Tag Archives: cenerentola

CINDERELLA – VHS BLACK DIAMOND 1988 (U.S.A.)


“Cinderella”

EDIZIONE U.S.A. 

Codice VHS: 410
BOX: Bianco (Plastica morbida)
Collana: “Grandi Classici” (Black Diamond)
Distributore: Buena Vista Home Video, Burbank, California 91521
Ologramma argentato: Cinepresa
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Oliver & Company
“É un vero Walt Disney”: No
Intro: Walt Disney Classics
Edizione: 1992
Versione: Vendita
Formato: NTSC
Macrovision:

Si ringrazia WILLDUBGURU per averci fornito il materiale utilizzato in questa scheda. Visitate il suo sito dedicato alle edizioni Internazionali dei film Disney! Cliccate qua per accedervi!

VI RICORDIAMO DI STARE ATTENTI ALLE FAKE NEWS CHE CIRCOLANO SULLE COSIDDETTEVHS BLACK DIAMOND“, CHE COME QUESTA SONO CARATTERIZZATE DA UN ROMBO NERO IN COPERTINA.
NON SI TRATTA DI VIDEOCASSETTE DI VALORE POICHÉ PRODOTTE IN MILIONI DI ESEMPLARI. SPESSO VENGONO MESSE IN VENDITA A CIFRE ALTE MA NON VENGONO MAI ACQUISTATE SE NON PER IMPORTI IRRISORI.

Descrizione Nastro:

La VHS del 1988 di “Cinderella” presenta i classici messaggi antipirateria all’inizio del nastro. La variante presentata è quella rossa.

L’unico trailer pubblicitario della videocassetta è quello relativo alla distribuzione cinematografica di “Oliver & Company“, preceduto da un cartello su sfondo verde che lo classifica come “Film per tutti”. O meglio, è The motion picture association of America ad averlo fatto!

L’intro Walt Disney Classics con Topolino-Apprendista Stregone ci avverte che il film sta per cominciare. Spendiamo ora qualche parola sul master del film. Il cartello della RKO Radio Pictures, distributrice cinematografica del film nel 1950, è completamente assente. Al suo posto è stato inserita la video-introduzione col castello della Walt Disney Pictures. In origine i titoli di testa avevano un riquadro nero, che è stato mantenuto in questa edizione con l’aggiunta di una sfumatura tra il nero e l’immagine. Ciò ha comportato ad una perdita del disegno originale. Quanto detto vale solo per i titoli di apertura. Eccovi un confronto di un fotogramma dei titoli, tra la versione di questa videocassetta e quella del DVD del 2005.

Il film non è stato restaurato, lo testimonia il collo di Cinderella, rimasto – come in origine – senza colore mentre la fanciulla si affaccia alla trappola per topi.

Tuttavia, un rimaneggiamento c’è stato, oltre a quello dei titoli di testa. Dopo la canzone Sing Sweet Nightngale, nella versione originale Cinderella brandiva una scolpa minacciando di punire il gatto Lucifer per l’ultima delle sue malefatte. Il moralismo dell’epoca ha portato a censurare questa scena, sostituendo i fotogrammi con altri che sarebbero apparsi poco dopo. È stata ripetuta questa sequenza, per intenderci:

Nonostante ciò, in favore di questa VHS possiamo dire che la colorazione del film è decisamente più fedele all’originale rispetto a quella utilizzata nelle edizioni Home Video distribuite durante il 1992 in diversi paesi del Mondo. Tra questi rientra anche l’Italia.

Oltre agli Stati Uniti, gli unici paesi ad utilizzare il master video di questa videocassetta furono il Canada, sempre nel 1988, e la Francia nel 1991.

Ricordiamo che essendo una videocassetta Americana, il suo formato è NTSC. Pertanto, non tutti i videoregistratori Italiani potrebbero essere in grado di riprodurne il nastro.

Storia della VHS

La VHS di “Cinderella” venne lanciata negli U.S.A. il 4 Ottobre 1988 come parte della linea di videocassette “Walt Disney The Classics” (Black Diamond) e rimase in catalogo fino al 30 Aprile 1989. Il prezzo di lancio fu $ 26,99 ed aumentò a $ 29,95 a partire dal 1 Dicembre 1988. Le vendite della videocassetta superarono ogni aspettative dell’epoca: ne furono inizialmente prodotte circa 4,3 milioni di copie ma, a causa  delle numerosissime richieste, la Walt Disney finì col distribuirne oltre 7 milioni. “Cinderella” divenne il Classico Disney con più copie in VHS vendute, nel 1988. Un tale successo fu anche dovuto all’ottimo marketing della Disney! Eccovi due degli spot pubblicitari della VHS trasmessi sulle reti Americane.

Sugli esemplari della videocassetta non è impressa alcuna data di stampa. Non siamo dunque in grado di distinguere una copia dall’altra, poiché non vi è alcuna differenza nel nastro o in copertina.

  Oltre alla videocassetta, venne rilasciata in contemporanea anche una versione in Laserdisc. Il disegno della fascetta che accompagnava il nastro verrà poi utilizzato per qualsiasi edizione Home Video del film prodotta nel mondo fino al 1993. La stessa si poteva trovare su poster e altro materiale cartaceo, come libri.

Ringraziamo ancora William del sito WILLDUBGURU per averci aiutato nel realizzare questa scheda.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



LA CENICIENTA – VHS SPAIN


“La Cenicienta”
(Cinderella)  

EDIZIONE SPAGNA  

Codice VHS:  410
BOX: Trasparente
Collana: Los Clasicos
Distributore: Buena Vista Home Video
Ologramma argentato: Cinepresa
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “La Bella y la Bestia”, “Basil el raton superdetective“, “Canta con Nosotros“, “Euro Disney
“É un vero Walt Disney”: No
Intro:
Edizione: 1992
Versione: Vendita
Macrovision

Si ringrazia WILLDUBGURU per averci fornito il materiale utilizzato in questa scheda. Visitate il suo sito dedicato alle edizioni Internazionali dei film Disney! Cliccate qua per accedervi!

