Tag Archives: walt disney

I RACCONTI DELLO ZIO TOM – RAI

“I Racconti dello Zio Tom”

(Song of the South)

“I racconti dello zio Tom” è un lungometraggio in tecnica mista prodotto dalla Walt Disney nel 1946, diretto da Harve Foster e Wilfred Jackson e tratto da “Le Storie dello zio Remo” (Uncle Remus Stories) di Joel Chandler Harris. La pellicola vanta la presenza di Bobby Driscoll (Johnny), Luana Patten (Jinni) e James Baskett nei panni dello Zio Tom.

LA PRIMA TV

In Italia il film venne doppiato due volte: la prima volta nel 1950, la seconda nel 1973. Ed è proprio questo secondo doppiaggio che la Rai ha trasmesso. Questo doppiaggio si trova anche in tutte le videocassette italiane del film distribuite dalla Disney. La Rai mandò in onda il film per la prima volta il 22 Marzo 1986. La trasmissione Rai è molto interessante per i collezionisti ed appassionati Disney. L’emittente utilizzava un master del film con i cartelli cinematografici dell’edizione Italiana del 1973. In quell’occasione il titolo del film passò dal semplice “I racconti dello Zio Tom” a “Fratel Coniglietto Compare Orso Comare volpe ne I racconti dello Zio Tom“.

 

 

 

Il master utilizzato dalla Rai non è dunque lo stesso delle VHS anni ’80 per il noleggio, che ritroveremo anche nella VHS per la vendita del Settembre 1991. La trasmissione TV utilizza un video coi colori meno vivaci rispetto a quelli delle videocassette originali.

GLI ANNI DUEMILA

Le trasmissioni degli anni 2000 cambiarono le cose. A partire dalla versione mandata in onda da Disney Channel, riproposta successivamente anche dalla Rai, il cartello del titolo venne rifatto. Questa volta era molto più fedele all’edizione originale. 

Il master della trasmissione questa volta era lo stesso utilizzato per le VHS Italiane. Dal 2007 “I racconti dello Zio Tom” è assente sui nostri teleschermi. Speriamo vivamente in un suo ritorno.

Si ringraziano Giuseppe F., per le immagini dalla PRIMA TV, e Nunziante Valoroso, per le delucidazioni che mi ha dato in merito ai cartelli italiani.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


MARY POPPINS – DVD WARNER

“Mary Poppins”
(Mary Poppins) 

Edizione DVD Warner 

SI RINGRAZIANO ANGELO SERFILIPPI, LUCA FINOCCHIARO E ALBERTO D’URSO PER LE IMMAGINI CHE VEDETE IN QUESTA SCHEDA.

Codice DVD: Z8/34550
BOX: Nero
Slipcase: No
Collana: (Versione DVD, 1999-2001)
Distributore: Warner Home Video
Adesivo SIAE: Rosso
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1997-2000)
Numero di dischi: 1
Aspect ratio: 1.85:1 (4:3)
Lingue: Dolby Digital 5.1: Inglese, Dolby Surround: Francese, Italiano, Olandese.
Sottotitoli: Inglese; Olandese; Inglese per non udenti.
Contenuti Speciali: Assenti
Edizione: 1999
Tipologia: Vendita
Macrovision

Descrizione contenuto:

Signori e signori, questa è in assoluto la prima edizione in DVD della stupenda “Mary Poppins“, la magica tata interpretata da Julie Andrews, accompagnata nelle sue avventure dal tuttofare Bert (Dick Van Dyke), vincitrice di ben 5 PREMI OSCAR! L’edizione DVD Warner propose per la prima volta la versione “Widescreen” del musical “Mary Poppins”. Per “Widescreen” si intende una versione con l’immagine integrale, senza che venisse zoomata come accadeva con le videocassette.

Tuttavia, il DVD è in 4:3 poiché è uscito in un’epoca in cui prevalevano le televisioni in tale formato. Di conseguenza l’immagine è stata “schiacciata”. Il master video di partenza è lo stesso che è stato utilizzato per la videocassetta Italiana del Febbraio 1999. L’unica differenza è che la VHS ha i cartelli italiani del film, il DVD no.

