All posts by disneytapesandmore

I RACCONTI DELLO ZIO TOM – SECONDA EDIZIONE VHS

“I racconti dello Zio Tom” 

(Song of the south)

Codice VHS: Cod. 4041
BOX: Bianco, Plastica morbida
Collana: Walt Disney Home Video
Distributore: Creazioni Walt Disney – Via Hoepli 3, Milano
Ologramma argentato: Assente
Sticker VHS: Topolino
Logo WD: Presente (Versione CWD)
Pubblicità iniziali: Assenti
Intro:
Edizione: 1985
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Nel nastro è racchiuso “I racconti dello zio Tom”, lungometraggio in tecnica mista prodotto dalla Walt Disney nel 1946, diretto da Harve Foster e Wilfred Jackson. Nei ruoli principali troviamo Bobby Driscoll (Johnny), Luana Patten (Jinni) e James Baskett nei panni dello Zio Tom. La pellicola purtroppo non è stata mai proposta né in DVD né in Blu-Ray e tanto meno su Disney Plus. Pertanto, questa VHS resta uno dei pochi mezzi con cui poter visionare questo film.

Il master video è riciclato dalla precedente edizione del 1984, che aggiungeremo presto nel nostro sito. Si tratta di un master non restaurato e molto sbiadito, soprattutto se paragonato a quello della più famosa edizione home video del film, risalente al 1991.

Lo stesso identico master video venne trasmesso sulle emittenti Rai dove però venne accompagnato dai cartelli cinematografici italiani del 1973, assenti in questa VHS e in tutte le altre edizioni italiane. Visto che abbiamo menzionato il 1973, è opportuno sottolineare che nel nastro è contenuto proprio il doppiaggio realizzato quell’anno. Esiste un precedente doppiaggio della pellicola che, purtroppo, ad oggi risulta perduto.

Nella versione proposta i titoli del film sono preceduti dal cartello del distributore, Buena Vista, e sono a schermo pieno. Questa è un’altra differenza rispetto alle edizioni anni ’90, dove in principio l’immagine è circondata da bande nere, per poi zoomarsi e diventare a schermo pieno dopo l’ultima didascalia.

Focalizziamoci ora su altri aspetti del nastro: per tutta la durata del film, titoli esclusi, è presente nello schermo il logo CWD, che si sposta da un angolo all’altro dello schermo. A completare la videocassetta troviamo a inizio nastro i messaggi antipirateria, che scorrono su sfondo blu, e una delle prime intro Walt Disney Home Video (la versione con Topolino apprendista stregone doveva ancora nascere).

Seguono il film i trailer pubblicitari dei libri Disney “Le pietre preziose” e di tutti i fumetti disneyani reperibili nelle edicole. Ricordiamo infine che questa videocassetta è totalmente priva di dispositivo antiduplicazione.

Storia della VHS:

Non era passato molto tempo dal Gennaio 1984, quando venne rilasciata la prima edizione home video italiana de “I racconti dello Zio Tom“. Nonostante questo, la Walt Disney decise di rilasciare, nel 1985 circa, una nuova edizione del film. Nuova per così dire: venne aggiornata soltanto l’estetica perché il contenuto del nastro è esattamente lo stesso della precedente edizione e come quest’ultima anche la videocassetta del 1985 venne rilasciata in 3 supporti: VHS, Video2000 e Betamax. Noi di Disney: Tapes & More le possediamo tutte e tre!

Quella che vedete è, per esempio, la versione in V-2000 ancora sigillata. Come vedete è esattamente uguale alla versione VHS. Cambiava la videocassetta dentro e sulla fascetta i codici e la scritta VHS venivano coperte con gli adesivi riportanti il supporto specifico.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


THE MAGIC RIDDLE – VHS EDEN VIDEO

“The magic riddle”
(The magic riddle) 

VHS EDEN VIDEO

Codice VHS: EV – 010
BOX: Rigido Nero/Rosso
Casa di produzione del Film: Yoram Gross
Distributore della VHS: Eden Video, Edizioni Center TV S.r.l. – Via Achille Grandi 1, Rho (Milano)
Edizione: 1993
Versione: Vendita
Macrovision

Si ringrazia Monica del sito Only Shojo per le scansioni che vedete.

Descrizione Contenuto:

The magic riddle” è un film d’animazione al quale spetterebbe il premio per essere uno dei migliori prodotti trash a tema fiabesco che l’industria dell’animazione abbia mai realizzato. Tale opera nasce dal genio di Yoram Gross, di cui è decisamente più noto il koala Blinky Bill. Nella sequenza iniziale troviamo una nonna che vorrebbe raccontare una fiaba ai suoi nipoti, ma ogni volta che inizia un racconto finisce col fare confusione e introducendo in esso elementi di altre novelle. Compresa la sua difficoltà, rompe la quarta parete comunicando agli spettatori che avrebbe raccontato una fiaba a modo suo. Ciò è più chiaro nel doppiaggio inglese, dove la nonna dice

“I think I’d better start again. I don’t care what the other says, my fairytale begins this way”

ovvero

“Penso che dovrei rincominciare di nuovo. Non mi importa ciò che gli altri raccontano, la mia fiaba comincia così”.

Facciamo così la conoscenza di Cenerentola, detta Cindy, una ragazza maltrattata dalla sua matrigna (la “Vedova” per gli amici, Krusty il Clown per gli spettatori) e dalle sorellastre Berta e Wilma. A dire il vero, nel corso della storia quest’ultima si rivelerà essere un personaggio positivo. Krusty ha schiavizzato Cindy per tenerla occupata, così che non possa cercare il testamento del suo defunto nonno dove è scritto che è lei l’erede universale di tutti i suoi possedimenti, inclusa la fatiscente casa in cui vive la famiglia. Poi c’è Phillip, un avvenente vicino di casa che la befana vorrebbe far accasare con l’antipatica Berta ma che ha gli occhi solo per Cindy. Ci sono anche i sette nani, il brutto anatroccolo, i tre porcellini e Pinocchio. Manca solo l’orso nella Casa Blu. Oh andiamo, ditemi che anche voi lo ricordate?