Descrizione Nastro:

La Cenicienta“, videocassetta Spagnola del Classico di Walt Disney “Cinderella“. Nella videocassetta il primo doppiaggio in Spagnolo, realizzato in Messico nel 1950 sotto la direzione di Edmundo Santos, accompagna le immagini del film. Al contrario della contemporanea VHS Messicana, che utilizzava i cartelli cinematografici, la traduzione in Spagnolo dei titoli di testa è stata completamente rifatta, utilizzando solo alcuni dei fondini originali. Questa scelta è stata presa anche in altri paesi, come il Brasile.

Viene rifatto ex novo anche il cartello finale del libro, che ora consiste in un fermo immagine che scorre dall’alto verso il basso sull’ultima pagina. Rimane in Inlglese il libro nella scena iniziale, così come il Proclama Reale.

Per un approfondimento sui cartelli Messicani de “La Cenicienta” vi consigliamo di visitare la pagina del sito di William dedicata proprio al doppiaggio Latino del film ed ai suoi cartelli cinematografici e non! Cliccate qua per leggere la sua scheda!

Per il resto, questa videocassetta ha esattamente lo stesso master video inserito in tutte le edizioni Home Video di “Cinderella” distribuite nel 1992.

Riavvolgiamo il nastro e torniamo al suo inizio.  Aprono il nastro i consueti messaggi antipirateria e seguono alcune pubblicità: “La Bella e la Bestia“, “Basil l’investigatopo“, “Canta con noi“, “Euro Disney“. Tutte le pubblicità, esclusa quella di Basil, hanno lo stesso montaggio di quelle presenti nella videocassetta Italiana del Novembre 1992. Analogamente all’edizione Italiana, al termine del film c’è un brano dalla serie “Canta con noi”. In questo caso, però, non si tratta di “Vola e va”, bensì de “La marcia del Colonnello Hathi“.

Storia della VHS

Così come in Messico e in altri Paesi, “Cinderella” venne distribuita in VHS anche in Spagna. Si tratta dell’ultima volta che il doppiaggio storico in Spagnolo verrà utilizzato per un’edizione Home Video: Evangelina Elizondo, doppiatrice Messicana della protagonista, fece causa alla Walt Disney poiché non ricevette le royalties per l’utilizzo della sua voce nelle VHS. Condividiamo con voi questaintervista nella quale Evangelina si racconta, e nel farlo da largo spazio alla sua esperienza come doppiatrice de”La Cenicienta“. L’intervista è in Spagnolo ma è abbastanza comprensibile anche per noi Italiani.

A causa di questa disputa legale, la Walt Disney fece ridoppiare il film in tutti i paesi di idioma spagnolo nel 1997. Da quel momento in poi il vecchio doppiaggio non venne più utilizzato.

Occhio…all’edizione Messicana!

Se volete aver il film coi cartelli storici in Spagnolo dovete per forza acquistare l’edizione Messicana. Purtroppo la copertina è quasi identica all’edizione della Spagna, ma vi sveliamo dei trucchetti per distinguerle!

  • L’edizione Messicana non ha l’ologramma argentato sulla copertina, quella Spagnola sì;
  • Il guscio della VHS del Messico è blu, quella Spagnola è nero con un adesivo giallo;
  • Sulla costa della videocassetta Messicana il volto di Cenerentola è più zoomato rispetto all’edizione distribuita in Spagna ed inoltre è “specchiato”;
  • Nel fronte della fascetta Messicana c’è come sottotitolo il titolo Americano del lungometraggio;
  • L’immagine del fronte della cover è più zoomata nell’edizione Spagnola
  • Nella retro della fascetta del Messico troviamo il logo del Groupo VideoVisa.

Ringraziamo ancora William del sito WILLDUBGURU per averci aiutato nel realizzare questa scheda.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



 

LA CENICIENTA – MEXICAN VHS


“La Cenicienta”
(Cinderella)  

EDIZIONE MESSICO 

Codice VHS: AC6737 VHS 410
BOX: Nero
Collana: Los Clasicos
Distributore: VideoAmerica
Ologramma argentato: Assente
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Mickey y su pandilla“, “Los traviesos Chip y Dale“, “Una Navidad con Mickey“, “Tribilin Olimpico“, “Wini Pu: En el selvaje Oeste“, “PatoAventuras: La Pelicula“, “Bernardo y Bianca en Cangurolandia“, “La Sirenita“, “La Espada en la piedra“, “Mi amigo Mickey“, “Mi amigo Donald“, “Mi amigo Tribilin
“É un vero Walt Disney”: No
Intro: (Versione Messico)
Edizione: 1992
Versione: Vendita
Macrovision

Si ringrazia WILLDUBGURU per averci fornito il materiale utilizzato in questa scheda. Visitate il suo sito dedicato alle edizioni Internazionali dei film Disney! Cliccate qua per accedervi!

Descrizione Nastro:

Questa videocassetta contiene il film d’animazione di Walt Disney “Cinderella“, “La Cenicienta” in Spagnolo. Il film è proposto col bellissimo primo doppiaggio lingua Spagnola, realizzato in Messico nel 1950. La direzione del doppiaggio venne affidata a Edmundo Santos, una figura che per il Messico è equiparabile al nostro Roberto De Leonardis. Nella VHS sopravvivono i graziosi cartelli cinematografici d’epoca, che utilizzavano dei fondini fedeli alla versione Americana. Lo sottolineiamo poiché in alcuni paesi, come la Francia e l’Italia, i fondini dei titoli di testa e coda vennero completamente ridisegnati con colori diversi. Eccovi qua il cartello coi dati dell’edizione Spagnola, che appare per ultimo.