Analizziamo ora i Menu del DVD! Il menu principale ha la bellissima immagine che è stata utilizzata in Italia per la VHS del Febbraio 1999…e che verrà riadoperata nel 2001 per l’edizione DVD della Buena Vista!

Come potete vedere non vi sono “Contenuti speciali” nel disco. C’è però la possibilità di incominciare la visione del film da una moltitudine di scene, grazie al menu Chapter Selection.

Analizziamo ora la sezione Set Up, dove si possono cambiare le lingue audio e dei sottotitoli.

Rispetto agli altri DVD Warner il disco ospita poche lingue audio, vale a dire Inglese, Italiano, Olandese e Francese. Ciò può essere dovuto al fatto che è un film che occupa molto spazio su disco a causa della sua lunga durata e quindi l’inserimento di ulteriori lingue audio, per l’epoca, avrebbe comportato un’eccessiva compressione della qualità. Con i mezzi dell’epoca la Disney non riuscì a far stare il film tutto su un lato:  per proseguire la visione del film bisognava togliere il DVD dal lettore e reinserirlo girato dall’altro lato.

Nella custodia possiamo trovare il foglietto dei capitoli. Il disco era completamente senza serigrafia. Il titolo del film era stampato vicino al foro del DVD.

Si ringrazia Alberto D’Urso per averci scattato la foto!

Storia del DVD:

Questo DVD fu rilasciato nel 1999 dallaWarner Home Video“, che in quell’occasione si occupò di distribuire vari DVD Disney in Italia. Questa prima serie DVD conteneva gli stessi master video di partenza delle (all’epoca) ultime edizioni in videocassetta. Nel 2001 la “Buena Vista Home Entertainment” si occupò in prima persona di distribuire i Classici, creando nuove edizioni di quelli precedentemente distribuiti dalla “Warner Home Video” (talvolta utilizzando copertine quasi identiche). Nel caso di “Mary Poppins, la prima edizione in DVD della “Buena Vista” utilizzò una copertina completamente diversa dell’edizione Warner, ovvero la stessa dell’ultima VHS del 1999. Per il resto, il disco era esattamente identico.

La prima edizione DVD della “Buena Vista”.

CURIOSITÁ: Nel 1997 venne annunciata su vari cataloghi una VHS di “Mary Poppins con la stessa copertina che verrà utilizzata nel 1999 per il DVD Warner. Tuttavia, questa VHS non verrà mai distribuita.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


ALADDIN – BLU-RAY 2013

Aladdin

(Aladdin)

Codice Blu-Ray: BIY 0371202Z3B
BOX: “Spigoloso”
Slipcase: No
E-Copy: No
Logo “Disney Magic and More”: No
Numero di dischi: 1
Aspect ratio: 1.85:1 (16×9)
Lingue: DTS 5.1: Italiano; DTS-HDMA 5.1: Inglese; DTS-HDHR 5.1: Tedesco; Dolby Digital: Ungherese, Romeno, Spagnolo, Turco.
Sottotitoli: Italiano, Inglese; Inglese per non udenti; Tedesco;  Ungherese; Romeno; Spagnolo; Turco.
Contenuti Speciali: Presenti
Distributore: Walt Disney  Studios Home Entertainment – Via Ferrante Aporti 6/8, Milano
Stampa su disco: No
Edizione: Ottobre 2013
Tipologia: Vendita

Descrizione Contenuto:

Il Blu-Ray del Classico Disney “Aladdin” arrivò in Italia il 23 Ottobre 2013, due anni prima del rilascio dell’edizione “Diamond Edition” Americana. Il restauro del film è molto buono, e va ad accentuare i colori e i contrasti. La canzone iniziale, “Notti d’oriente“, è proposta nella sua versione censurata (l’originale fu reputata offensiva verso il popolo arabo) così come nell’Edizione Speciale uscita in DVD nel 2004. L’unico modo per averla senza censure è recuperare la prima edizione in VHS dell’Ottobre 1994. La copertina del Blu-Ray la riconoscente? La locandina è la stessa utilizza per la prima videocassetta! I colori sono semplicemente stati modificati, aumentando il blu. Tornando al film, in comune con l’edizione del 2004 abbiamo anche la canzone Il mondo è mio“, cantata nei titoli di coda da Anna Tatangelo e Gigi d’Alessio. Al cinema e nella prima cassetta questa canzone era in Inglese. Il Blu-Ray presenta vari contenuti speciali come “Il making of del film”, le scene eliminate e il commento audio dei realizzatori del film. Purtroppo il disco non ha nessuna serigrafia.

