetta del Regno Unito del 1993 apparteneva invece a questa collana, discostandosi dalla scelta che la Disney Italia prese nel 1992.

Molte delle copie italiane distribuite al suo debutto in Home Video avevano per errore l’ologramma argentato “sottosopra” e disallienato rispetto al centro della costa. È esattamente questa versione che noi possediamo, versione segnalata anche in un Catalogo Disney di Dicembre 1992. Una delle poche eccezioni di un ologramma argentato, anche se “fotografato”, su un catalogo (di solito non era mai riportato).

Occhio…alla ristampa!

I cataloghi delle VHS Disney riportano la presenza di questa VHS fino all’autunno 1993. Tuttavia, nella nostra collezione abbiamo una ristampa della videocassetta risalente al 1995 circa. Ristampa che vedemmo anche in vendita in un negozio. Quali differenze ci sono dalla prima stampa? Le elenchiamo qua di seguito:

  • L’ologramma argentato con la “Cinepresa” è sostituito dall’Ologramma argentato con “Topolino apprendista Stregone“;
  • I riferimenti alla Buena Vista Home Video su copertina, sticker della VHS e all’interno del nastro vengono sostituiti con quelli della Buena Vista Home Entertainment, con sede a Milano in Via Sandri 1.

Ci scusiamo per la cattiva qualità dell’immagine con la ristampa. La sostituiremo presto.

Le pubblicità prima dell’inizio del film rimangono anche in questa ristampa. Neanche la ristampa è provvista di nastro con sistema antiduplicazione.

Ringraziamo infinitamente Deborah Menchini per averci donato la ristampa del 1995.
 

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


BAMBI – VHS MAGGIO 1992


“Bambi”
(Bambi) 

VHS Maggio 1992

Codice VHS: VS 4372
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.V.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1992-1995)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: Assenti
“É un vero Walt Disney”:  Assente
Intro:
Edizione: Maggio 1992
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

L’edizione del 1992 di “Bambi” si apre con i consueti messaggi antipirateria col castello marchiato Buena Vista Home Video. Segue l’intro della Walt Disney Home Video con Topolino apprendista stregone. Nella nostra videocassetta nei primi secondi di questo jingle appare un cerchietto bianco nell’angolo in basso a destra. Lo abbiamo evidenziato di rosso per farvelo notare.

Questa videocassetta dovrebbe possederla qualsiasi appassionato Disney poiché contiene il primo doppiaggio cinematografico italiano di “Bambi”, realizzato nel 1948. Nei cinema, al momento del rilascio della videocassetta, veniva utilizzato un altro doppiaggio del film eseguito nel 1968. A partire dalle edizioni in DVD e VHS del 2005 questo primo doppiaggio di “Bambi” verrà definitivamente accantonato in favore del secondo.

La caratteristica principale di questo doppiaggio era quella di preservare le canzoni completamente in inglese, doppiate soltanto con l’edizione del 1968. Inoltre, il doppiaggio di “Bambi” del 1948 aveva un adattamento abbastanza libero in alcuni punti.

La videocassetta del film non utilizzava le scritte cinematografiche Italiane, ad oggi irreperibili. Quelle che si trovano sono quelle create appositamente per l’uscita cinematografica del 1968. Ricordiamo che, come di consuetudine in quegli anni, per circa 15 minuti dopo i titoli di testa compare il logo “WD” nell’angolo in basso a sinistra dello schermo.

Il film è privo di qualsiasi correzione digitale. Dunque è ancora presente un errore in una delle scene finali del film. C’è una mamma-procione che porta in salvo i suoi piccoli. I cuccioli di procione sono due, ma una volta a riva diventano tre. Questo errore è stato corretto con l’edizione speciale del 2005, cancellando digitalmente il cucciolo di troppo.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

Acquistando la prima stampa della videocassetta si poteva trovare soltanto una cartolina all’interno, che riportava il logo del concorso “Il mondo di Bambi”.

Su “Topolino” fu sponsorizzata in più occasioni la videocassetta del nostro “Principe della foresta”.

Questa pubblicità ci segnala l’uscita in commercio di un’edizione della VHS abbinata ad un albo a fumetti del film.

Ringrazio @disney.dream83 per avermi mandato queste scansioni! Se l’autore originale le riconoscesse è pregato di contattarmi in modo che io possa accreditarlo.

Ecco un’altra chicca per voi: lo spot televisivo del 1992! La voce che sentite nello spot è quella del doppiatore Riccardo Peroni, che doppierà anche lo spot pubblicitario di “Bambi” presente nella VHS di Novembre 1992 di “Cenerentola“.

Storia della VHS

Bambi” uscì per la prima volta ufficialmente in videocassetta a Maggio 1992. L’immagine della copertina sarà riutilizzata per la videocassetta da noleggio del 1996 e per quella da vendita dell’Agosto 1997, entrambe contenenti il primo doppiaggio italiano del Classico (così come l’edizione del 1992). In occasione dell’uscita della videocassetta venne lanciato un concorso: “Il mondo di Bambi“. Questo concorso permetteva di vincere numerosi premi ed era valido fino al 31 Dicembre 1992. Era segnalato sullo sticker appiccicato sul cellophane delle prime stampe della VHS. Ringraziamo Luca Finocchiaro per la foto!

In alcune stampe sullo sticker non era segnalato il prezzo di £. 39.900, poiché variava a discrezione del negoziante. Eccola qua direttamente da un fotogramma dello spot TV. A breve la sostituiremo con una versione in qualità migliore.

Inoltre queste potevano trattarsi delle versioni abbinate all’albo a fumetti del film, che costavano £. 42.000.

Abbiamo sottolineato che questa fu la prima uscita ufficiale di “Bambi” in VHS perché prima di Maggio 1992 furono realizzate delle VHS non ufficiali per il circuito delle videoteche. Tra queste ricordiamo la videocassetta dell’Eclecta Video

o l’edizione della Magis 4 s.r.l. .

Proprio a causa di queste e altre VHS non ufficiali la Walt Disney lanciò una campagna contro le videocassette da lei non autorizzate. Su queste pagine di “Topolino” viene utilizzata come riferimento l’edizione originale del 1992 di “Bambi“.

Nel 1996 la Rai trasmise “Bambi” utilizzando lo stesso doppiaggio contenuto in questa VHS. Per saperne di più sulle trasmissioni Rai di “Bambiclicca qua.

Occhio…alla ristampa!

Questa VHS restò nel catalogo Disney da Maggio 1992 all’estate del 1997. Le principali differenze le riscontriamo nelle ristampe distribuite dalla fine del 1994 e l’inizio del 1995.

In queste ristampe:

  • L’ologramma argentato con la Cinepresa cede il posto a quello con Topolino apprendista stregone;
  • “Cartone animato” viene cambiato con “Classico d’animazione”;
  • Nel retro della cover il logo “Walt Disney Home Video è sostituito con la sua versione più schiacciata, apparsa per la prima volta nel Novembre 1993 con la VHS de “Il libro della Giungla“;
  • Il logo Univideo è più grosso (uguale a quello utilizzato dalle VHS Disney partire dall’Autunno 1992);
  • Il riquadro col visto censura è stato rimpicciolito;
  • L’impaginazione e la disposizione del testo vengono conformati a quelli delle VHS prodotte in quel periodo;
  • I riferimenti alla “Buena Vista Home Video” vengono sostituiti con quelli della “Buena Vista Home Entertainment“. La stessa accade nel box, sull’etichetta e all’interno del nastro.