Gli altri cartelli che provengono dalla versione cinematografica sono quelli del libro “La Cenicienta“.

Rimane in Inglese il Proclama Reale, cosa accaduta anche nell’edizione Italiana del 1992. Non sappiamo ancora se anche in Messico venne in origine realizzata una versione localizzata del Proclama, come venne fatto per altri paesi.

Per un approfondimento sui cartelli Messicani de “La Cenicienta” vi consigliamo di visitare la pagina del sito di William dedicata proprio al doppiaggio Latino del film ed ai suoi cartelli cinematografici e non! Cliccate qua per leggere la sua scheda!

Cartelli a parte, il master video è esattamente lo stesso inserito in tutte le edizioni Home Video di “Cinderella” distribuite nel mondo durante il 1992.

Parliamo ora delle pubblicità iniziali. Prima che inizi il film c’è una ricca sequenza iniziale, dove vengono mostrate diverse videocassette Disney prodotte per il mercato Messicano. I titoli ve li abbiamo già elencati in Spagnolo all’inizio della scheda e tra questi abbiamo diverse VHS con i più famosi personaggi della banda Disney: Topolino, Paperino, Pippo (Tribilin), Cip & Ciop (Chip y Dale). Vengono inoltre presentate le videocassette di “Zio Paperone alla ricerca della Lampada Perduta“, “Bianca e Bernie nella Terra dei Canguri“, “La Sirenetta, “La Spada nella roccia” e una della serie di “Winnie the Pooh“. Tutte queste pubblicità appaiono circondate da una cornice rosa con attorno immagini dei personaggi del mondo di Walt Disney. L’intro della Walt Disney Home Video, ugualmente circondata da questa cornice, non ha la musica originale: una versione rivisitata di “When you wish upon a star” ne accompagna le immagini. All’inizio del nastro non mancano di certo dei messaggi antipirateria, marchiati “VideoVisa”. Era questa la società che in Messico si occupava della distribuzione delle videocassette Disney.

Storia della VHS

Il 1992 fu l’anno di “Cinderella“: la videocassetta venne distribuita in numerosi paesi del mondo, come l’Italia, l’Olanda, l’Inghilterra, la Spagna ed il Messico. Qualche anno prima delle videocassette erano uscite in alcune Nazioni, tra le quali l’America, ma questo fu la prima distribuzione Home Video di “massa” del Classico. Tutte le versioni avevano la stessa immagine in copertina, dove però potevano esserci alcune variazioni nei colori. L’edizione Messicana ha esattamente le stesse tonalità della fascetta Italiana.

Poco prima abbiamo parlato di “Primo doppiaggio” non senza un motivo: “La Cenicienta” nel 1997 è stata ridoppiata in tutti i paesi di lingua Spagnola. Il motivo? Analogamente con quanto accaduto in America con Peggi Lee per “Lilli e il Vagabondo“, Evangelina Elizondo, doppiatrice di Cenicienta, fece causa alla Walt Disney poiché sembra che non ricevette le royalties per l’utilizzo della sua voce nelle opere audiovisive. Condividiamo con voi questa meravigliosa intervista nella quale Evangelina racconta della sua vita… e dunque anche dell’esperienza Disneyana! Definisce quello de “La Cenicienta” il lavoro più importante della sua carriera. L’intervista è in Spagnolo ma è abbastanza comprensibile anche per noi Italiani.

Come conseguenza all’azione legale promossa da Evangelina, nel 1997 la Walt Disney decise dunque di far ridoppiare il film in tutti i paesi in cui è parlato lo Spagnolo. Da allora tutte le edizioni home video successive contengono la versione ridoppiata.

Occhio…alle altre edizioni!

Perché abbiamo scelto di analizzare nel nostro sito proprio l’edizione VHS Messicana de “La Cenicenta” e non le altre edizioni dello stesso idioma? La risposta è molto semplice: L’EDIZIONE MESSICANA È L’UNICA A CONSERVARE I CARTELLI CINEMATOGRAFICI DELLA PELLICOLA. Tutte le altre edizioni, come quella Spagnola o quella Argentina, hanno i cartelli rifatti ex novo. La stessa scelta venne presa in Brasile e in Francia (in quest’ultimo caso solo per i titoli di testa). Vennero selezionati solo alcuni fondini dell’apertura originale. Il risultato a nostro avviso non è molto soddisfacente. Vi mettiamo un confronto tra la versione cinematografica e la versione rifatta.

Questo invece è un confronto della sequenza finale col libro. Nella seconda versione troviamo uno zoom che si sposta dall’alto verso il basso sull’ultima pagina del libro, perdendo l’animazione originale.

Come riconoscere l’edizione Messicana dalle altre nella stessa lingua? Dovete fare molta attenzione alla copertina! Nel fronte l’immagine della versione Messicana risulta meno zoomata di quella Spagnola. Al contrario, la VHS Messicana propone uno zoom maggiore al volto di Cinderella sulla costa rispetto a, per esempio, l’edizione Spagnola. Come potete notare, nell’edizione per il Messico sotto al titolo compare il nome originale del film. La versione Spagnola vanta invece la presenza dell’Ologramma argentato.

Tratto fondamentale per distinguere l’edizione descritta dalle altre è poi la presenza del logo Groupo VideoVisa nel retro della fascetta.