Occhio…alla ristampa!

Esistono due stampe del film, uguali in tutto e per tutto eccetto per un dettaglio: il codice. Nella prima stampa il codice del Blu-Ray, stampato sulla costina e nel retro sella fascetta, conteneva la sigla “Z3B“. È una rara eccezione, visto che solitamente le prime stampe iniziavano col codice “Z3A”.

Pochissimo tempo dopo, nel 2014, il Blu Ray venne ristampato. Questa volta il codice cominciava con la sigla “Z3C“. Ad oggi le prime stampe di questo titolo, col codice “Z3B”, sono piuttosto rare da trovare.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


“CINDERELLA’S SURPRISE DRESS” – SUPER 8

“IL VESTITO DI CENERENTOLA”

(Cinderella’s surprise dress)

Mi scuso per la qualità delle immagini, ma vengono da un vecchio “riversamento” (in realtà si limitarono a riprendere la pellicola proiettata su una parente) che commissionai a un fotografo molti anni fa. Come vedete il lavoro è stato svolto tutt’altro che a regola d’arte. Pensate che me lo fece pure pagare parecchio!

Il vestito di Cenerentola” è un super 8 (pellicola 8mm) contenente una piccola parte del Classico Disney “Cenerentola“. Esso venne distribuito ufficialmente dalla “Cinecasa” (di proprietà della Disney) a partire dagli anni ’70. Inizialmente la bobina era contenuta in una confezione cartonata. In un secondo momento venne distribuito anche in una confezione di plastica.

La ristampa col box in plastica. Foto da eBay.

Dalle immagini potete notare che il titolo sul fronte della confezione venne lasciato in inglese.

Il filmato ha inizio con la consegna dell’invito per il ballo alla matrigna e termina nella scena dove Cenerentola riceve l’abito dai topolini.

Parlando di doppiaggio, in questa pellicola è presente il secondo doppiaggio italiano del film, realizzato nel 1967. Così come in tutte le VHS, DVD e Blu Ray originali.

Bisogna ricordare che fu distribuita anche una versione “muta di questo filmato. In quel caso il video era accompagnato con alcuni sintetici sottotitoli (che spesso non corrispondevano con quanto veniva detto nel nostro doppiaggio). Nella custodia la scritta “Sonoro” veniva coperta con un pennarello nero.

La pellicola si chiude con un cartello “The end” marchiato Disney.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



I RACCONTI DELLO ZIO TOM – VHS SETTEMBRE 1991 (1984)

“I racconti dello Zio Tom” 

(Song of the south)

“I racconti dello zio Tom” è un lungometraggio in tecnica mista prodotto dalla Walt Disney nel 1946, diretto da Harve Foster e Wilfred Jackson e tratto da “Le Storie dello zio Remo” (Uncle Remus Stories) di Joel Chandler Harris. La pellicola vanta la presenza di Bobby Driscoll (Johnny), Luana Patten (Jinni) e James Baskett nei panni dello Zio Tom.

Codice VHS: VS 4341
BOX: Nero Grande (logo W.D.H.V.)
Collana: Disney
Distributore: Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino (1989-1991)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “La Sirenetta”, “Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi”, “Talespin – A tutto Baloo”, “Talespin – Fantasmi e furfanti”, “Ducktales – I vichinghi all’opera”, “Cip e Ciop Agenti Speciali – Mostri e gioielli”.
Intro:
Edizione: Settembre 1991 (Gennaio 1984 in copertina)
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Questa VHS “I racconti dello Zio Tom“,  così come le precedenti, contiene il secondo doppiaggio italiano del film, inciso nel 1973. Il primo doppiaggio risulta aimè perduto. Lydia Simoneschi (voce delle fate Smemorina e Flora), che nel primo doppiaggio prestava la voce a Sally (Ruth Warrick), è presente anche nel ridoppiaggio dove doppia la nonna del protagonista (Lucile Watson), precedentemente doppiata da Tina Lattanzi (voce di Malefica e della Regina di cuori di Alice).