DOPO IL 1996…

Dal 1996 all’interno del nastro (e sugli sticker) tutti i riferimenti alla “Walt Disney Home Video” vengono rimpiazzati da quelli della “Disney Video.  Le ristampe del 1997 hanno la seconda versione dell’ologramma con l'”Apprendista stregone” (1997-2000).

Eccovi il retro e la costa di questo tipo di ristampe direttamente dalla collezione di Alessandro Santangelo.

Ovviamente sulle ristampe successive al 1992 non c’era l’adesivo del concorso. Nelle ristampe del periodo 1995-1997 possiamo trovare sul cellophane un adesivo fucsia con la testa di Topolino. Come potete notare il prezzo delle VHS dei Classici Disney era salito a ben £. 41.000 rispetto alle £. 39.900. La foto seguente l’abbiamo presa da eBay.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


CENERENTOLA – VHS NOVEMBRE 1992


“Cenerentola”
(Cinderella)  

VHS Novembre 1992

Codice VHS: VS 4380
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.V.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1992-1995)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “La Bella e la Bestia” (al cinema), “Bambi“, “Bianca e Bernie nella Terra dei Canguri“, “Natale con Winny Puh“, “Canta con noi
Bonus dopo il film: Canta con noi di “Vola e va” (You can fly) da “Le avventure di Peter Pan
“É un vero Walt Disney”: “Cenerentola
Intro:
Edizione: Novembre 1992
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Il master video di questa prima videocassetta Italiana del Classico di Walt Disney “Cenerentola” è lo stesso utilizzato da tutte le altre videocassette del film rilasciate quell’anno nel mondo. Il video del film è stato scurito rispetto alla sua versione originale. Tuttavia, a nostro avviso, questa tonalità più scura si addice meglio a molte scene del film, come quelle con la Fata. Probabilmente fu una cosa voluta, ai tempi. Vi vogliamo far notare che in tutte le pubblicità di “Cenerentola” inserite nelle altre VHS Disney Italiane del 1992 non viene utilizzato il video di questa VHS, bensì quello della prima edizione Statunitense del 1988. Lo stesso master della videocassetta del 1992 venne visto per la prima volta in Italia con la riedizione Cinematografica dell’estate 1988. Da questa riedizione furono ricavate alcune VHS non ufficiali. Potete trovare le loro schede qua.

Prima del film abbiamo i messaggi antipirateria col castello marchiato Buena Vista Home Video, seguito da numerose pubblicità e dallo spot “È un vero Walt Disney” che ci mostra la videocassetta di “Cenerentola“.

Dedichiamoci ora al film. I cartelli del film provengono direttamente dalla riedizione cinematografica del 1967, come dimostra il cartello della “Rank Film” all’inizio del lungometraggio. Fu proprio la “Rank Film” a distribuire quell’anno “Cenerentola” nelle sale Italiane, dopo esserci già stata nel 1950, 1954 e 1958. In quell’occasione venne creato un nuovo doppiaggio del film, per sopperire ai difetti del primo doppiaggio Italiano. Questo secondo doppiaggio è quello che ascoltiamo in tutte le edizioni home video ufficiali del film.  Ovviamente il logo della “Walt Disney Pictures” che precede i titoli di testa è stato aggiunto soltanto dopo gli anni ’80.

Un solo cartello cinematografico in Italiano manca in questa videocassetta: quello col “Proclama Reale”. Fortunatamente lo troviamo nella successiva edizione in VHS di Aprile 1998.

I cartelli Italiani dell’edizione del 1992 hanno diverse differenze rispetto a quelli dell’edizione del 1998. Nella VHS del 1992:

  • È presente il logo della “Rank Film” e manca una parte del commento musicale iniziale (questa mancanza la abbiamo in quasi tutte le videocassette del film rilasciate nel mondo all’epoca);
  • Il cartello coi dati dell’edizione Italiana appare qualche secondo dopo e quindi dura più tempo;
  • Il libro si apre ad una velocità diversa rispetto a quello della successiva videocassetta;
  • Non vi è alcuna dissolvenza nel passaggio dalla “storia” all’ultima pagina del libro;
  • Le dissolvenze non sono presenti nemmeno al passaggio dal libro, chiuso, ai fotogrammi neri che precedono il cartello “Fine”.

Volete approfondire la questione dei cartelli Italiani di “Cenerentola“? Leggete l’articolo che trovate qua.

Il video di questa videocassetta non è stato restaurato. Di conseguenza il collo di Cenerentola è senza colore, come in origine, in una delle scene iniziali del film. Verrà colorato soltanto negli anni ’90 e questa versione la ritroviamo in tutte le edizioni Home Video successive al 1998.

Per circa un quarto d’ora dopo i titoli di testa è presente il logo “WD” (Walt Disney) nell’angolo in basso a sinistra dello schermo. Tale logo, solitamente, fa la sua comparsa nel momento in cui  viene inquadrata la piccola Cenerentola che piange sul letto di morte del padre. In alcuni esemplari appare qualche secondo dopo, quando viene inquadrata la matrigna. Inoltre può avere un font leggermente diverso, a seconda della stampa. Maggiori differenze le abbiamo riscontrate nel momento in cui scompare il logo WD. Vi elenchiamo qua di seguito tutte le versioni che abbiamo individuato:

  • Scomparsa del logo WD quando la scopa, spinta da Giac, sta cadendo addosso a lucifero;
  • Scomparsa del logo WD quando la scopa è già caduta addosso a Lucifero;
  • Scomparsa del logo WD quando Giac si rialza, dopo aver spinto la scopa;
  • Scomparsa del logo WD quando Lucifero, in cima alle scale, osserva Cenerentola entrare nella stanza di Genoveffa.

Al termine del film, come annunciato nelle pubblicità iniziali, è presente il Karaoke della canzone “Vola e va” (You can Fly)  direttamente dal Classico “Le avventure di Peter Pan“. Fu una mossa commerciale per far conoscere la serie di VHS “Canta con noi“, lanciata in contemporanea “Cenerentola“.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

NELLA VHS

Dentro la videocassetta vi era una busta, contente una cartolina per la prova d’acquisto e il catalogo delle VHS disponibili nell’autunno 1992. Acquistando la prima stampa della videocassetta si poteva trovare all’interno una busta con cartolina e il catalogo delle novità in VHS della Primavera del 1992.

Tra le varie videocassette pubblicizzate nel catalogo c’è ovviamente “Cenerentola“.

La videocassetta di “Cenerentola” la troviamo pubblicizzata anche in un catalogo della primavera 1993. Il catalogo era inserito in diverse VHS, come “Pinocchio” o “Le avventure di Peter Pan“.

In questo video ci sono tutte le sequenze pubblicitarie della videocassetta:

NELLE VIDEOTECHE

Alle videoteche e negozi specializzati la Walt Disney mandò  il seguente “Profit Planner” per promuovere la distribuzione della VHS di “Cenerentola“.

Sempre nelle videoteche, venne distribuito questo catalogo contente idee regalo in VHS per Natale. Lo abbiamo recensito qua!

