Tag Archives: 1993

TOM & JERRY – IL FILM (VHS)

 

“Tom & Jerry – Il Film”
(Tom & Jerry – The Movie) 

 

Codice VHS: 3711
BOX: Nero
Casa di produzione del Film: Live Entertainment, Turner Entertainment, WMG Film, Film Roman
Distributore della VHS: Cecchi Gori Editoria Elettronica – Via Tornabuoni 17, Firenze
Edizione: 1997
Versione: Vendita
Macrovision:

Ringraziamo per la scheda Francesco Finarolli.

Descrizione Nastro:

Signori e signore, anzi, cassettini e cassettine, questa videocassetta racchiude il PRIMO LUNGOMETRAGGIO che vede protagonisti la coppia gatto-topo più famosa del mondo: “Tom & Jerry – Il film“. Non sempre si parla bene di questa pellicola sul Web ma, vi dirò, a me da piccolo piaceva tantissimo e ne sapevo i dialoghi a memoria. Il film ci racconta di come Tom & Jerry aiutano una bambina di nome Robyn a riunirsi col padre, dato per morto a causa di una valanga in Tibet. Ad ostacolarli ci sono il cane Ferdinando, la malvagia “zia” Bova con il suo amante, l’avvocato Leccapiedi e tanti altri. Tutti amiamo Tom e Jerry ma, diciamola tutta: il nostro tifo andava a Zia Bova e Leccapiedi, specialmente per la loro magistrale performance ne “I soldi son la mia passion” (Money is such a beautiful word). Peccato che le cose per loro non finiranno bene.

Punto di forza della videocassetta è quello di riportare tutti i cartelli cinematografici italiani del film, tra i quali troviamo quelli sul doppiaggio. Altro punto di forza è la traccia audio STEREO HI FI, che risulta migliore di quella delle successive edizioni DVD. Per i pirati delle VHS, questa edizione ha un altro pregio: l’assenza della protezione anti-copia Macrovision.

Vi dice nulla Giorgia Lepore? La ricorderete sicuramente per la sigla  “La fantastica Mimì” e molte altre.

Qua di seguito vi elenchiamo il cast completo dei doppiatori.

  • Francesco Vairano: Tom, Droopy
  • Ilaria Stagni: Jerry
  • Silvio Spaccesi: Carlone
  • Fabrizio Mazzotta: Frankie La Pulce
  • Georgia Lepore: Robyn Starling
  • Cristina Noci: “Zia” Pristina Bova
  • Renato Cortesi: Avvocato Leccapiedi
  • Mino Caprio: Ferdinando
  • Elio Pandolfi: Dr. G. Facciadolce Guanciamela
  • Pino Ammendola: capitan Fracasso

I più esperti avranno notato che il font del titolo italiano è diversissimo da quello americano!

Curiosità

Per qualche motivo, nel retro della copertina, i nomi dei personaggi restano in inglese. Troviamo dunque scritto Pugsy anziché Carlone, Zia Figg invece di Zia Bova ecc. Lo stesso accadde per un Classico Disney: “Basil l’investigatopo“. Curiosamente, questi due film d’animazione hanno un altro elemento in comune: la colonna sonora di entrambi è firmata Henry Mancini!

Francesco Finarolli ha fatto una scoperta shockante: di alcune scene potrebbero esistere due diverse varianti! Una delle scene in questione, da lui individuata, è quella che vede i nostri eroi scappare dagli antagonisti a bordo di un battello. Come potete vedere, il background cambia! La stessa versione della VHS la troviamo nel trailer cinematografico e nelle prime trasmissioni TV.

Sappiamo che siete dei curiosoni – giustamente – e perciò vi mostriamo anche la stessa immagine dal trailer cinematografico e da una registrazione TV di Francesco.

Già che ci siamo, ecco questo flano che pubblicizza la proiezione in un cinema del lungometraggio!

Occhio…alla ristampa!

La copertina che vi abbiamo mostrato è una ristampa. La prima versione era contenuta in un box grande – la seconda in un box compatto – ma non solo: anche la fascetta variava. Esiste inoltre una versione per il noleggio che ha una particolarità: un box cartonato custodisce la preziosa VHS. Alessandro S. la possiede e ci ha inviato la scansione. Poiché graficamente è quasi identica alla prima versione da vendita – uno dei pochi cambiamenti rilevanti è il codice, che diventa 1041 e la scritta “solo per il noleggio” – la utilizziamo per confrontare le prime stampe dalle ristampe.

Nelle prime stampe, in particolare:

  • Il titolo del film era scritto in alto sul fronte della fascetta, circondato di rosso e con rilievo dorato;
  • Nel retro ci sono solo tre fotogrammi del film senza particolari cornici. Nella ristampa verrà aggiunto un fotogramma con i due nemici-amici e Robyn;
  • Il volto della perfida Pristina Bova è coperto dal titolo nella prima versione della fascetta;
  • Complessivamente, l’impaginazione del retro della cover della prima stampa è diverso da quello delle ristampe.

L’etichetta potrebbe presentare delle variazioni, così come la fascetta.

La nostra è questa, ricordiamo che siamo in possesso di una ristampa. Personalmente la acquistai tra il 2001 e il 2002. Lo sticker delle prime stampe varia a seconda della copia. Su alcune appare scritto “Univideo ’97”, dunque ipotizziamo che fosse stata prodotta proprio nel 1997!

Il 1997 è un anno importante poiché segna la prima messa in onda del lungometraggio su Italia 1 il 27 Dicembre. A dirla tutta, questa trasmissione non era stata annunciata positivamente dalla critica, che all’epoca stroncò il film.

La registrazione TV che abbiamo usato per il confronto proviene dalla seguente messa in onda!

Beccati! Vi abbiamo sentiti cantare! Dunque, vi lasciamo alla canzone della mitica Pristina Bova e Leccapiedi, da una registrazione proprio della prima TV.