Ringraziamo ancora William del sito WILLDUBGURU per averci aiutato nel realizzare questa scheda.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



 

CENERENTOLA – VHS NOVEMBRE 2005


“Cenerentola” 
(Cinderella)  

VHS EDIZIONE SPECIALE NOVEMBRE 2005

Codice VHS: BIC 0005702
BOX: Blu
Collana: (2001-2006)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Rettangolare (2004-2008)
Sticker VHS: Walt Disney Home Entertainment
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Chicken Little“, “Lilo e Stitch 2“, “Herbie il Supermaggiolino“, “Le follie di Kronk
“É un vero Walt Disney”: Assente
Intro: Walt Disney Home Entertainment
Edizione: Novembre 2005
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Cos’ha di speciale questa edizione in VHS del Classico Disney “Cenerentola“? Si tratta del restauro del film, lo stesso del DVD rilasciato in contemporanea. Ma la VHS ha un di più: i cartelli Italiani di apertura e chiusura. Questi sono esattamente nella stessa versione della VHS dell’Aprile 1998. Si segnala, invece, la mancanza del cartello Italiano con il Proclama Reale, presente nella precedente videocassetta.

Il collo di Cenerentola, nella scena in cui si affaccia alla trappola per topi, è colorato, proprio come nel restauro dell’edizione del 1998.

Purtroppo questa VHS ha gli stessi buchi audio della contemporanea edizione in DVD: risate e grida lasciate in Inglese, pezzi di canzoni e frasi mancanti.

Questa è l’unica videocassetta di “Cenerentola” con l’abito da ballo ricolorato nella scena della fuga dal Palazzo Reale, esattamente come nel DVD. Il vestito, da bianco-argentato, è diventato di colore azzurro. Tali modifiche, abbinate forse anche ad un’eccessiva pulizia video, hanno comportato anche la perdita di molti lineamenti dell’abito e della protagonista stessa, in questa scena.

Non sono inclusi i titoli di coda con le informazioni inerenti al restauro, presenti nell’edizione DVD. Il nastro termina esattamente col cartello “Fine”, seguito da una versione accorciata dell’intro (senza audio) della Walt Disney Pictures. Proprio come nella VHS del 1998. Tornando indietro nel nastro, vi segnaliamo la presenza di alcuni trailer pubblicitari. L’intro antipirateria è sempre quella col castello, marchiato Buena Vista Home Entertaiment.

Il nastro è dotato di sistema antiduplicazione Macrovsion e abbiamo notato che la sua potenza è maggiore in queste ultime VHS Disney rispetto a quella delle videocassette precedenti.

Storia della Videocassetta:

La videocassetta venne rilasciata nel mese di Novembre 2005 – esattamente 13 anni dopo la prima edizione del 1992 – in contemporanea con la prima edizione in DVD, la cosiddetta “Platinum Edition“. Si tratta di uno degli ultimi Classici Disney (ri)distribruito in VHS poiché, nel giro di pochi mesi, la Walt Disney Italia avrebbe smesso di produrre edizioni in videocassetta dei suoi film. Notiamo che il codice della Videocassetta non è più preceduto dalla sigla “VS”, bensì dalla sigla “BIC” che accompagnerà da quel momento, fino alla fine, le VHS Disney. Vi domanderete se, come nel caso della VHS del 1998, esista una versione per il noleggio del film? La risposta è affermativa. Esiste la versione noleggio, contenuta in un box grande trasparente. In cima alla cover c’è una banda gialla contenente l’indicazione “Versione Noleggio”.

Non possiamo mostrarvelo in quanto lo abbiamo smarrito da ormai tanti anni, ma ricordiamo benissimo che questa VHS venne pubblicizzata su un catalogo d’epoca dei negozi Toys Center.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


CENERENTOLA – VHS NOVEMBRE 1992


“Cenerentola”
(Cinderella)  

VHS Novembre 1992

Codice VHS: VS 4380
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.V.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1992-1995)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “La Bella e la Bestia” (al cinema), “Bambi“, “Bianca e Bernie nella Terra dei Canguri“, “Natale con Winny Puh“, “Canta con noi
Bonus dopo il film: Canta con noi di “Vola e va” (You can fly) da “Le avventure di Peter Pan
“É un vero Walt Disney”: “Cenerentola
Intro:
Edizione: Novembre 1992
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Il master video di questa prima videocassetta Italiana del Classico di Walt Disney “Cenerentola” è lo stesso utilizzato da tutte le altre videocassette del film rilasciate quell’anno nel mondo. Il video del film è stato scurito rispetto alla sua versione originale. Tuttavia, a nostro avviso, questa tonalità più scura si addice meglio a molte scene del film, come quelle con la Fata. Probabilmente fu una cosa voluta, ai tempi. Vi vogliamo far notare che in tutte le pubblicità di “Cenerentola” inserite nelle altre VHS Disney Italiane del 1992 non viene utilizzato il video di questa VHS, bensì quello della prima edizione Statunitense del 1988. Lo stesso master della videocassetta del 1992 venne visto per la prima volta in Italia con la riedizione Cinematografica dell’estate 1988. Da questa riedizione furono ricavate alcune VHS non ufficiali. Potete trovare le loro schede qua.

Prima del film abbiamo i messaggi antipirateria col castello marchiato Buena Vista Home Video, seguito da numerose pubblicità e dallo spot “È un vero Walt Disney” che ci mostra la videocassetta di “Cenerentola“.

Dedichiamoci ora al film. I cartelli del film provengono direttamente dalla riedizione cinematografica del 1967, come dimostra il cartello della “Rank Film” all’inizio del lungometraggio. Fu proprio la “Rank Film” a distribuire quell’anno “Cenerentola” nelle sale Italiane, dopo esserci già stata nel 1950, 1954 e 1958. In quell’occasione venne creato un nuovo doppiaggio del film, per sopperire ai difetti del primo doppiaggio Italiano. Questo secondo doppiaggio è quello che ascoltiamo in tutte le edizioni home video ufficiali del film.  Ovviamente il logo della “Walt Disney Pictures” che precede i titoli di testa è stato aggiunto soltanto dopo gli anni ’80.