Il doppiaggio italiano è stato eseguito dalla Pentaphone in collaborazione con la Cooperativa O.D.S., ancora attiva oggi, ed è stato diretto da Danilo Bruni, mentre i dialoghi vennero affidati a Claudio Borda. Ivana Antoniolli ha invece rivestito i panni di assistente al doppiaggio. Tra i tecnici del suono abbiamo Fabio Pizzinat e Marco Trivellato.

Le voci sono di:

  • Lucia Valenti: la Vedova
  • Sonia Mazza: Cenerentola
  • Luigi Rosa: Phillip
  • Rosalba Bongiovanni: Nonna
  • Anna Radici: Wilma
  • Paola Roman: Berta
  • Danilo Bruni: Pinocchio
  • Cesare Rasini: Nano
  • Domenico Brioschi: Nano
  • Roberto Accornero: Nano
  • Massimo Giardini: Nano
  • Beppe Gervasio: Nano
  • Tommaso Lubrano: voce che canta la canzone nuziale

Il doppiaggio italiano è molto buono, gode di un ottimo adattamento e di un valido cast. Lucia Valenti è semplicemente perfetta nei panni della matrigna, ruolo che rivestì anche in diversi cartoni animati distribuiti in VHS dalla Stardust. Tuttavia, qualche sfumatura viene persa nei dialoghi rispetto alla versione australiana. Per esempio, nella scena del ballo in maschera ad un certo punto Pinocchio dice a Wilma che ha prestato le sue scarpe a Biancaneve, evitando così di nominare Cindy ed evitando allo stesso tempo di mentire. Altrimenti il suo naso si sarebbe allungato! Tutto ciò è più chiaro nel doppiaggio originale, dove viene specificato che Cindy è travestita da Biancaneve. Per far sì che fosse ancora più esplicito, c’è un’intera canzone di Phillip dedicata alla “Ragazza nel vestito da Biancaneve” (The girl in the Snow White dress). Nel doppiaggio italiano della canzone non viene mai menzionata Biancaneve.

Nella versione italiana manca un altro riferimento che in quella originale è esplicito: la canzone nunziale dice apertamente che si tratta del “matrimonio di Cenerentola”, mentre nell’adattamento nostrano non viene menzionato mai il vero nome di Cindy per tutta la narrazione della fiaba, anche se comunque lo si può leggere su una torta.

L’unica canzone che non è stata doppiata è quella dei titoli di coda, Ordinary Miracles, cantata da  Julie Anthony.

Che dire su “The Magic Riddle“, film australiano del 1991 diretto da Yoram Gross. La storia è contraddittoria, alcuni aspetti della trama non hanno senso e il tutto calza perfettamente visto l’incipit della storia. Tutta questa confusione viene giustificata dalla poca memoria della nonnina che ci introduce al racconto. Il problema del film risiede nel fatto che è realizzato davvero al risparmio: molte scene sono ripetute, anche al rallentatore, per evitare di realizzare nuove animazioni. E si nota tantissimo! Se si sorvola su questo, “The Magic Riddle” resta tutto sommato un film godibilissimo per le famiglie.

Concludiamo mostrandovi lo sticker della videocassetta, gentilmente scansionato da Monica del sito Only Shojo, che ha acquisito anche l’immagine della fascetta.

Curiosità

Nell’edizione francese del film viene inspiegabilmente tagliata la canzone Sisters Sisters, mentre tutte le altre sono state doppiate. Probabilmente nessuno venne ritenuto adatto a doppiare la parte cantata delle sorellastre e decisero così di tagliare la scena, comunque non fondamentale ai fini della trama.

Dal trailer promozionale del film si comprende che inizialmente la trama prevista era leggermente diversa da quella che conosciamo. Ma non solo. Il design di alcuni personaggi differisce da quello finale, come i cani della vedova, i nani e Philip ed anche la casa, diventata fatiscente in un secondo momento. Alcune sequenze mostrate nel trailer vengono riciclate senza alcun ritegno nel film, creando delle incongruenze a livello visivo.

Nelle fascette delle videocassette italiane c’è un errore: si menziona Robin Hood, che non compare nel film. Quel Robin Hood era in realtà, nella locandina originale, Little Red Riding Hood ovvero Cappuccetto Rosso. Sullo sticker della prima edizione VHS manca Robin Hood, tagliato forse per motivi di spazio. Dubitiamo che si siano accorti dell’errore!

Esistono tre videocassette italiane: due sono ad opera della Eden Video, con copertina diversa l’una dall’altro (quella recensita è la prima edizione, nella foto sotto trovate la seconda). Esiste poi un’edizione cartonata della G.E.S., che utilizzava il master della VHS Eden e che riciclò lo stesso anche per un’edizione DVD distribuita nelle edicole. A partire dalla seconda VHS Eden il film venne ribattezzato “Fantasia Magica“.

In patria venne rilasciata l’intera colonna sonora su vinile , che personalmente troviamo davvero graziosa!

Articolo a scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


TARZAN – DVD PRIMA EDIZIONE BUENA VISTA SETTEMBRE 2000

“Tarzan”
(Tarzan) 

Prima Edizione DVD Buena Vista

Codice DVD: Z3 – DV 0001
BOX: Blu
Collana: (Versione DVD, 2001 )
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Castello (2000-2004)
Lingue Audio: Dolby Digital 5.0: Italiano, Inglese
Sottotitoli: Italiano, Inglese per non udenti
Numero di dischi: 1
Aspect ratio:1.66:1 (16:9)
Contenuti Speciali: Presenti
Edizione:  Settembre 2000
Versione: Vendita
Slipcover: No
Macrovision

SI RINGRAZIA TOMMASO MORO PER LE IMMAGINI CHE VEDETE IN QUESTA SCHEDA.