 

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


ALADDIN – VHS BLACK DIAMOND 1993 (U.S.A.)


“Aladdin”

EDIZIONE U.S.A. 

Codice VHS: 1662
BOX: Bianco (Plastica morbida)
Collana: “Grandi Classici” (Black Diamond)
Distributore: Buena Vista Home Video, Burbank, California 91521
Ologramma argentato: Assente
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “The Lion King“, “Pinocchio
“É un vero Walt Disney”: No
Intro: Walt Disney Classics
Edizione: Ottobre 1993
Versione: Vendita
Formato: NTSC
Macrovision:

Si ringrazia WILLDUBGURU per averci fornito il materiale utilizzato in questa scheda. Visitate il suo sito dedicato alle edizioni Internazionali dei film Disney! Cliccate qua per accedervi!

VI RICORDIAMO DI STARE ATTENTI ALLE FAKE NEWS CHE CIRCOLANO SULLE COSIDDETTEVHS BLACK DIAMOND“, CHE COME QUESTA SONO CARATTERIZZATE DA UN ROMBO NERO IN COPERTINA.
NON SI TRATTA DI VIDEOCASSETTE DI VALORE POICHÉ PRODOTTE IN MILIONI DI ESEMPLARI. SPESSO VENGONO MESSE IN VENDITA A CIFRE ALTE MA NON VENGONO MAI ACQUISTATE SE NON PER IMPORTI IRRISORI.

Descrizione Nastro:

La videocassetta comincia con i messaggi antipirateria a sfondo verde ed una sequenza pubblicitaria, comprensiva dei trailer del Classico “The Lion King” e “Pinocchio. “Aladdin” ha inizio subito dopo lo stacchetto “Walt Disney Classics”. Si tratta di una versione rimaneggiata del film rispetto a quella cinematografica. Viene cambiato un verso della canzone iniziale “Arabian Nights”, poiché reputato offensivo verso i popoli arabi. Nel dettaglio

Where they cut off your ear if they don’t like your face

diventa

Where it’s flat and immense and the heat is intense“.

Una analoga sorte subirà anche l’edizione italiana a partire dal 2005. L’altra modifica del film è quella tipica della quasi totalità delle videocassette Disney: l’aspect ratio originale è stato adattato in 4:3. Ciò ha comportato dei tagli all’immagine. Eccovi un confronto tra la versione VHS e quella presente su Disney Plus, con un formato video più vicino all’originale.

Ricordiamo che essendo una videocassetta Americana, il suo formato è NTSC. Pertanto, non tutti i videoregistratori Italiani potrebbero essere in grado di riprodurne il nastro.

Storia della VHS

La VHS di “Aladdin”  fu distribuita negli U.S.A. il 1° Ottobre 1993 e fu uno degli ultimi titolo della collana di videocassette “Walt Disney The Classics” (Black Diamond). Per promuovere l’uscita in commercio del film, vennero realizzati alcuni spot pubblicitari. Su You Tube ne abbiamo recuperati tre, non sappiamo se ne fecero altri.

Dentro alla custodia si trovava parecchio materiale promozionale. Eccovi una foto che abbiamo recuperato su eBay.

Le vendite furono stratosferiche: si contano 10,6 milioni di copie vendute durante la prima settimana, che diventarono 25 milioni nel 1994. La videocassetta uscì di catalogo il 30 Aprile del 1994 e rimase in circolazione fino ad esaurimento scorte.

Molti di voi diranno: “Hey, ma anche la mia VHS Italiana ha il logo Black Diamond”. La videocassetta italiana di “Aladdin” non ha il famoso logo col rombo nero in copertina. Se la vostra copia lo avesse è perché si tratta di una videocassetta pirata, realizzata usando la fascetta americana. Operazioni analoghe vennero messe in atto per altri film, come “La carica dei 101“.

Occhio…alla ristampa!

Ci sono due diversi varianti della videocassetta. Quello che cambia è il trailer iniziale per “The Lion King“. Nelle prime copie prodotte è preceduto dal cartello “Coming to theatres from Walt Disney Pictures” e alcune delle animazioni del film vengono mostrate incomplete.

Nella seconda versione, invece, non c’è più quel cartello e il trailer mostra tutte le animazioni completate. Su You Tube potete visionare le due diverse sequenze pubblicitarie:

Vi elenchiamo alcune date di stampa della VHS. La seconda versione potete trovarla nelle copie stampate a partire dalla metà di Luglio. Copie che contengono la seconda variante potrebbero essere state prodotte qualche giorno prima ma non le abbiamo ancora identificate. La data di stampa della videocassetta la potete trovare impressa sul suo lato lungo, opposto allo sportellino.

  • 20 Giugno 1993
  • 24 Giugno 1993
  • 3 Luglio 1993
  • 15 Luglio 1993
  • 17 Luglio 1993
  • 22 Luglio 1993
  • 25 Luglio 1993
  • 4 Agosto 1993
  • 13 Settembre 1993

  Oltre alla videocassetta, venne rilasciata una versione in Laserdisc il 21 Settembre 1994, ovvero quasi cinque mesi dopo l’uscita di catalogo della videocassetta.

Ringraziamo ancora William del sito WILLDUBGURU per averci aiutato nel realizzare questa scheda.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


PINOCCHIO – VHS 1993 (U.S.A.)


“Pinocchio”

EDIZIONE U.S.A. 

Codice VHS: 239
BOX: Bianco (Plastica morbida)
Collana: “Grandi Classici” (Black Diamond)
Distributore: Buena Vista Home Video, Burbank, California 91521
Ologramma argentato: Assente
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “The nightmare before Christmas”, “Aladdin”
“É un vero Walt Disney”: No
Intro: Walt Disney Classics
Edizione: 1993
Versione: Videocassetta Demo a scopo promozionale
Formato: NTSC
Macrovision:

Si ringrazia WILLDUBGURU per averci fornito il materiale utilizzato in questa scheda. Visitate il suo sito dedicato alle edizioni Internazionali dei film Disney! Cliccate qua per accedervi!