Dopo i messaggi antipirateria, con la testa di Topolino che si muove come una macchina da scrivere, e varie pubblicità, il film ha inizio. I cartelli italiani dei titoli non sono presenti. Tuttavia, vennero utilizzati dalla Rai in più di un’occasione per le sue trasmissioni televisive. Clicca qui per la scheda relativa alle trasmissioni Rai de “I racconti dello Zio Tom“.

Storia della VHS:

Dopo ben tre edizioni per il noleggio (rispettivamente nel 1984, 1985 e 1989), “I racconti dello Zio Tom” esce per la prima volta in VHS esclusivamente per la vendita nel Settembre 1991. Ricordiamo che in copertina è indicato come anno il 1984, ma i realtà la VHS è del 1991, come già detto. La Disney, fino al 1992, non aggiornava mai le date in copertina e lasciava quella relativa alla prima edizione in VHS del titolo. La prima videocassetta per il noleggio di questo film risale proprio al 1984.

Il master video utilizzato è uguale alle precedenti edizioni. La videocassetta rimarrà in catalogo fino all’estate del 1997, quando verrà sostituita da una nuova edizione.

Le prime stampe della videocassetta erano accompagnate da una busta inserita nel box.

La prima stampa completa di busta. Foto presa da eBay.

Nella busta erano contenuti un catalogo e una cartolina per la “prova d’acquisto”.

Il catalogo contenuto nella busta.

NON ACQUISTATE QUESTA VHS A PREZZI ELEVATI.

Il film è inedito in DVD, ma sono state prodotte molte copie in VHS poiché il film è rimasto in catalogo per tantissimi anni. Dunque non è affatto una rarità da avere in VHS e il suo valore non è elevato.

Occhio…alla ristampa!

Confronto tra la prima stampa del 1991 e una ristampa del 1995.

Poiché è rimasta in catalogo per ben sei anni, sono state prodotte molte ristampe di questa VHS. Le prime modifiche apparirono già pochi mesi dopo il suo rilascio. A inizio 1992 l‘ologramma argentato, che nelle primissime stampe è in alto sul dorso nella copertina, venne spostato subito sopra la faccia di Fratel Coniglietto. Le bobine della VHS, di tipo grosso nella prima stampa – come nella foto della prima stampa completa di busta postata più sopra -, vennero  rimpiazzate da quelle più piccole, utilizzate dalla maggior parte delle videocassette anni ’90. Il box marchiato “Walt Disney Home Video” lasciò spazio a quello dellaBuena Vista Home Video“. Per saperne di più sui box Disney, clicca qua!

Alla fine del 1992 “Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano, indicato sul retro della copertina, venne sostituito con “Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano“, come accaduto per molte altre ristampe di quel periodo. Vennero inoltre ridisegnati il prato e la recinzione e alcuni elementi della fascetta risultano essere spostati rispetto alla loro posizione originaria. Cambia anche il logo UNIVIDEO, che dalla versione piccola passa a quella più grande tipica delle videocassette del 1992-1994. L’etichetta sulla VHS passò dalla versione con “Topolino” (1989-1991) a quella con “Topolino apprendista stregone” (1992-1995). Per saperne di più sulle etichette delle VHS Disney, clicca qua! . Furono poi eliminate tutte le pubblicità prima del film e sostituiti i messaggi antipirateria con la versione col castello marchiato “Buena Vista Home Video“. Queste ristampe aggiungono prima del film il messaggio antipirateria “È un vero Walt Disney” della VHS di “Cenerentola“. Clicca qui per saperne di più su “È un vero Walt Disney. Ci sono ristampe del 1992-1993 che per errore mantengono la copertina con i vecchi dati, mentre il contenuto è quello aggiornato.

