CINDERELLA – VHS BLACK DIAMOND 1988 (U.S.A.)


“Cinderella”

EDIZIONE U.S.A. 

Codice VHS: 410
BOX: Bianco (Plastica morbida)
Collana: “Grandi Classici” (Black Diamond)
Distributore: Buena Vista Home Video, Burbank, California 91521
Ologramma argentato: Cinepresa
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Oliver & Company
“É un vero Walt Disney”: No
Intro: Walt Disney Classics
Edizione: 1992
Versione: Vendita
Formato: NTSC
Macrovision:

Si ringrazia WILLDUBGURU per averci fornito il materiale utilizzato in questa scheda. Visitate il suo sito dedicato alle edizioni Internazionali dei film Disney! Cliccate qua per accedervi!

VI RICORDIAMO DI STARE ATTENTI ALLE FAKE NEWS CHE CIRCOLANO SULLE COSIDDETTEVHS BLACK DIAMOND“, CHE COME QUESTA SONO CARATTERIZZATE DA UN ROMBO NERO IN COPERTINA.
NON SI TRATTA DI VIDEOCASSETTE DI VALORE POICHÉ PRODOTTE IN MILIONI DI ESEMPLARI. SPESSO VENGONO MESSE IN VENDITA A CIFRE ALTE MA NON VENGONO MAI ACQUISTATE SE NON PER IMPORTI IRRISORI.

Descrizione Nastro:

La VHS del 1988 di “Cinderella” presenta i classici messaggi antipirateria all’inizio del nastro. La variante presentata è quella rossa.

L’unico trailer pubblicitario della videocassetta è quello relativo alla distribuzione cinematografica di “Oliver & Company“, preceduto da un cartello su sfondo verde che lo classifica come “Film per tutti”. O meglio, è The motion picture association of America ad averlo fatto!

L’intro Walt Disney Classics con Topolino-Apprendista Stregone ci avverte che il film sta per cominciare. Spendiamo ora qualche parola sul master del film. Il cartello della RKO Radio Pictures, distributrice cinematografica del film nel 1950, è completamente assente. Al suo posto è stato inserita la video-introduzione col castello della Walt Disney Pictures. In origine i titoli di testa avevano un riquadro nero, che è stato mantenuto in questa edizione con l’aggiunta di una sfumatura tra il nero e l’immagine. Ciò ha comportato ad una perdita del disegno originale. Quanto detto vale solo per i titoli di apertura. Eccovi un confronto di un fotogramma dei titoli, tra la versione di questa videocassetta e quella del DVD del 2005.

Il film non è stato restaurato, lo testimonia il collo di Cinderella, rimasto – come in origine – senza colore mentre la fanciulla si affaccia alla trappola per topi.

Tuttavia, un rimaneggiamento c’è stato, oltre a quello dei titoli di testa. Dopo la canzone Sing Sweet Nightngale, nella versione originale Cinderella brandiva una scolpa minacciando di punire il gatto Lucifer per l’ultima delle sue malefatte. Il moralismo dell’epoca ha portato a censurare questa scena, sostituendo i fotogrammi con altri che sarebbero apparsi poco dopo. È stata ripetuta questa sequenza, per intenderci:

Nonostante ciò, in favore di questa VHS possiamo dire che la colorazione del film è decisamente più fedele all’originale rispetto a quella utilizzata nelle edizioni Home Video distribuite durante il 1992 in diversi paesi del Mondo. Tra questi rientra anche l’Italia.

Oltre agli Stati Uniti, gli unici paesi ad utilizzare il master video di questa videocassetta furono il Canada, sempre nel 1988, e la Francia nel 1991.

Ricordiamo che essendo una videocassetta Americana, il suo formato è NTSC. Pertanto, non tutti i videoregistratori Italiani potrebbero essere in grado di riprodurne il nastro.

Storia della VHS

La VHS di “Cinderella” venne lanciata negli U.S.A. il 4 Ottobre 1988 come parte della linea di videocassette “Walt Disney The Classics” (Black Diamond) e rimase in catalogo fino al 30 Aprile 1989. Il prezzo di lancio fu $ 26,99 ed aumentò a $ 29,95 a partire dal 1 Dicembre 1988. Le vendite della videocassetta superarono ogni aspettative dell’epoca: ne furono inizialmente prodotte circa 4,3 milioni di copie ma, a causa  delle numerosissime richieste, la Walt Disney finì col distribuirne oltre 7 milioni. “Cinderella” divenne il Classico Disney con più copie in VHS vendute, nel 1988. Un tale successo fu anche dovuto all’ottimo marketing della Disney! Eccovi due degli spot pubblicitari della VHS trasmessi sulle reti Americane.

Sugli esemplari della videocassetta non è impressa alcuna data di stampa. Non siamo dunque in grado di distinguere una copia dall’altra, poiché non vi è alcuna differenza nel nastro o in copertina.

  Oltre alla videocassetta, venne rilasciata in contemporanea anche una versione in Laserdisc. Il disegno della fascetta che accompagnava il nastro verrà poi utilizzato per qualsiasi edizione Home Video del film prodotta nel mondo fino al 1993. La stessa si poteva trovare su poster e altro materiale cartaceo, come libri.

Ringraziamo ancora William del sito WILLDUBGURU per averci aiutato nel realizzare questa scheda.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.