Descrizione Nastro:

La videocassetta Americana del 1993 di “Pinocchio” comincia con i messaggi antipirateria (sfondo verde), seguiti da una sequenza pubblicitaria che include “The Nightmare before Christmas” e “Aladdin“.

Il master video del film era esattamente lo stesso che abbiamo analizzato nella versione Demo della VHS. Si tratta di un restauro realizzato nel 1992. Caratteristica di questa versione è di una leggera dominante marroncina/rossastra, che nel complesso scurisce l’opera rispetto alla versione d’origine. A quei tempi, per svecchiare i film, si utilizzavano spesso tali tonalità nei restauri.

Come nella videocassetta DEMO, all’inizio del lungometraggio l’originale logo della RKO Radio Pictures viene sostituito da quello della Buena Vista.

Questa videocassetta è dotata di dispositivo anticopia Macrovision ed è informato NTSC: per quest’ultimo motivo potrebbe non essere supportata da molti videoregistratori Italiani.

Storia della VHS

 La Walt Disney restaurò “Pinocchio” nel 1992, in occasione di un suo ritorno nelle sale Americane. Dopo il ritorno delle sale, la Disney distribuì la versione restaurata in VHS il 26 Marzo 1993. Nello stesso periodo “Pinocchio” tornò in videocassetta anche in Italia ed in altri Paesi del mondo. Nonostante non ne compaia il logo sulla fascetta, questa videocassetta è considerata parte della collana “The Classics“, nota come “Black Diamond“.

Ringraziamo ancora William del sito WILLDUBGURU per averci aiutato nel realizzare questa scheda.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



DAVID COPPERFIELD – VHS STARDUST

“David Copperfield”
(Charles Dickens’ David Copperfield)  

VHS STARDUST

Codice VHS: S 12161
BOX: Nero Grande Rigido
Casa di produzione del Film: Stardust Animation e Pure Magic
Collana: Le Favole più belle
Distributore della VHS: Stardust S.r.l. – Vaprio D’Agogna (NO)
Edizione: 1995
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Questa videocassetta Stardust il film d’animazione “David Copperfield“, prodotto nel 1993 dalla Cinémotion e PMMP National Productions e (molto) liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Charles Dickens. Si tratta di una coproduzione tra Francia e Canada. Il film non era destinato alle sale, bensì alla televisione: venne infatti trasmesso sulla NBC durante le vacanze natalizie del 1993.  Il cast di doppiatori originali include famosi attori, doppiatori e cantanti Canadesi e del Regno Unito. Pensate che David Copperfield in originale viene doppiato da Julian Lennon, figlio di John Lennon dei Beatles! L’edizione italiana è stata curata dalla Tecnomovie ed è stata incisa a Torino. Tra i doppiatori ci sono Aldo Stella nei panni del protagonista, Claudia Penoni è Clara Copperfield e doppia anche Agnes. Lucia Valenti presta la voce alla simpaticissima Zia Betsey.

La trama, come vi abbiamo fatto intuire, è vagamente ispirata a quella del racconto di Dickens. Sebbene la parte iniziale sia piuttosto fedele al romanzo originale, il film finisce presto col discostarsene completamente mantenendo soltanto alcuni eventi e personaggi della versione letteraria. Il lungometraggio si concentra, inizio a parte, sul lavoro in fabbrica di David tralasciando la sua crescita. Mi permetto un piccolo commento personale: da piccolo vidi la pubblicità di questo film su una VHS Stardust, che mi mise molta voglia di vederlo! Sembrava davvero un bellissimo film d’animazione. Purtroppo non riuscii mai a vederlo da bambino e lo recuperai soltanto qualche anno fa. Francamente, lo ho trovato molto al di sotto delle mie aspettative! La storia sembrava più spassosa e coinvolgente nei trailer della Stardust. Un po’ può aver anche inciso il fatto che lo abbia visto da adulto ma in ogni caso, conoscendo il piccolo Matt, anche se lo avessi visto da bambino non sarebbe sicuramente stato uno  dei miei film preferiti. L’unico personaggio degno di nota è la mitica Zia Betsy, con la sua canzone “Io odio i maschi” (cantata in Italiano dalla Valenti).

A proposito delle canzoni: sono tutte doppiate in italiano eccetto la canzone finale, “Nothing is like a family Christmas” che rimane in inglese.

Occhio…alla ristampa!

Alla fine 1996 la Stardust decise di rinnovare molte delle sue videocassette. In alcuni casi, come “Biancaneve“, si limitò semplicemente ad aggiornare i loghi della fascetta, modificandone radicalmente soltanto il retro. Per altre videocassette, come “David Copperfield“, decise di stravolgere completamente la copertina cambiando anche la locandina principale. E non era finita qua! Spesso tali cambiamenti erano accompagnati anche a modifiche nel nastro. Nel caso in esame, cambiarono i messaggi antipirateria – quelli col vecchio logo vennero sostituiti da quelli con la stella inserita in un cerchio blu – e la sequenza pubblicitaria. E proprio quest’ultima ci ha permesso di risalire alla data di questa seconda edizione, che ricordiamo continua a riportare in copertina il 1995 come data. Tra le pubblicità iniziali c’è quella de “Il Gobbo di Notre Dame” e della campagna promozionale ad esso legata. Poiché la videocassetta del leggendario campanaro è della fine del 1996, possiamo datare il lancio di questa VHS di “David Copperfield” proprio tra il 1996 e i primi mesi del 1997. Ve ne abbiamo tanto parlato, eccovi quindi una scansione della seconda copertina del film. Ringraziamo Giuseppe C. per avercela inviata!

Non siamo certi se fosse stata effettivamente prodotta, ma potrebbe esistere una ristampa che abbina la vecchia locandina e il nuovo logo Stardust. L’abbiamo trovata pubblicizzata su un catalogo di proprietà dello scrittore Federico Battisti, grandissimo collezionista di videocassette Stardust.