I negozi che permettevano di prenotare la videocassetta esponevano questo poster sui vetri del negozio (o in un punto interno).

TOP VIDEO GUIDA

Tra i nostri volumi della rivista “Top Video Guida” abbiamo scovato questo articolo dedicato a “Cenerentola“.

I più attenti avranno subito notato una cosa importantissima: l’articolo è abbinato ad un’immagine della COPERTINA PROVVISORIA della VHS. Se osservate bene vedete che l’immagine principale è interamente nel fronte della cover (nella versione definitiva una parte finisce sulla costa). Inoltre, al posto della frase “Il Classico Originale Disney” troviamo “Un magico sogno per te!”. Non sappiamo cosa spinse la Disney a cambiare idea. Possiamo dire che una cosa molto simile successe con la VHS del 1991 de “La Sirenetta.

TOPOLINO

Su “Topolino” apparsero le seguenti pubblicità. Ringrazio @disney.dream83 per avermele mandate! Se l’autore delle scansioni le riconoscesse è pregato di avvisarmi, così lo accrediterò.

Su “Topolino” troviamo anche questi articoli a cura di Angelo Frigerio e Enzo Manes.

VARIE

Queste pagine sono tratte dal giornale “Disney Oggi”, dove si parla di “Cenerentola” e delle altre videocassette Disney in uscita in quel periodo. Ci viene segnalata l’esistenza di una videocassetta del film sottotitolata per non udenti e una confezione regalo della VHS abbinata ad una bambola Mattel di Cenerentola in abito da ballo.

SPOT TV

Grazie a Monica del sito Only Shojo siamo riusciti a recuperare questo grazioso spot pubblicitario trasmesso sulla Rai. La parte animata, con Gas Gas che lucida la VHS, era stata creata negli Stati Uniti nel 1988 in occasione dell’uscita Home Video Americana del film.

Storia della VHS

“Cenerentola” arrivò ufficialmente sul mercato Italiano a inizio Novembre 1992. Diciamo ufficialmente perché mesi prima vennero distribuite delle videocassette del film non autorizzate dalla Walt Disney, delle quali abbiamo accennato sopra.

La copertina riprendeva quella dell’edizione Americana del 1988, schiarendone i colori. Al contrario di quest’ultima, l’edizione Italiana non fa parte della serie “Grandi Classici – Black Diamond”.

L’edizione nostrana venne distribuita anche in una confezione regalo assieme a una bambola della “Mattel“. L’immagine l’abbiamo presa da una vecchia inserzione eBay.

Come segnalato su “Topolino” e “Disney Oggi“, la videocassetta era disponibile anche in una versione sottotitolata per non udenti.

La VHS superò il record di vendite dei tempi, con oltre un milione di copie vendute come riportato su questo Profit Planner del 1993.

Più precisamente, come recita un Profit Planner del 1998, soltanto nel 1992 vennero venduti 1.100.000 esemplari di “Cenerentola“.

Cenerentola” restò nel catalogo Disney fino all’autunno 1993. La videocassetta non fu più reperibile a partire da quella data? Non andò proprio così. Come fanno intuire anche tutte le differenze che ho elencato tra le varie stampe, vennero prodotte tantissimi esemplari della videocassetta. Per questo motivo la si poteva trovare  in diversi negozi anche anni dopo il suo debutto. Ci furono poi delle ristampe tra il 1995 e il 1996, non segnalate nei cataloghi.

Occhio…alla ristampa!

Parliamo delle ristampe di metà anni ’90. Queste ristampe si differenziavano dalle prime stampe della VHS per tre elementi:

  • L’ologramma argentato era con “Topolino apprendista stregone” anziché con la “Cinepresa”;
  • I colori della copertina sono più scuri rispetto alle prime stampe;
  • Su etichette e box (MA NON SULLA COPERTINA) i riferimenti alla “Buena Vista Home Video” sono sostituiti da quelli della “Buena Vista Home Entertainment“.

Eccovi un video di confronto tra le due stampe di questa VHS:

Concludiamo con un altro video, ovvero con la collezione di “Cenerentola” del nostro collaboratore esperto di doppiaggi Marco Zaffuto.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


LA BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO – VHS SETTEMBRE 1994


“La Bella addormentata nel bosco” 

(Sleeping Beauty) 

VHS SETTEMBRE 1994

Codice VHS: VS 4241
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.E.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1993-1997)
Sticker VHS: Walt Disney Home Video (1992-1995)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Aladdin”, “Red e Toby Nemiciamici”, “Cartoons Classics”, “Disneyland Paris”
Pubblicità finali: “Dietro le quinte de Il Re Leone”
“É un vero Walt Disney”: “Gli Aristogatti”
Intro:
Edizione: Settembre 1994
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Il Classico Disney “La Bella Addormentata nel bosco” ha un master tutto nuovo nella VHS del 1994. Il telecinema è di qualità migliore rispetto a quello della precedente videocassetta “Black Diamond. Non solo il video del film differisce, ma anche quello dei titoli di testa Italiani: è stato infatti eseguito un nuovo riversamento da pellicola. Questa VHS vede inoltre l’inclusione del cartello cinematografico Italiano “Fine”, non inserito nella prima edizione. Ecco qua un confronto tra i titoli di testa delle due videocassette.

Per adattare il video alle televisioni dell’epoca, l’immagine dell’originale 2.55:1 è stata zoomata. Dalla seguente foto vi rendete conto quanto si è perso rispetto all’edizione cinematografica. Meno male che coi Blu-Ray e i DVD siamo tornati a degli aspect ratio più fedeli all’originale!


L’audio del film è integrale e senza alcun buco. Secondo alcuni la qualità del sonoro si è abbassata rispetto a quella della prima edizione.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

Come accaduto quattro mesi prima con “Biancaneve e i sette nani” , all’interno della custodia era inserita soltanto una cartolina per la prova d’acquisto, oltre ovviamente alla videocassetta. Non vi era alcuna traccia di cataloghi o altro materiale pubblicitario.

Sulla giornale “La stampa” apparve questo annuncio pubblicitario.

Ci viene segnalata la presenza de il “Dietro le quinte de Il Re Leone”, inserito nella videocassetta al termine del film. Eccolo qua per voi!

Ringraziamo Silvia B. del canale You Tube “DisneyMagicandAnimal” per averci concesso di utilizzare il suo filmato in questa scheda.

Storia della VHS:

La videocassetta venne distribuita l’8 Settembre 1994. Erano passati 5 anni dal rilascio della prima videocassetta per la vendita de “La Bella addormentata nel bosco“, della quale conserva il codice (VS 4241). Sul cellophane della VHS era appiccicato un adesivo che indicava la presenza del documentario su “Il Re Leone“, oltre che al prezzo di £ 39.900. Ecco la foto dalla collezione di Luca Finocchiaro! Seguitelo sul suo Instagram @disneyvhsitaly !

Questo fu il primo Classico Disney ad avere nel retro l’indicazione del filtro antiduplicazione “Macrovision”. Il primo film Disney ad averlo fu “Biancaneve e i sette nani” nel Maggio 1994, ma in quell’occasione non fu riportato in copertina. Un bel colpo per i pirati!

La videocassetta venne ristampata per qualche anno, nonostante la sua sparizione dai cataloghi dopo poco tempo. Non era la prima volta che in casa Disney accadeva una cosa simile!

