MARY POPPINS – VHS GENNAIO 1985

“Mary Poppins” 

(Mary Poppins) 

VHS GENNAIO 1985

“Mary Poppins” è un lungometraggio in tecnica mista prodotto dalla Walt Disney nel 1964, diretto da Robert Stevenson e liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Pamela Lyndon Travers. Il cast vede tra i protagonisti Julie Andrews (Mary Poppins), Dick Van Dyke (Bert) e David Tomlinson (Mr Banks).

Codice VHS: Cod. 4056
BOX: Bianco (Plastica Morbida)
Collana: Walt Disney Home Video
Distributore: Creazioni Walt Disney – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Assente
Sticker VHS: Topolino (1984-1986)
Logo WD: Presente (Versione CWD)
Pubblicità iniziali: Assenti
Pubblicità finali: “Le pietre preziose“; Vari fumetti Disney.
Intro:
Edizione: Gennaio 1985
Versione: Noleggio
Macrovision

Descrizione Nastro:

La videocassetta si apre coi messaggi antipirateria, con la testa di Topolino che si muove come una macchina da scrivere (versione senza audio), e con l’intro della Walt Disney Home Video.

Mary Poppins non ha avuto una traduzione integrale dei suoi cartelli: i titoli di testa rimasero in Inglese anche al cinema. Questa videocassetta non utilizzava purtroppo il master Italiano: tutte le scritte sono lasciate in Inglese. La Rai per le trasmissioni di questo Musical utilizzava invece un master con le scritte Italiane. O almeno, quelle che erano state create per il cinema.

Molti di voi crederanno che il master di questa videocassetta sia identico a quello della riedizione successiva del 1989, ristampata fino alla fine degli anni ’90. E invece no. Il master di questa videocassetta è più zoomato ed ha proporzioni leggermente diverse rispetto a quello della seconda videocassetta Italiana. La qualità, a nostro avviso, è leggermente inferiore a quello della successiva edizione. Manca all’appello anche il logo della Buena Vista che originariamente apriva il film. Eccovi un confronto tra le due edizioni.

Ricordiamo che in entrambi i casi il film era stato fortemente zoomato per adattare l’immagine al formato 4:3. A farne le spese furono i lati destro e sinistro del film.

Il logo CWD (Creazioni Walt Disney) appare per tutta la durata del film, spostandosi da un angolo all’altro dell’immagine. L’unico momento in cui non è presente è durante i titoli di apertura e chiusura.

Al termine del film abbiamo due pubblicità Disneyane: quella della collana di libri “Le pietre preziose” e quella dei fumetti Disney all’epoca in vendita nelle edicole.

Storia della VHS:

Dopo tre anni dall’inizio della distribuzione di VHS Disney anche “Mary Poppins” si aggiunse a questa fantastica collezione di videocassette. Non uscì con copertina bianca, poiché la collana “Neon Mickey” era ormai terminata da oltre un anno. Eccovi un poster pubblicitario, la cui immagine apparse anche su  “Topolino”, dove viene segnalata l’uscita della VHS.

Come vedete ci viene mostrata la VHS con un box nero. In realtà questa videocassetta, come tutte le altre del poster (eccetto “Cartoni e Musica – Juke Box Rock” e “Baby – Il segreto della leggenda perduta“) venne inizialmente rilasciata soltanto con un box in plastica morbida di colore bianco.  Il box tinto di nero verrà utilizzato solo per le ristampe di fine anni ’80.  La videocassetta poteva essere noleggiata o acquistata (per cifre elevate) presso numerose videoteche. Nel 1989 andò fuori produzione, sostituita da una nuova edizione dello stesso titolo.

Occhio…alla ristampa!

Verso la fine del 1988 la Walt Disney apportò delle variazioni nelle ristampe di questo titolo. Il box in plastica morbida bianca venne sostituito da un box in plastica morbida nera. Fece la sua apparizione in copertina anche l’ologramma argentato, contenente l’immagine di una cinepresa. Inoltre segnaliamo la presenza della dicitura “Nullaosta censura n. 45252 del 05.06.65 – Edizione del Gennaio 1985”, apparsa in fondo al retro della copertina a partire dalle ristampe del 1987.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.