L’edizione del catalogo sembra appartenere alla collana “Le Storie più belle“, non più a “Le Favole più belle“. Era prevista la sua vendita assieme a degli stampini e del pongo. La confezione di questo extra non poteva chiamarsi altrimenti se non “I Giochi più belli“. Quella che vedete di fianco è la famosissima videocassetta de “La Principessa e il Folletto“.

Ringraziamo infine Marco Zaffuto per la copertina della prima edizione!



LE AVVENTURE DI PETER PAN – VHS DISNEY FEBBRAIO 1993


“Le avventure di Peter Pan”
(Peter Pan) 

VHS Febbraio 1993

Codice VHS: VS 4394
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.V.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1992-1995)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “Gli Aristogatti” (al cinema), “Basil l’investigatopo”, “Walt Disney – Collezione Famiglia”, “Euro Disney”
“É un vero Walt Disney”: “Le avventure di Peter Pan”
Intro:
Edizione: Febbraio 1993
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Le avventure di Peter Pan” è presentato nella sua nuova edizione italiana, realizzata per la stagione cinematografica del 1987. Questa scelta si ripercuoterà su tutte le edizioni in videocassetta successive: il doppiaggio originale de “Le avventure di Peter Pan” non vedrà mai luce – ufficialmente – su nastro. Perché ci teniamo a sottolineare “ufficialmente”? Lo abbiamo specificato poiché sono esistite delle videocassette pirata, circolate clandestinamente in alcune videoteche, che conservano l’audio italiano del 1953.

In realtà è possibile ascoltare in una videocassetta ufficiale alcuni spezzoni dello storico doppiaggio. La videocassetta in questione è “I cattivi Disney“.

Non è dunque rimasto nulla in questa VHS della prima edizione italiana del Classico? Affermarlo è errato, poiché sono ancora presente (per l’ultima volta) i cartelli cinematografici del 1953 in maniera integrale, se si esclude il cartello del distributore cinematografico, la RKO Radio Pictures, sostituito da quello della Walt Disney Pictures con l’iconico castello. I dati del nuovo doppiaggio sono inseriti su cartelli neri al termine del film. A partire dalla successiva edizione Home Video del 1998 verranno inseriti direttamente nei titoli iniziali, modificandoli. Da dove viene invece il resto del master video? Esso proviene dall’edizione Statunitense del 1990, rilasciata su VHS e Laserdisc.

Prima del film c’è una ricca sequenza di apertura che, dopo i messaggi antipirateria Buena Vista Home Video, ci annuncia il ritorno al cinema de “Gli Aristogatti“, la nuova collana di VHS “Walt Disney Collezione Famiglia“, l’imminente uscita in videocassetta di “Basil l’investigatopo” e una pubblicità di Euro Disney. “È un vero Walt Disney” chiude la sequenza, mostrandoci la videocassetta del caro Peter Pan.

Nel nastro non c’è traccia di sistema antiduplicazione Macrovision, questo implica la comparsa del logo WD dopo i titoli di apertura. Il logo svanisce in punti diversi a seconda della stampa della videocassetta.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

Non manca, inserita nella custodia, una busta con stampato in rosso il titolo del film. Ritroviamo una cartolina per la “prova d’acquisto” ed  il catalogo delle VHS Walt Disney disponibili nella Primavera del 1993. Potete trovare l’intero catalogo cliccando qua!

Per i negozianti venne creato un “Profit Planner” con lo scopo di promuovere la vendita de “Le avventure di Peter Pan” e delle altre videocassette Disney.

Storia della VHS

Le avventure di Peter Pan” uscì per la prima volta in videocassetta nel Febbraio 1993, il primo di tre Classici ad uscire nei primi mesi dell’anno. Gli altri erano “Pinocchio” e “Basil l’investigatopo“. L’edizione non è altro che la versione italiana di quella americana del 1990, che utilizzava per altro lo stesso disegno in copertina, oltre che ad un uguale master video. Acquistando la videocassetta o gli smarties si potevano vincere l’opportunità di partecipare alla Festa del Galeone ad Euro Disney. Il sottoscritto non l’ha vinta (anche perché acquistai la videocassetta dopo il 1993, per un fattore di età), se ci leggesse il fortunato vincitore di questo premio lo invito a scriverci in costa consisteva questa festa!

Come potete notare la videocassetta costava £. 39.900 (foto scattata da Luca della Pagina Instagram @disneyvhsitaly) e la si poteva prenotare presso i negozi che esponevano il seguente manifesto. Appena possibile scatterò una foto migliore, ve lo prometto!

La campagna pubblicitaria di Peter Pan non era di certo finita qua! Era disponibile un’edizione sottotitolata per non udenti del film, scelta precedentemente adottata anche per “Cenerentola” e mai più utilizzata per nessun altro Classico Disney in VHS. Inoltre alle scuole elementari di alcune città venne data gratuitamente una valigetta che includeva:

  • una videocassetta con sei episodi tratti dal film;
  • un poster con la locandina della VHS;
  • il libro che racconta la fiaba;
  • fogli, sei schede e una guida didattica per le maestre.

Un vero peccato aver frequentato le elementari solo dieci anni dopo!

Si ringrazia per la scansione Monica del sito www.onlyshojo.com !