Occhio…alla ristampa!

Nella primavera 1996 la videocassetta venne ristampata. La copertina rimase totalmente invariata. Quello che a volte cambiava era lo sticker della VHS e la cartolina, che in alcune di queste ristampe avevano il logo “Disney Video”. Delle volte, invece, lo sticker sulla cassetta – ma non la cartolina – manteneva il logo “Walt Disney Home Video”. Sulle cartoline inserite nei box delle ristampe è segnata la data “Marzo 1996”, su quello delle prime stampe “Giugno 1994”. Ricordiamo che la videocassetta veniva effettivamente commercializzata qualche mese dopo la data riportata sulla cartolina. Una ristampa sigillata del 1996 è spesso più facile da riconoscere: sul cellophane ha lo sticker rotondo col prezzo (aumentato a £ 41.000) impresso sulla testa di Topolino stilizzata.

Il contenuto del nastro non subisce alcuna modifica (almeno nelle copie che abbiamo visionato).

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


ROBIN HOOD – VHS NOVEMBRE 1985 (NOLEGGIO)

“Robin Hood”
(Robin Hood)

VHS NOVEMBRE 1985

Codice VHS: Cod. 4088
BOX: Bianco Morbido (Nero nelle ristampe)
Collana:
Distributore: Creazioni Walt Disney S.p.a. – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Assente
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1983-1986)
Logo CWD: Presente
Pubblicità iniziali: Assenti
Intro:
Edizione: Novembre 1985
Versione: Noleggio (a volte venduta)
Macrovision

Descrizione Nastro:

Con l’edizione in videocassetta del Novembre 1985, il Classico Disney “Robin Hood” fa il suo debutto sul mercato Home Video. Prima del film troviamo una delle prime versioni neonati dei messaggi antipirateria con la testa di Topolino che scorrere simulando l’effetto di una macchina da scrivere. Subito dopo appare l’intro della Walt Disney Home Video. La seguente versione, per essere precisi.

Il film utilizza un master video con le scritte completamente in inglese. I cartelli cinematografici Italiani saranno disponibili soltanto con la prima edizione in VHS per la vendita, del 1992. La abbiamo schedata qua.

L’aspect ratio della versione proposta è molto fedele a quello originale. Nelle recenti edizioni home video in Blu-Ray il video è stato adattato al formato 16:9. Di conseguenza l’immagine subisce dei grossi tagli sopra e sotto.

Dopo poco la fine dei titoli di testa appare sullo schermo il logo “CWD” – ovvero “Creazioni Walt Disney” – che passerà da un angolo all’altro dell’immagine fino alla fine del film.

Storia della VHS:

Robin Hood” uscì in VHS nell’autunno 1985 assieme ad altri titoli Disney, come “Mary Poppins“. La videocassetta venne distribuita anche nel formato Betamax e Video 2000. Eccovi la versione Betamax dalla collezione di Alessandro Agnellini!

Lo sticker della videocassetta era uguale per tutti e tre i supporti (sulle Video 2000 veniva appiccicato all’interno del box). Lo sportellino delle Betamax e VHS era bianco, con impresso in rosso il logo della Walt Disney Home Video. Ricordiamo che l’unico riferimento alla SIAE è un timbro nel retro della cover. Gli adesivi SIAE per sigillare i box delle VHS appariranno solo nel tardo 1989, per quanto riguarda la Disney.

Il titolo rimase in catalogo e venne ristampato fino al 1988, quando esattamente 3 anni dopo dalla sua uscita venne distribuita una nuova edizione quasi identica a questa. Il master video che troviamo in questa VHS è stato utilizzato dal 14 Febbraio 1988 fino agli anni ’90 dalle emittenti Rai per la sua trasmissione. Ne abbiamo parlato qua.

L’uscita di “Robin Hood” venne annunciata su varie pubblicazioni cartacee. Eccovi un poster-catalogo d’epoca.

La stessa immagine venne pubblicata sul settimanale “Topolino“, anche solo parzialmente (ovvero solo la parte con la VHS di “Robin Hood“).

Occhio…alla ristampa!

Nel periodo in cui rimase in catalogo la VHS subì delle piccole variazioni nelle sue ristampe.

Le modifiche più rilevanti le troviamo nelle ristampe successive al 1986:

  • Lo sticker sulla VHS cambia con la sua versione più corta, di dimensioni adeguate per lo spazio predisposto sulla videocassetta;
  • Il box diventa di colore nero, rimanendo sempre in plastica morbida. Questo a partire dalla fine del 1987;
  • Nel retro della fascetta, sotto al riquadro rosso, appare la scritta “Nullaosta censura […] Edizione del Novembre 1985“;
  • Alcune delle ultime ristampe potrebbero aver introdotto l’Ologramma argentatoCinepresa” in copertina.

Eccovi lo sticker delle ristampe post 1986, direttamente dalla collezione di Mauro Ferrari.

LA NUOVA EDIZIONE

A tre anni dal primo rilascio in VHS, la Walt Disney Home Video distribuì una nuova edizione in VHS di “Robin Hood“, in contemporanea con una nuova versione di “Alice nel paese delle meraviglie“. Queste videocassette fanno parte della collana “Grandi Classici” (Black Diamond) iniziata in Italia nel 1986 con “La Spada nella Roccia“.

Per saperne di più leggete la scheda che potete trovare qua.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


ROBIN HOOD – VHS MARZO 1992


“Robin Hood”
(Robin Hood)  

VHS Marzo 1992

Codice VHS: VS 4362
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.V.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1992-1995)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “Biancaneve e i sette nani” (al cinema), “Dumbo”, “Zio Paperone alla ricerca della lampada perduta”
“É un vero Walt Disney”: “Robin Hood”
Intro:
Edizione: Marzo 1992
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La VHS del 1992 di “Robin Hood” segna il debutto del volpone nel mercato di videocassette “Solo per la vendita”. Le precedenti edizioni erano destinate al noleggio. Il master non è lo stesso delle VHS anni ’80. C’è una grossa svolta: l’inserimento dei cartelli cinematografici Italiani. In precedenza “Robin Hood” era stato rilasciato in videocassetta soltanto coi cartelli in lingua originale. Lo stesso master andava in onda sulla Rai, per venire poi rimpiazzato da quello della VHS del 1992. Delle trasmissioni Rai di “Robin Hood” ne abbiamo parlato qua.

Prima del film abbiamo i messaggi antipirateria col “Castello”, marchiato Buena Vista Home Video, e tre spot pubblicitari: lo spot del ritorno di “Biancaneve e i sette nani” al cinema e quelli dell’uscita in VHS di “Dumbo” e “Zio Paperone alla ricerca della lampada perduta“, Il messaggio antipirateria “È un vero Walt Disney”, che mostra la videocassetta del nostro fuorilegge, segue gli spot pubblicitari.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

All’interno della custodia troviamo una busta con impresso il titolo del film. In essa sono inserite una cartolina per la “prova d’acquisto” e  il catalogo delle Novità in VHS della Primavera del 1992. Lo potete trovare interamente qua.

Alle videoteche la Walt Disney inviò un “Profit Planner”, per invogliarle ad acquistare e vendere la VHS di “Robin Hood“.

Un volume della rivista “Top Video Guida” è dedicato a questa VHS. Qua potrete trovare la sua scansione.

