Tag Archives: 1940

PINOCCHIO – VHS DISNEY MAGGIO 2002


“Pinocchio” 
(Pinocchio)  

VHS MAGGIO 2002

Codice VHS: VS 4195
BOX: Blu
Collana: (2001-2006)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Castello (2000-2004)
Sticker VHS: Walt Disney Home Entertainment
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: Assenti
“É un vero Walt Disney”: Assente
Intro:
Edizione: Maggio 2002
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

L’edizione del 2002 di “Pinocchio” non è altri che una ristampa dell’edizione del 1997, che a sua volta riproponeva il master video apparso per la prima volta nella videocassetta italiana del 1993. L’essere un’esatta copia dell’edizione del 1997 implica la presenza dei cartelli del film completamente in inglese, primo doppiaggio integrale, nessun logo WD, intro Disney Video e presenza di Macrovision nel nastro.

Storia della VHS:

Nel Maggio 2002 “Pinocchio” si aggiunse alla nuova serie di VHS dei Classici Disney con box blu. Nel 2002  venne prodotta solo la versione VHS del Classico, non venne rilasciata una nuova edizione DVD. Tuttavia, i fan più attenti ricorderanno che la immagine della fascetta fu utilizzata due anni prima per l’edizione DVD italiana distribuita dalla Warner Home Video. L’alternativa in DVD disponibile nel catalogo Disney quando uscì la VHS del 2002 era il DVD Buena Vista del 2001. L’immagine della cover, in ogni caso, arriva da oltreoceano. Apparse per la prima volta per la Golden Collection Americana del 1999, rilasciata sia in VHS che in DVD.

Questa videocassetta non rimase a lungo in catalogo: verrà rimpiazzata da un’edizione speciale nel 2003, commercializzata anche in DVD.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright. La fascetta è stata scansionata da disney.dream83 .



PINOCCHIO – VHS 1993 (U.S.A.)


“Pinocchio”

EDIZIONE U.S.A. 

Codice VHS: 239
BOX: Bianco (Plastica morbida)
Collana: “Grandi Classici” (Black Diamond)
Distributore: Buena Vista Home Video, Burbank, California 91521
Ologramma argentato: Assente
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “The nightmare before Christmas”, “Aladdin”
“É un vero Walt Disney”: No
Intro: Walt Disney Classics
Edizione: 1993
Versione: Videocassetta Demo a scopo promozionale
Formato: NTSC
Macrovision:

Si ringrazia WILLDUBGURU per averci fornito il materiale utilizzato in questa scheda. Visitate il suo sito dedicato alle edizioni Internazionali dei film Disney! Cliccate qua per accedervi!

Descrizione Nastro:

La videocassetta Americana del 1993 di “Pinocchio” comincia con i messaggi antipirateria (sfondo verde), seguiti da una sequenza pubblicitaria che include “The Nightmare before Christmas” e “Aladdin“.

Il master video del film era esattamente lo stesso che abbiamo analizzato nella versione Demo della VHS. Si tratta di un restauro realizzato nel 1992. Caratteristica di questa versione è di una leggera dominante marroncina/rossastra, che nel complesso scurisce l’opera rispetto alla versione d’origine. A quei tempi, per svecchiare i film, si utilizzavano spesso tali tonalità nei restauri.

Come nella videocassetta DEMO, all’inizio del lungometraggio l’originale logo della RKO Radio Pictures viene sostituito da quello della Buena Vista.

Questa videocassetta è dotata di dispositivo anticopia Macrovision ed è informato NTSC: per quest’ultimo motivo potrebbe non essere supportata da molti videoregistratori Italiani.

Storia della VHS

 La Walt Disney restaurò “Pinocchio” nel 1992, in occasione di un suo ritorno nelle sale Americane. Dopo il ritorno delle sale, la Disney distribuì la versione restaurata in VHS il 26 Marzo 1993. Nello stesso periodo “Pinocchio” tornò in videocassetta anche in Italia ed in altri Paesi del mondo. Nonostante non ne compaia il logo sulla fascetta, questa videocassetta è considerata parte della collana “The Classics“, nota come “Black Diamond“.