Il titolo uscì di catalogo nell’autunno del 1994 e si sarebbe trovato nei negozi fin tanto che le copie prodotte non sarebbero state acquistate tutte. È possibile che qualcuno possa aver acquistato questa edizione anche dopo il rilascio delle successive. L’edizione di Peter Pan del 1993 arrivò in casa mia a fine anni ’90 quando probabilmente era già stata rilasciata l’altra.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



HEIDI – VHS DISNEY NOVEMBRE 1994


“Heidi”
(Heidi)

 

Codice VHS: VS 4519
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.E.)
Collana: Disney
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1993-1997)
Sticker VHS: Walt Disney Home Video (1992-1995)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: Assenti
“É un vero Walt Disney”: Assente
Intro: Nessuna
Edizione: Novembre 1994
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Questo cofanetto racchiude due videocassette, contenente la miniserie del 1993 “Heidi“, diretta da Michael Ray Rhodes e prodotta dalla Harmony Gold Production (la stessa casa che importò alcune serie animate giapponesi) in associazione con la Bill McCutchen Productions, Inc., la Silvio Berlusconi Communications e, ovviamente, con Disney Channel. Tale miniserie è composta da due episodi ed è basata sul romanzo per ragazzi “Heidi“, scritto da Johanna Spyri.

L’EDIZIONE ITALIANA

Vi elenchiamo qui di seguito il cast dei personaggi coi rispettivi interpreti e doppiatori:

  • Heidi: Noley Thornton, doppiata da Perla Liberatori;
  • Nonno Tobias: Jason Robards, doppiato da Pietro Biondi;
  • John (padre di Heidi): Daniel Flynn, doppiato da Luca Ward;
  • Adelaide (madre di Heidi): Annemarie Bubke, doppiata da Loredana Nicosia;
  • Peter: Ben Braizer, doppiato da Daniele Raffaeli;
  • Klara: Lexi Randall, doppiata da Miriam Catania;
  • Nonna di Peter: Patricia Neal, doppiata da Wanda Tettoni ;
  • Nonna di Klara: Sian Phillips, doppiata da Sonia Scotti;
  • Signorina Rottenmeier: Jane Seymour, doppiata da Rossella Izzo;
  • Signor Sesemann: Andrew Bicknell, doppiato da Massimo Rinaldi;
  • Zia Dete: Jane Hazlegrove, doppiata da Giuppy Izzo;
  • Sebastian: Basil Hoskins, doppiato da Carlo Sabatini;
  • Tinette: Catherine Punch.

L’edizione italiana è stata affidata al Gruppo Trenta, sotto la cura di Raffaele Cirioni. La direzione del doppiaggio è di Pietro Biondi, mentre l’adattamento italiano è stato svolto da Ruggero Busetti.

ALCUNE NOTE SUL FILM

Si può considerare un adattamento fedele del romando di Johanna Spyri? Grossomodo sì. Il film si prende comunque alcune libertà, cambiando le dinamiche di alcune scene, ma non tante quante altri adattamenti cinematografici, come il lungometraggio “Zoccoletti Olandesi” della 20th Century Fox o il film “Heidi” del 1965, della Sascha Verleih. Vediamo un po’ le differenze principali della versione del 1993. Klara risulta molto più capricciosa della controparte letteraria, il nonno molto più burbero e il Signor Sesemann è decisamente più freddo. La signorina Rottenmeier raggiungerà sin da subito Heidi sui monti, nella seconda parte della storia, così come il padre di Klara. Nel romanzo la prima non andrà mai sui monti e il secondo solo alla fine del romanzo. Inoltre, nell’opera originale non muore la nonna di Peter e il nonno non è arrabbiato quando Heidi ritorna alla baita, dopo aver lasciato Francoforte. Quest’ultimo, verso la fine della miniserie, incita Heidi a ritornare a Francoforte, e la bambina (seppur titubante) inizialmente accetta, per poi ripensarci un attimo prima della partenza. Tutto ciò nel libro non accade. Al termine della miniserie viene fatto intuire che Klara e Heidi non si vedranno mai più, mentre nella storia originale si sarebbero riviste ogni estate.

IL MASTER ITALIANO

Focalizzandoci sul master video di queste videocassette, la miniserie è presentata col suo aspect ratio originale in 4:3. Sono presenti tutti i cartelli italiani realizzati in occasione della prima trasmissione televisiva, avvenuta su Canale 5 il 27 e 29 Dicembre 1993. Non vi è alcuna sequenza pubblicitaria all’inizio del nastro, che oltre al programma contiene i messaggi antipirateria della Buena Vista Home Entertainment. Ricordiamo infine che la videocassetta è protetta da dispositivo antiduplicazione, come indicato sulla fascetta.

Le puntate della miniserie durano rispettivamente 95 e 89 minuti. La prima si conclude con la nonna di Klara che scopre Heidi mentre è sonnambula. La seconda incomincia con i preparativi della partenza di Heidi da Franco Forte per tornare alla baita del nonno. Il codice impresso sullo sticker delle due videocassette è esattamente lo stesso che compare in copertina: “VS 4519”. La miniserie è integrale. Lo specifichiamo poiché nelle trasmissioni televisive Italiane successive agli anni 2000 essa è stata condensata in un unico film, tagliando numerossissime scene.

Storia della VHS:

La videocassetta di “Heidi” venne distribuita in Italia il mese di Novembre 1994, mentre una versione noleggio della stessa fu distribuita il mese di Giugno 1994. L’edizione da vendita aveva l’ologramma argentato con la Cinepresa nella sua versione Classica, mentre la versione da noleggio aveva l’ologramma con la Cinepresa nella seconda variante. Per una maggiore chiarezza sull’argomento vi invitiamo a consultare la nostra Legenda nella parte “Ologramma argentato“.  La differenza più importante che distingue le due versioni è lo sfondo della fascetta: rosso per la versione da noleggio, giallo ocra per quella da vendita. Eccovi una foto della videocassetta, dalla collezione di Federico Battisti, scrittore de “Il nostro fantastico errore” che potete acquistare qua!

