IL RITORNO DI JAFAR – VHS DISNEY MARZO 1995


“Il ritorno di Jafar”

(The return of Jafar)

Codice VHS: VS 4532
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.E.)
Collana: Walt Disney Home Video
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1993-1997)
Sticker VHS: Walt Disney Home Video (1992-1995)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “La Carica dei 101” (al cinema), “Canta con noi”, “Ducktales – Avventure di Paperi”, “Cip e Ciop – Agenti Speciali”, Disneyland Paris
“É un vero Walt Disney”: “Red e Toby – Nemiciamici”
Intro:
Edizione: Marzo 1995
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La VHS de “Il ritorno di Jafar” si apre coi messaggi antipirateria della Buena Vista Home Entertainment, ai quali segue una sequenza pubblicitaria composta dal trailer de “La Carica dei 101“, di ritorno restaurato nelle sale italiane, le pubblicità di “Canta con noi”, “Ducktales – Avventure di Paperi“, “Cip e Ciop – Agenti Speciali” e Disneyland Paris. Soffermiamoci sulla pubblicità dei “Canta con noi“. Al suo inizio compare, nella nostra copia, questo fotogramma. Si tratta sicuramente di un errore.

Chiude la sequenza “È un vero Walt Disney“, mostrando la videocassetta di “Red e Toby – Nemiciamici“. Viene nominata la Walt Disney Home Video, anche se da circa un mese questa era stata rinominata Disney Video in Italia. E sono proprio i jingle della Disney Video che compaiono in questa VHS.

Veniamo al film. Il film è presentato coi titoli di testa in Italiano. I titoli di coda sono invece coi dati in Inglese, ai quali vengono aggiunti alla fine i dati dell’edizione italiana. I commenti sul film li lasciamo a chi si occupa di recensirli. Vi diciamo solo che, secondo noi, forse i disegni di questo sequel avrebbero potuto essere migliori.

Nell’edizione italiana tornano tutti i doppiatori dei personaggi del Classico originale “Aladdin“, diversamente dall’edizione Americana nella quale Robin Williams, doppiatore del Genio, venne sostituito da Dan Castellaneta (doppiatore americano di Homer ne “I Simpson“). I collezionisti devono assolutamente avere questa videocassetta poiché la sequenza della fine di Jafar è integrale e senza censure. A partire dall’edizione DVD vennero ritoccati una parte dei fotogrammi in cui si vede lo scheletro del cattivo visir.

L’aspect ratio è quello originale in 4:3. Negli ultimi anni è stata proposta una versione in 16:9 del film che ha comportato un taglio dell’immagine sopra e sotto. Ricordiamo infine che questa videocassetta è protetta da dispositivo antiduplicazione.

PUBBLICITÀ E CATALOGHI

All’interno della custodia venne inserita, soltanto nelle prime stampe, una busta con stampato il logo del film. Dentro si trovava vario materiale pubblicitario.

L’uscita della videocassetta fu largamente sponsorizzata su cataloghi, in una cartolina che accompagnava la videocassetta del primo film e ovviamente su “Topolino“. Monica del sito Only Shojo condivide con noi questa pubblicità d’epoca apparsa proprio sulla rivista appena citata.

Storia della VHS:

La videocassetta de “Il ritorno di Jafar” uscì in Italia il 22 Marzo 1995. Prima del suo debutto ne furono preordinate in Italia ben 600 mila copie, mentre negli Stati Uniti furono 7 milioni le copie vendute nelle prime due settimane di distribuzione, incominciata in patria il 20 Maggio del 1994. Si trattava il primo di una lunga lista di sequel dei Classici Disney destinati esclusivamente all’Home Video. Il titolo rimase in catalogo fino all’estate del 1997, ma copie della VHS si poterono facilmente trovare nelle videoteche e in molti negozi per anni grazie all’enorme quantità di esemplari prodotti, come per tutti i titoli di punta di casa Disney (almeno in Italia, in America le cose andavano diversamente).

Occhio…alla riedizione!

Gennaio 1997: esce “Aladdin e il Re dei Ladri“, primo titolo della collana Walt Disney Video Premiere. Per l’occasione, la Disney Italia crea una nuova edizione in VHS de “Il ritorno di Jafar“, parte di questa nuova collana. Cambiavano solo alcuni elementi sulla fascetta e nello sticker della VHS, ora col logo Disney Video anziché Walt Disney Home Video. Il contenuto del nastro, invece, era esattamente uguale a quello della prima edizione del Marzo 1995. Come riconoscere le due edizioni, similissime? Ecco alcuni accorgimenti:

  • Sulla fascetta vengono sostituiti tutti riferimenti alla Walt Disney Home Video con quelli della Walt Disney Video Premiere;
  • Il disegno del fronte della fascetta continua anche sulla sua costa, dove anche la striscia gialla in basso si protrae;
  • Scompare la fascia rossa in basso nel retro e il disegno viene allungato verso il basso;
  • Cambia la formattazione delle informazioni tecnico-legali nel retro della fascetta;
  • La data di stampa è, correttamente, Gennaio 1997 anziché Marzo 1995.

Occhio…alla ristampa!

Dopo il Marzo 1997 vennero prodotte ulteriori ristampe della prima edizione. Avete letto bene! Venne ristampata, forse per errore, di nuovo la prima edizione del 1995, sebbene un paio di mesi prima ne venne rilasciata una nuova. L’errore può essere dovuto all’elevata somiglianza delle due copertine. Ipotizziamo che non si è rimediato a questo sbaglio – se di sbaglio si trattasse – poiché nella precedente fascetta c’erano gli stessi indirizzi della nuova. Come riconoscere queste ristampe? Queste ristampe hanno la stessa identica copertina della prima versione del 1995, cambia solo l’ologramma argentato che è quello con la cornice attorno a Topolino. Federico Battisti ha in collezione proprio questa ristampa!

Come nella riedizione di Gennaio, lo sticker sulla VHS riporta il logo Disney Video.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.