Il settimanale “Topolino” non poteva assolutamente non parlarne! Ecco delle scansioni tratte da alcuni albi.

 

Sul nostro Canale You Tube, “A little bit of Matty“, trovate il video dell’intera sequenza di pubblicità direttamente da questa videocassetta.

Occhio…alla ristampa!

Questa VHS rimase nel catalogo Disney dal Marzo 1992 fino all’estate del 1997. Durante questo periodo la videocassetta venne ristampata con delle differenze.

LE PRIME RISTAMPE

Poco dopo la sua uscita questa videocassetta venne redistribuita senza alcuna pubblicità prima del film, che cominciava subito dopo i messaggi antipirateria col “Castello” e l’intro della Walt Disney Home Video. Per il resto la videocassetta e la copertina erano esattamente identiche a quelle della prima stampa. Ad oggi non abbiamo ancora trovato un modo per distinguere questi esemplari da quelli con le pubblicità.

DOPO IL 1994

Le ristampe post 1994 sono ricche di modifiche:

  • I riferimenti relativi alla “Buena Vista Home Video” nel nastro, sulla fascetta e sugli sticker vengono sostituiti con quelli della “Buena Vista Home Entertainment“, situata in Via Sandri 1 a Milano, anziché in Via Agnello 18;
  • Sulla fascetta il logo Univideo aumenta le sue dimensioni, adeguandosi a quello dell VHS distribuite dopo l’autunno 1992. Viene sostituito il logo della Walt Disney Home Video con la sua versione più schiacciata, apparsa nel Novembre 1993 con la VHS de “Il libro della Giungla“;
  • L’Ologramma argentato con la cinepresa viene sostituito con quello con “Topolino apprendista stregone“. Nelle copie prodotte nel 1997 appare una cornicetta attorno al disegno di Topolino;
  • Nelle ristampe successive al 1996 gli sticker sulla VHS non sono più marchiati “Walt Disney Home Video”, bensì “Disney Video“. Dapprima il riquadro con la testa di Topolino del nuovo sticker è di colore bianco, dal 1997 sarà di colore verde;
  • Tutti i riferimenti nel nastro alla “Walt Disney Home Video” vengono rimpiazzati da quelli della “Disney Video” nelle copie rilasciate dopo il 1996.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS – VHS 1995


Tim Burton’s “Nightmare before Christmas”

(Nightmare before Christmas)

VHS NOVEMBRE 1995

 

SCHEDA REALIZZATA IN COLLABORAZIONE CON “GHEPPINO”, ROBERTO G., STEFANO SILVESTRI E MARCO ZAFFUTO.

 

Codice VHS: VS 4571
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.E.)
Collana: Touchstone Home Video (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa  (versione piccola)
Sticker VHS: Touchstone
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Amarsi”
Edizione: Novembre 1995
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La videocassetta di “Nightmare before Christmas“, capolavoro di Tim Burton prodotto dalla Touchstone (che ricordiamo essere un ramo della Walt Disney), si apre con i consueti messaggi antipirateria e la pubblicità del film “Amarsi”. Uno sguardo al logo della Touchstone Pictures ed il film ha inizio!

I cartelli del film sono completamente quelli della versione Italiana… dove il titolo resta in Inglese! Come accadeva spesso nelle VHS Italiane, l’aspect ratio del film non è quello originale, ma è stato adattato per gli schermi in 4:3 facendo perdere una grossa porzione di immagine ai lati. Coi DVD e i Blu-Ray è stato ripristinato un formato video fedele all’originale cinematografico. Ecco qua un confronto tra la VHS e il video dei DVD e Blu-Ray.

Ricordate chi doppia il protagonista, Jack Skeletron? Come riportato nei titoli di coda, è il cantante Renato Zero a dargli la voce. Sally invece è doppiata da Laura Boccanera, già doppiatrice di Belle nel Classico Disney “La Bella e la Bestia” e di tante altre protagoniste femminili dei cartoni animati, come Candy Candy, Aika Morimura in “Hello Spank”. Sally condivide con Belle anche la doppiatrice della parte cantata, ovvero Majorie Biondo. Per altre informazioni inerenti al doppiaggio del film vi consigliamo di consultare la scheda sul sito “Il mondo dei doppiatori”, che trovate qua.

PUBBLICITÀ

Siete sicuri di aver visto da bambini la pubblicità della VHS di Nightmare Before Christmas, ma non ricordate in quale videocassetta fosse. “Disney: Tapes & More” è qua per aiutarvi! La pubblicità si trovava nella VHS del 1995 del “Il Re Leone”, che abbiamo recensito qua.

La pubblicità la potete trovare in questo video caricato sul canale di Silvia B., “DisneyMagicandAnimal“.

Occhio…alla ristampa!

 Un cult come questo non poteva assolutamente essere assente dai cataloghi Disney: la videocassetta venne ristampata per parecchi anni. Le ristampe prodotte a partire dal 2001 si differenziano dalle altre per un dettaglio: l’ologramma argentato. Queste ristampe hanno l’ologramma argentato col “Castello”, mentre le prime stampe lo avevano con la “Cinepresa” (versione piccola).

Un’altra differenza l’abbiamo riscontrata nello sticker appiccicato sul guscio della videocassetta. Nelle prime stampe lo sfondo dello sticker era completamente bianco.

Foto presa da eBay.

Nelle ristampe lo sfondo dello sticker diventa azzurro. Inoltre i fori delle bobine della videocassetta sono più grossi.

ATTENZIONE: QUESTA NON È UNA VHS RARA. IL FATTO CHE SIA UNA PRIMA STAMPA, PIUTTOSTO CHE UNA RISTAMPA, NON INFLUENZA SENSIBILMENTE IL SUO VALORE, CHE IN OGNI CASO – OGGI – SI AGGIREREBBE A POCHI EURO.

Occhio…all’edizione noleggio!

Due mesi prima dell’edizione per la vendita, ovvero nel Settembre 1995, il film venne rilasciato esclusivamente per il noleggio. L’immagine del fronte della copertina è completamente diversa e sarà ripresa per alcune edizioni future in DVD e Blu-Ray. Nel retro compare la stessa immagine che verrà inserita nel fronte della cover dell’edizione per la vendita. L’ologramma argentato è sempre quello con la cinepresa ma viene applicato sul fronte.

Vi lasciamo con questo video della collezione di Marco Zaffuto del film “Nightmare Before Christmas“.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


POMI D’OTTONE E MANICI DI SCOPA – VHS 1988 (1983)

“Pomi d’ottone e manici di scopa” 

(Bedknobs and broomsticks)

VHS NOVEMBRE 1988

“Pomi d’ottone e manici di scopa” è un lungometraggio in tecnica mista prodotto dalla Walt Disney nel 1971, diretto da Robert Stevenson e liberamente tratto dal romanzo “Pomi d’ottone e manici di scopa” (Bedknobs and broomsticks) di Mary Norton. La pellicola vede Angela Lansbury (oggi nota specialmente per il ruolo di Jessica Fletcher ne “La signora in giallo“) nei panni della protagonista Miss Price, un’apprendista strega. David Tomlinson, che aveva interpretato nel 1963 Mr Banks in “Mary Poppins“, in questa pellicola riveste il ruolo del “Professor” Emelius Browne. I tre bambini, Charlie, Carrie e Paul sono rispettivamente interpretati da Ian Weighill, Cindy O’Callaghan e Roy Snart.