Descrizione Contenuto:

La prima edizione di “Tarzan” è un’edizione Wide Screen. E questa volta lo è davvero! I primi DVD Warner proponevano i film in formato Wide Screen schiacciato adattato in 4:3, causando la comparsa di bande nere sopra e sotto l’immagine. Questa volta l’aspect ratio è proprio 1.66:1, quindi non vi è traccia di questo spiacevole inconveniente, salvo che non guardiate il DVD in una vecchia televisione con lo schermo progettato per i 4:3. Non mancano, tuttavia, i problemi in questa edizione. Se tali li possiamo considerare.

Il problema, che forse per molti problema non è, consiste nella totale mancanza dei cartelli cinematografici italiani del film, presenti invece nella contemporanea VHS. Una scelta che, purtroppo, si ripercuoterà su quasi tutti i DVD Disney successivi. Certo, è comunque importantissimo il fatto che si possa godere del Classico senza gli zoom tipici delle videocassette, ma è anche vero che quella dei cartelli italiani è comunque una innegabile mancanza.

Se il film è in 16:9,  il menu del DVD è invece pensato in 4:3. Dunque, a meno che non modifichiate le impostazioni del vostro lettore, l’immagine apparirà negli schermi delle moderne televisioni con delle bande nere ai lati. Una cosa che va molto apprezzata in questo primo DVD Buena Vista è la presenza di Contenuti Speciali, mai stati introdotti in nessun DVD Disney italiano fino ad allora. Vi mostriamo le varie schermate menu.

Vi elenchiamo nel dettaglio i diversi Contenuti Speciali:

  • Trailer Cinematografici
  • Da Burroughs a Disney (sì, nel menu è scritto scorrettamente)
  • Il Making of della musica
  • Tarzan goes international
  • Trashin’ the camp -Dietro le quinte
  • La creazione della storia
  • Story board comparison
  • Sequenze tagliate
  • Trivia game
  • Read along
  • Trailer “Dinosauri

Eccovi infine un’immagine del disco e del depliant con la guida al DVD!

Storia del DVD

Tarzan” è il primo DVD Disney in assoluto distribuito in Italia dalla Buena Vista Home Entertainment, lo capiamo anche dal suo codice, Z3 – DV 0001. Si tratta del primo Classico Disney rilasciato in DVD? No. Il primo Classico Walt Disney distribuito su disco in Italia fu “Alice nel Paese delle Meraviglie“, nell’autunno 1999, per conto della Warner Home Video , ovvero la società che fino all’estate 2000 si occupò dei DVD Disney italiani.L’ologramma argentato qui adottato è quello col Castello, mentre la videocassetta utilizzava ancora la versione con con Topolino apprendista stregone. La custodia, come quella dei primi DVD Disney firmati Buena Vista, risulta essere più chiara rispetto a quella dei DVD successivi. Il DVD rimase in catalogo per circa un anno. Oggi non è uno dei titoli più rari, anzi. Si trova abbastanza facilmente a prezzi bassi poiché ne hanno prodotte un buon numero di copie.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


IL GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI – VHS STARDUST

“Il giro del mondo in 80 giorni”
(Around the World in 80 Days)  

VHS STARDUST

Codice VHS: S 12179
BOX: Nero Grande Rigido
Casa di produzione del Film: Burbank Films Australia
Collana: Le Favole più belle
Distributore della VHS: Stardust S.r.l. – Vaprio D’Agogna (NO)
Edizione: 1996
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

La Stardust con questa videocassetta fornì un primo approccio ai più piccini col romanzo di Verne “Il giro del mondo in 80 giorni“. Il mediometraggio qui contenuto è ad opera della Burbank Film Australia, casa che sfornò una moltitudine di mediometraggi animati tratti da racconti della letteratura Classica. L’adattamento della storia fa calare l’ambientazione in un mondo animale, un po’ come aveva fatto agli inizi degli anni ’70 la Walt Disney col suo “Robin Hood“. Il cartone animato Burbank risale invece al 1988. Il doppiaggio italiano è molto curato ed è stato eseguito alla fine degli anni ’80 a Roma.

  • Franco Zucca: Mr. Fogg
  • Stefano Onofri: Passepartout
  • Enzo Consoli: Mr. Fix
  • Massimo Corizza: strillone
  • Roberto Del Giudice: guida indiana
  • Renzo Stacchi:  rapinatore

La scheda di doppiaggio è stata redatta con l’indispensabile aiuto di Marco Zaffuto, esperto di doppiaggio del web.

La storia si prende diverse libertà dal romanzo, pur mantenendone il tracciato. Prima del film c’è una ricca sequenza pubblicitaria ed al termine del nastro è possibile vedere l’intero catalogo di videocassette Stardust. La sequenza iniziale include i trailer di: “Cenerentola“, “Cappuccetto Rosso“, “I vestiti nuovi dell’imperatore“.

Occhio…alla ristampa!

Verso la fine degli anni ’90 la videocassetta venne ristampata con diverse modifiche. Innanzitutto, vennero aggiornati i loghi Le favole più belle e Stardust, ora proposto con la stella abbinata al cerchio blu. La costa passò dall’avere tinte verde-azzurro ad avere parte del disegno della locandina frontale con una sfumatura grigia. Il retro venne adeguato a quello delle  videocassette Stardust di fine anni ’90, aggiungendo Mr. Fogg tratto sempre dall’immagine de fronte.


IL LIBRO DELLA GIUNGLA – DVD WARNER APRILE 2000


“Il Libro della Giungla”
(The Jungle Book) 

Edizione DVD Warner

SI RINGRAZIA TOMMASO MORO PER LE IMMAGINI CHE VEDETE NELLA SCHEDA. 

