Tag Archives: disney

PINOCCHIO – VHS ECLECTA VIDEO

“Pinocchio”
(Pinocchio)

VHS Eclecta Video

Codice VHS: 007
BOX: Nero Piccolo
Collana: Videoteca Comica dei Fantastici 3 Superman 
Distributore: Eclecta Video – Via Airolo 36, Milano
Ologramma argentato: Sì (Prime stampe)
Pubblicità iniziali: Vengono mostrate le varie VHS prodotte dall’Eclecta Video
Edizione: Marzo 1992
Versione: Vendita

Descrizione Nastro:

Il Classico Disney “Pinocchio” è presente in questa videocassetta con lo stesso master video delle primissime videocassette ufficiali. Il film, come in quelle videocassette, è inserito col ridoppiaggio parziale del film, effettuato per la distribuzione cinematografica Italiana del Dicembre 1963 (avvenuta per mano della Rank Film). L’unica cosa che subisce variazioni in questo doppiaggio consiste nella canzone di apertura e chiusura, ricantata da Bruno Filippini. Si scelse di far reincidere la canzone poiché nel precedente doppiaggio i cori erano rimasti in Inglese.

Questo doppiaggio verrà accantonato, in favore del primo, a partire dalla videocassetta ufficiale del Marzo 1993. Come tutte le videocassette italiane di “Pinocchio“, la videocassetta dell'”Eclecta Video” è purtroppo priva dei cartelli cinematografici Italiani.

Storia della VHS:

L'”Eclecta Video” distribuì la sua videocassetta di Pinocchio all’inizio degli anni ’90. Come molti di voi sapranno – ma se non lo sapete questa è la giusta sede per apprendere – la Walt Disney aveva già distribuito Pinocchio in una VHS ufficiale, nel 1987 per il noleggio e nel 1989 per la vendita. Il master di tali VHS verrà poi inizialmente utilizzato dalla RAI per le sue trasmissioni televisive del film, avvenute a partire dal 23 Febbraio 1990. Ed è lo stesso video utilizzato anche dall’Eclecta, che cominciò a distribuire alcuni Classici Disney poiché si pensava che fossero caduti nel pubblico dominio. I Classici Disney che l’Eclecta Video distribuì sono “Biancaneve e i sette Nani“, “Fantasia“, “Pinocchio“, “Bambi” e “Dumbo“. Alla Walt Disney, giustamente, la cosa non piacque e avviò una campagna contro queste videocassette “non ufficiali”. Segnalazioni per sensibilizzare all’acquisto esclusivo di videocassette originali Walt Disney vennero inserite su riviste, videocassette e la società arrivò anche a inviare degli avvertimenti ai rivenditori di VHS in cui sosteneva che l’Eclecta non avesse alcun diritto per distribuire i prodotti Walt Disney. L’Eclecta a sua volta inviando un documento in cui dava le motivazioni per le quali avesse pieno diritto a distribuire certi film di Walt Disney. Ringraziamo per queste informazioni ACB. La vicenda si spostò nei tribunali ed arrivò fino alla Corte di Cassazione. L’ultima sentenza risale al 30 Aprile 2015.

Fonti: l’Unità; sentenza Cassazione Civile Sezione I, Sent., 29-12-2011, n.30036; www.italgiure.giustizia.it; Documentazioni Buena Vista Home Video; Documentazioni Eclecta Video.

Se voleste visionare i vari master del film, questo video è perfetto per voi:

Occhio…alla ristampa!

Non potevano mancare di certo delle ristampe per le videocassette dell’Eclecta! La ristampa della VHS Eclecta di “Pinocchio” vede sulla costina la sparizione dell’ologramma argentato con la cinepresa (simil Disney) e l’aggiunta “Video” sotto il nome dell’Eclecta, nella parte alta del dorso della fascetta. L’ologramma argentato rettangolare nel retro della cover, che caratterizzava le prime stampe delle videocassette Eclecta, viene eliminato. C’è poi un’aggiunta, ovvero la frase “Una produzione TARGET srl” di fianco al nome dell'”Eclecta Video”, sul fondo del retro della fascetta.

Come abbiamo capito che la VHS venne inizialmente distribuita nel Marzo 1992? La scoperta è del nostro collaboratore, “Gheppino“. Mette in controluce la copertina della videocassetta e osservate il rettangolo nero nella parte bassa della costina. Su alcune copie (le primissime), si può notare in alto la scritta “3/92”, ovvero Marzo 1992. Sotto la sigla “VHS” appare anche la lettera “E”, che sta per “Eclecta”.NOI DI “DISNEY: TAPES & MORE” RITENIAMO CHE LA PRESENZA O MENO DI QUESTE CARATTERISTICHE NON AUMENTI IL VALORE DELLA VHS. LA VHS IN QUESTIONE, COME LA MAGGIORANZA DELLE VHS DISNEY ANNI ’90, NON HA OGGI UN ELEVATO VALORE.