Codice VHS: VI 4035
BOX: Nero Grande (logo W.D.H.V.)
Collana: Walt Disney Home Video
Distributore: Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino (1989-1991)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: Assenti
Pubblicità finali: Fumetti Disney.
Intro:
Edizione: Novembre 1988 (Giugno 1983 in copertina)
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Dopo i messaggi antipirateria, con la testa di Topolino che si muove come una macchina da scrivere, e l’intro della Walt Disney Home Video, il film ha inizio.

La versione del film proposta è totalmente priva dei cartelli cinematografici italiani dei titoli. Essi furono utilizzati dalla Rai per le sue trasmissioni, dagli anni ’80 fino ai primi anni 2000. Clicca qui per la scheda sulle trasmissioni Rai di “Pomi d’ottone e manici di scopa“.

La versione proposta del film è, come nelle precedenti edizioni per il noleggio, notevolmente tagliata. Dura solamente 93 minuti (non 98, come segnalato erroneamente in copertina), rispetto ai 112 minuti dell’edizione cinematografica del 1971. La versione ridotta arrivò per la prima volta nei cinema Italiani nel 1981 e fu utilizzata per ogni VHS e per le trasmissioni televisive (eccetto quelle sul canale Rai Movie).

Vorreste sapere quali sono i tagli fatti al film? Vi accontenteremo subito! Elenchiamo di seguito le principali sequenze rimosse dalla pellicola:

    • Sono state rimosse le canzoni “L’età del non mi cucchi” (The age of not believing), “Eglantine“, “The old home guard” (di quest’ultima c’è solo la ripresa finale);
    • Le sequenze di “Portobello Road“, della partita di calcio e “Supercallimagic-extramotus” sono accorciate;
    • È eliminata la scena dove sparisce la stella di Astoroth, quando i protagonisti ritornano dall’isola di Naboombu;
    • Vengono tagliate le scene finali nelle quali si vede il professor Emelius Browne arruolarsi nell’esercito.

Completamente assente l’elenco del cast del film al suo termine. Dall’ultima sequenza si passa direttamente al cartello “The end“.

Il master video del film è uguale a quello delle precedenti edizioni per il noleggio. Si tratta di un master video decisamente zoomato, leggermente sporco (è presente qualche riga qua e là, tipica delle vecchie pellicole) e con la saturazione aumentata, rispetto alla versione originale. La versione proposta è stata ricavata prendendo il video della riedizione cinematografica del 1979 (arrivata in Italia nel 1981) e tagliando appositamente l’audio italiano integrale del 1972 per adattarlo al video. Infatti questa riedizione riduceva il lungometraggio a poco più di 90 minuti, contro i 112 originali. Questa è l’ultima volta in cui tale master verrà utilizzato. Verrà adottato un nuovo master video a partire dall’edizione in VHS del Febbraio 1991. Qui di seguito abbiamo un confronto tra i due master video. La versione del 1991 è meno zoomata, con una colorazione più fedele a quella originale.

Il doppiaggio integrale del film riapparve soltanto con l’edizione in DVD del 2004, quando la Disney lo ripropose grazie al contributo di Nunziante Valoroso.

 Al termine della VHS abbiamo una pubblicità sui fumetti Disney reperibili nelle edicole del 1988, con protagonista “Topolino“.

Cercando su eBay,  abbiamo reperito la foto della copertina del volume mostrato nello spot. Eccola qua:

Questo era l’album di figurine allegato al fumetto.

Vi segnaliamo che il film, in questa VHS, dura circa 93 minuti al contrario di quanto indicato in copertina (98 minuti).

INSERTI

Nelle prime stampe della VHS vi era un inserto per la prova d’acquisto, con un disegno del castello Disney ben in vista. Ringraziamo Fabrizio Damiano per l’immagine!
Il logo col castello era impresso su un adesivo appicxicato sopra il cellophane della videocassetta, quando era ancora nuova e imballata. All’interno della nuvoletta, al posto di “favoloso”, era inserito il prezzo della VHS (£ 39.000).

Storia della VHS:

LA DISTRIBUZIONE

Dopo due edizioni per il noleggio, “Pomi d’ottone e manici di scopa” ritornò in VHS nel Novembre 1988  disponibile per la prima volta in un’edizione “SOLO PER LA VENDITA”. In quell’occasione questa e poche altre videocassette vennero rilasciate per la vendita al prezzo di £ 39.000. Cifra bassissima, se considerate che un mese prima la VHS de “La Bella addormentata nel bosco” era in vendita a prezzo di £ 99.000. La VHS rimase in catalogo dal 1° Novembre 1988 al 28 Febbraio 1989. Fu possibile, comunque, trovarla nei negozi per più tempo, poiché la Disney come di consueto ne produsse un buon numero di copie. Siamo comunque molto lontani dal volume di esemplari che avrebbe prodotto per ogni titolo a partire dagli anni ’90. Diciamo che questo fu una sorta di “esperimento” per la Disney Italia.

Parte delle informazioni le abbiamo ricavate dalla seguente pagina della rivista “Topolino“, che ci ha inviato @disney.dream83 . Se l’autore della scansione originale la riconoscesse può contattarci tramite i nostri social, indicati nella sezione “Contatti“. Lo accrediteremo con piacere!

LE NOVITÀ

Questa videocassetta, assieme alle altre distribuite in contemporanea, apportò alcune novità:

  • Il logo “WD” al posto del logo “CWD”;
  • È una delle prime VHS distribuite SOLO PER LA VENDITA;
  • È uno dei primissmi titoli ad utilizzare un box di plastica rigida;
  • L’ologramma argentato appare in copertina. Se avete in collezione edizioni precedenti alla metà del 1988 con l’ologramma in copertina, vuol dire che sono delle ristampe;
  • Il prezzo di  £ 39.000 (le precedenti VHS di film erano molto più costose).

Occhio…alla ristampa!

Esistono tre diverse stampe della VHS. Le primissime avevano l’etichetta impressa sulla VHS con lo sticker di “Topolino apprendista stregone” (Versione 1987) e lo sportello della videocassetta era grigio. Sul suo guscio era impresso il logo BASF.

Foto presa da eBay.

Poco dopo l’etichetta venne aggiornata e sostituita con quella con il disegno “classico” di Topolino. Nelle ultimissime stampe prodotte lo sportello sopra la VHS divenne nero e il logo BASF svanì.

 Nel retro della copertina la data  riportata è Giugno 1983. La Walt Disney, infatti, quando rilasciava una nuova edizione di un titolo già distribuito in VHS manteneva sempre in copertina la data della sua prima edizione in assoluto. Questa abitudine cessò nel 1992. Tuttavia, nelle ristampe dei titoli rilasciati prima del 1992 la data non veniva comunque mai aggiornata.

Il box della VHS era completamente rigido ma in alcune delle prime stampe la costa era leggermente tondeggiante.

Occhio…all’edizione noleggio!

Esiste un’edizione per il noleggio del 1985 con la stessa immagine usata per la copertina.