Codice DVD: Z8/34689
BOX: Nero
Collana: (Versione DVD, 1999-2001)
Distributore: Warner Home Video
Ologramma argentato: Apprendista stregone (1997-2000)
Lingue Audio:  Dolby Surround: Inglese, Francese, Olandese, Polacco, Ceco, Ungherese; Mono: Italiano, Ebraico
Sottotitoli: Inglese, Francese, Olandese, Greco, Islandese, Inglese per i non udenti
Numero di dischi: 1
Aspect ratio: 1.33:1 (4:3)
Contenuti Speciali: Assenti
Edizione: Aprile 2000
Tipologia: Vendita
Macrovision

Descrizione Contenuto:

Il DVD Warner de “Il Libro della Giungla” contiene una versione restaurata THX del film, distribuita per la prima volta in America ad Ottobre 1997. Si può visionare la stessa nella videocassetta italiana rilasciata in contemporanea a questo DVD, dove i titoli di testa e coda vengono proposti con le loro traduzioni italiane, mentre nel disco restano in inglese. L’aspect ratio del film è fedele a quello originale, senza i tagli all’immagine applicati dalla Disney nelle edizioni Blu-Ray per simulare un effetto “16:9”. La traccia audio italiana viene qui inserita in mono.

Le schermate menu del DVD oggi risultano molto semplici e non presentano alcuna animazione. Tuttavia, va ricordato che si tratta di uno dei primi DVD Disney realizzati e per l’epoca in cui venne prodotto tutto quello che vedrete era considerato “fantascienza”.

Non poteva mancare nel DVD un libretto con l’indice delle scene, scritto in diverse lingue. Notare come il logo italiano si differenzi da tutti gli altri, per quanto riguarda le tinte.

Ed infine eccovi il disco DVD, con il solo titolo italiano. Lo specifichiamo poiché molti DVD Warner avevano il titolo impresso sul disco in più lingue!

Storia del DVD:

Aprile 2000: non solo dopo quasi 7 anni “Il libro della Giungla” ritornò sugli scaffali delle videoteche italiane in VHS, ma fu tra i primi fortunati titoli a venir rilasciati in DVD! L’edizione DVD venne distribuita in Italia dalla Warner Home Video, che all’epoca si occupava dei DVD Disney italiani. La Buena Vista Home Entertainment avrebbe incominciato a distribuire per conto proprio i suoi DVD in Italia solamente a partire dall’autunno dello stesso anno. Lo sticker SIAE applicato in copertina è argentato: lo sticker SIAE rosso non era già più in utilizzo quando questo titolo uscì in commercio. L’uscita in DVD venne timidamente segnalata in questo poster dell’amico Mario John, proprietario dell’account Instagram @disneyhomecollection. Come vedete esso era più focalizzato sul ritorno in VHS del Classico rispetto al debutto in DVD. Probabilmente questo fu dovuto al fatto che le uscite DVD erano ancora considerate un esperimento per il mercato nostrano.

Dopo la sua uscita di catalogo, “Il Libro della Giungla” venne escluso dai titoli riproposti dalla Buena Vista in DVD nel Maggio 2001. La stessa sorte la subirono molti altri film Disney precedentemente distribuiti dalla Warner Home Video.

Negli Stati Uniti, la versione qui descritta de “Il Libro della Giungla” componeva la collana “Limited Issue”, ovvero DVD distribuiti a tiratura limitata per pochissimo tempo. Attenzione: abbiamo detto negli Stati Uniti, non in Italia!

“E se non trovassi l’edizione Italiana?”

Essendo questo un DVD fuori catalogo potreste non trovarlo immediatamente. Qualora non trovaste l’edizione italiana e vi interessasse semplicemente il contenuto del disco, potete acquistare la versione inglese (del Regno Unito), facilmente reperibile su alcuni noti marketplace. Attenzione! Deve essere tassativamente quella del Regno Unito e non quella americana, poiché quest’ultima non ha la traccia audio italiana! La versione UK si riconosce facilmente dal triangolo con la U presente in copertina.

Come potete vedere, all’estero hanno utilizzato per il DVD lo stesso disegno che in Italia venne scelto per la fascetta della prima VHS!

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.


CENERENTOLA EDIZIONE SPECIALE 2 DVD – GENNAIO 2006

“Cenerentola”

(Cinderella)  

DVD PLATINUM EDITION

EDIZIONE BUENA VISTA GENNAIO 2006

 

Codice Amaray: BIA 0049402Z3A

BOX: Blu Collana: (Versione DVD, 2001- / )

Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano

Ologramma argentato: Rettangolare (2004-2008)

Lingue Audio Disco 1: DEHT (Disney Enhanced Home Theater): Italiano, Inglese

Lingue Audio Disco 2: Dolby Surround 2.0 : Italiano, Inglese

Sottotitoli Disco 1: Italiano, Inglese, Inglese per non udenti

Sottotitoli Disco 2: Italiano

Numero di dischi: 2

Aspect ratio: 1.33:1 (4:3)

Contenuti Speciali: Si

Edizione: 18 Gennaio 2006

Versione: Vendita

Slipcover: No

Macrovision

Descrizione Contenuto:

L’edizione a due dischi di “Cenerentola” del 2006 non è altro che una versione aggiornata ed ampliata dell’edizione del Novembre 2005 ad un disco. La versione del lungometraggio qui contenuta è esattamente la stessa della prima edizione DVD, pertanto vi rimandiamo all’articolo nel quale l’abbiamo recensita. Lo potete trovare qua di seguito:

CENERENTOLA EDIZIONE SPECIALE 1 DVD NOVEMBRE 2005

Aumentano i contenuti speciali e la loro quasi totalità viene slittata al secondo disco. Queste sono le schermate menu degli extra del primo DVD.