Un solo cartello cinematografico in Italiano manca in questa videocassetta: quello col “Proclama Reale”. Fortunatamente lo troviamo nella successiva edizione in VHS di Aprile 1998.

I cartelli Italiani dell’edizione del 1992 hanno diverse differenze rispetto a quelli dell’edizione del 1998. Nella VHS del 1992:

  • È presente il logo della “Rank Film” e manca una parte del commento musicale iniziale (questa mancanza la abbiamo in quasi tutte le videocassette del film rilasciate nel mondo all’epoca);
  • Il cartello coi dati dell’edizione Italiana appare qualche secondo dopo e quindi dura più tempo;
  • Il libro si apre ad una velocità diversa rispetto a quello della successiva videocassetta;
  • Non vi è alcuna dissolvenza nel passaggio dalla “storia” all’ultima pagina del libro;
  • Le dissolvenze non sono presenti nemmeno al passaggio dal libro, chiuso, ai fotogrammi neri che precedono il cartello “Fine”.

Volete approfondire la questione dei cartelli Italiani di “Cenerentola“? Leggete l’articolo che trovate qua.

Il video di questa videocassetta non è stato restaurato. Di conseguenza il collo di Cenerentola è senza colore, come in origine, in una delle scene iniziali del film. Verrà colorato soltanto negli anni ’90 e questa versione la ritroviamo in tutte le edizioni Home Video successive al 1998.

Per circa un quarto d’ora dopo i titoli di testa è presente il logo “WD” (Walt Disney) nell’angolo in basso a sinistra dello schermo. Tale logo, solitamente, fa la sua comparsa nel momento in cui  viene inquadrata la piccola Cenerentola che piange sul letto di morte del padre. In alcuni esemplari appare qualche secondo dopo, quando viene inquadrata la matrigna. Inoltre può avere un font leggermente diverso, a seconda della stampa. Maggiori differenze le abbiamo riscontrate nel momento in cui scompare il logo WD. Vi elenchiamo qua di seguito tutte le versioni che abbiamo individuato:

  • Scomparsa del logo WD quando la scopa, spinta da Giac, sta cadendo addosso a lucifero;
  • Scomparsa del logo WD quando la scopa è già caduta addosso a Lucifero;
  • Scomparsa del logo WD quando Giac si rialza, dopo aver spinto la scopa;
  • Scomparsa del logo WD quando Lucifero, in cima alle scale, osserva Cenerentola entrare nella stanza di Genoveffa.

Al termine del film, come annunciato nelle pubblicità iniziali, è presente il Karaoke della canzone “Vola e va” (You can Fly)  direttamente dal Classico “Le avventure di Peter Pan“. Fu una mossa commerciale per far conoscere la serie di VHS “Canta con noi“, lanciata in contemporanea “Cenerentola“.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

NELLA VHS

Dentro la videocassetta vi era una busta, contente una cartolina per la prova d’acquisto e il catalogo delle VHS disponibili nell’autunno 1992. Acquistando la prima stampa della videocassetta si poteva trovare all’interno una busta con cartolina e il catalogo delle novità in VHS della Primavera del 1992.

Tra le varie videocassette pubblicizzate nel catalogo c’è ovviamente “Cenerentola“. Potete trovare la scansione integrale del catalogo cliccando qua.

La videocassetta di “Cenerentola” la troviamo pubblicizzata anche in un catalogo della primavera 1993. Il catalogo era inserito in diverse VHS, come “Pinocchio” o “Le avventure di Peter Pan“.

In questo video ci sono tutte le sequenze pubblicitarie della videocassetta:

NELLE VIDEOTECHE

Alle videoteche e negozi specializzati la Walt Disney mandò  il seguente “Profit Planner” per promuovere la distribuzione della VHS di “Cenerentola“.

Sempre nelle videoteche, venne distribuito questo catalogo contente idee regalo in VHS per Natale. Lo abbiamo recensito qua!

I negozi che permettevano di prenotare la videocassetta esponevano questo poster sui vetri del negozio (o in un punto interno).

TOP VIDEO GUIDA

Tra i nostri volumi della rivista “Top Video Guida” abbiamo scovato questo articolo dedicato a “Cenerentola“.

I più attenti avranno subito notato una cosa importantissima: l’articolo è abbinato ad un’immagine della COPERTINA PROVVISORIA della VHS. Se osservate bene vedete che l’immagine principale è interamente nel fronte della cover (nella versione definitiva una parte finisce sulla costa). Inoltre, al posto della frase “Il Classico Originale Disney” troviamo “Un magico sogno per te!”. Non sappiamo cosa spinse la Disney a cambiare idea. Possiamo dire che una cosa molto simile successe con la VHS del 1991 de “La Sirenetta.

TOPOLINO

Su “Topolino” apparsero le seguenti pubblicità. Ringrazio @disney.dream83 per avermele mandate! Se l’autore delle scansioni le riconoscesse è pregato di avvisarmi, così lo accrediterò.

Su “Topolino” troviamo anche questi articoli a cura di Angelo Frigerio e Enzo Manes.

VARIE

Queste pagine sono tratte dal giornale “Disney Oggi”, dove si parla di “Cenerentola” e delle altre videocassette Disney in uscita in quel periodo. Ci viene segnalata l’esistenza di una videocassetta del film sottotitolata per non udenti e una confezione regalo della VHS abbinata ad una bambola Mattel di Cenerentola in abito da ballo.