DOPO IL 1994…

I messaggi antipirateria nelle ristampe. A sinistra le ristampe prodotte tra la fine del 1992 e l’inizio del 1994. A destra le ristampe prodotte tra la fine del 1994 e l’estate del 1997.

Nelle ristampe successive al 1994 il contenuto del nastro rimane sostanzialmente invariato a quello della precedente ristampa fatta eccezione per i messaggi antipirateria, ora marchiati “Buena Vista Home Entertainment“, così come il box della videocassetta. In copertina Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano” diventa “Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano. Altre modifiche a livello di grafica e impaginazione sono presenti nel retro della fascetta (specialmente nella parte inferiore). L'”Ologramma argentato” è quello con “Topolino Apprendista stregone. Per saperne di più sull'”Ologramma argentatoclicca qua! Dalla fine del 1996 furono applicate sulle VHS etichette marchiate “Disney Video“.

La variazione delle etichette negli anni. La seconda foto proviene da eBay, la terza dalla collezione di “Gheppino”.

Si ringrazia Luca Finocchiaro per la scansione della copertina e Lorenzo Andreaggi per averci aiutato a confermare alcune ipotesi sulle ristampe!

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


CARTELLI ITALIANI DI “CENERENTOLA”

I cartelli italiani di “Cenerentola” furono creati nel 1950 e nel corso degli anni sono rimasti sostanzialmente immutati, fatta eccezione per due elementi:

  • La rimozione dei riferimenti alla RKO, distributrice del film nel 1950;
  • La sostituzione nel 1967 del cartello relativo al doppiaggio, poiché in quell’anno il film venne ridoppiato. Nella nuova versione si vede in fatti che tale nuovo cartello appare in modo brusco, rispetto agli altri che erano intervallati da transazioni graduali.

La nuova edizione di “Cenerentola” venne distribuita nei cinema Italiani durante il mese Dicembre 1967 dalla Rank Film. Il cartello Rank apparirà anche nella videocassetta del 1992.

Venne realizzata una versione Italiana anche del libro della fiaba che viene inquadrato all’inizio del film!

Sin dalla distribuzione cinematografica del 1950 venne tradotto il “Proclama reale“. Per un errore è stata esclusa la variante Italiana dalle videocassette del 1992 e del 2005, mentre è stato inserito nella VHS del 1998.

La VHS del 1998 rimuove il cartello della Rank Film e recupera una parte di commento musicale iniziale, tagliata nella precedente videocassetta. Inoltre i titoli di testa terminano un po’ prima rispetto a quelli della VHS del 1992, e anche la velocità di apertura del libro è differente.

Eccovi invece le scene col libro in chiusura.


Nella prima edizione in VHS tra il libro – al termine del film –  e il cartello “Fine” non vi è una dissolvenza graduale, che è invece presente nella videocassetta del 1998.

Nel video qua sotto potete ammirare i cartelli Italiani del film, presi da entrambe le VHS. Nella VHS del Novembre 2005 i cartelli erano esattamente gli stessi dell’edizione del 1998.

Va infine ricordato che i cartelli dei titoli italiani di “Cenerentola” sono molto diversi nei colori rispetto a quelli americani. Gli stessi fondali utilizzati in italia sono stati utilizzati anche in altri paesi, come la Francia.

Vi lasciamo con un video che compara i cartelli italiani con quelli originali.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


CARTELLI ITALIANI DI “BIANCANEVE E I SETTE NANI”

Quello de i cartelli Italiani del primo Classico di Walt Disney, “Biancaneve e i sette nani“, è un argomento estremamente affascinante.

In questo video potete ammirare tutti i cartelli Italiani presenti nelle nostre VHS originali e nel primo DVD dell’Ottobre 2001.