Passiamo ora al secondo DVD, che contiene una corposa quantità di contenuti speciali, come i Making of di “Cenerentola“, i vari trailer cinematografici, le scene eliminate, gallerie d’immagini e molto altro. Una porzione di questi extra era originariamente presente nel disco dell’edizione singola. Vi lasciamo alle schermate dei menu dalle quali potete leggere gli extra che offre il DVD.

Cambiò l’edizione e cambiò di conseguenza anche il foglietto di guida al DVD, pur non rimediando agli errori della precedente edizione: anche qua Cenerentola abbandona il ballo ancor prima di andarci.

 

Quelli che vi mostriamo ora sono il disco della prima edizione (in alto a sinistra), il disco dei Contenuti Speciali dell’edizione del 2006 (in alto a destra) e in basso troviamo il Disco 1 appartenente a quest’ultima.

Storia del DVD

Cenerentola” meritava, così come “Biancaneve e i sette nani“, un’edizione degna del suo prestigio. Così, il 18 Gennaio 2006 la Walt Disney rilasciò una seconda versione della Platinum Edition. Non si può però parlare di Edizione De Luxe. Si tratta semplicemente di un’edizione aggiornata rispetto alla precedente. Venne infatti inserito un secondo disco contenente tanti nuovi Extra e sul quale slittarono quasi tutti i Contenuti Speciali della prima edizione. Purtroppo, non vennero corretti i problemi del comparto audio video che avevano caratterizzato il primo rilascio su DVD. Altro motivo che non fa considerare De Luxe questa versione è la completa assenza di una confezione cartonata che contiene l’amaray, privata addirittura della Slip Case.

Entrambi i dischi vennero riproposti il 17 Ottobre 2007 all’interno di una steelbook Collectors Edition contenente anche i DVD de “La Sirenetta“.

 

Ad oggi, non sono state individuate ristampe dell’edizione 2006 che ne modifichino il contenuto o l’estetica.

Fonte dati uscita edizione italiana: Amazon.com; dvdweb.it .

Si ringrazia infinitamente @disney.dream83 per aver provveduto all’acquisizione di  tutte le immagini mostrate nell’articolo.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.

CENERENTOLA – DVD EDIZIONE SPECIALE NOVEMBRE 2005

“Cenerentola”
(Cinderella)  

DVD PLATINUM EDITION

EDIZIONE BUENA VISTA NOVEMBRE 2005

 

Codice Slipcase: BIA 0010602SC3A 
Codice Amaray
: BIA 0010602Z3A 
BOX: Blu 
Collana: (Versione DVD, 2001- / ) 
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano 
Ologramma argentato: Rettangolare (2004-2008) 
Lingue Audio: DEHT (Disney Enhanced Home Theater): Italiano, Inglese: Dolby Digital 5.1: Italiano, Inglese, Croato 
Sottotitoli: Italiano, Inglese, Inglese per non udenti, Croato, Sloveno 
Numero di dischi: 1 
Aspect ratio: 1.33:1 (4:3) 
Contenuti Speciali: Si 
Edizione: 16 Novembre 2005 
Versione: Vendita 
Slipcover: Si 
Macrovision 

Descrizione Contenuto:

IL RESTAURO VIDEO

Cenerentola” tornò con questa edizione speciale, parte della linea Platinum Edition, più restaurata che mai. Non si tratta del primo restauro che coinvolse questo Classico. Ne esiste un altro, infatti, risalente al 1997 (arrivato da noi nel 1998) distribuito in diversi paesi del mondo Italia inclusa. Cosa cambia rispetto al precedente restauro, per quanto concerne il comparto visivo? Il restauro del 1997  era noto per essere la versione home video più fedele all’originale distribuita fino agli anni ’90. I suoi colori sono per certi aspetti molto simili a quelli del DVD, che a sua volta richiama quelli originali. Rispetto alle prime versioni su nastro si era fatto un grande passo avanti. Ciò non toglie che vi siano dei problemi nell’ultimo restauro. Per esempio, per un errore le ciocche della perfida matrigna, Madame Tremaine, diventano dello stesso colore del suo scialle in alcuni fotogrammi dell’edizione Platinum.

Una scelta del restauro destò ancora più scalpore e lamentele tra gli appassionati più puristi dei film Walt Disney. Negli anni che precedettero il restauro del 2005 il vestito da ballo di Cenerentola veniva spesso rappresentato con una tinta blu nel vario merchandising Disneyano. Probabilmente, al fine di uniformare la tinta del merchandising con quella del film, chi si occupò del restauro scelse di sostituire in alcune scene l’originale color bianco e argento dell’abito della principessa con tinte azzurre. Il tutto accompagnato anche da un eccessivo impiego di DNR, che ha portato ad una rilevante perdita dei lineamenti del disegno.

Qualcuno ha forse contattato un’estetista per occuparsi delle sopracciglia di Smemorina? 

Viene confermata la correzione fatta nel 1997 durante l’incontro della protagonista con Gas Gas: in origine, quando la fanciulla si affacciava alla trappola, il suo collo era privo di colore. A partire dal 1997, e dunque anche nella Platinum Edition, il collo di Cenerentola venne colorato digitalmente nella sequenza incompleta. Segue un confronto tra la versione DVD ed il Laserdisc americano del 1995.

Purtroppo, anche in questo caso la Disney scelse di non restaurare i cartelli esteri del film. Quindi non troviamo inclusi nemmeno i fondini italiani, diversissimi da quelli originali per quanto concerne le tinte. 

Dopo il film vengono inseriti dei fotogrammi, con gli stessi fondini dei titoli di testa, che riportano i dati del restauro e un approfondimento sui doppiatori americani, il tutto sulle note di “So this is love“.