Ringraziamo ancora William del sito WILLDUBGURU per averci aiutato nel realizzare questa scheda.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



PINOCCHIO – VHS NOLEGGIO MARZO 1996


“Pinocchio” 
(Pinocchio) 

VHS Versione Noleggio Giugno 1996 

Codice VHS: VI 4634
BOX: Trasparente Grande (logo B.V.H.E.)
Collana: Noleggio (1996)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1993-1997)
Sticker VHS: Disney Video (1996, riquadro bianco)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: Disney Interactive
Intro:
Edizione: Marzo 1996
Tipologia: Noleggio
Macrovision

Descrizione Nastro:

L’edizione per il noleggio del 1996 di “Pinocchio” contiene lo stesso master video dell’edizione da vendita di 3 anni prima. Non manca neanche il logo WD all’appello! Dunque ricordiamo che sono assenti i cartelli cinematografici italiani del Classico e che la videocassetta vanta il primo doppiaggio integrale. Il film è anticipato dai messaggi antipirateria della Buena Vista Home Entertainment, dalla pubblicità di “Disney Interactive” (videogiochi per il Pc) e dall’intro Disney Video. Al contrario della versione vendita, il nastro è dotato di dispositivo antiduplicazione.

Storia della VHS:

Nel 1996 venne creata una versione noleggio per l’intero catalogo dei Classici Disney. Non poté mancare “Pinocchio”! La fascetta utilizzava lo stesso disegno dell’edizione del 1996, con una color correction e con le modifiche necessarie a conformarla alle altre VHS Disney per il noleggio. Il codice della VHS divenne “VI 4634”, mentre nell’edizione vendita era “VS 4195”.


Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



FANTASIA – VHS DISNEY NOVEMBRE 1991


“Fantasia”
(Fantasia)  

VHS Novembre 1991

Codice VHS: VS 4347
BOX: Nero Grande (logo W.D.H.V.)
Collana: (1991-1996)
Distributore: Walt Disney Home Video – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Cinepresa (1988-1993)
Sticker VHS: Topolino (1989-1991)
Logo WD: Presente
Pubblicità iniziali: Assenti
“É un vero Walt Disney”: No
Intro:
Edizione: Novembre 1991
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La videocassetta del capolavoro di Walt Disney, “Fantasia“, non ha alcuna sequenza pubblicitaria all’inizio del nastro. Il lungometraggio inizia subito dopo i messaggi antipirateria (versione con la testa di Topolino che scorre) e l’intro della Walt Disney Home Video. All’inizio è stato aggiunto il logo della Walt Disney Pictures, assente in origine, così come il titolo del film: la versione originale americana si apriva direttamente con l’orchestra, senza mostrare il titolo.

Il montaggio presente in questa videocassetta non è quello originale del 1940: si tratta della versione esportata all’infuori degli Stati Uniti prima degli anni 2010, dalla quale sono state rimosse tutte le sequenze in cui compare Deems Taylor. Inoltre, “Fantasia” viene rimaneggiato ulteriormente in questa videocassetta. Ricorderete che a partire dal 1969 furono rimosse in tutto il mondo alcune sequenze del Classico con delle centaurette di etnia africana, disegnate in modo stereotipato. La videocassetta continua a non mostrare queste centaurette, applicando zoom ai fotogrammi e ricorrendo ad altri stratagemmi. È un grande passo avanti rispetto a quanto fatto prima degli anni ’90, quando le sequenze venivano completamente rimosse. C’è solo una sequenza completamente rimossa, poiché una di queste centaurette era l’unico personaggio della scena. Ve la mostriamo subito! I fotogrammi integrali provengono da questo video.