Ci sono tre versioni dei titoli di testa italiani:
1) La prima volta vennero creati nel 1938, quando il film arrivò in Italia distribuito dalla RKO. La loro realizzazione fu affidata agli Stati Uniti e ciò ha portato alla presenza di alcuni errori (come la parola “Esequita” al posto di eseguita). Questa versione, ricostruita unendo il video di una videocassetta pirata con una vecchia pellicola 16mm, la potete trovare sul canale You Tube di Federico, “passoridotto“.

2)Quando la distribuzione del film, dopo gli anni ’50, non fu più in mano alla RKO, i cartelli dei titoli di testa e coda vennero modificati. Questa versione è presente in numerose videocassette non ufficiali. Tra queste ricordiamo quelle distribuite dall’Eclecta Video.

3)La terza e ultima versione dei titoli di testa fu realizzata negli anni ’70 e la troviamo nelle VHS originali distribuite dalla Buena Vista. È identica alla precedente ma vede la rimozione del cartello relativo al vecchio doppiaggio, eseguito a Cinecittà, poiché nel 1972 ne venne eseguito uno nuovo. Ciò ha portato all’aggiunta di ulteriori cartelli alla fine del film, coi dati relativi al nuovo doppiaggio.

Le videocassette italiane originali, a partire dalla prima edizione del 1994, contenevano i titoli di testa e coda presi dalla versione cinematografica del 1972. Il resto dei cartelli proveniva invece dalla versione italiana del 1938, fatta eccezione per i libri, lasciati in Inglese. Gli stessi cartelli delle VHS sono disponibili nella prima edizione in DVD del 2001.

I cartelli dei libri in italiano, e quello relativo al vecchio doppiaggio, sono comunque facilmente reperibili in videocassette non ufficiali.


Se foste interessati potete recuperarli con la già citata videocassetta distribuita dall’Eclecta Video.

Ma non sono solo i titoli di testa e coda a variare. Negli anni mutarono anche i cartelli che appaiono nella scena successiva alla morte di Biancaneve.

Nel 1938 c’erano dei cartelli con fondini animati. Questi sono presenti in tutte le edizioni VHS ufficiali e nel primo DVD.

Al centro abbiamo una versione proveniente da un telecinema ricavato dalla riedizione cinematografica del 1980. In questa versione si sono perse le animazioni dei cartelli.

La terza versione viene dalla VHS Eclecta, che a sua volta è un riversaggio della riedizione cinematografica del 1987. Anche in questa versione i fondini non hanno animazione.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


IL RE LEONE – VHS OTTOBRE 1995


“Il Re Leone”

(The Lion King)

Si ringrazia C. S. per i fotogrammi.

Codice VHS: VS 4536
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.E.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1993-1997)
Sticker VHS: Walt Disney Home Video (1992-1995)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Pocahontas” (Videoclip “I colori del vento”), CD-ROM Disney, “Nightmare before Christmas”, Disneyland Paris (attrazione Space Mountain)
Pubblicità finali: “La carica dei 101”
“É un vero Walt Disney”: “Red e Toby – Nemiciamici”
Intro:
Edizione: Ottobre 1995
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La prima VHS italiana de “Il Re Leone“, Classico Disney campione d’incassi del 1994, rappresenta l’unico modo nel nostro paese di vedere il film in una forma più vicina all’originale. L‘immagine ha subito dei tagli ai lati per adattarla agli schermi delle TV a tubo catodico, in 4/3. Ciò ha comportato una perdita di dettagli, come si evince dalla seguente immagine.

Tuttavia il film non ha subito nessun altro tipo di rimaneggiamento, né a livello sonoro né visivo. Le successive edizioni Home Video introdussero una serie di cambiamenti. L'”Edizione Speciale” in DVD del 2003 – quanto sto per dire non riguarda la relativa VHS – ha per errore una pista audio preliminare, nella quale i doppiatori di Timon e Pumbaa sono diversi dalla versione cinematografica.  Luigi Ferraro e Renato Montanari sostituiscono Tonino Accolla ed Ernesto Brancucci . L’originale doppiaggio cinematografico italiano verrà ripristinato a partire dall’edizione in Blu Ray del 2011.

Tocchiamo un altro tasto dolente per i puristi Disney: le immagini modificate. Durante la canzone del piccolo Simba, “I just can’t wait to be king” (Voglio diventar presto un re), nei moderni restauri sono stati modificati dei fotogrammi con dei coccodrilli.