IL RESTAURO DELL’AUDIO

Passiamo al comparto audio. Neanche qua le notizie sono completamente rosee. L’edizione italiana utilizza il secondo doppiaggio dell’opera, realizzato in occasione della redistribuzione cinematografica del 1967. Lo stesso di tutte le precedenti videocassette, per intenderci. Quando si restaura un audio di solito viene lasciata come sottofondo la colonna sonora internazionale aprendo quella estera soltanto quando sono presenti dialoghi e canzoni. Nel caso di “Cenerentola”  la colonna sonora italiana è stata aperta talvolta troppo tardi, talvolta è stata chiusa troppo presto ed altre volte non è stata aperta affatto, facendo così perdere pezzi del doppiaggio italiano. Le mancanze purtroppo sono parecchie e ve le elenchiamo in questa lista.

  • La risate e le grida spesso rimangono in lingua originale: è il caso della risata di Cenerentola al momento del risveglio, di Gas Gas mentre cerca di sfuggire da Lucifero, del grido dell’aiutante di Monocolao quando viene fatto inciampare dalla matrigna, dei topolini che esultano in coro durante il riscatto finale della protagonista. Manca completamente l’urlo della Tremaine quando Cenerentola fa cadere il vassoio della colazione;
  • Durante la ripresa de “I sogni son desideri” cantata dai topolini è stata troncata la “I” d’apertura e manca completamente l’audio italiano nel punto in cui gli uccellini legano il fiocco all’abito;
  • La fata Smemorina non dice più “E divertiti alla festa”, bensì “…titi alla festa!”.
MENU & EXTRA

Come in tutti i DVD, non mancano tante schermate menu che potete visionare qua di seguito.

Questa edizione, se si considera l’importanza del titolo, non è ricchissima di contenuti speciali. Tuttavia il materiale inserito risulta interessante. Ciò che è contenuto tra gli extra ve lo abbiamo già mostrato attraverso le schermate menu, tuttavia abbiamo deciso comunque di riepilogarvelo:
  • Musica & altro: A dream is a wish your heart makes eseguito dal Circle of Stars;
  • Scene eliminate: “Introduzione”, “The Cinderella work song”, “Dancing on a cloud”;
  • Giochi & attività: “Casa dei reali”, “La vita dei reali”;
  • Dietro le quinte Disney: “Dalla miseria alla ricchezza: la realizzazione di Cenerentola”, “Come è nata Cenerentola”, “Le gallerie di Cenerentola”.

Come già detto, il DVD è abbastanza scarno di extra. Consideriamo però l’epoca in cui uscì: noi italiani non avevamo mai visto tanto materiale su “Cenerentola“. Siamo lontani dall’edizione De Luxe di “Biancaneve e i sette nani”, in ogni caso tutto quello incluso in questa Platinum Edition era per noi una grandissima novità. Specialmente per chi come me era un bambino all’epoca e non aveva mai visto nulla di simile.

GLI INSERTI

Possiamo trovare all’interno del box un foglietto che riporta tutti i capitoli in cui è stato suddiviso il film, non senza errori. Il capitolo che precede l’arrivo della fata Smemorina viene intitolato “è tempo di lasciare il ballo”. Cenerentola dunque lascerebbe il ballo prima ancora di esserci arrivata?

 

Non mancava inserita nell’amaray una busta con parecchio materiale promozionale!

Storia del DVD

Già nei primi mesi del 2005 si parlava dell’imminente uscita Home Video di “Cenerentola“, nuovamente restaurato. L’ultima edizione italiana, ovviamente su videocassetta, risaliva all’Aprile del 1998 e non era più nei cataloghi Disney da almeno 6 anni. L’edizione Platinum era dunque attesa con molta impazienza e curiosità, essendo questo uno dei Classici Disney più amati. Le premesse erano ottime perché non solo venne annunciata un’edizione restaurata del film, ma era anche prevista oltre all’edizione standard una preziosa edizione digipack, distribuita in alcuni paesi esteri, che purtroppo non vide mai luce in Italia. Il giorno del debutto era inizialmente fissato per il 4 Ottobre  per poi essere posticipato il 16 Novembre 2005. Quello stesso giorno, il DVD uscì anche in una confezione abbinato ad un’edizione speciale del sequel “Cenerentola II – Quando i sogni diventano realtà“, anch’esso rilasciato anche singolarmente. Il materiale promozionale non mancava di certo ai negozi, vista l’importanza dell’evento! Ovviamente, anche questa volta, noi di Disney: Tapes & More apriamo le porte delle nostre collezioni mostrandovi alcuni cimeli!

 

Non arrivò in tutti i negozi, ma venne stampata anche un’edizione speciale su VHS con lo stesso identico restauro. Il valore aggiunto della videocassetta era quello di conservare, almeno parzialmente, i cartelli italiani del lungometraggio. Potete trovare la nostra scheda di tale videocassetta cliccando qua. L’edizione che debuttò il 16 Novembre 2005 era un’edizione con un solo disco e la stessa era disponibile anche in una variante per il noleggio.

Seguì un’edizione a due dischi il 18 Gennaio del 2006, con l’aggiunta di un DVD ricco di contenuti speciali. Questa seconda versione, al contrario di quella ad un disco, non era provvista di slipcase.

Entrambi i dischi vennero riproposti il 17 Ottobre 2007 all’interno di una steelbook Collectors Edition che conteneva anche i DVD de “La Sirenetta“.

 

Il solo DVD del film tornò, lo stesso giorno, in una steelbook abbinato al sequel “Cenerentola – Il gioco del destino“.

Occhio…alla ristampa!