Questi sono invece le sequenze zoomate:

I seguenti fotogrammi sono stati ripetuti (il primo specchiandolo) per sopperire ad alcuni tagli.

Per qualche secondo, mentre Bacco (o Dioniso, se preferite) percorre la scalinata, si intravedono ancora le zampe della centauretta Otika, una delle vittime di censura.

Il master video non presenta altre particolarità, se non l’aggiunta dei titoli di coda, con scritte completamente in inglese. Nel 1940 non vi era nulla dopo la fine dell'”Ave Maria”.

Il doppiaggio che ascoltiamo nella videocassetta è il terzo italiano, realizzato nel 1986 per la riedizione cinematografica dello stesso anno e redistribuito nelle sale durante il 1990. La narrazione viene affidata a Germano Longo mentre Claudio Trionfi doppia Topolino. Per circa quindici minuti è presente il logo WD in sovrimpressione, che svanisce durante l’episodio de “Lo Schiaccianoci“.

La videocassetta non è dotata di dispositivo antiduplicazione, così come tutte le VHS Walt Disney precedenti al Maggio 1994.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

L’unico inserto presente nella custodia era una cartolina da compilare per vincere fantastici premi, come viaggi a Euro Disney, magliette e piatti.

Quanto esposto veniva sponsorizzato anche su Topolino.

Sempre su Topolino, ma anche su altre riviste, apparve questa pubblicità della videocassetta.

Vi abbiamo messo solo alcune delle pubblicità create per il lancio di Fantasia. Sono davvero tantissime e non riusciamo ad inserirle tutte.

Storia della VHS

“Fantasia” uscì in videocassetta nel Novembre 1991 per un periodo di tempo limitato al prezzo di £. 39.900. Eccovi una foto di una copia ancora sigillata con l’adesivo del prezzo, che mi ha regalato Luca della bellissima pagina Instagram @disneyvhsitaly.

Oltre alla videocassetta singola, era possibile acquistare il film in un cofanetto De Luxe, che includeva:

  • VHS del Classico e del Making of del film, “La creazione di un capolavoro“;
  • Litografia;
  • Monografia;
  • 2 Compact Disc;
  • Certificato di autenticità.

Il costo del cofanetto ammontava a £. 119.000 ed era avvolto da una fascia di carta plastificata gialla.

Per chi acquistava la videocassetta al momento dell’uscita c’erano diversi adesivi del film in omaggio. Abbiamo prelevato la seguente foto da eBay.

Lunedì 16 Dicembre 1991 il quotidiano La Stampa riporta “Fantasia” al primo posto della classifica delle VHS più vendute, seguita da “La Sirenetta“. Secondo la classifica del 4 Febbraio 1992 “Fantasia” continua ad essere la videocassetta più venduta, mentre “La Sirenetta” scende al quarto posto. Al settimo posto troviamo un altro Classico Disney: “Le avventure di Bianca e Bernie“.

La videocassetta uscì di catalogo nell’autunno 1992. Nonostante ciò, non divenne irreperibile: ne furono prodotti tanti esemplari e in diverse videoteche si potevano trovare ancora delle copie sigillate del film dopo parecchi anni. Una nuova edizione VHS di “Fantasia” arriverà soltanto nel 2004.

Ricordiamo infine che poco meno di un anno prima del debutto Home Video ufficiale di “Fantasia” circolarono nei negozi alcune videocassette per conto della Cinestazione SRL, conosciuta anche come Eclecta Video. Le videocassette della Cinestazione SRL e dell’Eclecta le potrete trovare recensite in questa pagina.

Occhio…alla ristampa!

Le prime copie prodotte della videocassetta avevano il box sigillato da uno sticker SIAE Verde. Nelle copie distribuite a partire dal 1992 lo sticker SIAE è di colore rosso e talvolta il box può essere marchiato Buena Vista Home Video, anziché Walt Disney Home Video come nelle prime stampe.

