HEIDI – VHS DISNEY NOVEMBRE 1994


“Heidi”
(Heidi)

 

Codice VHS: VS 4519
BOX: Nero Grande (logo B.V.H.E.)
Collana: Disney
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1993-1997)
Sticker VHS: Walt Disney Home Video (1992-1995)
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: Assenti
“É un vero Walt Disney”: Assente
Intro: Nessuna
Edizione: Novembre 1994
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Questo cofanetto racchiude due videocassette, contenente la miniserie del 1993 “Heidi“, diretta da Michael Ray Rhodes e prodotta dalla Harmony Gold Production (la stessa casa che importò alcune serie animate giapponesi) in associazione con la Bill McCutchen Productions, Inc., la Silvio Berlusconi Communications e, ovviamente, con Disney Channel. Tale miniserie è composta da due episodi ed è basata sul romanzo per ragazzi “Heidi“, scritto da Johanna Spyri.

L’EDIZIONE ITALIANA

Vi elenchiamo qui di seguito il cast dei personaggi coi rispettivi interpreti e doppiatori:

  • Heidi: Noley Thornton, doppiata da Perla Liberatori;
  • Nonno Tobias: Jason Robards, doppiato da Pietro Biondi;
  • John (padre di Heidi): Daniel Flynn, doppiato da Luca Ward;
  • Adelaide (madre di Heidi): Annemarie Bubke, doppiata da Loredana Nicosia;
  • Peter: Ben Braizer, doppiato da Daniele Raffaeli;
  • Klara: Lexi Randall, doppiata da Miriam Catania;
  • Nonna di Peter: Patricia Neal, doppiata da Wanda Tettoni ;
  • Nonna di Klara: Sian Phillips, doppiata da Sonia Scotti;
  • Signorina Rottenmeier: Jane Seymour, doppiata da Rossella Izzo;
  • Signor Sesemann: Andrew Bicknell, doppiato da Massimo Rinaldi;
  • Zia Dete: Jane Hazlegrove, doppiata da Giuppy Izzo;
  • Sebastian: Basil Hoskins, doppiato da Carlo Sabatini;
  • Tinette: Catherine Punch.

L’edizione italiana è stata affidata al Gruppo Trenta, sotto la cura di Raffaele Cirioni. La direzione del doppiaggio è di Pietro Biondi, mentre l’adattamento italiano è stato svolto da Ruggero Busetti.

ALCUNE NOTE SUL FILM

Si può considerare un adattamento fedele del romando di Johanna Spyri? Grossomodo sì. Il film si prende comunque alcune libertà, cambiando le dinamiche di alcune scene, ma non tante quante altri adattamenti cinematografici, come il lungometraggio “Zoccoletti Olandesi” della 20th Century Fox o il film “Heidi” del 1965, della Sascha Verleih. Vediamo un po’ le differenze principali della versione del 1993. Klara risulta molto più capricciosa della controparte letteraria, il nonno molto più burbero e il Signor Sesemann è decisamente più freddo. La signorina Rottenmeier raggiungerà sin da subito Heidi sui monti, nella seconda parte della storia, così come il padre di Klara. Nel romanzo la prima non andrà mai sui monti e il secondo solo alla fine del romanzo. Inoltre, nell’opera originale non muore la nonna di Peter e il nonno non è arrabbiato quando Heidi ritorna alla baita, dopo aver lasciato Francoforte. Quest’ultimo, verso la fine della miniserie, incita Heidi a ritornare a Francoforte, e la bambina (seppur titubante) inizialmente accetta, per poi ripensarci un attimo prima della partenza. Tutto ciò nel libro non accade. Al termine della miniserie viene fatto intuire che Klara e Heidi non si vedranno mai più, mentre nella storia originale si sarebbero riviste ogni estate.

IL MASTER ITALIANO

Focalizzandoci sul master video di queste videocassette, la miniserie è presentata col suo aspect ratio originale in 4:3. Sono presenti tutti i cartelli italiani realizzati in occasione della prima trasmissione televisiva, avvenuta su Canale 5 il 27 e 29 Dicembre 1993. Non vi è alcuna sequenza pubblicitaria all’inizio del nastro, che oltre al programma contiene i messaggi antipirateria della Buena Vista Home Entertainment. Ricordiamo infine che la videocassetta è protetta da dispositivo antiduplicazione, come indicato sulla fascetta.

Le puntate della miniserie durano rispettivamente 95 e 89 minuti. La prima si conclude con la nonna di Klara che scopre Heidi mentre è sonnambula. La seconda incomincia con i preparativi della partenza di Heidi da Franco Forte per tornare alla baita del nonno. Il codice impresso sullo sticker delle due videocassette è esattamente lo stesso che compare in copertina: “VS 4519”. La miniserie è integrale. Lo specifichiamo poiché nelle trasmissioni televisive Italiane successive agli anni 2000 essa è stata condensata in un unico film, tagliando numerossissime scene.

Storia della VHS:

La videocassetta di “Heidi” venne distribuita in Italia il mese di Novembre 1994, mentre una versione noleggio della stessa fu distribuita il mese di Giugno 1994. L’edizione da vendita aveva l’ologramma argentato con la Cinepresa nella sua versione Classica, mentre la versione da noleggio aveva l’ologramma con la Cinepresa nella seconda variante. Per una maggiore chiarezza sull’argomento vi invitiamo a consultare la nostra Legenda nella parte “Ologramma argentato“.  La differenza più importante che distingue le due versioni è lo sfondo della fascetta: rosso per la versione da noleggio, giallo ocra per quella da vendita. Eccovi una foto della videocassetta, dalla collezione di Federico Battisti, scrittore de “Il nostro fantastico errore” che potete acquistare qua!

Inoltre il codice della prima è “VI 4509”. Caratteristica di entrambe le versione è l’utilizzo di un box doppio (composto dall’unione di due box normali). Lo sticker della SIAE è applicato, nella versione vendita, soltanto su una delle due aperture del box.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.