Vi lasciamo con un video in cui l’esperto di doppiaggio Marco Zaffuto ci mostra la sua collezione di “Pinocchio“.


BIANCANEVE E I SETTE NANI – VHS MAGGIO 1994


“Biancaneve e i sette Nani”
(Snow White and the seven Dwarfs)

 

Codice VHS: VS 4484
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.E.)
Collana:  (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1993-1997)
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1992-1995)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Il Re Leone” al cinema; Disneyland Paris
“É un vero Walt Disney”: “Gli Aristogatti”
Intro:
Edizione: Maggio 1994
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La VHS del 1994 di “Biancaneve e i sette nani” propone il film con il ridoppiaggio eseguito nel 1972 e con tutti i suoi cartelli italiani (clicca qui per maggiori informazioni) fatta eccezione per quelli dei libri, che rimangono in inglese poiché ciò che si ascolta in questo doppiaggio non corrisponde più a quanto scritto in quelle sequenze. La Disney realizzò i cartelli del film per la prima edizione cinematografica italiana del 1938 e quando questo fu ridoppiato, nel 1972, l’adattamento del copione mutò ma i cartelli italiani dei libri non vennero modificati. Per evitare queste discrepanze ,chi si occupò del montaggio video della videocassetta decise di lasciarli in inglese. I cartelli dei titoli di testa e coda proposti, seppure in italiano, non sono quelli realizzati nel 1938, bensì quelli dell’edizione cinematografica del ridoppiaggio, dove fu eliminato il cartello dello studio di doppiaggio della prima edizione.

A sinistra, la conclusione dei titoli di testa nella VHS del 1994.  A destra, come si concludevano i titoli di testa quando c’era il primo doppiaggio (cartello modificato negli anni ’50).

Per approfondire l’argomento dei “Cartelli Italiani” di Biancaneve, cliccate qua.

Storia della VHS:

L’uscita italiana della VHS di “Biancaneve e i sette Nani” fu un vero e proprio video evento del 1994. Il rilascio fu anticipato rispetto a quello mondiale (avvenuto nell’autunno dello stesso anno) poiché sembra che alla Disney Italia premesse molto contrastare il prima possibile la diffusa vendita di videocassette pirata del film, offrendo finalmente – come recita il retro della videocassetta – una vera e propria gemma da collezione .

Sul cellophane della maggior parte delle prime stampe della VHS era presente il seguente adesivo. Nella VHS era inserita una cartolina che dava la possibilità di vincere…una miniera di premi!

Si ringrazia Luca Finocchiaro per la foto!

La videocassetta di “Biancaneve e i sette Nani” è stata una novità sotto molti aspetti:  è il primo Classico Disney ad utilizzare un nastro VHS dotato del sistema antiduplicazione “Macrovision”, che portò per la prima volta (se si escludono le prime stampe della VHS del 1989 de La Bella addormentata nel bosco) all’abbandono del logo WD durante il film. Altra novità è quella del cambio del distributore della videocassetta, che passò da “Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano” a “Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano”. Tuttavia, alcune prime stampe della VHS potrebbero avere il Box marchiato internamente “Buena Vista Home Video”, per smaltire le rimanenze di magazzino.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

Per il lancio della VHS venne distribuito ai rivenditori Disney un profit planner. Lo potete trovare integralmente qua.

L’uscita della VHS venne sponsorizzata da vari giornali e riviste. Il mensile “Top Video Guida” dedico la copertina di Giugno 1994 all’uscita in VHS di Biancaneve.

Come già detto, nelle prime stampe della VHS c’era una cartolina che permetteva di vincere “una miniera di premi”. La trovate qua di seguito.

Il concorso venne pubblicizzato anche attraverso dei piccoli volantini:
Questo invece è lo spot pubblicitario della videocassetta che trasmise Italia 1. Video originale dal canale You Tube di “MayBug

Prima dell’inizio del film erano presenti delle pubblicità. Eccovi qua il video!

La VHS rimase in catalogo fino al 1997. In un catalogo della stagione 1996/97 si continuava a parlare della nostra Biancaspess…Princinev…cara fanciulla!

Occhio…alla ristampa!