 

Si ringrazia il profilo Instagram @disney.dream83 per avermi inviato le scansioni dalla rivista “Topolino”. Se l’autore di queste scansioni le riconoscesse mi avvisi: lo accrediterò volentieri!

Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



FANTASIA – VHS ECLECTA VIDEO

“Fantasia”  
(Fantasia)  

VHS Cinestazione SRL

Codice VHS: 006
BOX: Nero Piccolo
Collana: Videoteca Comica dei Fantastici 3 Superman 
Distributore: Eclecta Video – Via Airolo 36, Milano
Ologramma argentato: Si
Pubblicità iniziali: Vengono mostrate le varie VHS prodotte dall’Eclecta Video
Edizione: Marzo 1992
Versione: Vendita

RINGRAZIAMO L’AMICO A. CHE HA RESO POSSIBILE LA STESURA DI QUESTA SCHEDA REGALANDOCI LA SUA VIDEOCASSETTA.

Descrizione Nastro:

L’edizione Eclecta Video di “Fantasia” non propone sostanziali modifiche rispetto a quella della Cinestazione SRL. Il film è ricavato da un riversamento di una pellicola dell’edizione cinematografica Italiana del 1986. La versione del 1986 vanta un terzo doppiaggio del film, nel quale la parte del narratore (Deems Taylor in origine) è stata affidata a Germano Longo.  Ricordiamo i tagli e le modifiche che sono stati fatte rispetto alla versione Americana del 1940:

  • La colonna sonora di  Leopold Stokowski è sostituita con una nuova incisione (fedele all’originale) diretta da Irwin Kostal;
  • Vengono inseriti i titoli di testa. La versione originale ne era priva;
  • La versione proposta è una versione ridotta (distribuita anche in altri paesi Europei sin dagli anni ’40) dalla quale sono stati rimosse le apparizioni sullo schermo di  Deems Taylor;
  • La censura colpisce ancora il film: mancano tutte le sequenze in cui sono presenti delle centaurette di etnia Africana disegnate in maniera stereotipata. Queste censure vennero adottate per la prima volta in Italia nel 1973, quattro anni dopo rispetto all’America.

Storia della VHS:

La storia di questa videocassetta è piuttosto lunga e travagliata.  I fondatori della società  distribuirono questo e altri film di Walt  Disney, non successivi al 1942, poiché alcune interpretazioni della Legge del 22 Aprile 1941 sul Diritto D’autore potevano indurre a pensare che tali film fossero ormai di Pubblico Dominio.  La The Walt Disney Company non era dello stesso avviso e citò diverse volte in giudizio la società, legalmente difesa dall’Avv. Italo Martinenghi. Queste denunce all’autorità competente si risolsero con il sequestro delle copie prodotte di queste videocassette, delle loro fascette e bollini SIAE. Uno di questi sequestri è avvenuto il 21 Febbraio 1991, ne ricordiamo un altro l’8 Gennaio 1992. Va detto che l’Eclecta Video in data 23 Aprile 1992 riuscì ad ottenere dal Tribunale della Libertà di Milano il dissequestro delle videocassette trattenute. Chi aveva ragione? Non siamo studiosi di Diritto, e poiché la questione ci è ancora nebulosa non vogliamo esprimere opinioni in merito.

Fonti: materiale cartaceo che ci ha inviato l’amico A. .

Occhio…alla Prima Edizione!

La prima distribuzione di “Fantasia” ad opera dell’Eclecta Video (dietro il nome di Cinestazione SRL) avvenne nel 1991. Le immagini ed il codice della videocassetta gettarono le basi per l’edizione dell’Eclecta Video. Come accennato nella scheda, il master video del film è lo stesso per le due videocassette. Sulla copertina è indicato il prezzo della VHS: £ 28.900, esattamente £ 11.000 in meno rispetto all’edizione ufficiale commercializzata dalla Walt Disney Home Video.