Esistono delle ristampe con differenze, meramente estetiche, di questo DVD. Nelle ristampe è assente la slipcase e quelle rilasciate dopo il 2007 perdono l’effetto “a specchio” che caratterizzava il disco delle prime copie e l’ologramma attorno al suo foro. L’immagine di Cenerentola giaceva così su uno sfondo bianco. Le poche ristampe prodotte nel 2009 sono note per la perdita dell’ologramma argentato sulla fascetta dove viene modificato anche il codice del DVD, che passa da “BIA 0010602Z3A” a “BIB 0007202Z3A”. Un esempio di quest’ultima tipologia di ristampa, assieme alle altre, la potete trovare in questo video girato – molto “alla buona” – a casa dell’amico Marco Zaffuto.

Fonte dati uscita edizione italiana: Amazon.com; dvdweb.it .

Si ringraziano infinitamente Tommaso Moro e @disney.dream83 per aver provveduto all’acquisizione di quasi tutte le immagini mostrate nell’articolo. Le immagini tratte dalla videocassetta italiana del 1998 sono state acquisite da WILLDUBGURU.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.

LA SPADA NELLA ROCCIA – VHS SETTEMBRE 2002


“La Spada nella Roccia” 
(The Sword in the Stone)  

VHS SETTEMBRE 2002

Codice VHS: VS 4158
BOX: Blu
Collana: (2001-2006)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Castello (2000-2004)
Sticker VHS: Walt Disney Home Entertainment
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: Assenti
“É un vero Walt Disney”: Assente
Intro:
Edizione: Settembre 2002
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Siamo di fronte ad un altro repack: l’edizione del 2002 del Classico Walt Disney “La Spada nella Roccia” è una copia esatta della precedente edizione dell’Agosto 1997. Tutto ciò implica intro Disney Video prima del film, cartello Buena Vista e una battuta censurata di Maga Magò. Per saperne di più leggete la nostra scheda inerente alla VHS del 1997.

Storia della VHS:

Nell’autunno 2002 le videocassette col box blu si erano ormai affermate sul mercato italiano, anche se ciò non implicò la totale scomparsa delle precedenti edizioni col box nero, anzi: nei negozi più forniti si potevano trovare ancora copie delle edizioni VHS caratterizzate da un box più grande. Tra le nuove videocassette col box blu arrivate a Settembre 2002 c’era “La Spada nella Roccia“, in contemporanea ad un’edizione DVD. Se il DVD aveva un master tutto nuovo, rispetto alla prima edizione Buena Vista e all’edizione Warner, lo stesso non si può dire della videocassetta: il master della VHS era, come già spiegato, esattamente identico a quello dell’edizione risalente all’Agosto 1997. Nel 2004 la VHS del 2002 venne ristampata sostituendo l’ologramma tondo con l’ologramma rettangolare e, a partire dal 2005, la videocassetta venne proposta con l’aggiunta nel retro della data Febbraio 2005. Prima di allora non vi era l’indicazione di alcuna data. Il titolo rimase in catalogo fino al 2006, quando la Disney smise di produrre videocassette.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright. La fascetta è stata scansionata da Giuseppe C. .


LE AVVENTURE DI BIANCA E BERNIE – VHS DICEMBRE 2001


“Le avventure di Bianca e Bernie” 
(The Rescuers)  

VHS DICEMBRE 2001

Codice VHS: VS 4688
BOX: Blu
Collana: (2001-2006)
Distributore: Buena Vista Home Entertainment – Via Sandri 1, Milano
Ologramma argentato: Castello (2000-2004)
Sticker VHS: Walt Disney Home Entertainment
Logo WD: Assente
Pubblicità iniziali: “Bianca e Bernie nella Terra dei Canguri“, “Oliver & Company“, “English Specials“.
“É un vero Walt Disney”: “Red e Toby Nemiciamici”
Intro:
Edizione: Dicembre 2001
Versione: Vendita
Macrovision

Descrizione Nastro:

Se ci seguite da tanto tempo ormai immaginerete quanto stiamo per scrivere: l’edizione del 2001 de “Le avventure di Bianca e Bernie” altri non è che un repack della precedente edizione datata Aprile 1997. Cosa vogliamo dire? Con repack intendiamo che è stata cambiata solo la confezione, fascetta e sticker mentre contenuto (pubblicità incluse) è esattamente identico all’edizione del 1997. Dunque, per maggiori informazioni, vi rimandiamo alla scheda che potete trovare qua. Una cosa teniamo a ribadire anche qua: in questa VHS come in NESSUN’ALTRA VHS ORIGINALE ITALIANA non sono stati inseriti i famosi fotogrammi incriminati.

Storia della VHS:

Come idea regalo per il Natale 2001 la Buena Vista Home Entertainment fece redistribuire alcune videocassette dei Classici con la nuova confezione di colore blu. Uno dei fortunati titoli fu proprio “Le avventure di Bianca e Bernie” e la società ristampò questa riedizione per diversi anni. Contemporaneamente all’edizione VHS, il lungometraggio fu licenziato per la prima volta in Italia su DVD, Questa edizione non aveva assolutamente lo stesso video della videocassetta. Per maggiori informazioni potete trovare la nostra scheda cliccando qua. Evidenziamo che l’Italia godette prima di un’edizione DVD del titolo rispetto agli Stati Uniti, che lo videro rilasciato soltanto il 20 Maggio 2003. La storia dell’edizione italiana è comunque legata agli U.S.A.: i grafici che realizzarono la fascetta italiana scelsero lo stesso disegno utilizzato oltreoceano per l’edizione del 1999, che è esattamente quella che richiamò l’attenzione del mondo intero. Tornando all’Italia, nel Dicembre 2004 la Buena Vista ripropose la VHS con ologramma argentato rettangolare e impresse sulla fascetta proprio la data appena menzionata. Quest’ultima variante rimase in catalogo fino al 2006, anno in cui la Buena Vista cessò di produrre videocassette.

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright. La fascetta è stata scansionata da disney.dream83 .