Inoltre il codice della prima è “VI 4509”. Caratteristica di entrambe le versione è l’utilizzo di un box doppio (composto dall’unione di due box normali). Lo sticker della SIAE è applicato, nella versione vendita, soltanto su una delle due aperture del box.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



HOCUS POCUS – VHS DISNEY NOVEMBRE 1994


“Hocus Pocus”
(Hocus Pocus)

Codice VHS: VS 4521
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.E.)
Collana: Disney
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (versione piccola)
Sticker VHS: Walt Disney Home Video (1992-1995)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: Assenti
“É un vero Walt Disney”: Assente
Intro: Nessuna
Edizione: Novembre 1994
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La videocassetta contiene il lungometraggio Disney del 1993 “Hocus Pocus“, uno spassoso film da condividere con gli amici ad Halloween! Le tre antagoniste sono interpretate da Bette Midler (Winifred Sanderson), Sarah Jessica Parker (Sarah Sanderson) e Kathy Najimi (Mary Sanderon). Rivestono i panni dei protagonisti Omri Katz, Thora Birch, Vinessa Shaw e Sean Murray, rispettivamente Max, Dani, Allison e Binx. La videocassetta è completamente prima di pubblicità: il film comincia subito dopo i messaggi antipirateria della Buena Vista Home Entertainment. L’aspect ratio del film è stato adattato a 1.33:1 (4:3), come consuetudine per le VHS Disney degli anni ’90. Ciò ha comportato un taglio dell’immagine ai lati destro e sinistro. Tuttavia, rispetto alla versione disponibile su Disney + possiamo notare la presenza di maggior dettaglio sopra e sotto l’immagine. Vi proponiamo il confronto di seguito.

Il master della videocassetta è completamente con le scritte in Inglese. La musica dell’intro della Walt Disney Pictures inizia subito dopo l’apparizione della torre principale del castello Disney (solitamente accompagnava l’intro sin dall’inizio). Ricordiamo che il nastro della videocassetta è dotato di dispositivo anti-duplicazione Macrovision.

Personalmente amiamo il sapore anni ’90 che sprigiona questo lungometraggio, invecchiato a nostro avviso molto bene e che ancora oggi risulta essere spassosissimo. La vicenda è interamente ambientata durante ad Halloween. Nella città di Salem il giovane Max fa risorgere accidentalmente le sorelle Sanderson, tre spietate fattucchiere desiderose di succhiare la linfa vitale da un giovane per poter rimanere in vita. Il “gatto” Binx, la sorellina Dani e l’amica Allison aiuteranno Max nella difficile impresa di proteggere la città di Salem dalle tre strampalate streghe. Se non sapete cosa guardare ad Halloween, “Hocus Pocus” è il film perfetto per questa spettrale notte!

Storia della VHS:

La videocassetta uscì in Italia il mese di Novembre 1994, esattamente due mesi dopo la distribuzione Home Video Statunitense, avvenuta a Settembre dello stesso anno. Questo per quanto concerne l’edizione da vendita. L’edizione italiana per il noleggio, invece, venne rilasciata contemporaneamente a quella Americana, ovvero a Settembre 1994. Le fascette delle due versioni sono  molto simili ed è facile confonderle. Vi illustriamo dunque come distinguerle:

  • Nella versione per il noleggio il logo del film è giallo, in quella da vendita è rosso;
  • L’ologramma argentato è sul fronte della fascetta nella versione da noleggio, in quella da vendita è sulla costa;
  • Il codice della VHS è preceduto dalla sigla “VS” nell’edizione per la vendita, “VI” in quella da noleggio. In ogni caso anche la parte numerica cambia: “VI 4515” della versione noleggio contro “VS 4521” della versione vendita;
  • Nell’edizione da noleggio il logo Univideo è più grande rispetto a quello della versione vendita ed inoltre non compare l’avviso della presenza del sistema anticopia nel nastro.

 L’edizione per la vendita rimase in catalogo fino ai primi mesi del 1997 e dopo la fine della sua distribuzione “Hocus Pocus” non tornò mai più su nastro in Italia. Avete detto cataloghi? Eccovi la pubblicità di questo film presente in un catalogo del 1996, che potrete trovare scansionato integralmente qui!

Uscì però in DVD alla fine degli anni ’90 grazie alla Warner Home Video. Potete trovare la scheda dell’edizione DVD cliccando qua! Inutile dire che il DVD è ormai fuori catalogo da anni. Fortunatamente “Hocus Pocus” è disponibile sulla piattaforma Disney Plus! Perciò non avete scuse: o su Disney Plus o con la VHS, correte a guardarlo! Non vorrete far arrabbiare le sorelle Sanderson, vero?

Immagini forniteci da Stefano S., da Roberto Greco e da Elisa della pagina Simply a Geek .

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



IL LIBRO DELLA GIUNGLA – VHS NOVEMBRE 1993


“Il Libro della Giungla”
(The Jungle Book) 

VHS Novembre 1993

Codice VHS: VS 4417
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.V.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano
Ologramma argentato: “Apprendista Stregone” (1993-1997)
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1992-1995)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “Aladdin” (al cinema), “Muppets”, “La Bella e la Bestia”, “Disneyland Paris”, “Canta con noi”
“É un vero Walt Disney”: “Il Libro della Giungla”
Intro:
Edizione: Novembre 1993
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Prendiamo in esame una delle due versioni dell’edizione VHS di Novembre 1993 de “Il Libro della Giungla“. Dopo i messaggi antipirateria della  Buena Vista Home Video troviamo una sequenza pubblicitaria così composta: trailer di “Aladdin” (al cinema), “La Bella e la Bestia” (in VHS), un intermezzo de “I Muppet”, la pubblicità di Euro Disney. C’è poi l’immancabile “È un vero Walt Disney” che mostra la videocassetta de “Il Libro della Giungla“. L’ologramma della VHS mostrata è ancora quello con la Cinepresa, quando in realtà questa fu effettivamente distribuita con l’ologramma raffigurante Topolino. Segue l’annuncio di una sorpresa a tema “Canta con noi” presente una volta terminato il film.  Dopo l’intro della Walt Disney Home Video il film ha inizio. Il master video del Classico comprende la versione cinematografica dei titoli di testa, che cominciano direttamente dal cartello Walt Disney Presenta. Non è stato incluso il cartello della distribuzione cinematografica Italiana, che troviamo invece in un’edizione non ufficiale che abbiamo recensito nel nostro sito. Potete accedere alla scheda di questa VHS cliccando qua. Ricordiamo che “Il Libro della Giungla” fu il primo Classico Disney nel quale venne accreditato il cast dei doppiatori del film dell’edizione Italiana durante i titoli di testa. Per saperne di più sui cartelli italiani del film cliccate qui!