Ricordiamo che dietro la Cinestazione SRL, distributrice della VHS recensita, e l’Eclecta Video c’erano sempre gli stessi fondatori: Italo e Stefano Martinenghi.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



 

PINOCCHIO – VHS AGOSTO 1997


“Pinocchio” 
(Pinocchio) 

VHS AGOSTO 1997

Codice VHS: VS 4195
BOX: Nero Piccolo (logo B.V.H.E.)
Collana: (1997-2000)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1997-2000)
Sticker VHS: Disney Video (1997-2001)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: Assenti
“É un vero Walt Disney”: Assente
Intro:
Edizione: Agosto 1997
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La videocassetta dell’Agosto 1997 del Classico Disney “Pinocchio” utilizza esattamente lo stesso identico master video della precedente VHS di Marzo 1993. Questo significa che il film è col suo primo doppiaggio italiano integrale e che tutte le scritte sono in inglese. Per un maggiore approfondimento vi suggeriamo di leggere la scheda della videocassetta del 1993.  Minime variazioni dei colori possono dipendere dalla presenza del sistema antiduplicazione nell’edizione del 1997, colori che variano anche a seconda di come il vostro VCR legge i nastri dotati di questo sistema. Nella nostra copia non compare il logo WD nella parte iniziale del film dopo i titoli di testa, presente invece nell’altra cassetta. Tuttavia, non sappiamo se esistano alcune prime stampe che lo conservino, come accaduto con altri Classici.  Prima dell’inizio del film non ci sono pubblicità ed esso comincia subito dopo i messaggi antipirateria col castello, marchiati Buena Vista Home Entertainment, e l’intro della Disney Video.

Storia della VHS:

Nell’Agosto del 1997 le videocassette che il catalogo Disney ospitava permanentemente vennero rieditate in nuove edizioni con box piccolo, spesso conservando in copertina lo stesso disegno della precedente edizione. Anche i master erano gli stessi. Pinocchio subì questa sorte. Venne mantenuta anche la scritta “Il Classico Originale Disney” sul fronte della copertina. La descrizione nel retro era la stessa della precedente edizione del 1993, vennero soltanto aggiornati la grafica e i dati relativi all’edizione. Anche il codice della VHS (VS 4195) non cambiò. La saturazione e i contrasti della copertina vennero aumentati. Eccovi qua di seguito un confronto tra le copertine delle due edizioni.

Occhio…alla ristampa!

La videocassetta venne ristampata fino al 2001. Le prime stampe avevano uno sticker della SIAE di colore rosso o verde. Dal 2000 lo sticker SIAE diventa argentato. Nelle ristampe del 2001 l’ologramma argentato con “Topolino apprendista stregone” viene cambiato con quello col “Castello”. Eccovi, direttamente dalla collezione di Luca Finocchiaro, una foto di quest’ultima ristampa.

Vi lasciamo con la collezione di “Pinocchio” dell’esperto di doppiaggi d’epoca e collezionista Disney Marco Zaffuto.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


PINOCCHIO – DVD BUENA VISTA 2003

“Pinocchio”
(Pinocchio)

DVD EDIZIONE SPECIALE 2003

Codice DVD: Z3 – DV 0108
BOX: Blu
Collana: (Versione DVD, 2001- / )
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Castello (2000-2004)
Lingue Audio: Dolby Digital 5.1:Italiano, Inglese; DTS: Italiano
Sottotitoli: Italiano, Inglese
Numero di dischi: 1
Aspect ratio: 1.33:1 (4:3)
Contenuti Speciali: Si
Edizione: Aprile 2003
Versione: Vendita
Slipcover: No
Macrovision

Descrizione Contenuto:

Questo DVD “Pinocchio” si apre con tre pubblicità di DVD Disney:  “Atlantis II – Il ritorno di Milo“, “Il pianeta del tesoro” e “Provaci ancora Stitch“. Passiamo ora al menu principale. Come sfondo c’è la bottega di Mastro Geppetto, con Pinocchio che balla, preso direttamente dal Classico.