SPOT TV

Grazie a Monica del sito Only Shojo siamo riusciti a recuperare questo grazioso spot pubblicitario trasmesso sulla Rai. La parte animata, con Gas Gas che lucida la VHS, era stata creata negli Stati Uniti nel 1988 in occasione dell’uscita Home Video Americana del film.

Storia della VHS

“Cenerentola” arrivò ufficialmente sul mercato Italiano a inizio Novembre 1992. Diciamo ufficialmente perché mesi prima vennero distribuite delle videocassette del film non autorizzate dalla Walt Disney, delle quali abbiamo accennato sopra.

La copertina riprendeva quella dell’edizione Americana del 1988, schiarendone i colori. Al contrario di quest’ultima, l’edizione Italiana non fa parte della serie “Grandi Classici – Black Diamond”.

L’edizione nostrana venne distribuita anche in una confezione regalo assieme a una bambola della “Mattel“. L’immagine l’abbiamo presa da una vecchia inserzione eBay.

Come segnalato su “Topolino” e “Disney Oggi“, la videocassetta era disponibile anche in una versione sottotitolata per non udenti.

La VHS superò il record di vendite dei tempi, con oltre un milione di copie vendute come riportato su questo Profit Planner del 1993.

Più precisamente, come recita un Profit Planner del 1998, soltanto nel 1992 vennero venduti 1.100.000 esemplari di “Cenerentola“.

Cenerentola” restò nel catalogo Disney fino all’autunno 1993. La videocassetta non fu più reperibile a partire da quella data? Non andò proprio così. Come fanno intuire anche tutte le differenze che ho elencato tra le varie stampe, vennero prodotte tantissimi esemplari della videocassetta. Per questo motivo la si poteva trovare  in diversi negozi anche anni dopo il suo debutto. Ci furono poi delle ristampe tra il 1995 e il 1996, non segnalate nei cataloghi.

Occhio…alla ristampa!

Parliamo delle ristampe di metà anni ’90. Queste ristampe si differenziavano dalle prime stampe della VHS per tre elementi:

  • L’ologramma argentato era con “Topolino apprendista stregone” anziché con la “Cinepresa”;
  • I colori della copertina sono più scuri rispetto alle prime stampe;
  • Su etichette e box (MA NON SULLA COPERTINA) i riferimenti alla “Buena Vista Home Video” sono sostituiti da quelli della “Buena Vista Home Entertainment“.

Eccovi un video di confronto tra le due stampe di questa VHS:

Concludiamo con un altro video, ovvero con la collezione di “Cenerentola” del nostro collaboratore esperto di doppiaggi Marco Zaffuto.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


CENERENTOLA – VHS VIVAVIDEO (EDITORIALE)

Cenerentola
(Cinderella) 

VHS NON UFFICIALE DELLA VIVAVIDEO

SI RINGRAZIA GIUSEPPE C. PER I FOTOGRAMMI CHE VEDETE IN QUESTA SCHEDA.


Codice VHS: Nessuno
BOX: Nero Grande
Distributore: Viva Video
Edizione: 1992
Ologramma argentato: Assente
Pubblicità iniziali: Assenti
Tipologia: Vendita (Editoriale)

Descrizione Contenuto:

Questa videocassetta del Classico Disney “Cenerentola” contiene esattamente lo stesso master video di un’altra (e più “famosa”) vhs non ufficiale del film, che abbiamo recensito qua.  O almeno lo era in partenza: questa sembra una copia più scadente dello stesso master, con una grossa perdita di definizione e un aumento della luminosità. Il master di partenza non è altro che un riversamento della pellicola cinematografica della riedizione Italiana dell’estate 1988. Caratteristica di questa versione è la presenza di un mascherino che copre una parte delle immagini del film sopra e sotto. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l’altra scheda.

Al termine del film si vede il logo del distributore del 1988, ovvero la Warner Bros.

Storia della VHS:

La videocassetta venne rilasciata dei mesi prima dell’edizione ufficiale del Novembre 1992. È una delle tante VHS distribuite senza il consenso della Walt Disney, poiché si pensava che alcuni Classici fossero caduti nel dominio pubblico. Un riferimento alla presunta caduta del film nel pubblico dominio la troviamo nel retro della copertina.

Analoga operazione la fecero altre case, come la Walkman srl o l’Eclecta Video. Questa VHS era in vendita nelle edicole, abbinata ad un albo, e talvolta nelle videoteche. Il master video era esattamente lo stesso di numerose VHS pirata che circolavano ai tempi. Si trattava nient’altro che un riversamento della pellicola cinematografica del film, più precisamente della riedizione cinematografica dell’estate 1988.

Le immagini della copertina provengono da illustrazioni usate in diversi libri distribuiti dalla Mondadori e dalla Disney Libri. Uno di questi lo trovate qua di seguito.

Foto da eBay.

L’uscita di questa e altre videocassette “bootleg” non lasciò indifferente la Walt Disney, che iniziò una campagna contro le videocassette pirata di ogni tipo. Un esempio è rappresentato da questo articolo, oppure dai messaggi antipirateria “È un vero Walt Disney” inseriti nelle VHS.

Non sappiamo se prima o dopo, ma venne prodotta un’altra VHS di “Cenerentola” per il circuito delle edicole, con lo stesso master video e con una copertina che utilizzava la locandina cinematografica del 1988, oltre alle illustrazioni dei libri Mondadori. Come detto sopra, troverete qua la recensione di questa videocassetta.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


CENERENTOLA – VHS EDITORIALE

Cenerentola
(Cinderella) 


Codice VHS: Nessuno
BOX: Nero Grande
Collana: Cartoni Videostar
Distributore: Edizioni World Trade Company
Edizione: 1992
Ologramma argentato: Assente
Pubblicità iniziali: Assenti
Tipologia: Vendita (Editoriale)

Descrizione Contenuto:

Questa videocassetta del Classico Disney “Cenerentola” contiene un riversamento della pellicola cinematografica della riedizione Italiana dell’estate 1988. Il film non è restaurato e, se si escludono i cartelli Italiani, il master di “partenza” è esattamente lo stesso che verrà inserito in tutte le videocassette ufficiali del film distribuite a livello mondiale verso la fine del 1992. Ad esso è stato applicato un mascherino: per questo ci sono delle bande e nere nella parte bassa e alta dell’immagine. Il formato del film non è stato quindi “riadattato” in 16:9 ma sono state coperte delle grosse porzioni delle immagini per simulare tale effetto. Soltanto i cartelli del film non sono coperti dal mascherino.