Vi lasciamo con questo video, in cui potete ammirare la collezione di “Pomi d’ottone e manici di scopa” appartenente all’esperto di doppiaggi d’epoca Marco Zaffuto.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


POMI D’OTTONE E MANICI DI SCOPA – VHS 1991 (1983)

“Pomi d’ottone e manici di scopa” 

(Bedknobs and broomsticks)

VHS FEBBRAIO 1991

“Pomi d’ottone e manici di scopa” è un lungometraggio in tecnica mista prodotto dalla Walt Disney nel 1971, diretto da Robert Stevenson e liberamente tratto dal romanzo “Pomi d’ottone e manici di scopa” (Bedknobs and broomsticks) di Mary Norton. La pellicola vede Angela Lansbury (oggi nota specialmente per il ruolo di Jessica Fletcher ne “La signora in giallo“) nei panni della protagonista Miss Price, un’apprendista strega. David Tomlinson, che aveva interpretato nel 1963 Mr Banks in “Mary Poppins“, in questa pellicola riveste il ruolo del “Professor” Emelius Browne. I tre bambini, Charlie, Carrie e Paul sono rispettivamente interpretati da Ian Weighill, Cindy O’Callaghan e Roy Snart.

Codice VHS: VS 4035
BOX: Nero Grande (logo W.D.H.V.)
Collana: Walt Disney Home Video
Distributore: Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino (1989-1991)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “Le avventure di Bianca e Bernie”, “Ducktales – La corona perduta di Gengis Khan”, “Ducktales – Il mistero del fantasma”, “Talespin”, “Pomi d’ottone e manici di scopa”, “Bianca e Bernie nella terra dei canguri” (al cinema).
Pubblicità finali: Fumetti Disney, Disney Southern California.
Intro:
Edizione: Febbraio 1991 (Giugno 1983 in copertina)
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Dopo i messaggi antipirateria, con la testa di Topolino che si muove come una macchina da scrivere, e varie pubblicità, il film ha inizio.

Sono assenti i cartelli cinematografici italiani dei titoli. Questi vennero utilizzati dalle reti Rai per le messe in onda televisive del film dagli anni ’80 fino ai primi anni 2000. Clicca qui per la scheda relativa alle trasmissioni Rai di “Pomi d’ottone e manici di scopa“. I titoli di testa, presenti in questa VHS, sono preceduti dal cartello della “Buena Vista”.

La versione proposta del film è, come nelle precedenti VHS, tagliata. Dura solamente 94 minuti (non 98, come segnalato erroneamente in copertina), contro i 112 dell’edizione cinematografica Italiana del 1971. La versione ridotta arrivò per la prima volta nei cinema Italiani nel 1981 ed è stata utilizzata per tutte le videocassette made in Italy e per le trasmissioni TV (eccetto quelle sul canale Rai Movie).

Quali sono i principali tagli fatti alle scene del film?

  • Mancano le canzoni “L’età del non mi cucchi“, “Eglantine“, “The old home guard” (di quest’ultima c’è solo la ripresa finale);
  • Le scene di “Portobello Road“, della partita di calcio e “Supercallimagic-extramotus” sono accorciate;
  • La dematerializzazione della stella di Astoroth quando i protagonisti ritornano dall’isola di Naboombu;
  • Le scene finali nelle quali viene mostrato il professor Emelius Browne arruolarsi nell’esercito.

A differenza delle altre edizioni, si possono vedere che scorrono i crediti finali del cast del film, con la canzone “The old home guard” in sottofondo. Nelle precedenti VHS dall’ultima scena si passava direttamente al cartello “The end“.

Il master video del film è diverso da quello delle precedenti edizioni vendita e noleggio. I colori sono leggermente più freddi, il master è più “pulito” e decisamente meno zoomato rispetto a quello delle altre edizioni.

 Al termine della VHS abbiamo una pubblicità sui fumetti Disney reperibili nelle edicole del 1991.

Per gli abbonati a “Topolino” veniva offerto un fantastico regalo: una VHS, “Paperino e la sua banda”!Questa VHS venne offerta in premio anche negli anni successivi.

Dopodiché abbiamo un’ultima pubblicità, quella di Disneyland Southern California.

CATALOGHI & PUBBLICITÀ

All’interno della custodia venivano inseriti un catalogo con le VHS disponibili nella primavera del 1991 e una cartolina per la prova d’acquisto. Ecco qua il catalogo!

Storia della VHS:

Quando nel 1991 la Disney diede il via libera per una nuova edizione in VHS del film, la sede Italiana ebbe un problema: le fu mandato il video integrale (così come era al cinema nel 1971), ma l’audio che aveva tra le mani era ancora quello accorciato. Decise quindi di tagliare il master video per adattarlo alla durata dell’audio. Nel 1983 invece, con la distribuzione della prima VHS, si era verificata la situazione opposta: la Walt Disney aveva l’audio integrale Italiano e il video mutilato, tratto dalla riedizione cinematografica Italiana del 1981. Quella volta a farne le spese fu la traccia audio. Le VHS stampate fino al 1989 utilizzano tutte questa versione del film. Il doppiaggio integrale del film tornò soltanto nel 2004, quando la Disney lo rispolverò grazie al contributo di Nunziante Valoroso, che fornì alla Walt Disney Italia l’audio integrale del film preso da un vecchio 16mm del 1972.

Così, dopo due edizioni per il noleggio e una da vendita, “Pomi d’ottone e manici di scopa” ritornò in VHS nel Febbraio 1991. Nel retro della copertina la data segnalata è Giugno 1983. La Walt Disney, infatti, quando distribuiva una nuova edizione di un titolo già rilasciato in VHS manteneva sempre in copertina la data della prima edizione in assoluto del film. Questa abitudine cessò nel 1992. Tuttavia nelle ristampe dei titoli rilasciati prima del 1992 la data non veniva comunque mai aggiornata. Dunque potete avere una VHS di questo film con scritto in copertina 1983, quando in realtà la VHS potrebbe essere addirittura del 1997! Come riconoscere la prima stampa di questa edizione dalla ristampe? Seguiteci nel prossimo paragrafo!

Occhio…alla ristampa!

La forte differenza di colore è dovuta al fatto che la prima stampa è stata scansionata, le altre sono semplici foto.

La VHS del 1991 di “Pomi d’ottone e manici di scopa” rimase in catalogo fino a Luglio 1997.

LE RISTAMPE DEL 1992-1993

Quando venne ristampata, la videocassetta subì delle modifiche nella copertina e nel contenuto. Nelle ristampe del 1992 l’ologramma argentato da sotto il logo Walt Disney Home Video slittò sopra il riquadro con il volto di Miss Price. Le altre modifiche intervenute nelle ristampe del 1992 furono le seguenti:

  • Nel retro della copertina la distribuzione segnalata passò da “Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano” a “Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano”;
  • L’etichetta passò da quella col disegno “Classico” di Topolino a quella con Topolino “Apprendista stregone” (Versione 1992 – 1995);
  • Le pubblicità prima e dopo il film vennero rimosse;
  • I messaggi antipirateria con la testa di Topolino che scorre furono sostituiti con quelli col castello marchiato “Buena Vista Home Video”;
  • Fu inserito impresso all’interno della custodia il logo “Buena Vista Home Video”,  anziché “Walt Disney Home Video”;

Le ristampe della primavera del 1993 si differenziavano da quelle del 1992 per l’ologramma. Esse infatti utilizzavano la versione dell’ologramma con al cinepresa più piccola, utilizzata a partire dalla VHS dell’Aprile 1993 di “Basil l’investigatopo“.