Selezionando “Bonus Material” accediamo ai Contenuti speciali del film. Sono davvero tantissimi. Li elenchiamo qui di seguito:

  • Alla ricerca del Grillo Parlante;
  • Il Making of di “Pinocchio“;
  • Canta con noi: “Figaro & Cleo“, “Il burattino“;
  • “I’m no fool having fun”;
  • “I’m no fool with fire”;
  • Confronto storyboard e film finito;
  • Trailer cinematografico originale del 1940;

In copertina è segnalato la presenza di una clip di Art Attack che però nel nostro DVD non c’è.

La sezione “Scene Selection” ci permette di accedere alle varie scene del film. Lo sfondo del menu è il teatro di Mangiafuco. I riquadri contengono delle immagini dal film. Notiamo che il master impiegato non è quello restaurato presente nel DVD, bensì quello delle precedenti edizioni in DVD e VHS, utilizzato per la prima volta nel 1993.

Dal menu principale possiamo infine accedere ad un sottomenu in cui cambiare le lingue dell’audio e dei sottotitoli. L’audio è disponibile soltanto in inglese e in Italiano in Dolby Digital 5.1. L’Italiano c’è anche in DTS.

Analizziamo ora il master video del film. Questo DVD, e la contemporanea VHS, utilizzano un nuovo master video per “Pinocchio” dopo 10 anni. Il film è stato restaurato digitalmente, come ci ricorda all’inizio del film il logo della “THX” (certificato di qualità dei film restaurati).

Appare in Home Video per la prima volta il logo dell’originale distributore cinematografico del Classico, ovvero la RKO Radio Pictures. Nelle precedenti edizioni esso veniva sostituito dal logo della Buena Vista oppure tagliato.

Come nelle precedenti edizioni l’audio è integralmente quello del 1947. Non c’è più traccia del ridoppiaggio parziale del 1963, utilizzato soltanto per le VHS della serie “Grandi Classici – Black Diamond“. Ricordiamo che, al contrario di quanto molte fake news riportano, le edizioni Black Diamond non sono né edizioni limitate né di valore.

Anche in questo DVD, come qualsiasi altra edizione italiana, non c’è alcuna traccia dei cartelli cinematografici italiani del film.

Occhio…alla ristampa! 

Le ristampe dell’edizione speciale di “Pinocchio” distribuite dopo il 2004 sono differenziabili dalla prime stampe per un elemento. Nelle prime stampe del 2003 abbiamo l’ologramma argentato tondo col “Castello” appiccicato nel retro della copertina, all’interno della griglia con i dati tecnici del DVD. Nelle ristampe successive al 2004 l’ologramma argentato è quello “Rettangolare” con Topolino ed è nella maggior parte dei casi applicato sulla costa della cover. Eccovi una foto, che abbiamo preso da eBay.

Vi lasciamo con questo video della collezione di “Pinocchio” del nostro collaboratore Marco Zaffuto.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.



PINOCCHIO – DVD WARNER

“Pinocchio”
(Pinocchio) 

DVD Warner Home Video

SI RINGRAZIA TOMMASO MORO PER LE IMMAGINI CHE VEDETE IN QUESTA SCHEDA. 

Codice DVD: ZB/34692
BOX: Nero
Collana: (Versione DVD, 2001 )
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Castello (2000-2004)
Lingue Audio: Dolby Sorround: Italiano, Inglese, Francese, Olandese, Ebraico; Mono: Polacco
Sottotitoli: Inglese, Inglese per non udenti, Greco, Islandese, Olandese, Croato
Numero di dischi: 1
Aspect ratio: 1.33:1 (4:3)
Contenuti Speciali: No
Edizione:  2000
Versione: Vendita
Slipcover: No
Macrovision

Descrizione Contenuto:

Il DVD della Warner Home Video del Classico Disney “Pinocchio” ripropone lo stesso master video delle edizioni in VHS anni ’90.  L’aspect ratio è 1.33:1, rispettoso di quello cinematografico originale (1.37:1).Un minimo di taglio all’immagine c’è sempre in qualsiasi DVD quando bisogna adattare un film agli schermi delle nostre TV. I cartelli (ovvero le scritte) durante il film restano tutti in Inglese.