Come già detto, il film è tratto da un master che non ha subito alcun restauro. Di conseguenza, “Cenerentola” ha il collo senza colore in una scena iniziale del film. Il collo sarà colorato negli anni ’90. In Italia questa “correzione” l’abbiamo vista prima volta con la VHS dell’Aprile 1998.

Prima dell’inizio del film c’è l‘intro col logo della Walt Disney Pictures. Inizialmente il video è muto poi, quando il castello ha quasi finito di apparire, comincia la musica dei titoli di testa di “Cenerentola“. Questo espediente è stato creato per occultare il logo dei precedenti distributori cinematografici. Dunque non compare il logo della “Rank Film“, presente nella VHS ufficiale del Novembre 1992.

In questa videocassetta sono presenti tutti i cartelli cinematografici Italiani del film. Troviamo anche il Proclama Reale, rimasto in Inglese nella prima e nell’ultima edizione ufficiale in VHS. Per un approfondimento sui Cartelli Italiani di Cenerentola clicca qua.

Lo stesso master video di questa videocassetta, con gli stessi “stacchi”/disturbi di registrazione lo si poteva trovare in numerose videocassette pirata. In alcune copie era presente il cortometraggio “Paperino e il Leone”  prima del film, così come al cinema nel 1988. Per qualche secondo, prima che Cenerentola avverta la sua famiglia dell’arrivo della carrozza, si intravede il cartello di “Fine Primo Tempo”. Nel complesso la qualità video abbastanza è buona, se confrontata con quella di altre VHS non ufficiali..

In questa videocassetta, come in quelle originali, troviamo il secondo doppiaggio Italiano del film, inciso nel 1967. L’audio è integrale senza alcun tipo di buco.

Storia della VHS:

La videocassetta venne distribuita alcuni mesi prima dell’edizione ufficiale di Novembre 1992 per conto della Edizioni World Trade Company. Essa rappresenta il primo volume della Collana Cartoni Videostar e non sappiamo se ne vennero rilasciati degli altri. Si trattava di una delle tante videocassette distribuite senza il consenso della Walt Disney, poiché si pensava che alcuni Classici fossero caduti nel pubblico dominio. Un riferimento alla legge sul pubblico dominio dei film lo possiamo trovare in un riquadro nel retro della copertina.

Un’operazione analoga la fecero altre case, come la Walkman srl o l’Eclecta Video. Si poteva acquistare questa VHS nelle edicole, abbinata ad un albo, e talvolta nelle videoteche. Il master, tratto dalla riedizione cinematografica dell’estate 1988, era esattamente lo stesso di numerose VHS pirata che circolavano ai tempi nelle bancarelle e altri luoghi. La copertina venne creata utilizzando, per il fronte, la locandina della riedizione cinematografica precedentemente citata. Ringraziamo Lino Cappellini per la foto della locandina.

Per il retro della cover sono state scelte delle immagini provenienti da un libro della Mondadori.

Foto da eBay.

Tali illustrazioni vennero utilizzate per parecchi anni da questa casa editrice.

L’uscita di questa e altre videocassette non autorizzate causò il malcontento della Disney, che avviò una campagna contro le videocassette pirata di ogni tipo. Un esempio è rappresentato da questo articolo, oppure dai messaggi antipirateria “È un vero Walt Disney” inseriti nelle VHS.

Non sappiamo se prima o dopo, ma la “Vivavideo” distribuì un’altra VHS di “Cenerentola“, con lo stesso master video e con una copertina che utilizzava soltanto le illustrazioni presenti anche in quel libro della Mondadori che vi abbiamo mostrato più sopra. Potete trovarne la scheda qua. Si ringrazia “Gheppino ” per la scansione.

Un’ultima curiosità: Francesco Finarolli ci ha avvisato che durante il film “Libera” (1993) di Pappi Corsicato viene inquadrato un televisione nel quale viene riprodotta una scena di “Cenerentola“.  L’immagine sembrerebbe provenire proprio dalla videocassetta da noi recensita, anche se va detto che lo stesso master circolava in molte VHS bootleg del film.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


CENERENTOLA – VHS APRILE 1998


“Cenerentola” 
(Cinderella) 

VHS APRILE 1998

Codice VHS: VS 4745
BOX: Nero Piccolo (logo B.V.H.E.)
Collana: (1997-2000)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1997-2000)
Sticker VHS: Disney Video (1997-2001)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Le avventure di Peter Pan”, “Hercules”, “Winnie the Pooh – Alla ricerca di Christopher Robin”, “I capolavori di Paperino”, “Disneyland”
“É un vero Walt Disney”: “La Carica dei 101”
Intro:
Edizione: Aprile 1998
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La videocassetta del 1998 di “Cenerentola” ripropone il film in una nuova veste. Il Classico è stato totalmente restaurato ed il nuovo master video differisce moltissimo da quello della precedente edizione in VHS del Novembre 1992. Una di queste differenze è, per esempio, la colorazione del collo di Cenerentola in una scena iniziale del film, precedentemente non colorato per una svista.