Dopo i titoli iniziali, per circa quindici minuti, è impresso il logo WD nell’angolo in basso a sinistra dello schermo. Il master del film differisce da quello che verrà utilizzato nella successiva VHS dell’Aprile 2000. I suoi colori sono molto più saturi rispetto a quelli del video della seconda edizione, con un cambio anche della tonalità e dei contrasti. Dal nostro confronto sembra quasi che stiamo discorrendo di un film diverso!

Abbiamo specificato che i titoli di testa sono quelli cinematografici per un motivo: il cartello fine non lo è. La videocassetta mantiene il cartello americano “The End”, escludendo la versione Italiana apparsa nei cinema. Per quanto riguarda la sorpesa al termine del film, essa consiste nel “Canta con Noi” di “Hei Ho – Andiamo a Lavorar!

L’aspect ratio del lungometraggio in questa videocassetta è più fedele a quello dell’edizione Blu-Ray, poiché in quest’ultima è stata tagliata l’immagine sopra e sotto per adattarla in 16:9. Nella videocassetta l’immagine è quasi integrale, se rapportata a quella cinematografica (un minimo di taglio c’è sempre).

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

Inserito nel box della VHS si trovava una busta, con scritto a macchina il titolo del film. All’interno della busta c’erano una cartolina per la prova d’acquisto ed un catalogo, esattamente lo stesso presente nella videocassetta de “La Bella e la Bestia“.

Cliccando qua accederete alla scansione completa del catalogo.

Questo video racchiude invece la sequenza pubblicitaria della videocassetta.

Storia della VHS

Il Libro della Giungla” venne rilasciato per la prima volta in VHS dalla Walt Disney il 3 Novembre 1993. La sua fascetta usava le stesse immagini dell’edizione americana rilasciata due anni prima. La videocassetta rimase ufficialmente in catalogo per circa un anno, tuttavia la si poté facilmente trovare nei negozi per parecchio tempo dopo la sua uscita di catalogo, poiché come per ogni Classico Disney ne vennero prodotte molte copie.

Erano disponibili tre modalità di acquisto:

  • Singola VHS (costo £. 39.900);
  • Cofanetto Regalo comprendente VHS, musicassetta e peluche di Baloo (costo £. 69.900);
  • Cofanetto De Luxe da collezione contenente il Compact Disc della Colonna Sonora, una brochure, delle litografie e ovviamente la videocassetta del film (costo £. 99.000).

L’immagine che vedete proviene da un profit planner che abbiamo interamente scansionato qua.

Occhio…alla ristampa!

Esistono due versioni della videocassetta. Purtroppo, sono uguali esteticamente in tutto e per tutto, dunque non c’è modo di distinguerle se non visionando il nastro. La seconda versione si differenzia dalla prima, descritta nella scheda, per due elementi. Il primo consiste nella completa assenza di ogni riferimento alla collana “Canta con noi” nel nastro. Dunque non c’è neanche il brano tratto da “Biancaneve e i sette nani“. Il secondo elemento è dato dalla differenza del trailer di “Aladdin”: in questa seconda stampa è presente una delle versioni inserite nelle VHS de “La Bella e la Bestia“, dove prima delle immagini di “Aladdin” vengono mostrati degli spezzoni tratti da “La Sirenetta” e “La Bella e la Bestia“. Il master di questa variante del trailer differisce da quello apparso nelle videocassette della primavera del 1993, che aveva un video più definito e curato.

Nelle prime stampe de “Il Libro della Giungla” il trailer includeva soltanto scene tratte da “Aladdin“.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



 

BASIL L’INVESTIGATOPO – VHS APRILE 1993


“Basil l’investigatopo”
(The Great Mouse Detective) 

VHS Aprile 1993

Codice VHS: VS 4404
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.V.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Buena Vista Home Video – Via Agnello 18, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (versione piccola)
Sticker VHS: Topolino apprendista stregone (1992-1995)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: “Euro Disney”, “Aladdin” (al cinema), “Miniclassici – La leggenda della Valle Addormentata”, “Miniclassici – Il drago riluttante”, “Canta con noi – Le canzoni di Belle”, “Canta con noi – Ehi ho, andiamo a lavorar”
“É un vero Walt Disney”: “Pinocchio”
Intro:
Edizione: Aprile 1993
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La VHS dell’Aprile 1993 di “Basil l’investigatopo” si apre coi messaggi antipirateria marchiati Buena Vista Home Video. Seguono diversi spot pubblicitari, tra questi ce ne è uno che annuncia l’uscita di “Aladdin” nelle sale Italiane, ripercorrendo la storia Disney degli ultimi due anni. La stessa pubblicità è presente anche in diverse videocassette Disney distribuite nell’Autunno 1993. Tuttavia, la versione dello spot presente in queste ultime ha una qualità video molto più bassa rispetto a quella delle VHS rilasciate nei primi mesi del 1993. Sembra un telecinema da pellicola! Abbiamo fatto per voi un confronto tra le due varianti.

Gli spot pubblicitari terminano con la sequenza “È un vero Walt Disney” che mostra la videocassetta di “Pinocchio“, uscita a Marzo del 1993. Ecco che appare l’intro della Walt Disney Home Video e subito cominciano le avventure del topo-detective londinese, anticipate dal logo della Walt Disney Pictures. Per circa un quarto d’ora dopo i titoli di testa è presente il logo WD nell’angolo in basso a sinistra del film, come in tutte le videocassette prodotte all’epoca.