TOM & JERRY – IL FILM (VHS)

 

“Tom & Jerry – Il Film”
(Tom & Jerry – The Movie) 

 

Codice VHS: 3711
BOX: Nero
Casa di produzione del Film: Live Entertainment, Turner Entertainment, WMG Film, Film Roman
Distributore della VHS: Cecchi Gori Editoria Elettronica – Via Tornabuoni 17, Firenze
Edizione: 1997
Versione: Vendita
Macrovision:

Ringraziamo per la scheda Francesco Finarolli.

Descrizione Nastro:

Signori e signore, anzi, cassettini e cassettine, questa videocassetta racchiude il PRIMO LUNGOMETRAGGIO che vede protagonisti la coppia gatto-topo più famosa del mondo: “Tom & Jerry – Il film“. Non sempre si parla bene di questa pellicola sul Web ma, vi dirò, a me da piccolo piaceva tantissimo e ne sapevo i dialoghi a memoria. Il film ci racconta di come Tom & Jerry aiutano una bambina di nome Robyn a riunirsi col padre, dato per morto a causa di una valanga in Tibet. Ad ostacolarli ci sono il cane Ferdinando, la malvagia “zia” Bova con il suo amante, l’avvocato Leccapiedi e tanti altri. Tutti amiamo Tom e Jerry ma, diciamola tutta: il nostro tifo andava a Zia Bova e Leccapiedi, specialmente per la loro magistrale performance ne “I soldi son la mia passion” (Money is such a beautiful word). Peccato che le cose per loro non finiranno bene.

Punto di forza della videocassetta è quello di riportare tutti i cartelli cinematografici italiani del film, tra i quali troviamo quelli sul doppiaggio. Altro punto di forza è la traccia audio STEREO HI FI, che risulta migliore di quella delle successive edizioni DVD. Per i pirati delle VHS, questa edizione ha un altro pregio: l’assenza della protezione anti-copia Macrovision.

Vi dice nulla Giorgia Lepore? La ricorderete sicuramente per la sigla  “La fantastica Mimì” e molte altre.

Qua di seguito vi elenchiamo il cast completo dei doppiatori.

  • Francesco Vairano: Tom, Droopy
  • Ilaria Stagni: Jerry
  • Silvio Spaccesi: Carlone
  • Fabrizio Mazzotta: Frankie La Pulce
  • Georgia Lepore: Robyn Starling
  • Cristina Noci: “Zia” Pristina Bova
  • Renato Cortesi: Avvocato Leccapiedi
  • Mino Caprio: Ferdinando
  • Elio Pandolfi: Dr. G. Facciadolce Guanciamela
  • Pino Ammendola: capitan Fracasso

I più esperti avranno notato che il font del titolo italiano è diversissimo da quello americano!

Curiosità

Per qualche motivo, nel retro della copertina, i nomi dei personaggi restano in inglese. Troviamo dunque scritto Pugsy anziché Carlone, Zia Figg invece di Zia Bova ecc. Lo stesso accadde per un Classico Disney: “Basil l’investigatopo“. Curiosamente, questi due film d’animazione hanno un altro elemento in comune: la colonna sonora di entrambi è firmata Henry Mancini!

Francesco Finarolli ha fatto una scoperta shockante: di alcune scene potrebbero esistere due diverse varianti! Una delle scene in questione, da lui individuata, è quella che vede i nostri eroi scappare dagli antagonisti a bordo di un battello. Come potete vedere, il background cambia! La stessa versione della VHS la troviamo nel trailer cinematografico e nelle prime trasmissioni TV.

Sappiamo che siete dei curiosoni – giustamente – e perciò vi mostriamo anche la stessa immagine dal trailer cinematografico e da una registrazione TV di Francesco.

Già che ci siamo, ecco questo flano che pubblicizza la proiezione in un cinema del lungometraggio!

Occhio…alla ristampa!

La copertina che vi abbiamo mostrato è una ristampa. La prima versione era contenuta in un box grande – la seconda in un box compatto – ma non solo: anche la fascetta variava. Esiste inoltre una versione per il noleggio che ha una particolarità: un box cartonato custodisce la preziosa VHS. Alessandro S. la possiede e ci ha inviato la scansione. Poiché graficamente è quasi identica alla prima versione da vendita – uno dei pochi cambiamenti rilevanti è il codice, che diventa 1041 e la scritta “solo per il noleggio” – la utilizziamo per confrontare le prime stampe dalle ristampe.

Nelle prime stampe, in particolare:

  • Il titolo del film era scritto in alto sul fronte della fascetta, circondato di rosso e con rilievo dorato;
  • Nel retro ci sono solo tre fotogrammi del film senza particolari cornici. Nella ristampa verrà aggiunto un fotogramma con i due nemici-amici e Robyn;
  • Il volto della perfida Pristina Bova è coperto dal titolo nella prima versione della fascetta;
  • Complessivamente, l’impaginazione del retro della cover della prima stampa è diverso da quello delle ristampe.

L’etichetta potrebbe presentare delle variazioni, così come la fascetta.

La nostra è questa, ricordiamo che siamo in possesso di una ristampa. Personalmente la acquistai tra il 2001 e il 2002. Lo sticker delle prime stampe varia a seconda della copia. Su alcune appare scritto “Univideo ’97”, dunque ipotizziamo che fosse stata prodotta proprio nel 1997!

Il 1997 è un anno importante poiché segna la prima messa in onda del lungometraggio su Italia 1 il 27 Dicembre. A dirla tutta, questa trasmissione non era stata annunciata positivamente dalla critica, che all’epoca stroncò il film.

La registrazione TV che abbiamo usato per il confronto proviene dalla seguente messa in onda!

Beccati! Vi abbiamo sentiti cantare! Dunque, vi lasciamo alla canzone della mitica Pristina Bova e Leccapiedi, da una registrazione proprio della prima TV.

 

Articolo con scopo informativo. Tutte le immagini appartengono ai rispettivi proprietari di Copyright.