I nuovi colori sembrano essere più fedeli alla versione originale del film. Il problema di questa videocassetta, come le altre dello stesso periodo, è la presenza nel nastro del filtro antiduplicazione “Macrovision”. Le videocassette con questo filtro spesso venivano riprodotte nei videoregistratori mostrando una saturazione eccessivamente elevata oppure con i colori molto pallidi. Questi inconvenienti incidono parecchio sul lavoro compiuto dai restauratori. Fortunatamente la tecnologia si è evoluta e nei DVD e Blu-Ray questo inconveniente è svanito.

I titoli di testa e coda contengono delle differenze rispetto a quelli della precedente edizione in VHS.

Per quanto riguarda i titoli di testa:

  • È assente il logo della “Rank Film”, che distribuì il film nelle sale in occasione della sua riedizione cinematografica del 1967 (anno del ridoppiaggio);
  • Il cartello dell’edizione Italiana appare e si dissolve prima rispetto a quello della VHS del 1992;
  • Il libro della fiaba si apre a una velocità diversa rispetto alla precedente videocassetta.

Analizzando la parte finale del film:

  • Viene aggiunta una dissolvenza per passare all’ultima pagina del libro, assente nell’edizione cinematografica originale del film;
  • Prima di passare al cartello “Fine” c’è una dissolvenza graduale verso il nero.

Un merito di questa videocassetta è quello di recuperare il cartello Italiano del “Proclama Reale”, rimasto in Inglese nell’altra videocassetta.

Purtroppo, una piccolissima parte della ripresa de “I sogni son desideri” cantata dai topolini ha l’audio danneggiato. Precisamente nel punto in cui viene fatto il fiocco al vestito.

Cliccate qua per un approfondimento sui cartelli Italiani di “Cenerentola“.

Prima che cominci il film c’è l’intro col mitico logo col castello della Walt Disney Picutres. La versione che vediamo è più “zoomata” rispetto a quella Classica. Inoltre sembra che manchi una parte di musica dai canali audio. Lo stesso logo (senza audio) lo ritroviamo al termine del film, direttamente dal punto in cui il castello è già comparso completamente.

Nella versione Inglese c’è il logo della Buena Vista, non pervenuto da noi per questa VHS.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

Nella custodia è presente una busta con all’interno vario materiale pubblicitario.
La busta ha l’immagine della carrozza coi cavalli sul fronte, nella chiusura del retro ci sono due francobolli da ritagliare di Giac e Gas Gas.

Tra il materiale pubblicitario incluso troviamo un volantino che promuove le future uscite Home Video Disney, una bustina di figurine Panini e un cartoncino per vincere fantastici premi Disney, come un orologio di Paperino.

Questo è il Profit Planner che venne dato alle videocassette, in cui è spiegata l’organizzazione della campagna pubblicitaria legata a questa VHS.

Le seguenti immagini invece provengono dalla rivista “Topolino“. Trovate anche un bell’articolo scritto da Federico Fiecconi.

Ed eccovi il video della sequenza pubblicitaria della videocassetta!

Storia della VHS:

Dopo quasi sei anni dal suo debutto in Home Video, “Cenerentola” tornò in videocassetta il 22 Aprile 1998. Come abbiamo detto sopra, il film fu completamente restaurato per l’occasione. La stessa edizione uscì mesi prima in Inghilterra. La copertina utilizzata non si era mai vista in Italia, eccetto per un elemento: la Fata Smemorina, copiata e incollata direttamente dalla copertina della precedente edizione. L’immagine del retro della fascetta apparve per la prima volta negli Stati Uniti in occasione della (loro) riedizione del 1995. C’è una curiosa differenza. I capelli di Genoveffa, in quell’edizione, sono neri. I capelli sulla cover della nostra edizione, curiosamente, sono stati ricolorati di castano chiaro.

L’immagine del retro Americano proviene dal sito vhscollector.com

Si tratta di un’imposizione di marketing? Probabile. A conferma di ciò possiamo notare che nel seguito del film, prodotto nel 2002, Genoveffa sfoggia proprio una chioma castana. Genoveffa aveva i capelli castani anche nella copertina della prima videocassetta (stavolta in tutti i paesi del mondo). Ad oggi non siamo riusciti a trovare una spiegazione per questa scelta. Nel film originale, a seconda del master, i capelli della sorellastra sono neri o al più castano scuro, lontano dal color nocciola di queste versioni.

Dall’edizione Americana del 1995 proviene anche la forma coi bordi argentati in cui è inserito un nuovo logo del film. Tuttavia il logo “Cenerentola” presente anche sulle cover della prima edizione in VHS verrà utilizzato ancora per molti anni su vari prodotti. Basti pensare all’edizone del 2005 in DVD e VHS! C

L’edizione Americana del 1995.

La copertina Statunitense proviene dal sito vhscollector.com .

Tornando in Italia, un mese dopo dall’uscita dalla versione vendita arrivò nel mercato Italiano la versione per il noleggio del film. L’abbiamo recensita qua.

CURIOSITÀ

Alcuni esemplari della videocassetta, per “errore”, potrebbero avere appiccicato sul guscio della videocassetta l’ologramma argentato con “Topolino apprensista stregone” senza la cornicetta attorno. Per capire di cosa parliamo vi invitiamo a consultare la nostra “Legenda” nella parte relativa all’Ologramma argentato.

I cartelli Italiani così come li vedete in questa VHS verranno riciclati per la successiva e ultima edizione su nastro del Novembre 2005.

Dal momento che vennero prodotti numerosi esemplari della videocassetta del 1992, non è raro sentire di gente che ha ricevuto la prima edizione dopo l’uscita della videocassetta descritta in questa scheda. Lo stesso Tia, creatore del sito, classe 1997, la trovò in vendita ancora sigillata in alcuni negozi.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.