DOPO IL 1994

 Le ristampe prodotte tra il 1994 e il 1995 erano complessivamente uguali a quelle del 1992-93. Le uniche differenze consistevano nella sostituzione da copertina, custodia e nastro dei riferimenti alla “Buena Vista Home Video” con quelli della “Buena Vista Home Entertainment”, con sede in Via Sandri 1 a Milano. L’ologramma con Topolino “Apprendista stregone” rimpiazzò quello con la cinepresa.

DAL 1996…

Le ristampe del 1996-97 videro la sola modifica dello sticker sulla VHS, ora marchiato “Disney Video” anziché “Walt Disney Home Video”. Nelle ristampe del 1996 il riquadro del logo “Disney Video” con la testa di Topolino ha lo sfondo bianco, in quelle del 1997 lo sfondo è verde. Nelle ristampe successive a Marzo 1997 l’ologramma argentato utilizzato è sempre quello con l'”Apprendista stregone”, ma nella versione più moderna.

Si ringrazia Nunziante Valoroso per aver diffuso le informazioni inerenti ai tagli del film.

Vi lasciamo con questo video, in cui potete ammirare la collezione di “Pomi d’ottone e manici di scopa” appartenente all’esperto di doppiaggi d’epoca Marco Zaffuto.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


NEL FANTASTICO MONDO DI OZ – VHS 1988 (1986)

“Nel fantastico mondo di Oz” 

(Return to Oz)

Codice VHS: VS 4122
BOX: Nero Grande (logo W.D.H.V.)
Collana: Walt Disney Home Video
Distributore: Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino Apprendista stregone (1986-1988)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: Assenti
Pubblicità finali: Fumetti Topolino
Intro:
Edizione: Novembre 1988 (Aprile 1986 in copertina)
Versione: Vendita
Macrovision

 

Descrizione Nastro:

“Nel fantastico mondo di Oz” è un lungometraggio live action prodotto dalla Walt Disney nel 1985, diretto da Walter Murch e basato sul “Mondo di Oz” creato dallo scrittore statunitense Lyman Frank Baum. Il film rappresenta una sorta di sequel non ufficiale del film “Il mago di Oz” (The Wizard of Oz) prodotto dalla MGM nel 1939. Il nastro comincia coi messaggi antipirateria (Versione con la testa di Topolino che scorre come una macchina da scrivere) e l’intro della Walt Disney Home Video, dopodiché si passa al film. Il master video del film è completamente con le scritte in Inglese. Non vi è alcuna traccia dei cartelli cinematografici Italiani del film. L’immagine è stata zoomata e schiacciata per adattarla al formato 4:3. Ciò ha causato una perdita di dettagli ai lati sinistro e desto del film. Questo confronto vi mostra ciò che vediamo nella VHS e quello che è andato perduto. L’immagine “integrale” è catturata dall’edizione in DVD.

Questa fu una delle primissime VHS ad avere durante il film, ai lati dell’immagine, il logo “WD” anziché il logo “CWD”. In queste prime videocassette, al contrario di quelle prodotte successivamente, il logo “WD” restava per tutta la durata del programma (titoli di testa e coda esclusi). Inoltre esso non era statico, ma cambiava l’angolo dello schermo a intervalli regolari.

Al termine di “Nel meraviglioso mondo di Oz” c’è un simpatico spot pubblicitario, tutto Italiano, che sponsorizza il fumetto “Topolino“. Il nostro eroe si reca presso un’edicola e ci mostra uno dei suoi più recenti volumi… o almeno, così era quando è stato creato questo Spot!

Siamo riusciti a recuperare, cercando su eBay, l’immagine della copertina del volume mostrato. Eccola qua:

Sempre su eBay, abbiamo recuperato anche un’immagine dell’album di figurine allegato al fumetto.

Tornando al film, soffermiamoci brevemente sul doppiaggio, affidato al Gruppo 30. Riconoscete la voce di Dorothy (Fairuza Balk)? Si tratta di Giuppy Izzo, che l’anno dopo l’uscita del film ridoppierà Wendy nel Classico Disney “Le avventure di Peter Pan“. Fabrizio Vidale e Gabriella Genta (Red e la signora Tweed nel Classico “Red e Toby – Nemiciamici”) doppiano rispettivamente Jack e la principessa Mombi/Signora Wilson (Jean Marsh). Georgia Lepore, doppiatrice e interprete di numerose sigle dei cartoni animati ( come “Mimì e la nazionale di pallavolo“) presta la voce a Ozma (Emma Ridley). Per un maggior approfondimento sul doppiaggio del film vi consiglio di consultare la scheda presente sul sito “Il mondo dei doppiatori”.

Storia della VHS:

Nel Novembre 1988, due anni e mezzo dopo il rilascio dell’edizione per il noleggio, “Nel meraviglioso mondo di Oz” venne distribuito in VHS per la vendita al prezzo di £ 39.000. Una cifra bassissima, se considerate che un mese prima la VHS de “La Bella addormentata nel bosco” era in vendita a £ 99.000. La videocassetta rimase in catalogo dal 1° Novembre 1988 al 28 Febbraio 1989. Tuttavia, visto che come sappiamo la Disney produceva numerose copie dei suoi titoli, la videocassetta fu reperibile nei negozi per decisamente più tempo. Queste informazioni le abbiamo ricavate dalla seguente pagina della rivista “Topolino“, che ci ha mandato @disney.dream83 . Se l’autore della scansione originale la riconoscesse può contattarci tramite i nostri social, indicati nella sezione “Contatti“. Lo accrediteremo con piacere!

Le novità che la VHS apportò, assieme alle altre rilasciate in quel periodo, furono le seguenti:

  • Il logo “WD” al posto del logo “CWD”;
  • È una delle prime VHS distribuite SOLO PER LA VENDITA;
  • È tra i primi titoli ad utilizzare un box di plastica rigida;
  • L’ologramma argentato in copertina. Se trovaste edizioni precedenti alla metà del 1988 con l’ologramma in copertina, allora significherà che siete di fronte a ristampe;
  • Il prezzo di  £ 39.000 (le precedenti VHS di film erano decisamente più costose).

Occhio…all’edizione noleggio!

RINGRAZIO GIUSEPPE F. PER LA COPERTINA

La precedente edizione per il noleggio ha una copertina molto simile (quasi identica) all’edizione da vendita recensita in questa scheda. Ecco alcuni accorgimenti per riconoscerla:

  • Sul fronte della copertina il logo Walt Disney Home Video è di colore giallo, nella versione da vendita è rosso;
  • Sempre sul fronte della cover, è presente un adesivo dorato con scritto “Stereo VHS hi-fi”;
  • Il logo Walt Disney Home Video ha un font più grande sulla costa della copertina;
  • È assente l’ologramma argentato;
  • Nel retro della copertina non vi è la frase “Solo per la vendita – Vietato il noleggio”.

Se non trovaste la VHS…

…c’è sempre il DVD distribuito dalla Walt Disney nel 2014 all’interno della collana “Walt Disney Family Classics”. Lo potrete trovare nei migliori store fisici e on line!

 

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.