Sono presenti le versioni cinematografiche Italiane dei titoli di testa e coda, oggi non più riproposte. Per l’edizione videocassetta erano stati tagliati i lati destro e sinistro dell’immagine, in modo da adattarla agli schermi delle televisioni in 4:3. Di recente il film è stato pubblicato su Disney+. In questo caso i tagli all’immagine non sono stati fatti a destra e a sinistra, bensì sopra e sotto.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

La videocassetta venne inizialmente rilasciata abbinata ad una busta contenente un catalogo e una cartolina per un concorso a premi. Eccovi una foto, che abbiamo preso da eBay.

Potete trovare la scansione dell’intero catalogo cliccando qua!

La sequenza pubblicitaria presente nel nastro la potete visionare sul nostro Canale You Tube, “A little bit of Matty“.

Storia della VHS

Basil l’investigatopo” venne rilasciato per la prima volta in VHS dalla Walt Disney nell’Aprile 1993, circa 6 anni dopo il debutto cinematografico Italiano. La videocassetta faceva parte della linea “I Classici”. Le prime stampe della videocassetta permettevano di partecipare ad un concorso a premi con in palio 1000 “Investigame” e un viaggio a Londra, città nella quale questo Classico Disney è ambientato. Una cartolina inserita in una busta all’interno del box avvertiva l’acquirente se era un fortunato vincitore del concorso. Come tutte le VHS della serie “I Classici” il suo prezzo ammontava a £. 39.900, nel 1993. Ringraziamo Luca Finocchiaro per la foto della videocassetta sigillata.

Inizialmente non venne prevista la presenza permanente del titolo nel vasto catalogo di Videocassette Disney. Nonostante ciò, la Disney cambiò idea e mantenne disponibile questa edizione fino all’estate del 1997.

Nella copertina sono presenti delle imprecisioni: il Dottor Topson e il segugio Ugo vengono citati coi loro nomi originali, ovvero Dawson e Toby. Questa particolarità la si ha anche nello spot pubblicitario del film apparso in altre videocassette del 1993.

La Walt Disney rilasciò anche un’edizione noleggio del film. La sua distribuzione cominciò esattamente un mese prima della versione vendita, ovvero a Marzo 1993. Fu un evento eccezionale, poiché erano ben quattro anni che la Walt Disney non distribuiva un nuovo Classico anche per il noleggio. Il codice della videocassetta da noleggio è “VI 4411”, quello dell’edizione da vendita è “VS 4404”.

Per distinguerle ulteriormente, ricordiamo che la versione da noleggio ha l’ologramma argentato sotto il logo “I Classici” sulla costa, mentre quella da vendita subito sopra il rombo col volto di Basil (sempre sulla costa).

Soffermandoci sull’ologramma argentato, la videocassetta da vendita di “Basil l’investigatopo” lanciò la versione più piccola dell’ologramma con la Cinepresa.

Tuttavia, la versione da noleggio mantenne l’ologramma argentato con la Cinepresa nella sua versione “classica”.

Occhio…alla ristampa!

Tasto dolente per i collezionisti. La videocassetta uscì ad Aprile del 1993, distribuita dalla Buena Vista Home Video, con una nuova versione dell’ologramma argentato con la cinepresa e pubblicità presenti prima dell’inizio del film. Ebbene, nel 1993 furono prodotti moltissimi esemplari esteticamente identici agli altri ma diversi per contenuto. Cosa cambiava in queste versioni? La differenza stava all’inizio del nastro: non c’erano né pubblicità né la sequenza “È un vero Walt Disney“. Dopo i messaggi antipirateria si passava direttamente alla intro della Walt Disney Home Video e quindi al film.

L’altra differenza sta nel punto in cui appare e scompare il logo WD. Nelle copie con la pubblicità il logo WD appare nel momento in cui viene inquadrata la carrozza su cui viaggia Topson e scompare nella scena che vede Rattigan (o Ratigan, se preferite) pulire il muso di Lucrezia, dopo averla nutrita. Negli esemplari senza pubblicità il logo WD compare quando viene inquadrato il giornale che sta leggendo Topson e svanisce quando viene inquadrato il ritratto di Rattigan a casa di Basil, al termine della canzone “The world’s greatest criminal mind“.

Come accennato nella precedente sezione, la videocassetta verrà ristampata fino al 1997 e il nastro di queste ristampe era esattamente identico a quello della versione senza pubblicità.

LE PRIME DIFFERENZE…”ESTETICHE”

A partire dall’autunno del 1993 nelle ristampe di “Basil l’investigatopo” l’ologramma argentato con la Cinepresa sarà sostituito da quello con Topolino apprendista stregone. Dal 1994 il logo della Buena Vista Home Video sarà rimpiazzato da quello della Buena Vista Home Entertainment ma SOLTANTO all’interno del box. Su etichette, nastro e cover rimarranno ancora per qualche tempo i riferimenti alla Buena Vista Home Video.

DOPO IL 1996…

Un cambiamento importante avviene nelle ristampe successive al 1996. Vengono aggiornati, con modifiche nel font, i dati su sticker e fascetta: i riferimenti della Buena Vista Home Video sono quindi sostituiti con quelli della Buena Vista Home Entertainment. Eccovi un confronto (si ringrazia Alessandro Santangelo per la scansione della ristampa)!

Si passò poi alla sostituzione degli sticker marchiati Walt Disney Home Video con quelli col logo Disney Video.  Le copie prodotte nel 1996 hanno la variante dello sticker Disney Video nella quale il riquadro sul logo, contenente l’impronta della testa di Topolino, ha uno sfondo bianco, che diventa verde in quelle del 1997. Le ristampe successive al Marzo 1997 saranno rilasciate con la seconda versione dell’ologramma con l’Apprendista stregone (1997-2000).

La  videocassetta uscirà definitivamente di catalogo nell’Agosto 1997, lasciando il posto ad una nuova edizione con box più piccolo (che utilizzava però le stesse immagini per la copertina).

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.