Dal menu principale si può scegliere se avviare la riproduzione del film dall’inizio, oppure spostarsi in altre sezioni .

La sezione”Set Up” si può cambiare la lingua audio e quella dei sottotitoli. Ci sono numerose lingue. Tuttavia, di alcune lingue audio – come l’Italiano –  non ci sono i sottotitoli e viceversa.

Selezionando “Chapter Selection” dal menu principale si può scegliere la scena dalla quale avviare la visione del film.

Abbiamo anche una sezione del menu, “Film Recommendations“, in cui vengono mostrati alcuni titoli Disney ai tempi disponibili in DVD.

La traccia audio Italiana è quella storica del 1947, così come in tutte le edizioni rilasciate in Home Video dal 1993 in avanti. Non vi è dunque traccia del ridoppiaggio parziale del 1963 (che andava a modificare soltanto la canzone di apertura e chiusura).

A scopo informativo vi mostriamo questo nostro video di comparazione tra i vari master delle edizioni di “Pinocchio“.

Storia del DVD

I più esperti e attenti ora diranno: “Ma Tia… è tutto uguale al DVD distribuito dalla Buena Vista!”.

ESATTO! I primi DVD Buena Vista utilizzavano le rimanenze (o comunque li stampavano tali e quali) dei DVD Warner, sostituendo semplicemente la copertina. DVD e foglietto dei capitoli erano esattamente quelli delle edizioni Warner. Troverete la scheda dell’edizione Buena Vista di “Pinocchiocliccando qua.

La copertina è ripresa da quella della VHS Americana del 1999, facente parte della collezione “Golden Collection“. La stessa venne utilizzata anche per il primo DVD Statunitense.

“E se non trovassi l’edizione Italiana?”

Se non trovaste l’edizione Italiana, o se fosse disponibile solo a prezzi iperbolici, non disperate! Lo stesso identico DVD lo potrete trovare nell’edizione Inglese, ad oggi reperibile a cifre molto più basse.

Edizione Inglese. Foto da eBay.

Concludiamo con un video in cui l’esperto di doppiaggio Marco, uno dei Fratelli Zaffuto, ci mostra la sua collezione di “Pinocchio (composta da DVD, VHS e Blu-Ray).

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


PINOCCHIO – VHS ECLECTA VIDEO

“Pinocchio”
(Pinocchio)

VHS Eclecta Video

Codice VHS: 007
BOX: Nero Piccolo
Collana: Videoteca Comica dei Fantastici 3 Superman 
Distributore: Eclecta Video – Via Airolo 36, Milano
Ologramma argentato: Sì (Prime stampe)
Pubblicità iniziali: Vengono mostrate le varie VHS prodotte dall’Eclecta Video
Edizione: Marzo 1992
Versione: Vendita

Descrizione Nastro:

Il Classico Disney “Pinocchio” è presente in questa videocassetta con lo stesso master video delle primissime videocassette ufficiali. Il film, come in quelle videocassette, è inserito col ridoppiaggio parziale del film, effettuato per la distribuzione cinematografica Italiana del Dicembre 1963 (avvenuta per mano della Rank Film). L’unica cosa che subisce variazioni in questo doppiaggio consiste nella canzone di apertura e chiusura, ricantata da Bruno Filippini. Si scelse di far reincidere la canzone poiché nel precedente doppiaggio i cori erano rimasti in Inglese.