Le modifiche non si sono fermate qua. Durante la canzone d’amore tra Nala e Simba, “Can you feel the love tonight” (L‘amore è nell’aria stasera), vengono modificate le cascate sotto le quali passano i due innamorati.

Parleremo più dettagliatamente degli altri rimaneggiamenti nelle apposite schede di DVD e Blu Ray del Classico.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

Facendo un passo indietro, all’inizio e alla fine della videocassetta erano presenti degli spot pubblicitari. Eccone qua il video, prelevato direttamente dalla VHS de “Il Re Leone“!

Si ringrazia Silvia B. del canale You Tube “DisneyMagicandAnimal” per averci concesso di utilizzare il suo filmato in questa scheda.

Abbiamo detto “Spot prima e dopo il film”? Non abbiamo sbagliato! Al termine della VHS de “Il Re Leone” veniva sponsorizzata la videocassetta de “La Carica dei 101“, in uscita a Febbraio 1996.

Il cartoncino “Super Video Collection” non era incluso nella busta.

All’interno della videocassetta era inserita una busta raffigurante Simba, che racchiudeva vari depliant e cartoncini per prove d’acquisto.

Storia della VHS:

La VHS de “Il Re Leone” fu campionessa di incassi negli Stati Uniti: vennero vendute ben 30 milioni di copie. L’edizione Italiana, rilasciata il 5 Ottobre 1995, ebbe una sorte altrettanto fortunata divenendo uno dei titoli più venduti della storia. Il giorno prima dell’uscita risultavano prenotate ben 1 milione e novecentomila copie, una quantità enorme. Prenotando la videocassetta nelle videoteche veniva consegnata una bellissima litografia del film. La Disney prese severi provvedimenti contro la vendita illegale del film, contrastando con qualsiasi mezzo la pirateria del film. I pirati, comprendendo il potenziale del film, arrivarono addirittura a commissionare un doppiaggio tutto nuovo del film, quando questo non era ancora arrivato nei cinema italiani, con l’obiettivo di inserirlo in VHS contraffatte abbinate a video pirata provenienti dagli U.S.A.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE – BLACK DIAMOND (NOLEGGIO)

“Alice nel paese delle meraviglie” 

(Alice in Wonderland)

EDIZIONE BLACK DIAMOND PER IL NOLEGGIO
NOVEMBRE 1988

Codice VHS: VI 4050
BOX: Nero Grande (logo Walt Disney Home Video)
Collana: “Grandi Classici” (Black Diamond)
Distributore: Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Logo WD: Presente (CWD)
Intro:
Sticker VHS: Topolino (1989-1991)
Edizione: 1989 circa (in copertina Novembre 1984)
Versione: Noleggio
Macrovision

Ringraziamo Ulisse Verdastro per l’immagine della copertina.

Descrizione Nastro:

Questa videocassetta del Classico Disney “Alice nel Paese delle Meraviglie” contiene esattamente lo stesso master video della prima edizione del 1984. Il doppiaggio è quello italiano originale del 1951 e si rileva l’assenza dei cartelli cinematografici italiani.

Storia della VHS:

Dopo la videocassetta per il noleggio del Novembre 1984, e prima dell’edizione per la vendita del Settembre 1990, nel 1989 la Walt Disney Home Video distribuì un’altra edizione in videocassetta del Classico “Alice nel Paese delle Meraviglie“. La VHS fa parte del ciclo “Grandi Classici” (o “Black Diamond“) ed ha l’ologramma argentato con la cinepresa nel retro della fascetta. Così come la prima edizione, la videocassetta era prevalentemente destinata per il noleggio. La fascetta riprendeva le stesse immagini di quella della prima edizione. Furono sostanzialmente aggiornati i loghi Disney e lo sfondo passò da fucsia a viola.

Come sempre vi ricordiamo che queste videocassette NON VALGONO MIGLIAIA DI EURO. Gli articoli che riportano queste valutazioni sono in realtà delle fake news.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.