Questa videocassetta rimase nel catalogo Disney dal 1994 all’estate del 1997. Una volta esaurite le scorte in magazzino, la Disney rilasciò delle ristampe identiche alla prima del 1994, eccezione fatta per quelle prodotte tra il 1996-1997. Le ristampe di quel periodo sono state private di tutte le pubblicità e nel nastro tutti i riferimenti alla “Walt Disney Home Video” vengono sostituiti con quelli della “Disney VideoStessa sorte ha subito lo sticker  della VHS, che in queste ristampe presenta il logo “Disney Video”(clicca qua per un approfondimento sugli sticker). La copertina non ha subito modifiche se non il cambio dell’ologramma argentato nelle ristampe prodotte tra la primavera e l’estate 1997, che sfoggiano la seconda versione dell’ologramma “Apprendista stregone” (1997-2000).

Vi lasciamo con il video della collezione di “Biancaneve e i sette nani” del nostro collaboratore Marco Zaffuto.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


LA SIRENETTA – VHS EDIZIONE OTTOBRE 1998


“La Sirenetta”
(The Little Mermaid)

Codice VHS: VS 4755
BOX: Nero Piccolo (logo B.V.H.E.)
Collana: (1997-2000)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1997-2000)
Sticker VHS: Disney Video (1997-2001)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Mulan” al cinema, “Hercules” e “La Bella e la Bestia – Un magico Natale” in videocassetta.
“É un vero Walt Disney”: “La Carica dei 101”
Intro:
Edizione: Ottobre 1998
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La Sirenetta” in questa videocassetta ritorna in una nuova versione totalmente restaurata, rilasciata nei cinema italiani durante la primavera del 1998. Il master video è completamente diverso da quello della precedente edizione in VHS del 1991 e si segnala la sparizione delle bande nere durante i titoli di testa.

A sinistra il titolo del film preso dalla VHS del 1991, a destra lo stesso dalla VHS del 1998.

Anche in questa Videocassetta, come nella precedente, il video del film è stato zoomato per adattarlo agli schermi in 4:3 delle TV anni ’90. I “messaggi antipirateria” sono quelli marchiati “Buena Vista Home Entertainment“, come in tutte le VHS uscite da metà 1994, a partire da quella di “Biancaneve e i sette nani“. Il video è ancora privo di rimaneggiamenti di alcune scene, che caratterizzeranno tutte le edizioni in DVD e Blu-Ray rilasciate dalla “Buena Vista“. Per quanto concerne il lato sonoro, l’audio risulta essere più cupo rispetto a quello della prima edizione in VHS.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

All’interno della custodia troviamo una busta con stampata l’immagine di Ursula. Dentro la busta sono inseriti due volantini promozionali. Uno dei due sponsorizza l’acquario di Genova, l’altro le VHS di “Flubber” e “Hercules“.

Si ringrazia Danilo R. per le foto!

La seguente pubblicità apparve su “Topolino“. Ringraziamo Monica del sito Only Shojo per averla scansionata!

Storia della VHS:

Il 1998 fu l’anno in cui  “La Sirenetta” Ariel tornò a sguazzare nel mercato mondiale. In occasione del suo ritorno al cinema ci fu una grande produzione di merchandising dedicati al Classico Disney: dai libri, ai fumetti, ai giocattoli distribuiti presso il Mc Donald e tanti altri. In occasione della riedizione cinematografica il film fu restaurato. Questo restauro venne utilizzato pochi mesi dopo per nuove edizioni in Videocassetta e Laserdisc di varie nazioni del mondo.

In molti paesi si scelse di ridoppiare il film per diversi motivi (ricordiamo che all’estero è una pratica molto diffusa, più di quanto avvenga da noi in Italia). L’Italia, discostandosi da molti di questi paesi (tra i quali la Francia e la Germania), fortunatamente scelse di non ridoppiarlo e di mantenere il bellissimo e perfetto doppiaggio del 1990 che ascoltiamo ancora oggi.

CURIOSITÀ

Alcune copie della VHS, per errore, non hanno il nastro dotato del sistema di protezione anticopia “Macrovision“, nonostante ne venga indicato il logo nel retro della copertina. Questa è l’ultima volta che vedremo i cartelli italiani del film. Scompariranno a favore di quelli americani a partire dal DVD distribuito dalla “Warner Home Video” nel 2000. Questo DVD contiene lo stesso master video video di partenza dell’edizione in VHS appena recensita, presentato in “Widescreen” (al contrario della cassetta, che aveva il video zoomato). Sono dunque assenti i rimaneggiamenti video delle successive edizioni in DVD distribuiti dalla “Buena Vista“.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.