Questo doppiaggio verrà accantonato, in favore del primo, a partire dalla videocassetta ufficiale del Marzo 1993. Come tutte le videocassette italiane di “Pinocchio“, la videocassetta dell'”Eclecta Video” è purtroppo priva dei cartelli cinematografici Italiani.

Storia della VHS:

L'”Eclecta Video” distribuì la sua videocassetta di Pinocchio all’inizio degli anni ’90. Come molti di voi sapranno – ma se non lo sapete questa è la giusta sede per apprendere – la Walt Disney aveva già distribuito Pinocchio in una VHS ufficiale, nel 1987 per il noleggio e nel 1989 per la vendita. Il master di tali VHS verrà poi inizialmente utilizzato dalla RAI per le sue trasmissioni televisive del film, avvenute a partire dal 23 Febbraio 1990. Ed è lo stesso video utilizzato anche dall’Eclecta, che cominciò a distribuire alcuni Classici Disney poiché si pensava che fossero caduti nel pubblico dominio. I Classici Disney che l’Eclecta Video distribuì sono “Biancaneve e i sette Nani“, “Fantasia“, “Pinocchio“, “Bambi” e “Dumbo“. Alla Walt Disney, giustamente, la cosa non piacque e avviò una campagna contro queste videocassette “non ufficiali”. Segnalazioni per sensibilizzare all’acquisto esclusivo di videocassette originali Walt Disney vennero inserite su riviste, videocassette e la società arrivò anche a inviare degli avvertimenti ai rivenditori di VHS in cui sosteneva che l’Eclecta non avesse alcun diritto per distribuire i prodotti Walt Disney. L’Eclecta a sua volta inviando un documento in cui dava le motivazioni per le quali avesse pieno diritto a distribuire certi film di Walt Disney. Ringraziamo per queste informazioni ACB. La vicenda si spostò nei tribunali ed arrivò fino alla Corte di Cassazione. L’ultima sentenza risale al 30 Aprile 2015.

Fonti: l’Unità; sentenza Cassazione Civile Sezione I, Sent., 29-12-2011, n.30036; www.italgiure.giustizia.it; Documentazioni Buena Vista Home Video; Documentazioni Eclecta Video.

Se voleste visionare i vari master del film, questo video è perfetto per voi:

Occhio…alla ristampa!

Non potevano mancare di certo delle ristampe per le videocassette dell’Eclecta! La ristampa della VHS Eclecta di “Pinocchio” vede sulla costina la sparizione dell’ologramma argentato con la cinepresa (simil Disney) e l’aggiunta “Video” sotto il nome dell’Eclecta, nella parte alta del dorso della fascetta. L’ologramma argentato rettangolare nel retro della cover, che caratterizzava le prime stampe delle videocassette Eclecta, viene eliminato. C’è poi un’aggiunta, ovvero la frase “Una produzione TARGET srl” di fianco al nome dell'”Eclecta Video”, sul fondo del retro della fascetta.

Come abbiamo capito che la VHS venne inizialmente distribuita nel Marzo 1992? La scoperta è del nostro collaboratore, “Gheppino“. Mette in controluce la copertina della videocassetta e osservate il rettangolo nero nella parte bassa della costina. Su alcune copie (le primissime), si può notare in alto la scritta “3/92”, ovvero Marzo 1992. Sotto la sigla “VHS” appare anche la lettera “E”, che sta per “Eclecta”.NOI DI “DISNEY: TAPES & MORE” RITENIAMO CHE LA PRESENZA O MENO DI QUESTE CARATTERISTICHE NON AUMENTI IL VALORE DELLA VHS. LA VHS IN QUESTIONE, COME LA MAGGIORANZA DELLE VHS DISNEY ANNI ’90, NON HA OGGI UN ELEVATO VALORE.

Vi lasciamo con un video in cui l’esperto di doppiaggio Marco Zaffuto ci mostra la sua collezione di “Pinocchio“.